Creato da stella112 il 07/10/2005
INFORMAZIONI IN LIBERTA'
Citazioni nei Blog Amici: 248
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Contatta l'autore

Nickname: stella112
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 53
Prov: VI
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

verrellifabriziogiovinardicassetta2MRaffaella72silvia.carlettovivaDiamantehank010oliservisRoberto596cindyauroberzzaseraledaniela.g0daniele.cristoferiossimorasarahbella4
 

...

 

 

Sentieri più o meno giusti...

 

FORMANO UN UOMO

 

 

Ultimi commenti

Come posso spiegare questo al mondo che c'è un uomo...
Inviato da: Lorena Cadet
il 13/08/2020 alle 09:18
 
Sono così entusiasta di aver ricevuto un prestito da un...
Inviato da: Davis
il 12/08/2020 alle 21:38
 
La mia vita è piena di felicità perché il DR ISIKOLO mi...
Inviato da: Roxana Anda
il 12/08/2020 alle 09:39
 
Dopo un anno di matrimonio fallito, il mio amante mi ha...
Inviato da: Gaia Andrew
il 12/08/2020 alle 08:45
 
Dopo un anno di matrimonio fallito, il mio amante mi ha...
Inviato da: Gaia Andrew
il 12/08/2020 alle 01:17
 
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 248
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

 

« Cosa pensa un uomo quand...Dalla Russia con furore:... »

E fu così che nacque una stella

Post n°337 pubblicato il 03 Aprile 2008 da stella112
 

La vita spesso cambia grazie a delle decisioni che sembrano innocue all'inizio, ma che in realtà ribaltano la nostra esistenza come si ribalta un calzino. Naturalmente è successo anche a me, un sacco di volte e una di queste ve la voglio raccontare oggi.

Avevo sentito parlare di internet ma non sapevo di cosa si trattasse precisamente, avevo chiesto spiegazioni a mio fratello che da poco aveva acquistato un pc e quindi aveva la possibilità di collegarsi alla rete che per sentito dire avrebbe spopolato negli anni successivi.  A quanto pare avevano ragione in quanto, allo stato attuale quasi ogni abitazione ha un pc se non di più.  Torniamo a mio fratello, sto parlando di circa  10 anni fa, le spiegazioni che mi diede a tal proposito non furono esaustive, non capivo a cosa servisse internet e soprattutto che uso avrei potuto farne io. A parte il fatto che a quel tempo non sapevo nemmeno come si accendesse un pc, lasciai  cadere l’argomento dopo aver navigato con lui nella rete un paio di volte.  Il mio giudizio fu negativo. Dopo un paio d’anni però ho acquistato un computer  sempre un po’ titubante, ma con una voglia di scoprire come funzionava esilarante. Capii che per approfondire l’argomento era meglio seguire un corso base, che feci, il quale mi istruì quel poco che bastava per non esse nel panico quando accendevo il pc e non funzionava correttamente. Non vi dico come mi sentivo quando mi si apriva una finestra anomala che mi chiedeva cose che per me non avevano un senso e quindi nemmeno una risposta. L’insegnante del corso in una lezione ci consigliò di provare a creare e quindi pubblicare in internet un sito personale e questo mi entusiasmò , fu una sfida per me non da poco in quanto, non avevo la minima idea di come si potesse fare però avevo un programma adatto e sapevo che  studiando un po’ come funzionava avrei potuto creare delle pagine web tutte mie. L’insegnante ci diede delle dritte per quanto riguardavano le società che vendevano o davano in omaggio lo spazio web, quella che usava lui era in inglese e io non conoscendo questa lingua rinunciai. Chiesi in giro ad amici che avevano da più tempo di me esperienza in tale materia e mi consigliarono di fare una ricerca con i motori predisposti a tale ruolo e fu così che mi imbattei in digiland o Libero. Le pagine web erano pronte , non erano il massimo però ero alle prime esperienze, volevo avere la soddisfazione di vederle pubblicate in internet e seguii così le istruzioni che mi venivano date dalla sezione predisposta  da digiland. All’inizio non  riuscii a pubblicare nulla, un po' demoralizzata e dopo vari tentativi, decisi di prendere in considerazione la chat perché sapevo che si poteva comunicare in tempo reale e quindi avrei potuto chiedere aiuto. Cliccai su quella parolina che vedevo sempre vicino agli altri link e mi si aprì un mondo che non sapevo esistesse, o per meglio dire, un mondo di cui avevo sentito parlare ma non ne conoscevo le potenzialità . Scrissi con non poca titubanza in chiaro, per i meno esperti significa"dove tutti vedono quello che scrivo e non un messaggio privato", chiedendo chi sapesse la procedura esatta per pubblicare un sito web in quanto non ci riuscivo.
Con mia sorpresa cominciarono ad arrivarmi  messaggi privati di persone che stavano chattando, io risposi ad alcuni chiedendo le informazioni che mi interessavano ma nessuno mi poté aiutare, però ricordo le ultime parole che mi disse un uomo con il quale chattai prima di uscire dalla stanza :" Fai la brava ti raccomando!"
In quel momento non capii a cosa si riferisse, ma poi incuriosita dalla facilità con cui si poteva comunicare e  relazionarsi con estranei/e  ritornai nella stanza e cominciai a chattare, rendendomi conto che la chat è una cosa meravigliosa, ma dalla quale bisogna sapersi tutelare perché, proprio per la facilità con cui ci si può accedere si trovano persone meravigliose ma anche qualche “personaggio” da lasciar perdere. W la chat dunque e speriamo che questo mezzo meraviglioso che fa tanta compagnia a chi ne ha bisogno venga sempre usato per il motivo per cui è stato creato, comunicare anche a grande distanza, eliminare l’incombenza del tempo e dello spazio tra i popoli nel mondo.

Da allora, ho intrapreso varie strade, una di queste è il blog che state leggendo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog