Community
 
chiaretta_1...
Profilo
Blog
Sito
Foto
   
Blog
Un blog creato da chiaretta_1974 il 12/09/2005

Briciole Di Pane

Nasciamo bisognose di cibo e d'amore, l'anoressia è il rifiuto dell'amore dell'altro, l'altra faccia dell'amore di sè, il rifiuto più atavico e primario: è la malattia dell'amore. Lascia che l'amore entri in te, ed enterà anche il cibo.

 
 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

 

Famiglie senza confini

Post n°936 pubblicato il 22 Agosto 2012 da chiaretta_1974

Seminario Internazionale 

Chiaromonte

 

Carissimi,

sono lieta di invitarvi al Seminario Internazionale "FAMIGLIE SENZA CONFINI – Stili di attaccamento e Disturbi del Comportamento
Alimentare”, organizzato dal Centro di riferimento regionale per la cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare e del peso “Giovanni Gioia” Chiaromonte –ASP Potenza, che si terrà venerdì 5 Ottobre 2012 presso l’Ostello della Gioventù a Chiaromonte.

Al seminario parteciperà Bryan Lask, Professore Emerito dell’ Università di Londra.

Il seminario internazionale, promosso dal Ministero della Salute nell’ ambito del “Progetto di studio multicentrico sui fattori predittivi e le caratteristiche psicopatologiche dei disturbi del comportamento alimentare in età adolescenziale e preadolescenziale”, costituisce l’ occasione per esaminare le caratteristiche delle relazioni familiari all’interno delle famiglie in cui un membro soffre di disturbi del
comportamento alimentare.

L'iscrizione è gratuita ma è necessaria la prenotazione poichè i posti sono limitati. Per iscriversi al seminario utilizzare la scheda di iscrizione in allegato.

Per informazioni rivolgesi a Antonella Muscolino (segreteria organizzativa): tel 0973/641216 mail: antusco@tiscali.it.

 

 
 
 

E allora?

Post n°935 pubblicato il 15 Novembre 2011 da chiaretta_1974

 

E' una frase potentissima, non avete idea quanto!!!

 

happy.jpgE' una frase da ripetersi quando ci tormentano dubbi, ansie, dilemmi sul nostro comportamento e le sue conseguenze.

A volte siamo prese da un chè di catastrofico, pensando

"Se non faccio questo, chissà cosa succede" oppure "Ho agito in questo modo, adesso aspetto le conseguenze nefaste"...

 

 

I pensieri negativi e distruttivi iniziano a rimuginare in testa, la ruminazione ci coinvolge a tal punto che non è più ciò che abbiamo fatto - qualsiasi cosa sia - ma il pensiero di ciò che abbiamo fatto a divenire il centro della nostra giornata.

 

E allora?

ditevelo.

ripetetevelo.

uscite dalla ruminazione mentale.

io agisco come credo e poi mi dico: non capiterà mica il finimondo!

io non faccio qualcosa che non voglio fare e mi dico: che mai può succedere?

spesso e volentieri non accade proprio nulla...

 

e allora?

 

forse valeva davvero la pena di tentare

 

 
 
 

Un altro giorno

Post n°934 pubblicato il 14 Novembre 2011 da chiaretta_1974

Un giorno in cui non mi alzerò pensando al cibo, in cui l'idea del pranzo non sarà un incubo, in cui non fuggirò di fronte a chi mi invita per un aperitivo e non affretterò il passo davanti ad un panificio.

Ecco un nuovo giorno, dove mi vestirò senza pensare al cosa e al come, senza colpe se il pantalone "tira" o ansie all'idea di essere vista da qualcuno.

Per una volta non mi infilerò l'abito usuale dei miei pensieri ripetitivi, sempre identici a se stessi, come in un copione già recitato in cui l'attore recita sempre lo stesso personaggio.


L'oggi promette tanto, tante cose, tanti visi, sorrisi, mani, voci, risate, sensazioni nuove

da scoprire o riscoprire con la sorpresa di chi le vive per la prima volta.

Il quotidiano può ancora stupirmi ed emozionarmi con la sua unicità e bellezza.

Voglio cogliere tutto questo.

Voglio vivere.

 
 
 

Errori (?)

Post n°933 pubblicato il 11 Novembre 2011 da chiaretta_1974

"Gli errori sono parte del tributo che si paga x una vita vissuta in pieno."

Sophia Loren


bocca3.jpgE' proprio grazie agli errori che noi impariamo a vivere e a maturare: essi sono l'inevitabile risultato del nostro gettarci anima e corpo nella vita.

L'unico modo x evitare di fare errori è quello di chiudersi a chiave in una stanza e non uscirne mai.

Esistono prigioni fisiche, esistono prigioni mentali.

Nella nostra prigione, concentrate sul nostro problema, cerchiamo di non vivere il resto e di essere perfette nella gestione del cibo e del nostro corpo.

Pensate a ciò che ci stiamo perdendo.

 

 

Gli errori fanno parte del gioco ed io ho il diritto di sbagliare.

 
 
 

Erbaccia infestante

Post n°932 pubblicato il 09 Novembre 2011 da chiaretta_1974




 Estirpare e non falciare

valigia_piena.jpgAnoressia, Bulimia, Binge eating disorders
sono malattie mentali in cui l'IO si sente scisso
tra desiderio di vita e d'amore e desiderio di morte e di annullarsi
e che, per esprimere il disagio, utilizzano il cibo e ciò che esso rappresenta come linguaggio privilegiato.

Queste patologie vorrebbero sostituirsi all'IO con il risultato che la persona che ne soffre se ne sente posseduta.

Esse crescono in noi come un erba infestante e ci invadono, dentro e fuori.

Falciare i sintomi non basta, perchè la radice non tolta rigetta i germogli.

Bisogna estirparne le cause.

Operazione più lenta, più faticosa, ma definitiva.

Estirpare una ad una...con infinita pazienza, cercandole nascoste nel terreno, nel profondo dio noi.

Partendo proprio dai momenti in cui ci si sente se stessi, sono quelli il fulcro che permette di iniziare a far leva sul nostro IO e non sulla malattia.

E non darsi mai per vinti.

Non cedere.

L'IO può vincere.

Bisogna continuare a crederci e a lavorare.

 

 
 
 
Successivi »
 
 

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK