Creato da stella112 il 07/10/2005
INFORMAZIONI IN LIBERTA'
Citazioni nei Blog Amici: 247
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Contatta l'autore

Nickname: stella112
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 54
Prov: VI
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

MaphiuaLutaoldworldorder5luca7011roby.milan62risanto1938mauro12_12luigicozziterzabucaappassionata71er.santmrita58ferrariofanogiovanni.lasalandraninon.77cesare.cesario
 

...

 

 

Sentieri più o meno giusti...

 

FORMANO UN UOMO

 

 

Ultimi commenti

Sono così orgoglioso, fiducioso e pieno di vita di essere...
Inviato da: Dewe Hughes
il 22/06/2021 alle 12:42
 
Tutto grazie al dottor Ibebho per avermi aiutato a essere...
Inviato da: Anna Weichhaus
il 20/06/2021 alle 23:23
 
Testimonianza di Anna: Mi chiamo Anna, vengo dal Regno...
Inviato da: Anna
il 17/06/2021 alle 06:45
 
Mi chiamo Jimi Frost: Ho riavuto il mio ex  entro 24 ore....
Inviato da: Jimi Frost
il 16/06/2021 alle 23:53
 
Mi chiamo Jimi Frost: Ho riavuto il mio ex  entro 24 ore....
Inviato da: Jimi Frost
il 14/06/2021 alle 23:00
 
 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 247
 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

 

« Francia, 5 ragazze stupr...Gesù disse: "La Verità v... »

PERCHE' E' COSI' DIFFICILE FARE L'AMORE CON LEI ?

Post n°892 pubblicato il 01 Settembre 2010 da stella112
 

Come sapete cari amici, in questo blog spesso e volentieri ci facciamo anche i fattacci degli altri, ma sempre con buoni propositi .

Oggi vi voglio proporre il messaggio di una persona che ho trovato molto sensibile, seguito da una risposta, di un'altro amico, molto interessante che ritengo importante condividere con voi in quanto l'argomento trattato interessa a tutti noi che viviamo in coppia da anni con la nostra/o compagna/o o marito/moglie. Ma arriviamo al dunque.

L'amico in questione scrive:


"Salve a tutti. Scrivo su questo forum perchè mi trovo in una situazione di profondo disagio e non so con chi confrontarmi per avere risposte, suggeriment,i aiuti.
Io e mia moglie siamo coetanei (42 anni) siamo sposati da otto anni e siamo insieme ormai da 16 e abbiamo due splendidi figli.
Per tanti anni è stata una bella storia d'amore e per certi o meglio per tanti aspetti lo è ancora. Io e mia moglie infatti abbiamo tanti interessi in comune facciamo progetti e ci occupiamoi dei figli in pieno accordo.
L'unico neo del nostro rapporto, unico ma per me importante, è l'intesa sessuale.
Premetto che per tutto il fidanzamento e nei primi anni del matrimonio le cose andavano bene, l'intesa tra noi era bella e vivevamo la nostra sessualità in modo normale senza apparenti problemi da parte di entrambi.
Da qualche anno mia moglie ha invece avuto un evidente calo del desiderio. A dire il vero  questo cambiamento è stato graduale ed io ho in parte accettato questa nuova situazione anche perchè mi rendo conto che un calo dello stesso con il passare degli anni è normale. Ho cercato anche di fare un esame di coscienza per capire se potevo essere io la causa del suo disinteresse. Ho perso in poco tempo quei pochi chili di troppo ed ora cerco di rimanere in perfetta forma fisica e sto attento al mio aspetto in modo da essere gradevole e piacente per quanto madre natura mi consente. Continuo a corteggiarla e ad apprezzarla, insomma faccio del mio meglio come credo sia giusto. Ma evidentemente qualcosa che non va da qualche parte c'è.
Negli ultimi due anni invece di migliorare la situazione è notevolmente peggiorata.
Se non sono io ad insistere (quasi a litigare) passano mesi senza che si faccia l'amore e anche quando lo facciamo lei lo fa sembrare come una concessione una cosa che prima la facciamo prima ci togliamo il problema e per un po' non se ne parla più. Mentre a me piacerebbe che lei lo vivesse con la stessa voglia e lo stesso entusiasmo con cui lo vorrei vivere io. Non nascondo che questa situazione ora mi porta ad essere nervoso e intollerante e ovviamente questo si ripercuote sul nostro rapporto come un gatto che si mangia la coda.
La cosa che più mi ferisce è la sua indifferenza la sua mancanza di interesse contrapposta al mio entusiasmo e alla mia passione. Io ancora la amo e la desidero come 16 anni fa. Per lei le cose sono cambiate. Escludo anche che abbia altre relazioni. Non mi sembra proprio la persona, penso che me ne sarei accorto, non ha mai avuto atteggiamenti, assenze, o situazioni che mi abbiano indotto a pensare ad altri uomini. Abbiamo parlato diverse volte del problema anzi, meglio dire che io ho cercato di affrontare quello che per me è un problema, ma lei sfugge oppure sbotta con "Tu pensi sempre e solo a quello......" e l'ultima volta con poca sensibilità da parte mia onestamente ho risposto ".... dopo due mesi devo dire che ci penso !!!! ". Mi rendo conto che ho sbagliato, che non è questa la strada giusta........ mi date qualche consiglio per favore?

Un'altro amico a risposto alle richieste di aiuto dell'autore della missiva di cui sopra , risposta che voglio condividere perchè l'ho trovata molto sensata e giudiziosa. Naturalmente per chi vorrà, attraverso i commenti del post potrà dire la sua.

LA RISPOSTA:

Mi sembra...
...di leggere i miei post di qualche hanno fa.

Anche io scrivevo post come te, anche io credevo di fare tutto cio' che serviva, da buon marito, ma i lsesso era un miraggio.

Ho studiato, letto, mi sono documentato, mi sono imposto della disciplina e ...i risultati sono venuti furoi alla grande.

Darti qualche consiglio in un solo commento è difficile, perché io ho impiegato anni per venirne fuori, pero' si puo' cominciare.

Tua moglie (come il 99% delle moglie) ha voglie e fantasie sessuali, anche se a te sembra di no.
Ma vuole condividerle con una persone con la quale possa aprirsi e rilassarsi senza problemi.
Sembra incredibile ma il comportamento dei mariti (anche il mio comportamento) è in grado di spegnere il motore sessuale delle donne.

Se io ti faccio questa domanda: quali sono le cose di cui tua moglie ha bisogno? Non quello che tu credi che lei abbia bisogno ma quello di cui ha realmente bisogno.

Cosa mi rispondi? Infatti in generale le donne chiudono il rubinetto del sesso se non hanno quello "serve" a loro, che risponde alle loro necessità.

POI CONTINUA:

Quello che segue è riferito a persone adulte, consenzienti e civili.
Quindi quello che dico non è mai rivolto a uomini/donne che cercano la toccata e fuga, cercano solo il sesso o viceversa fuggono dal sesso.

Le mie esperienze e le mie parole sono rivolte alle coppie (sposate e non) che semplicemente vogliono una vita serena, un matrimonio bello e con il giusto sesso, ma per un motivo o per l'altro questo non succede quasi mai.

Avere problemi in una coppia è normale. E' nella volontà di superarli che si misura la statura delle persone e la forza di una coppia.

Quello che io cerco disperatamente di far capire (perché l'ho vissuto sulla mia pelle) è questo.
La passione non resiste quasi mai in tutte e due le persone per tutta la vita. E' un dato di fatto, ma è anche possibile che uno dei due (io) ami davvero la moglie ma allo stesso tempo voglia godere delle gioie del sesso.

E quindi non mi piace la dicotomia che dopo un po' di anni (abitudine come dicono in tanti) o sesso o amore.

Allora io dico: se non ti arrendi (studi, chiedi, ami, preghi) e fai di tutto (ma davvero di tutto e sei disponibile a mettere da parte lo stupido orgoglio maschile) allora anche la tua metà a cui apparentemente il sesso non interessava vedrai che cambierà nuovamente e tornerà quella di prima.

Cioe' il sesso è parte del rapporto e se tu ci tieni SIA al rapporto SIA al sesso, le due cose possono coesistere, anche dopo anni.

Questo è il messaggio positivo (e di speranza) che vorrei che le persone cogliessero.

Si tratta di aver voglia di imparare e di trovare qualcuno che ti sappia parlare/insegnare.

Anche io, probabilmente, una volta non avevo questa "sensibilità" che, almeno in parte, alcuni mi riconoscono ma non sono certo nato così.
A un certo punto della mia vita, come quasi tutti, mi sono trovato a fare domande, a non trovare le risposte, a non avere il matrimonio che desideravo, a non capire piu' mia moglie che avevo sposato e con la quale avevo fatto 2 splendide figlie...

...finché ho trovato qualcuno (un americano) che mi ha parlato da uomo con un linguaggio che un uomo puo' capire...e ho capito tanto, quasi tutto e sono diventato un pochino più sensibile.

Ora non posso far altro che cercare di aiutare gli altri.

Gli uomini e le donne sono diversi. Nulla da fare sono diversi. E parlano in modo diverso.
Quello che una donna dice al proprio uomo entra da una parte ed esce dall'altra, ma non perché il marito è pigro o cattivo. E' perché le donne parlano un linguaggio che gli uomini non sono in grado di capire.

Io studio, leggo, metto in pratica e osservo. Ogni parola che esce dalla bocca di mia moglie e ogni movimento oggi per me ha un significato, è un invito, è un annuncio.
Ma un uomo "normale" non è in grado di leggere sua moglie e quindi la moglie pensa: "che stupido mio marito gli faccio capire le cose ma lui non recepisce..si vede che non gli importa di me ma solo del sesso".

Entrambi sia gli uomini sia le donne devono sforzarsi di capire che l'altro è diverso e accettare la diversità.

La moglie e le lenzuola.


Quando fuori c'è una bella serata e la moglie dice "Forse le previsioni dicono che piove", il marito pensa che la moglie sia pazza perché se c'è una bella serata non puo' piovere. La moglie pensa che il marito è scemo perchè lei voleva intendere se poteva ritirare le lenzuola dal balcone. E qui si crea una frattura di incomunicabilità
Donna, parla al tuo uomo in modo gentile, ma fermo e chiaro, senza possibili sottintesi o equivoci.

Per i mariti che dicono di amare la moglie e poi si arrabbiano.


Tu dici a tua moglie che la ami ma poi ti arrabbi e ti senti frustrato se lei declina le tue avances sessuali.
E vero amore?
E tipicamente per diversi giorni ti comporti da arrabbiato, indisponente, triste, depresso e frustrato.

Pensi davvero che questo comportamento ispiri in tua moglie desiderio di intimità con te?

Io ti capisco, ti capisco perfettamente, tu vuoi che tua moglie faccia l'amore con te, ma concentrati un attimo alle ore e ai giorni precedenti la tua offerta sessuale, hai avuto un comportamento tale da eccitarla e accendere il desiderio in lei?

Beh, sono sicuro che tu abbia fatto qualcosa che TU pensi che tua moglie gradisca a tal punto da eccitarsi immediatamente, a comando, ma non   mi sembra di vedere che tu abbia fatto qualcosa che LEI davvero apprezza, qualcosa che abbia davvero senso per LEI.

Andiamo avanti... benché tu non sia davvero dispiaciuto e pentito per il tuo comportamento infantile nei confronti di tua moglie, diventi sempre più desideroso di sesso, allora metti da parte il broncio è inventi una scenetta nella quale dici a tua moglie che ti dispiace per esserti comportato male, che tu davvero la ami, che lei è speciale per te

..e poiché tu vuoi solo poter fare l'amore..e tu credi che la tua piccola scenetta possa incendiarla immediatamente di desiderio a un livello 12 in una scala da 1 a 10? allora tu proverai nuovamente a chiedere il sesso e tua moglie si negherà ancora..tu tornerai ad essere offeso, imbronciato e triste e inizi a pensare che forse tu meriti altre donne, più focose.

Tu pensi davvero che giorni di broncio, muso lungo e tristezza seguiti da pochi secondi o minuti di scuse (o una cenetta) possano accendere immediatamente la passione in tua moglie?

Un messaggio ironico ma assolutamente serio.

Donna, se vuoi il cuore del tuo uomo devi passare dal suo pisello.
Uomo se vuoi la ... di una donna, devi passare dal suo cuore e dal suo cervello.

E' qui il punto.
L'uomo vuole fare sesso dopo che ha visto (o solo pensato) per 5 secondi a una scena di una donna nuda.
Per la donna non è cosi'. La donna deve scegliere mentalmente di fare l'amore perchè il cervello poi le comanda il corpo.
Perchè una donna si abbandoni a te, caro uomo devi:
- parlarle
- farla sentire sicura
- incoraggiarla
- stimarla
- desiderarla
- farla sentire come una regina
- sedurla

 Devo dire che questo aiutino mi è piaciuto molto, ora a voi la parola, ne avete facoltà

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Stella112/trackback.php?msg=9215042

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
stella112
stella112 il 01/09/10 alle 15:16 via WEB
Che per la moglie non persista il problema non è certo cosa buona. L'aiutino mi è piaciuto perchè rispecchia il bisogno reale di una donna, di come deve essere considerata dal proprio uomo. Se badi bene a ciò che ha scritto chi ha dato il consiglio, ha ben messo in chiaro che il tutto vale per coppie stabili, non per chi desidera una sveltina o rapporto occasionale. Questo perchè, nel caso sopra indicato (sveltina/rapporto occasionale)il problema del desiderio non sussiste.
(Rispondi)
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 01/09/10 alle 17:05 via WEB
Ma certo che rispecchia il bisogno reale di una donna, ma come quello di un uomo. Prova ad invertire. Perchè un uomo si abbandoni a te, cara donna devi: parlargli, farlo sentire sicuro, incoraggiarlo, stimarlo, desiderarlo, farlo sentire un re, sedurlo. Trovami un uomo che non vorrebbe questo dalla propria donna.Capisci che voglio dire? E' semplice fare elenchi di questo genere e dire segui l'elenco. Perchè sono cose di cui hanno bisogno tutti. Ti ho fatto l'esempio del ballerino cubano non per parlare di nottate di sesso, bensì di attrazione. Chi chiede aiuto dice: "Continuo a corteggiarla e ad apprezzarla, insomma faccio del mio meglio come credo sia giusto". Cosa significa questo? Che un uomo x che si comportava in maniera x, attraeva la propria donna. Dopo anni, un uomo x, che si comporta in maniera x (o che almeno ne è convinto), non attrae più la propria donna. Qualcosa è cambiato, fin qui ci siamo. Che cosa? Perchè se come si comportava prima andava bene e ora non va più bene? Dipende davvero da come lui si comporta? Perchè la moglie non si scervella come lui per capire cosa non va? Perchè non ha paura che così facendo possa perderlo? Perchè non applica l'elenco verso suo marito? Lei non è più attratta da suo marito o dagli uomini in genere?A volte ci sono semplicemente cali ormonali che possono risolvere mille lugubrazioni mentali. Quello che voglio dire è che dovrebbe essere anche lei, tanto quanto lui a voler capire cosa è cambiato e perchè. Perchè dopo anni di grande amicizia due amici si perdono senza che siano accaduti apparentemente litigi o altri fatti gravi? Magari sono semplicemente cambiati e le cose che cercavano nell'altro non le vogliono più. Tuttavia uno dei due amici vorrebbe continuare l'amicizia, cosa dovrebbe fare? Applicare il decalogo dell'amico perfetto? Può bastare da uno solo dei due? Se uno sa rispondere a questo sa risolvere anche l'enigma del post. Era ciò che volevo dire un pò troppo sarcasticamente nel commento precedente.
(Rispondi)
 
 
razek
razek il 15/09/10 alle 04:11 via WEB
ciao a tutti permettetemi di dire la mia opinione non fate caso agli errori essendo straniero devo ancora imparare, ho letto attentamente la storia e tutti i commenti, ma mi viene subito di dire che l'amico ha posto un problema reale e dobbiamo essere attenti e delicati sia nel leggere sia nel rispondere, non dobbiamo dare per scontato che quello che riusciamo noi a fare o siamo riusciti a fare sia la soluzione giusta per gli altri, qui non parliamo di filosofia, l'amico che ha parlato della sua esperienza personale e l'incontro con l'americano personalmente non vedo nulla di male, è una persona che si è messo in gioco cercando di dare un minimo di aiuto a un' altra persona, e penso che dobbiamo prendere esempio da lui nel proporre e non imporre nostre idee anche se pensiamo che siano giuste, lo dico anche a me stesso che è facile stare seduti comodi su una sedia e dare sia consigli che sentenze. oltre al fatto che stiamo parlando di un problema serio penso che sia il caso essere delicati nel commentare perché qui nessuno è maestro e se per fortuna nostra o bravura nostra non abbiamo il problema dell'amico non vuol dire che siamo perfetti fidanzati o grandi mariti, perciò penso che è il caso di proporre idee o modi di dire o di fare le cose senza andare a complicare il concetto parlando di chi è più bravo nella coppia, l'uomo o la donna . da parte mia dico all'amico di provare ancora a parlare sicuramente con le parole giuste e i modi giusti, e con il cuore ti auguro che ritrovi la donna che hai sempre amato e torni tutto come prima. chiedo umilmente perdono se ho detto qualcosa di sbagliato, e complimenti a tutti voi.
(Rispondi)
 
mammo67
mammo67 il 01/09/10 alle 20:57 via WEB
Concordo appieno col pensiero di Andrea; bisogna essere in due a voler affrontare e risolvere i problemi... nel caso in questione, a lei non gliene frega proprio niente e malgrado ciò, lui, stando al consiglio del "filosofo", dovrebbe applicare il decalogo del buon maritino?!? ...e lei il decalogo della brava mogliettina, perchè non lo applica?!?!? Non concordo neppure quando il "filosofo" dice che quando si fà "l'offerta sessuale" (e sorvolo sulla scadentissima definizione data ....probabilmente frutto dei suoi anni di studio....), bisognerebbe chiedersi se nei giorni precedenti non si ha fatto qualcosa di sbagliato nei confronti della partner.....MA MI FACCIA IL PIACERE....a mio parere, fare l'amore, è la miglior terapia per sconfiggere qualsiasi eventuale incomprensione. L'unica cosa che condivido del pensiero filosofico, è che se si vuole essere una coppia, bisogna capire e comprendere le diversità, ma sopratutto scoprire vicendevolmente le affinità.
(Rispondi)
 
 
stella112
stella112 il 01/09/10 alle 21:38 via WEB
Secondo me, mammo ed Andrea, avete interpretato male il messaggio del filosofo, se così lo vogliamo chiamare :-). Verissimo che a preoccuparsi di una situazione del genere bisognerebbe essere in due, ma è anche verissimo che spesso noi donne preferiamo mettere la testa sotto alla sabbia e sperare che il momentaccio passi, ma sappiamo benissimo che questo non accade mai. La filosofia del filosofo non è sbagliata, per nulla, e a dirvelo è una donna, che sarei io :-). Mammo, non si può far l'amore se non ne hai voglia, diventa l'atto più schifoso su questa terra e non è certo una terapia conveniente :-)
(Rispondi)
 
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 01/09/10 alle 22:07 via WEB
Innanzitutto fatemi fare un applauso a Mammo: meno male che ancora qualche uomo in grado di ragionare lo si trova ancora! Mentre leggevo le parole del "filosofo" pensavo: e uno per poter fare l'amore con la propria compagna (che dovrebbe essere l'atto più spontaneo e naturale del mondo) dovrebbe ogni volta fare una tiritera simile sperando di entrare nelle sue grazie?! Ma non esiste dai. Che la filosofia del filosofo sia sbagliata o meno, resta una cosa fortunatamente soggettiva. Ovviamente ad una donna non può far che piacere una filosofia del genere, a noi tutti gli oneri e a voi gli onori, mica sceme così ;-) Donne donne, ma quando imparerete a essere pienamente responsabili delle vostre azioni, difetti, pecche, senza per forza dovervi nascondere dietro a quelle degli uomini?! Ai filosofi la risposta..
(Rispondi)
 
 
 
 
stella112
stella112 il 01/09/10 alle 23:45 via WEB
Caro Andrea, da donna ti posso garantire che per aver voglia di stare con il tuo uomo di notte ci devi stare bene anche di giorno. Qui non si tratta di responsabilità, o tiritere varie, ma di sensibilità e buon senso, da parte di entrambi naturalmente. Non sottovalutiamo mai la psicologia delle persone, saperla interpretare fa fare passi da gigante, anche nelle relazioni di coppia.
(Rispondi)
 
 
stella112
stella112 il 12/09/10 alle 04:55 via WEB
s
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Alessia il 12/09/10 alle 15:48 via WEB
Se pensi che le donne ragionino come voi uomini hai sbagliato di grosso. Che una donna si ecciti alla vista di un bel fisico, tonico, muscolosco toppi di grosso, perchè mentre una donna guarda un uomo ha già elaborato talmente tante informazioni prima di decidere se quello è l'uomo con cui andarci a letto che tu non hai idea. Inoltre nel caso di un matrimonio che dura da molti anni, dopo l'entusiasmo iniziale, si inizia a guardare ben altri atteggiamenti e questo l'uomo non intende proprio capirlo, ma non perchè non vuole ma perchè è stato proprio creato ed evoluto in questo modo. E' pregevole ma raro quell'uomo che si sforza di "comprendere" come funziona l'emozione per la donna, ed è giustissimo ciò che ha scritto nella risposta al post. La donna si concede al marito quando questo ha un atteggiamento di rispetto per lei, di condivisione di idee, ma è soprattutto il rispetto che si concretizza in atti "reali" non a parole. La moglie se non è in pace con il proprio marito non accetterà mai di essere toccata e di fare l'amore con lui, proprio perchè l'amore per una donna passa prima dalla testa. E' un'ottima cosa leggere e documentarsi su come ragiona una donna e come è fisiologicamente. Questo per parlare di amore, condivisione di momenti intimi, di affetto e non propriamente "sesso" puro!
(Rispondi)
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Alessia il 12/09/10 alle 15:50 via WEB
...rispondevo al primo commento di Andrea!....ciao!
(Rispondi)
 
 
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 14:30 via WEB
Grazie Alessia per la tua partecipazione, naturalmente condivido ogni tua parola.
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Donna il 01/10/10 alle 11:21 via WEB
Il tuo discorso non fa una piega..sono pienamente d'accordo con te!
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
peppe il 17/04/16 alle 08:19 via WEB
mi trovo perfettamente d'acordo con te al mondo ci sono tanti di quei problemi che io mi devo sforzare di capire cosa sta dicendo la mia donna e poi dopo averci provato a capirla mi accorgo che era tutto il contrario che lei chiedeva ....ma finiamola
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.