Creato da stella112 il 07/10/2005
INFORMAZIONI IN LIBERTA'
Citazioni nei Blog Amici: 248
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Contatta l'autore

Nickname: stella112
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 53
Prov: VI
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

surfinia60Giorgio67Bfavolamia8giuseppe.teobaldellimax_noghifulten2009loursatermanna.boninoforza50FLORESDEUSTADhank010arndecoltalakverrellifabriziogiovinardi
 

...

 

 

Sentieri più o meno giusti...

 

FORMANO UN UOMO

 

 

Ultimi commenti

Per favore, leggi e contatta DR ISIKOLO se hai bisogno di...
Inviato da: Lara Rafael
il 19/09/2020 alle 11:45
 
Come questo grande uomo chiamato Dr Isikolo mi ha aiutato a...
Inviato da: Cristina Alen
il 18/09/2020 alle 17:49
 
Ciao sono qui per diffondere questa buona notizia in tutto...
Inviato da: Dora Sebastian
il 17/09/2020 alle 09:59
 
Tornare con il tuo ex amante, urgentemente con...
Inviato da: Barbara Damjam
il 15/09/2020 alle 14:52
 
Il DR ISIKOLO l'ha fatto di nuovo per me dopo avermi...
Inviato da: Vanessa Erik
il 13/09/2020 alle 18:46
 
 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 248
 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

 

« Essere innamoratiIl mondo non vuole cambiare »

Il piacere di essere Donna

Post n°88 pubblicato il 27 Novembre 2006 da stella112
 

immagineE' quasi ora di cena, siamo arrivati da poco all'hotel e dopo una doccia, un'accurata scelta di cosa indossare per essere comoda ma nello stesso tempo carina senza troppe pretese mi preparo a scendere nella hall dove ho appuntamento con le mie compagne di tour, siamo in Tunisia, non ricordo il nome della città ma non ha molta importanza.  Arrivo  e trovo un sacco di gente che si aggira in trepidante attesa per avviarsi verso la sala da pranzo, evidentemente la fame si fa sentire prepotentemente,  cerco con gli occhi il gruppo rumoroso delle mie amiche,  le vedo e mi avvio verso di loro. Dopo qualche battuta scambiata allegramente ci avviamo attraverso un corridoio non molto largo con disposti ai lati alcuni tavolini per chi deve cenare solo a al massimo in due. Cammino con passo abbastanza veloce, dietro di me ci solo le ragazze che chiacchierano,  il mio sguardo cade involontariamente su un ragazzo seduto in un tavolino perchè attirata dall'intensità e lo stupore involontario con cui lui mi guarda,  due occhi scuri e intensi, il tempo rallenta e pochi attimi si trasformano all'apparenza in minuti fino a far sembrare che il tempo si sia fermato.  In quel momento i nostri occhi hanno raggiunto l'anima e a fatica ho dovuto distogliere il mio sguardo dal suo.  Un momento mitico che mi regala da subito un piacere intenso. Proseguo seguita dalle altre ragazze verso il tavolo che ci è stato assegnato, nemmeno per loro il fatto appena successo è passato inosservato. Durante la cena più volte ho sentito su di me il suo sguardo intenso.

Finalmente la cena è finita e ci strasferiamo all'esterno dell'hotel per gustare una passeggiata tra chiacchiere e risate, nel frattempo ho perso le tracce del mio spasimante e me ne sento sollevata, era troppo forte il peso insistente del suo sguardo da sostenere,  mi metteva un  po' a disagio.  Camminiamo tra le belle aiuole che ci sono all'esterno, è ormai buio ma le luci  messe con maestosa sapienza rende l'ambiente accogliente, una piscina fa sfoggio di sè adornata da sedie e tavolini dove si possono degustare aperitivi e cocktel di ogni genere, ci stiamo dirigendo verso di essa quando una macchina mi si avvicina, l'occupante abbassa il finestrino e mi ritrovo immersa negli occhi dello sconosciuto.  Scopro presto che parla solo francese che io naturalmente non conosco a parte qualche frase imparata a scuola. Mi parla e capisco che mi chiede se può offrirmi qualcosa da bere , io mi rivolgo alle mie amiche che nel frattempo mi guardano con uno sguardo compiaciuto per la conquista fatta e chiedo loro se sono dispiaciute se accetto l'invito. Naturalmente incorano un bel "nooo!". Lui parcheggia l'auto e scende, era veramente carino. Ci accomodiamo e tra gesti e parole ripetute ci facciamo compagnia per tutta la serata,  nel frattempo capisco che si trova in quell hotel per lavoro,  stanno costruendo una diga in zona, lui è l'ingegnere incaricato al controllo dei lavori.  Le ore passano e intanto decidiamo di passeggiare un po' per incamminarci verso le rispettive camere.  Era inusuale la loro disposizione, infatti c'era un giardino molto bello e tutt'intorno dislocate le camere che si raggiungono  tramite una piccola scalinata.  Arriviamo sotto la mia e ci salutiamo con i soliti convenevoli,  ma io mi azzardo a salutarlo con un bacio sulla guancia,  forse più o meno inconsciamente lo volevo provocare un po' e ci sono pure riuscita in quanto lui invece di pormi la sua guancia con un movimento veloce della testa mi porge le sue labbra.  Io a quel punto,  un po' pentita mi ritraggo e cerco la sua guancia.  Lui con un sorriso accetta la mia decisione e mi saluta.

Entro in camera mia con addosso ancora la dolcezza e l' intensità dei momenti che il fato mi aveva regalato,  mi stendo sul letto e cerco di rimettere a fuoco l'accaduto ma come una bambina accarezzata dai baci della mamma mi addormento con il sorriso sulle labbra.

Alle 7.30 del mattino suona la sveglia, mi preparo in fretta e riordino le valige in quanto si doveva ripartire per una località diversa,  le mie amiche bussano alla porta , sembrano uno sciame di api inebriate in un prato fiorito.  Mi chiamano , sono impazienti di sapere com'era andata la serata,  io apro loro la porta  e spiego che è stata una piacevole serata,  cerco di tagliare corto per non andare troppo nei particolari.  Arriviamo nella solita sala per la colazione, io sempre seguita dalle mie compagne di avventura, quando mi si avvicina un cameriere e mi chiede di seguirlo. Non capisco il motivo per tale richiesta ma eseguo l'ordine e mi ritrovo faccia a faccia con il ragazzo della sera prima.  Il cameriere mi spiega che il signore seduto davanti a me aveva espresso il piacere di fare colazione con me.  A quel punto, ancora più imbarazzata e stupita mi sono accomodata seguita da quegli occhi che mi facevano sentire la donna più bella del mondo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog