bigbabol

LA FUGA DEI CERVELLI

Creato da pucci981 il 09/01/2006

Contatta l'autore

Nickname: pucci981
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 37
Prov: PD
 

Ultime visite al Blog

novi69adrianolinzittoStefanoStiovisentin.alessandragermano.brunelliRedboy89lisa797giuliodelmontegiovannix58mozzerTony_058rapichello2000Umarella82BLONDE_ANGELmorapepatadgl0
 

CI AMATE IN

site statistics
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 312
 

Tag

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 



 

 

« ALL'ITALIANO PIACE STRANIERAI NUOVI MOSTRI »

GLI ACCORGIMENTI CHE FANNO LA DIFFERENZA

Post n°1228 pubblicato il 01 Agosto 2011 da pucci981
Foto di pucci981

Questo racconto è basato su fatti veramente accaduti
 
 
Ci sono delle cose fondamentali che fanno di un uomo, un UOMO.
Il profumo di dopobarba, un mutuo, la passione per una qualsiasi squadra di calcio in grado di trasformarlo da persona normale a uomo delle caverne, il venerdì sera con gli amici, la pipì in piedi, il non chiedere mai informazioni stradali nemmeno se è smarrito peggio di pollicino nella foresta quel giorno che gli uccellini gli han mangiato i pezzi di pane, i gemelli ai polsi della camicia, una lieve pancetta risultato di rilassamento misto ad alcool, l'irrefrenabile propensione al barbecue, l'animarsi quando si parla di politica, l'amore per i pompini.
Così puo capitare di uscire con un ragazzo, all'apparenza perfetto, di quelli che sulla carta noi tutte acquisteremo con una strisciata di Mastercard, che nel corso della serata  manifesti quella che è la sua nota stonata. Sono i particolari a fare la differenza e noi, se dapprima ci eravamo fatte abbagliare dal principe con la sua dorata armatura, in tempo zero, siamo capaci di demolire tutti i sogni di vita assieme e di un roseo futuro, si insomma, basta una falla che l'armatura, tutto d'un tratto, ci appare un ammasso di latta arruginita. Poi ci sono anche dei prìncipi a cui una proprio non può passar sopra,siamo purtroppo estremamente rovinate dalla nostra infanzia, fin da piccole ci facciamo di quei film assurdi su come dovrà essere colui che ci strapperà dal braccio di nostro padre per poi prenderci sotto al suo, tanto ch,e per alcune di noi, cercare un uomo è una missione, alle volte impossibile. A rendere tutto piu complicato anche il fatto che le nostre esigenze molte volte non si fermano alla pulizia, ad un minimo di intelligenza, al desiderio che abbia uno straccio di lavoro e che guadagni il minimo indispensabile per offrirci il Mc Donald della domenica con patate fritte e coca piccola, la speranza che a letto abbia chiare le tappe del monopoli, e che non corra troppo per arrivare subito al "parco delle vittorie", a noi anche una piccola sbavatura può sembrare un irrimediabile difetto. 
 
Lisa: "Allora, raccontami!!! Com'è andata l'uscita col tipo nuovo?"
M.: "Si, si, bene, lui carino!"
Lisa: "A si carino, l'avevo notato, e poi? Cosa avete fatto???"
M.:" No, cioè lui è anche uno apposto, è venuto a prendermi a casa, macchina in ordine, vestito bene!"
Lisa:"Si si vabbe e dove ti ha portata?"
M.:"Mi ha portata a Venezia, aperitivo, poi a cena su un bel posto nuovo, elegante, abbiamo mangiato pesce, ha aperto una bottiglia di quelle giuste, conversazione piacevole, ha pagato lui!"
Lisa: "A bene allora, cioè mi sembra bene! Scusa e poi? C'ha provato?"
M.: "Bene si si, piacevole, davvero interessante, bel tipo, no no non c'ha provato, scusa alla prima uscita no!"
Lisa: "Beh un bacio...neanche quello??"
M.:"Nooooooo!!!"
Lisa: "Bello, interessante, ti viene a prendere a casa, ti porta a venezia, aperitivo, cena di pesce, champagne.....e non gli infili la lingua in bocca???!!"
M.: "Oh! Te lo giuro... non ce l'ho fatta! E' stato piu forte di me, ma non ridere... cioè ma ti rendi conto???? Tutto perfetto, il tipo perfetto, davvero numero uno, bello, brillante, simpatico, finchè non abbiam preso l'autostrada! Non ci potevo credere! Non aveva il telepass! Ti rendi conto?! "
Lisa ".............................................."
M.:" Ma dai cazzo sei uno sfigato, dove vai nel 2011 senza il telepass? Ma come si fa? Ha preso la corsia con l'indicazione del biglietto, si è affiancato al pulsantone rosso e ha ritirato il biglietto, l'ha messo nel parasole, ma daiiiiiiiiiii!!!!!!!!! Poi al casello sucessivo, lì che ravana per cercare le monetine per pagare! Ti prego!!!! Ti giuro, non ce la faccio nemmeno a baciare uno senza il telepass!"
Lisa:"A beh, capisco, il telepass.... !".
 
Alle volte, la tappa fondamentale tra voi e una possibile scopata, è il Punto Blu.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog