Creato da stella112 il 07/10/2005
INFORMAZIONI IN LIBERTA'
Citazioni nei Blog Amici: 248
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Contatta l'autore

Nickname: stella112
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 53
Prov: VI
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

verrellifabriziogiovinardicassetta2MRaffaella72silvia.carlettovivaDiamantehank010oliservisRoberto596cindyauroberzzaseraledaniela.g0daniele.cristoferiossimorasarahbella4
 

...

 

 

Sentieri più o meno giusti...

 

FORMANO UN UOMO

 

 

Ultimi commenti

Come posso spiegare questo al mondo che c'è un uomo...
Inviato da: Lorena Cadet
il 13/08/2020 alle 09:18
 
Sono così entusiasta di aver ricevuto un prestito da un...
Inviato da: Davis
il 12/08/2020 alle 21:38
 
La mia vita è piena di felicità perché il DR ISIKOLO mi...
Inviato da: Roxana Anda
il 12/08/2020 alle 09:39
 
Dopo un anno di matrimonio fallito, il mio amante mi ha...
Inviato da: Gaia Andrew
il 12/08/2020 alle 08:45
 
Dopo un anno di matrimonio fallito, il mio amante mi ha...
Inviato da: Gaia Andrew
il 12/08/2020 alle 01:17
 
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 248
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

 

« TRASCRIZIONE DI UN'INTE...IL NOSTRO CORPO E' UN G... »

LA MEDICINA DEL FUTURO

Post n°1016 pubblicato il 19 Aprile 2011 da stella112
 

La psiconeuroimmunologia - lo studio di come la psiche, il sistema nervoso centrale e il sistema immunitario si influenzino vicendevolmente , sta diventando una delle branche più interessanti e in rapido sviluppo dell'intera medicina moderna. Questa nuova scienza attira l'interesse di psichiatri, endocrinologi e biologi molecolari. Le nuove intuizioni cliniche nel ruolo della mente nel processo di guarigione offrono affascinanti prospettive di ricerca e nuove speranze.

Sin dai tempi dei Greci, filosofi e medici avevano discusso e dibattuto sulla supremazia del cuore o del cervello come centro dell'identità degli organismi viventi. In India il cervello è la sede dell'Atman, la coscienza superiore, il cuore è la sede di Jivatman, la coscienza vitale. Nelle medicine antiche, come la medicina taoista, ogni organo era considerato sede di una certa anima o emozione: lo Shen. Il cuore tuttavia veniva considerato come l'imperatore dell'intero dominio che è il corpo fisico. Cuore come centro di coscienza e di benessere, ma soprattutto della gioia e dell'amore di vivere che permettono la nostra stessa esistenza. Le recenti scoperte di psiconeuroimmunologia, in accordo con la concezione olistica, evidenziano una profonda interrelazione tra cuore e cervello. L'antica saggezza ora riemerge proprio in seno ad una delle branche più avanzate della ricerca medica.

Quello che vi ho proposto pocanzi mi serve per introdurre un argomento molto interessante, mi riferisco alla PNEI, acronimo di psiconeuroendocrinoimmunologi, una branchia della scienza rivoluzionaria, nuova per noi, ma molto probabilmente, non per alcune civiltà antiche. Della serie "tutto torna".

La psiconeuroendocrinoimmunologia o PNEI è lo studio delle relazioni tra i grandi sistemi di regolazione dell'organismo umano: il nervoso, l'endocrino e l'immunitario, e tra questi e la psiche cioè l'identità emozionale e cognitiva che contraddistingue ciascuno di noi.

L'aspetto innovativo della psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI) è che i grandi sistemi di regolazione biologica, cioè il sistema nervoso, endocrino ed immunitario interagiscono tra di loro e vengono profondamente influenzati dagli stati psicologici. Il dialogo tra i grandi sistemi avviene attraverso molecole diverse tra di loro ma in grado di interagire sui vari distretti. Un esempio illuminante è rappresentato da una molecola celebre, il fattore di crescita nervoso (NGF in sigla), scoperto da Rita Levi Montalcini.

Tradizionalmente, questa molecola è stata assegnata al cervello; ora, in realtà, si dimostra un potente fattore stimolante del sistema immunitario.

Addirittura questa molecola è molto importante per la pelle. Nella cute, infatti, NGF viene prodotto sia dalle fibre nervose, sia da tutte le cellule del sistema immunitario cutaneo, sia dai cheratinociti, che sono cellule dello strato superficiale dell'epidermide. Una eccessiva produzione di NGF, ad esempio, può indurre una iperproliferazione delle cellule epidermiche e una risposta infiammatoria di tipo immunitario (degranulazione dei mastociti). La conseguenza può essere la comparsa di placche infiammate (eritematose) tipiche della psoriasi che non a caso si aggrava in periodi di maggiore stress.

Nella seconda metà degli anni ‘80 è stata provata la versatilità di molte molecole e anche l'esistenza di recettori per queste sostanze nelle cellule dei tre sistemi. In sostanza, abbiamo numerose prove scientifiche che l'organismo umano possiede un linguaggio unitario mediante il quale cervello, ghiandole endocrine e sistema immunitario si scambiano informazioni.

L'organismo umano funziona quindi come un sistema che attimo per attimo si regola e reagisce alle stimolazioni psichiche. Grazie agli studi sul sistema dello stress e la neurobiologia delle emozioni, risulta chiaro che qualunque evento capace di suscitare emozioni intense e profonde scatena delle risposte somatiche sia a livello neurovegetativo (tachicardia, diarrea...) che endocrino ed immunitario. Esiste dunque un anello di congiunzione tra stato di coscienza e corpo rappresentato dal sistema neurovegetativo.

La psiconeuroendocrinologia o PNEI è l'approccio veramente olistico della medicina e rappresenta il punto d'incontro tra scienza e coscienza. Studia l'organismo umano nella sua interezza e nel suo fondamentale rapporto con l'ambiente. Lo sviluppo delle ricerca in questo campo consente di recuperare tradizioni mediche millenarie (a torto definite non convenzionali o alternative) da una medicina che in realtà dimostra, specie nelle patologie croniche o psicosomatiche notevoli lacune terapeutiche.

Si auspica dunque anche l'avvento di un olismo terapeutico nell'ambito del quale lo specialista sia in grado di fornire ai suoi pazienti tutte le opzioni terapeutiche disponibili e non soltanto quelle apprese sui testi di medicina cosiddetta "convenzionale".

Quindi, spiegato per bene di cosa stiamo parlando ora vi invito a visionare questo  video segnalatomi gentilmente dall'amico bluedintorni, dopo, se vorrete se ne potrà discutere attraversi i commenti sviluppando una piacevole ed interessante conversazione scritta. Personalmente mi sono resa conto già da qualche tempo del legame che esiste tra corpo e mente e la "magia"che ne scaturisce, inoltre ho "percepito" il legame che si crea, impalpabile, anche tra individui diversi. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog