Creato da FridaA il 15/07/2006
Yemen. Fra pizzi, mirra e incenso, nel Regno della regina di Saba.

Oltre i viaggi

  I miei luoghi

immagine
 

FACEBOOK

 
 

Contatta l'autore

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 

Area personale

 

IL Viaggio

"E'' inutile ogni luogo che non sia anche una situazione" ... dal Corano


immagine  

immagine  
 
 

Ultime visite al Blog

amoildesertoatapolaffontaineyunepmendustryangel60manmarilenamusettiicabostedavdon.francobchevallMAN_FLYsandradeelnaturadellecoseARPELSpietroiaffa
 

Ultimi commenti

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Tag

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Da Bir Ali verso Al MukalaUadi Daw'an »

Post N° 40

Post n°40 pubblicato il 29 Settembre 2006 da FridaA

Shihara … un luogo in cima al mondo.

immagine

Uno dei luoghi in assoluto più interessanti, se non altro per l’incredibile ascesa e i dislivelli da paura.
Le jeep, con relativi autisti, restano in uno spazio più in basso … siamo invitati a traslocare su due pick-up che si inerpicano su una strettissma strada lastricata, che costeggia profondi burroni.
La strada, già di per sé assurda, è resa viscida dalla pioggia e le auto sia arrampicano in posizione quasi verticale.
Siamo tutti molto tesi.
Mi dico che non devo farmi prendere dal panico, che ormai ci sono e devo proseguire e che lassù mi aspetta quel meraviglioso ponte che ho tanto desiderato vedere.

immagine

Pioverà per tutto il tragitto e la pioggia ci accompagnerà fino al giorno dopo, impedendoci di godere di un cielo che dicono particolarmente stellato.
Giungiamo al fondouk di Francesca, prendiamo posto in due enormi stanzoni fra materassini e tappeti.
Esco a fare un giro e sono subito circondata da un folto gruppo di bambini ai quali distribuisco le ultime penne.
Cena nello spazio comune, accovacciati sui tappeti e, dopo aver gustato un ottimo dolce al miele e fatto un po’ di chiacchiere, si va a dormire.
La mattina dopo in un’atmosfera surreale fra nebbia e nuvole basse, raggiungiamo il ponte di pietra del XVII° secolo che, sospeso su una profonda gola, unisce due cime montuose.
Attraversarlo è una grande emozione, non mi par vero l’aver coronato uno dei miei sogni di bambina.

immagine

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog