Creato da stella112 il 07/10/2005

Comunicare

Quello che penso

 

 

« Francia, 5 ragazze stupr...Gesù disse: "La Verità v... »

PERCHE' E' COSI' DIFFICILE FARE L'AMORE CON LEI ?

Post n°892 pubblicato il 01 Settembre 2010 da stella112
 

Come sapete cari amici, in questo blog spesso e volentieri ci facciamo anche i fattacci degli altri, ma sempre con buoni propositi .

Oggi vi voglio proporre il messaggio di una persona che ho trovato molto sensibile, seguito da una risposta, di un'altro amico, molto interessante che ritengo importante condividere con voi in quanto l'argomento trattato interessa a tutti noi che viviamo in coppia da anni con la nostra/o compagna/o o marito/moglie. Ma arriviamo al dunque.

L'amico in questione scrive:


"Salve a tutti. Scrivo su questo forum perchè mi trovo in una situazione di profondo disagio e non so con chi confrontarmi per avere risposte, suggeriment,i aiuti.
Io e mia moglie siamo coetanei (42 anni) siamo sposati da otto anni e siamo insieme ormai da 16 e abbiamo due splendidi figli.
Per tanti anni è stata una bella storia d'amore e per certi o meglio per tanti aspetti lo è ancora. Io e mia moglie infatti abbiamo tanti interessi in comune facciamo progetti e ci occupiamoi dei figli in pieno accordo.
L'unico neo del nostro rapporto, unico ma per me importante, è l'intesa sessuale.
Premetto che per tutto il fidanzamento e nei primi anni del matrimonio le cose andavano bene, l'intesa tra noi era bella e vivevamo la nostra sessualità in modo normale senza apparenti problemi da parte di entrambi.
Da qualche anno mia moglie ha invece avuto un evidente calo del desiderio. A dire il vero  questo cambiamento è stato graduale ed io ho in parte accettato questa nuova situazione anche perchè mi rendo conto che un calo dello stesso con il passare degli anni è normale. Ho cercato anche di fare un esame di coscienza per capire se potevo essere io la causa del suo disinteresse. Ho perso in poco tempo quei pochi chili di troppo ed ora cerco di rimanere in perfetta forma fisica e sto attento al mio aspetto in modo da essere gradevole e piacente per quanto madre natura mi consente. Continuo a corteggiarla e ad apprezzarla, insomma faccio del mio meglio come credo sia giusto. Ma evidentemente qualcosa che non va da qualche parte c'è.
Negli ultimi due anni invece di migliorare la situazione è notevolmente peggiorata.
Se non sono io ad insistere (quasi a litigare) passano mesi senza che si faccia l'amore e anche quando lo facciamo lei lo fa sembrare come una concessione una cosa che prima la facciamo prima ci togliamo il problema e per un po' non se ne parla più. Mentre a me piacerebbe che lei lo vivesse con la stessa voglia e lo stesso entusiasmo con cui lo vorrei vivere io. Non nascondo che questa situazione ora mi porta ad essere nervoso e intollerante e ovviamente questo si ripercuote sul nostro rapporto come un gatto che si mangia la coda.
La cosa che più mi ferisce è la sua indifferenza la sua mancanza di interesse contrapposta al mio entusiasmo e alla mia passione. Io ancora la amo e la desidero come 16 anni fa. Per lei le cose sono cambiate. Escludo anche che abbia altre relazioni. Non mi sembra proprio la persona, penso che me ne sarei accorto, non ha mai avuto atteggiamenti, assenze, o situazioni che mi abbiano indotto a pensare ad altri uomini. Abbiamo parlato diverse volte del problema anzi, meglio dire che io ho cercato di affrontare quello che per me è un problema, ma lei sfugge oppure sbotta con "Tu pensi sempre e solo a quello......" e l'ultima volta con poca sensibilità da parte mia onestamente ho risposto ".... dopo due mesi devo dire che ci penso !!!! ". Mi rendo conto che ho sbagliato, che non è questa la strada giusta........ mi date qualche consiglio per favore?

Un'altro amico a risposto alle richieste di aiuto dell'autore della missiva di cui sopra , risposta che voglio condividere perchè l'ho trovata molto sensata e giudiziosa. Naturalmente per chi vorrà, attraverso i commenti del post potrà dire la sua.

LA RISPOSTA:

Mi sembra...
...di leggere i miei post di qualche hanno fa.

Anche io scrivevo post come te, anche io credevo di fare tutto cio' che serviva, da buon marito, ma i lsesso era un miraggio.

Ho studiato, letto, mi sono documentato, mi sono imposto della disciplina e ...i risultati sono venuti furoi alla grande.

Darti qualche consiglio in un solo commento è difficile, perché io ho impiegato anni per venirne fuori, pero' si puo' cominciare.

Tua moglie (come il 99% delle moglie) ha voglie e fantasie sessuali, anche se a te sembra di no.
Ma vuole condividerle con una persone con la quale possa aprirsi e rilassarsi senza problemi.
Sembra incredibile ma il comportamento dei mariti (anche il mio comportamento) è in grado di spegnere il motore sessuale delle donne.

Se io ti faccio questa domanda: quali sono le cose di cui tua moglie ha bisogno? Non quello che tu credi che lei abbia bisogno ma quello di cui ha realmente bisogno.

Cosa mi rispondi? Infatti in generale le donne chiudono il rubinetto del sesso se non hanno quello "serve" a loro, che risponde alle loro necessità.

POI CONTINUA:

Quello che segue è riferito a persone adulte, consenzienti e civili.
Quindi quello che dico non è mai rivolto a uomini/donne che cercano la toccata e fuga, cercano solo il sesso o viceversa fuggono dal sesso.

Le mie esperienze e le mie parole sono rivolte alle coppie (sposate e non) che semplicemente vogliono una vita serena, un matrimonio bello e con il giusto sesso, ma per un motivo o per l'altro questo non succede quasi mai.

Avere problemi in una coppia è normale. E' nella volontà di superarli che si misura la statura delle persone e la forza di una coppia.

Quello che io cerco disperatamente di far capire (perché l'ho vissuto sulla mia pelle) è questo.
La passione non resiste quasi mai in tutte e due le persone per tutta la vita. E' un dato di fatto, ma è anche possibile che uno dei due (io) ami davvero la moglie ma allo stesso tempo voglia godere delle gioie del sesso.

E quindi non mi piace la dicotomia che dopo un po' di anni (abitudine come dicono in tanti) o sesso o amore.

Allora io dico: se non ti arrendi (studi, chiedi, ami, preghi) e fai di tutto (ma davvero di tutto e sei disponibile a mettere da parte lo stupido orgoglio maschile) allora anche la tua metà a cui apparentemente il sesso non interessava vedrai che cambierà nuovamente e tornerà quella di prima.

Cioe' il sesso è parte del rapporto e se tu ci tieni SIA al rapporto SIA al sesso, le due cose possono coesistere, anche dopo anni.

Questo è il messaggio positivo (e di speranza) che vorrei che le persone cogliessero.

Si tratta di aver voglia di imparare e di trovare qualcuno che ti sappia parlare/insegnare.

Anche io, probabilmente, una volta non avevo questa "sensibilità" che, almeno in parte, alcuni mi riconoscono ma non sono certo nato così.
A un certo punto della mia vita, come quasi tutti, mi sono trovato a fare domande, a non trovare le risposte, a non avere il matrimonio che desideravo, a non capire piu' mia moglie che avevo sposato e con la quale avevo fatto 2 splendide figlie...

...finché ho trovato qualcuno (un americano) che mi ha parlato da uomo con un linguaggio che un uomo puo' capire...e ho capito tanto, quasi tutto e sono diventato un pochino più sensibile.

Ora non posso far altro che cercare di aiutare gli altri.

Gli uomini e le donne sono diversi. Nulla da fare sono diversi. E parlano in modo diverso.
Quello che una donna dice al proprio uomo entra da una parte ed esce dall'altra, ma non perché il marito è pigro o cattivo. E' perché le donne parlano un linguaggio che gli uomini non sono in grado di capire.

Io studio, leggo, metto in pratica e osservo. Ogni parola che esce dalla bocca di mia moglie e ogni movimento oggi per me ha un significato, è un invito, è un annuncio.
Ma un uomo "normale" non è in grado di leggere sua moglie e quindi la moglie pensa: "che stupido mio marito gli faccio capire le cose ma lui non recepisce..si vede che non gli importa di me ma solo del sesso".

Entrambi sia gli uomini sia le donne devono sforzarsi di capire che l'altro è diverso e accettare la diversità.

La moglie e le lenzuola.


Quando fuori c'è una bella serata e la moglie dice "Forse le previsioni dicono che piove", il marito pensa che la moglie sia pazza perché se c'è una bella serata non puo' piovere. La moglie pensa che il marito è scemo perchè lei voleva intendere se poteva ritirare le lenzuola dal balcone. E qui si crea una frattura di incomunicabilità
Donna, parla al tuo uomo in modo gentile, ma fermo e chiaro, senza possibili sottintesi o equivoci.

Per i mariti che dicono di amare la moglie e poi si arrabbiano.


Tu dici a tua moglie che la ami ma poi ti arrabbi e ti senti frustrato se lei declina le tue avances sessuali.
E vero amore?
E tipicamente per diversi giorni ti comporti da arrabbiato, indisponente, triste, depresso e frustrato.

Pensi davvero che questo comportamento ispiri in tua moglie desiderio di intimità con te?

Io ti capisco, ti capisco perfettamente, tu vuoi che tua moglie faccia l'amore con te, ma concentrati un attimo alle ore e ai giorni precedenti la tua offerta sessuale, hai avuto un comportamento tale da eccitarla e accendere il desiderio in lei?

Beh, sono sicuro che tu abbia fatto qualcosa che TU pensi che tua moglie gradisca a tal punto da eccitarsi immediatamente, a comando, ma non   mi sembra di vedere che tu abbia fatto qualcosa che LEI davvero apprezza, qualcosa che abbia davvero senso per LEI.

Andiamo avanti... benché tu non sia davvero dispiaciuto e pentito per il tuo comportamento infantile nei confronti di tua moglie, diventi sempre più desideroso di sesso, allora metti da parte il broncio è inventi una scenetta nella quale dici a tua moglie che ti dispiace per esserti comportato male, che tu davvero la ami, che lei è speciale per te

..e poiché tu vuoi solo poter fare l'amore..e tu credi che la tua piccola scenetta possa incendiarla immediatamente di desiderio a un livello 12 in una scala da 1 a 10? allora tu proverai nuovamente a chiedere il sesso e tua moglie si negherà ancora..tu tornerai ad essere offeso, imbronciato e triste e inizi a pensare che forse tu meriti altre donne, più focose.

Tu pensi davvero che giorni di broncio, muso lungo e tristezza seguiti da pochi secondi o minuti di scuse (o una cenetta) possano accendere immediatamente la passione in tua moglie?

Un messaggio ironico ma assolutamente serio.

Donna, se vuoi il cuore del tuo uomo devi passare dal suo pisello.
Uomo se vuoi la ... di una donna, devi passare dal suo cuore e dal suo cervello.

E' qui il punto.
L'uomo vuole fare sesso dopo che ha visto (o solo pensato) per 5 secondi a una scena di una donna nuda.
Per la donna non è cosi'. La donna deve scegliere mentalmente di fare l'amore perchè il cervello poi le comanda il corpo.
Perchè una donna si abbandoni a te, caro uomo devi:
- parlarle
- farla sentire sicura
- incoraggiarla
- stimarla
- desiderarla
- farla sentire come una regina
- sedurla

 Devo dire che questo aiutino mi è piaciuto molto, ora a voi la parola, ne avete facoltà

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/Stella112/trackback.php?msg=9215042

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
 
stella112
stella112 il 01/09/10 alle 12:05 via WEB
Ti ringrazio.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 01/09/10 alle 14:35 via WEB
Ciao Stella. Secondo me la risposta data a chi chiedeva aiuto è pazzesca. L'utente parla di anni passati a studiare..fosse andato a giocare a calcetto penso che ci avrebbe guadagnato. Alcuni non si accorgono che ammazzarsi di lugubrazioni mentali è già pazzesco di suo. Studiare, leggere, fare i compiti, l'aver parlato con un americano..perchè non andare in Tibet e parlare direttamente con il Dalai Lama a questo punto: "Maestro, per lei un grande quesito dell'Universo, perchè mia moglie non me la da piu? E soprattutto, come cambiare questa grande negatività universale?". Su ragazzi non diventiamo matti. Tutta sta gente fissata che lo donne devono essere capite e che cercando di capirle diventano scienziati pazzi scrivendo sui muri chilometri di formule per poi giungere all'equazione: Patata = Affetto + Coccole elevato al quadrato. Ma dai! Le donne hanno desiderio sessuale tramite il cervello? Ovviamente sono più celebrali di un uomo, ma tante per esempio, vedendo ballare un istruttore di latino-americano per giunta cubano, gli salterebbero addosso senza stare li a pensare se ritira il bucato, lava i piatti ecc..Questa è la verità ed è giusto che sia così perchè sono esseri umani anche loro. Stella, questo aiutino ti è piaciuto molto sai perchè? Perchè sono le cose che le donne vogliono sentirsi dire, tuttavia chissà poi perchè, perdono la testa e bruciano di desiderio per chi ha il carattere e i difetti propri dell'uomo. Basta ragionare: chi ha chiesto aiuto dice che nei primi anni le cose andavano bene e poi qualcosa è cambiato. I primi anni la trattava da regina e poi non più? Non credo. Altro punto: la moglie vive questa sua stessa mancanza di desiderio come un problema? No. Lei non vuole risolvere il problema, perchè il problema non è il suo, è del marito.Non è strano che lei non si ponga la domanda: sono due mesi che non faccio l'amore con mio marito, sarà normale? Come mai? Sopra ogni cosa c'è il fatto che se un problema è della coppia, bisogna essere in due a voler risolvere il problema. Se manca questo, è già questo un problema ed è quello che va risolto per primo.
 
 
stella112
stella112 il 01/09/10 alle 15:16 via WEB
Che per la moglie non persista il problema non è certo cosa buona. L'aiutino mi è piaciuto perchè rispecchia il bisogno reale di una donna, di come deve essere considerata dal proprio uomo. Se badi bene a ciò che ha scritto chi ha dato il consiglio, ha ben messo in chiaro che il tutto vale per coppie stabili, non per chi desidera una sveltina o rapporto occasionale. Questo perchè, nel caso sopra indicato (sveltina/rapporto occasionale)il problema del desiderio non sussiste.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 01/09/10 alle 17:05 via WEB
Ma certo che rispecchia il bisogno reale di una donna, ma come quello di un uomo. Prova ad invertire. Perchè un uomo si abbandoni a te, cara donna devi: parlargli, farlo sentire sicuro, incoraggiarlo, stimarlo, desiderarlo, farlo sentire un re, sedurlo. Trovami un uomo che non vorrebbe questo dalla propria donna.Capisci che voglio dire? E' semplice fare elenchi di questo genere e dire segui l'elenco. Perchè sono cose di cui hanno bisogno tutti. Ti ho fatto l'esempio del ballerino cubano non per parlare di nottate di sesso, bensì di attrazione. Chi chiede aiuto dice: "Continuo a corteggiarla e ad apprezzarla, insomma faccio del mio meglio come credo sia giusto". Cosa significa questo? Che un uomo x che si comportava in maniera x, attraeva la propria donna. Dopo anni, un uomo x, che si comporta in maniera x (o che almeno ne è convinto), non attrae più la propria donna. Qualcosa è cambiato, fin qui ci siamo. Che cosa? Perchè se come si comportava prima andava bene e ora non va più bene? Dipende davvero da come lui si comporta? Perchè la moglie non si scervella come lui per capire cosa non va? Perchè non ha paura che così facendo possa perderlo? Perchè non applica l'elenco verso suo marito? Lei non è più attratta da suo marito o dagli uomini in genere?A volte ci sono semplicemente cali ormonali che possono risolvere mille lugubrazioni mentali. Quello che voglio dire è che dovrebbe essere anche lei, tanto quanto lui a voler capire cosa è cambiato e perchè. Perchè dopo anni di grande amicizia due amici si perdono senza che siano accaduti apparentemente litigi o altri fatti gravi? Magari sono semplicemente cambiati e le cose che cercavano nell'altro non le vogliono più. Tuttavia uno dei due amici vorrebbe continuare l'amicizia, cosa dovrebbe fare? Applicare il decalogo dell'amico perfetto? Può bastare da uno solo dei due? Se uno sa rispondere a questo sa risolvere anche l'enigma del post. Era ciò che volevo dire un pò troppo sarcasticamente nel commento precedente.
 
   
razek
razek il 15/09/10 alle 04:11 via WEB
ciao a tutti permettetemi di dire la mia opinione non fate caso agli errori essendo straniero devo ancora imparare, ho letto attentamente la storia e tutti i commenti, ma mi viene subito di dire che l'amico ha posto un problema reale e dobbiamo essere attenti e delicati sia nel leggere sia nel rispondere, non dobbiamo dare per scontato che quello che riusciamo noi a fare o siamo riusciti a fare sia la soluzione giusta per gli altri, qui non parliamo di filosofia, l'amico che ha parlato della sua esperienza personale e l'incontro con l'americano personalmente non vedo nulla di male, è una persona che si è messo in gioco cercando di dare un minimo di aiuto a un' altra persona, e penso che dobbiamo prendere esempio da lui nel proporre e non imporre nostre idee anche se pensiamo che siano giuste, lo dico anche a me stesso che è facile stare seduti comodi su una sedia e dare sia consigli che sentenze. oltre al fatto che stiamo parlando di un problema serio penso che sia il caso essere delicati nel commentare perché qui nessuno è maestro e se per fortuna nostra o bravura nostra non abbiamo il problema dell'amico non vuol dire che siamo perfetti fidanzati o grandi mariti, perciò penso che è il caso di proporre idee o modi di dire o di fare le cose senza andare a complicare il concetto parlando di chi è più bravo nella coppia, l'uomo o la donna . da parte mia dico all'amico di provare ancora a parlare sicuramente con le parole giuste e i modi giusti, e con il cuore ti auguro che ritrovi la donna che hai sempre amato e torni tutto come prima. chiedo umilmente perdono se ho detto qualcosa di sbagliato, e complimenti a tutti voi.
 
 
mammo67
mammo67 il 01/09/10 alle 20:57 via WEB
Concordo appieno col pensiero di Andrea; bisogna essere in due a voler affrontare e risolvere i problemi... nel caso in questione, a lei non gliene frega proprio niente e malgrado ciò, lui, stando al consiglio del "filosofo", dovrebbe applicare il decalogo del buon maritino?!? ...e lei il decalogo della brava mogliettina, perchè non lo applica?!?!? Non concordo neppure quando il "filosofo" dice che quando si fà "l'offerta sessuale" (e sorvolo sulla scadentissima definizione data ....probabilmente frutto dei suoi anni di studio....), bisognerebbe chiedersi se nei giorni precedenti non si ha fatto qualcosa di sbagliato nei confronti della partner.....MA MI FACCIA IL PIACERE....a mio parere, fare l'amore, è la miglior terapia per sconfiggere qualsiasi eventuale incomprensione. L'unica cosa che condivido del pensiero filosofico, è che se si vuole essere una coppia, bisogna capire e comprendere le diversità, ma sopratutto scoprire vicendevolmente le affinità.
 
   
stella112
stella112 il 01/09/10 alle 21:38 via WEB
Secondo me, mammo ed Andrea, avete interpretato male il messaggio del filosofo, se così lo vogliamo chiamare :-). Verissimo che a preoccuparsi di una situazione del genere bisognerebbe essere in due, ma è anche verissimo che spesso noi donne preferiamo mettere la testa sotto alla sabbia e sperare che il momentaccio passi, ma sappiamo benissimo che questo non accade mai. La filosofia del filosofo non è sbagliata, per nulla, e a dirvelo è una donna, che sarei io :-). Mammo, non si può far l'amore se non ne hai voglia, diventa l'atto più schifoso su questa terra e non è certo una terapia conveniente :-)
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 01/09/10 alle 22:07 via WEB
Innanzitutto fatemi fare un applauso a Mammo: meno male che ancora qualche uomo in grado di ragionare lo si trova ancora! Mentre leggevo le parole del "filosofo" pensavo: e uno per poter fare l'amore con la propria compagna (che dovrebbe essere l'atto più spontaneo e naturale del mondo) dovrebbe ogni volta fare una tiritera simile sperando di entrare nelle sue grazie?! Ma non esiste dai. Che la filosofia del filosofo sia sbagliata o meno, resta una cosa fortunatamente soggettiva. Ovviamente ad una donna non può far che piacere una filosofia del genere, a noi tutti gli oneri e a voi gli onori, mica sceme così ;-) Donne donne, ma quando imparerete a essere pienamente responsabili delle vostre azioni, difetti, pecche, senza per forza dovervi nascondere dietro a quelle degli uomini?! Ai filosofi la risposta..
 
     
stella112
stella112 il 01/09/10 alle 23:45 via WEB
Caro Andrea, da donna ti posso garantire che per aver voglia di stare con il tuo uomo di notte ci devi stare bene anche di giorno. Qui non si tratta di responsabilità, o tiritere varie, ma di sensibilità e buon senso, da parte di entrambi naturalmente. Non sottovalutiamo mai la psicologia delle persone, saperla interpretare fa fare passi da gigante, anche nelle relazioni di coppia.
 
   
stella112
stella112 il 12/09/10 alle 04:55 via WEB
s
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Alessia il 12/09/10 alle 15:48 via WEB
Se pensi che le donne ragionino come voi uomini hai sbagliato di grosso. Che una donna si ecciti alla vista di un bel fisico, tonico, muscolosco toppi di grosso, perchè mentre una donna guarda un uomo ha già elaborato talmente tante informazioni prima di decidere se quello è l'uomo con cui andarci a letto che tu non hai idea. Inoltre nel caso di un matrimonio che dura da molti anni, dopo l'entusiasmo iniziale, si inizia a guardare ben altri atteggiamenti e questo l'uomo non intende proprio capirlo, ma non perchè non vuole ma perchè è stato proprio creato ed evoluto in questo modo. E' pregevole ma raro quell'uomo che si sforza di "comprendere" come funziona l'emozione per la donna, ed è giustissimo ciò che ha scritto nella risposta al post. La donna si concede al marito quando questo ha un atteggiamento di rispetto per lei, di condivisione di idee, ma è soprattutto il rispetto che si concretizza in atti "reali" non a parole. La moglie se non è in pace con il proprio marito non accetterà mai di essere toccata e di fare l'amore con lui, proprio perchè l'amore per una donna passa prima dalla testa. E' un'ottima cosa leggere e documentarsi su come ragiona una donna e come è fisiologicamente. Questo per parlare di amore, condivisione di momenti intimi, di affetto e non propriamente "sesso" puro!
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Alessia il 12/09/10 alle 15:50 via WEB
...rispondevo al primo commento di Andrea!....ciao!
 
   
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 14:30 via WEB
Grazie Alessia per la tua partecipazione, naturalmente condivido ogni tua parola.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Donna il 01/10/10 alle 11:21 via WEB
Il tuo discorso non fa una piega..sono pienamente d'accordo con te!
 
francesca70_2010
francesca70_2010 il 01/09/10 alle 18:03 via WEB
molto interessante il post di oggi;il calo c'è sopratutto quando ci sono figli piccoli, stress da lavoro troppi impegni...i miei periodi post partum li ho superati grazie all'amore e alle coccole di lui,anche se non sempre si concludeva a me bastava era vicino a me...adesso va tutto bene,il consiglio far capire all'altro ciò che ti piace e ciò che no...in qualcosa ciò messo 15anni di matrimonio vedi tu...adesso liberi e felicipenso che hai capito.però è proprio vero siamo diversi,bisogna andarsi incontro con amore sopratutto,insistere con garbo..ma non troppo da assillare è troppo complicato.il gioco della seduzione,il parlarsi,la stima è tutto fondamentale,sopratutto farla sentire amata.farci capire che hanno bisogno di noi,non solo a letto ma anche con la testa...un bacio stella;
 
 
stella112
stella112 il 01/09/10 alle 21:40 via WEB
Infatti Francesca. Grazie Francesca, un bacio a te :-)
 
dolciss_mo
dolciss_mo il 02/09/10 alle 17:27 via WEB
è inutile replicare sempre gli stessi consigli,si finisce per annoiare i lettori e scoraggiare il nostro amico che chiede aiuto.I problemi secondo me sono sempre gli stessi:perdita di feeling,vita noiosa,problemi in generale legati ai pensieri per i figli,con l'aggiunta che con il passare degli anni..nessuno ha pensato al calo della libidine sessuale (in fatto di fisicità) Visto che il problema lo ritengo complesso per lo più lontano ad una soluzione definitiva,credo sia meglio consultare un esperto.
 
 
cancro42
cancro42 il 11/09/10 alle 17:23 via WEB
bravo dolcissimo purtroppo le donne dopo i quaranta se ha problemi di premenopausa precoce subiscono il calo di desiderio.....
 
   
stella112
stella112 il 11/09/10 alle 23:26 via WEB
Cancro42, guarda che dopo i 40 è ancora meglio :-). Gallina vecchia fa buon brodo e il "vecchio" è un eufenismo :-)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
INDIVIDUO il 03/09/10 alle 16:49 via WEB
Fino a quando si continuerà a pensare "ma xkè devono essere gli UOMINI a capire a fare ad agire e nn devono invece essere loro le DONNE etc..etc.." nn si arriverà mai da nessuna parte. Intendo dire ke invece di andare a cercare il colpevole xkè nn si pensa alla soluzione del problema. Ragionare in modo sessista nn serve a nulla. Ke tra gli uomini e le donne ci siano delle diversità oramai credo ke nn sia un mistero x nessuno pertanto nel 2010 mi piacerebbe sentire parlare di individui. "Il filosofo" ha solo voluto condividere con noi la SUA esperienza sperando ke potesse essere di aiuto per qualcun'altro, ha semplicemente detto ke per risolvere il suo problema si è impegnato, ha cercato di capire x poter agire al meglio, cosa c'è di sbagliato in questo? credo proprio nulla. Certo + facile è nn affrontare il problema, è sicuramente meno faticoso, e pensare xkè debbo risolverlo IO se a LEI nn interessa? IO trovo + ammirevole ki si impegna x ottenere ciò che desidera ke ki alza le spalle buttando tutte le responsabilità sull'altro (e questo a prescindere dall'essere uomo o donna). Penso ke il senso di ciò che ci ha raccontato il filosofo fosse semplicemente questo e nn stabilire se sono le donne o gli uomini ad essere sbagliati.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
INDIVIDUO il 03/09/10 alle 16:53 via WEB
Volevo specificare 2 cose: 1) il mio commento si riferisce ai commenti ke ho letto in seguito al post. 2) nn sono un uomo nn sono una donna e nn sono bisex...ma soprattutto un individuo.
 
   
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 14:34 via WEB
Grazie a tutti coloro che contribuiscono a far diventare veramente interessante questa discussione mantenendo sempre un atteggiamento rispettoso verso tutti. GRAZIE
 
maskera67
maskera67 il 04/09/10 alle 14:25 via WEB
stella...non avrei problemi a fare l amore con lei..con quella della foto del post in questione intendo
 
 
stella112
stella112 il 04/09/10 alle 23:56 via WEB
Te pareva Maskera, penso che come te la pensano in molti :-)
 
maskera67
maskera67 il 05/09/10 alle 00:18 via WEB
ovviamente stella volevo sdrammatizzare,il tema in questione mi riporta in mente un vecchio detto popolare:tra moglie e marito non mettere il dito.la vita di coppia è fatta di chimica,di pancia e di inpalpabili ed impercettibili note che creano musica solo se suonate all unisono.se uno dei due stona la musica non è piacevole per nessuno e si deve accordarsi per creare una sinfonia...ma non serve nessun direttore d'orchestra.
 
 
stella112
stella112 il 23/09/10 alle 11:30 via WEB
Verissimo
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
miki il 07/09/10 alle 12:48 via WEB
ma su non prendiamoci in giro..i consigli del filosofo sono delle cacate pazzesche,per dirla ala fantozzi.parlarle..incoraggiarla?ma non mi sembra proprio che il marito in questione passi le sue giornate muto o a scoraggiarla..per come la vedo io se un uomo entra nel tunnel delle pippe mentali su quest'argomento non ne esce più..la verità è che se la moglie non vuole più fare l'amore con lui è perchè non ne è più attratta..per carità..un periodo di stress può capitare..ma il rifiutarsi continuamente non ha nulla a che vedere con eventuali mancanze del marito..insomma,non credo proprio che a 42 anni le voglie sessuali finiscano per le mogli e abbiano bisogno di lunghe tarantelle per essere riaccese..se incontrasse leonardo di caprio credo proprio che tutti sti probemi lei non se li farebbe..l'attrazione fisica secondo me o c'è o non c'è più..e come dice andrea se non c'è la voglia da parte di tutti e due di risolvere la situazione allora lui da solo non ci può fare proprio nulla..farla sentire una regina?che assurdità..finisce che lo vede come il maggiordomo..fare l'amore in una coppia è il collante di tutto..se non c'è quello il resto perde di colore..insomma mica puoi stare sposato con tua sorella..e poi l'atteggiamento di questa moglie è assolutamente mortificante..gli dice "pensi solo a quello", come se "quello" non fosse il desiderio di avere lei..mica se ne va con le ventenni..il mio pensiero è che se una donna arriva a farti vivere il sesso come una cosa che ti viene concessa come se ti facesse un favore e non come un momento di piacere per entrambi allora è meglio fare le valigie e iniziare una nuova vita..di certo non riconquisterà la loro intimità cercando di acquistare punti comportandosi da bravo maritino cercando di interpretare tutti i suoi gesti e le sue esigenze,insomma il sesso non è un premio che va conquistato..o lo vogliono fare entrambi o non c'è nulla da fare..è tutto molto semplice..è che a 42 anni a lei lui non interessa più come a 26 anni..non è che perchè uno si sposa che sicuramente manterrà in eterno la stessa attrazione per il compagno..e se lei vive con fastidio tutto l'argomento mica la puoi obbligare..e torno a ripetere..non credo proprio che se incontrasse luca argentero per la strada gli direbbe "pensi solo a quello e non capisci le mie esigenze"..stella,tu dici che per stare bene di notte si deve stare bene anche di giorno..può anche essere vero,ma non basta stare bene di giorno per stare bene anche di notte..cioè,non credo proprio che questo marito che ti ha scritto non cerchi di farla stare bene..ma secondo me questo non basta per riaccendere una passione..il consiglio che mi sento di dare al marito è semmai l'opposto di quello del filosofo..esci,falle capire che puoi avere una vita anche senza di lei e che non dipendi da lei e dai suoi ritmi..conosci gente nuova e non farti dare più per scontato..se lei rimane tutto il tuo mondo nemmeno tu riuscirai a essere sereno sull'argomento e di certo non lo risolverai..io la vedo così..se è vero che un uomo deve corteggiare sempre la sua donna (perchè la ama,la desidera etc) è altrettanto vero che una donna deve corteggiare il suo uomo per gli stessi motivi..se questo non succede allora c'è un problema..
 
 
stella112
stella112 il 08/09/10 alle 11:45 via WEB
Miki, tu hai perfettamente ragione, ma le soluzioni del filosofo non devono essere un rimedio, ma una prevenzione :-). Certo che anche noi donne dobbiamo continuare a corteggiare, stimolare, punzecchiare voi mariti/compagni, ma, come scrivi tu, il tutto deve essere reciproco.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 10/09/10 alle 03:31 via WEB
Brava Stella!Sono un uomo di molta esperienza e confemo pienamente quanto descritto,anche se molto minuziosamente e sapientamente, il filosofo.Le critiche rivolte dai soliti sapientoni,dimostrano di non conoscere la sensibilitá delle donne,che,se non le innaffi prima di mostrare i tuoi intenti (umo)e desideri,se non riscaldi il suo interiore,corpo e mente,precedentemente ,non conseguirai mai e poi mai sentire i suoi spasimi di soddisfazione e orgasmi.Non fate i sapienti per poi aver paura di corna!Le donne bisogna saperle incantare e non ci vuole molto;pazienza,pazienza e tempo per collocarle a mollo!!Allorasí che riuscirete ad avere il loro miele,a qualsiasi etá.L'etá piú bella della donna per fare sesso com la massima libertá,é dopo i 40 anni!!Siatene certi,maschietti!!
 
 
stella112
stella112 il 10/09/10 alle 10:02 via WEB
Vedo con piacere Nando, che la tua esperienza ti ha fatto ottima scuola :-), complimenti per l'apprendimento, non è poi così sempre scontato.
 
 
cancro42
cancro42 il 11/09/10 alle 17:27 via WEB
grande esperienza che hai non hai ancora capito che le donne oggi non vogliono piu' le chiacchiere e le smancerie vogliono la concretezza fisica, e purtroppo sono pochi gli umini che ti fanno vedere lòe stelle....
 
   
stella112
stella112 il 11/09/10 alle 23:24 via WEB
La concretezza è tutta un'altra storia, si, determinante anch'essa, ma tutta un'altra storia.
 
   
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 14:38 via WEB
Cancro42, guarda che non basta avere uno stallone a letto, serve uno stallone con il cervello :-) e soprattutto sensibile altrimenti come fa a farti sentire una donna con la D maiuscola?
 
ilkattivik
ilkattivik il 10/09/10 alle 13:57 via WEB
Magari dopo anni che si sta dietro sempre alle esigenze di lei l'uomo vorrebbe una donna che le venisse incontro, meno concentrata su se stessa, che godesse a vedere il proprio uomo felice. E' una cosa che deve essere reciproca, altrimenti è normale che l'uomo faccia piccole o grandi fughe fuori dalla coppia.
 
 
stella112
stella112 il 10/09/10 alle 17:16 via WEB
Vorrei trovare un uomo che sia stato dietro sempre alle esigenze di lei, sarei curiosa di vedere com'è fatto (*___*)
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 10/09/10 alle 17:37 via WEB
Ciao Stella, vedo che le parole del filosofo continuano a tenere banco :-) Vorrei solo aggiungere un’ultima cosa..ho notato nei commenti che alcuni rispecchiano il mio stesso pensiero, altri decisamente no, altri tipo “Individuo” sono andati fuori tema..tuttavia resta il punto comune per tutti, compreso il filosofo, cioè quello di trovare positivo il cercare di comprendersi, venirsi incontro, rispettarsi, darsi all’altro/a. E questa è già una buona cosa. Poi alla fine se al filosofo la propria filosofia di vita lo fa stare bene e gli porta risultati positivi (come mi sembra di capire), buon per lui e ha fatto bene a condividere il proprio pensiero soprattutto se è mosso con il fine di aiutare il prossimo; ma ad altri, altri tipi di filosofie, possono portare risultati ugualmente positivi o essere semplicemente più corrette. Poi non si tratta di voler fare i sapientoni come ha scritto Nando, allora se è per questo anche il filosofo e anche Nando si atteggiano a sapientoni, mentre alla fine ognuno ha messo in campo solo le proprie idee basate sulla propria esperienza. Tra parantesi, l’altro giorno mentre leggevo questo post incentrato sui consigli del filosofo pensavo che mi dava la sensazione di trattare le donne come piante, da curare, annaffiare..come se fossero quasi oggetti inanimati..poi leggo il commento di Nando ed eccolo li dipingere appunto le donne come fossero piante da innaffiare.. Devo dire che questa visione delle persone ed in questo caso delle donne proprio non mi va giù ed è questo, dal mio punto di vista, l’errore più grande: la propria compagna non deve essere vista come se fosse un oggetto incapace di avere una mente propria, con pensieri autonomi, non è appunto una pianta che se la bagni cresce o una macchina che se giri il volante a destra gira a destra. Fermo restando che sia importante cercare di capire, di conoscere e di rispettare la propria partner (come il proprio partner) è anche vero che in un rapporto maturo bisogno dare all’altra/o la giusta dose di responsabilità, considerare l’altra intelligente e capace in maniera autonoma di decidere cosa le va bene e cosa no, di mettersi in discussione ecc.. Questo è quello che fanno spesso i genitori verso i figli, non riconoscere la loro autonomia mentale, osservarne i comportamenti in maniera ossessiva, pensare di conquistarli con i regalini ecc.. e anche se sbagliato posso ancora capirlo, ma verso la propria partner mi pare eccessivo..
 
     
stella112
stella112 il 10/09/10 alle 23:50 via WEB
Andrea, le donne sono come le rose, belle, profumate e con tante spine, soprattutto per molti uomini. Mi fai tenerezza quando scrivi che ti sembra che alcuni uomini considerino le donne come delle piante :-), sicuramente non lo siamo. Ma una cosa importante è stata scritta da Nando, e cioè che le donne devono essere riscaldate prima nel cuore, (da dentro), e poi fuori( nel corpo).
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
lea il 10/09/10 alle 14:49 via WEB
anche io e mio marito stiamo passando lo stesso periodo di crisi. il consiglio dato dall'amico mi è piaicuto, è molto valido, e vorrei che lo leggesse anche mio marito. ha colto in pieno il mio problema e la giusta soluzione. ciao
 
 
stella112
stella112 il 23/09/10 alle 11:29 via WEB
Lea, stampa la risposta e mettegliela sotto al cuscino :-)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Nando il 10/09/10 alle 19:05 via WEB
Molto strano criticare idee ed esperienze di persone che hanno avuto una vita piena di belle e inelligenti,sensuali donne,leggere commenti quasi fossero vengelo esclusivamente suoi,di Andrea.Si,la donna é diversa e molto, dall'uomo!La donna ha necessitá di essere corteggiata,riscaldata con elogi,complimenti,fiori e dolcezze.L'uomo quando ha voglia,tira giú i pantaloni pensa di ficcare il chiodo su una tavola di legno.Ma faccia il favore,cresca,prima di dire sciocchezze senza molta esperienza!Amare e godere é una vera arte!!Apprendila!!
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 10/09/10 alle 21:10 via WEB
Ammazza che uomo d'esperienza..sarai mica il Nando de: anvedi come balla Nando? Dai su, fai il bravo..che la donna è diversa dall'uomo penso che non l'abbia scoperto tu. poi c'è donna e donna e uomo e uomo..se tu ti senti il tipo di uomo che ha bisogno della tavola di legno è un problema tuo..
 
   
stella112
stella112 il 10/09/10 alle 23:56 via WEB
Caro Andrea, ho la netta sensazione che il nostro Nando sia un uomo con un bagaglio invidiabile ed una sensibilità non comune. Ricordiamoci sempre di ricordare che di imparare non si ha mai finito.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 11/09/10 alle 11:33 via WEB
Appunto..ricordiamocelo..
 
     
stella112
stella112 il 11/09/10 alle 13:00 via WEB
(*_____*)
 
cancro42
cancro42 il 11/09/10 alle 17:17 via WEB
mamma mia ma sta' amico ha messo tutto sto' fiato per dire che bisogna capire i messaggi nascosti delle donne? e figuriamoci a letto che monotonia
 
 
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 14:42 via WEB
Cancro 42, molti uomini non sanno che esistono messaggi nascosti delle donne (*___*)
 
variopintalella
variopintalella il 12/09/10 alle 10:20 via WEB
Ciao,la spiegazione e il consiglio sono ottimi, però ci sono uomini che non ci riescono(il mio ex marito che ho amato molto)e sinceramente non so se il nostro amico ci riuscirà mi sembra che il suo tempo sia scaduto;ma non faccio testo per me era ilo contrario era lui che non voleva mai, così dopo sei anni(sono testarda) ho incontrato un uomo con il quale c'è un'attrazione super e che è come me dal lato sessuale, crescendo si cambia e certi restano al palo ed è difficile schiodarli...ciao e auguri. Lella
 
 
stella112
stella112 il 12/09/10 alle 15:42 via WEB
E poi dicono che siamo solo noi donne le difficili :-)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Sandy il 12/09/10 alle 20:03 via WEB
Ciao! io ho solo 30anni, non sono mai stata sposata e non ho convissuto, ho solo avuto una lunghissima storia che miha portata dai 20 ai quasi 30 anni. Capisco benissimo la sensazione di non aver voglia di fare l'amore con il tuo lui perchè l'ho già provata alla fine della mia storia, ho capito che tra noi non c'era affinità sessuale, dovevo sempre prendere io l'iniziativa, io non riuscivo a spiegargli cosa mi facesse piacere ma quando ci ho provato mi sono sentita rispondere che lui era così, semplice e non poteva cambiare. Improvvisamente ho capito che i viaggi e le contorsioni mentali non contano nulla nel senso che, al di lù degli anni di matrimonio trascorsi, il sesso sia una sfera fondametnale, forse l'unica dove si deve comunicare col corpo e l'istinto senza parlarsi (ovvio se c'è qualcosa che piacerebbe o non è bene dirlo, non possono capirlo ....un pò si sperimenta). Credo che si parli di un linguaggio muto che non tutti hanno la fortuna di conoscere. Quando incominciano a sorgere problemi e uno dei due vuole proprio evitare l'argomento ecco che il sesso diventa un dramma, ci si riempie di domande perchè ci si sente lontani, si litiga per tutto...ma non credo che sia un argomento da trattare a tavolino altrimenti le risposte di lei diventano proprio " pensi solo a quello" "mi metti ansia" eccetera. Quando si entra in questo tunnel non è per niente facile ricostruire i pezzi, se passato un certo periodo di tempo le cose continuano a non funzionare secondo me meglio affidarsi a un terapeuta almeno per qualche seduta...in quanto il problema per lei spesso è quello di ammettere il problema ormonale o di altro genere che sia perchè si è accanto all'uomo della propria vita, presi dalla routine quotidiana e non si riesce nemmeno a pensare che mentre lui pensa di soddisfarti facendo di tutto per essere sensuale, romantico ecc, insomam per farti venire voglia, tu donna se in quel momento non te la senti o meglio si è rotto qualcosa che non riesci a fare emergere ti ritrovi ad avere il ribrezzo (scusate se esagero ma è proprio così) e a voler scappare a gambe levate mentre si esibisce in tutti questi tentativi. Magari, però ti ritrovi anche a desiderare un'altro che invece nella sua normalità ti da impazzire solo per come si muove e quello te lo faresti anche coi calzini al ginocchio, le pantofole e la canotta alla camionista seduto sul divano. E' dura ammetterlo ma credo proprio che sia così, dopo aver provato sia la totale mancanza d'intesa nonostante il bene immenso che gli volevo e aver conosciuto conseguentemente un uomo col quale invece erano fuoco e fiamme solo a guardarsi e perfetta sintonia...al che pensi che tutti i tentaivi che hai fatto con il tuo ex erano perfettamente inutili perch mancava la chimica.Non tutti però nella loro vita provano questo tipo di intesa, ma chi la prova non riesce più ad accontentarsi .
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 12/09/10 alle 21:56 via WEB
Bravissima Sandy, dimostri ad alcuni utenti del blog che esistono anche donne diverse da quelle che conoscono loro. Né migliori, nè peggiori, ma solo diverse. Sei trentenne come me, forse dimostra che siamo davvero di un’altra generazione..non lo so. Si, perché in questo post hanno parlato alcuni uomini facendosi portatori di tutto il genere maschile e dichiarandosi profondi conoscitori di tutto quello femminile e donne che viceversa, si sono fatte portatrici di tutto il genere femminile. Eppure io vedo in giro molte donne diverse l’una dall’altra così come gli uomini, fortunatamente. La mia, la tua, quella di altri sono voci fuori dal coro che qui non vengono accettate perché si è dato sfogo a tutti i luoghi comuni su donne uomini: la donna è un fiore, l’omo è omo e ha da puzzà, l’omo è cacciatore, le donne sono come le piastrelle, più le sc… più sono belle ecc ecc.. E ora capisco che è anche vivendo di questi stereotipi che alcuni, sia uomini che donne, alimentano maschilismo e femminismo, magari convinti addirittura di combattarli con il loro modo di essere. Che altro dire..concordo pienamente con quello che hai scritto e meno male che l’hai scritto tu, che sei donna..così non potranno dire che da donna non è così, perché per questa donna lo è. :-)
 
   
stella112
stella112 il 12/09/10 alle 23:15 via WEB
Anch'io Andrea sono perfettamente d'accordo con Sandy,in certi casi è solo tempo perso.
 
 
stella112
stella112 il 12/09/10 alle 23:18 via WEB
Il fatto che una donna non desideri avere rapporti con il suo uomo ma con un'altro si, dimostra semplicemente che qualcosa che prima funzionava bene ora non funziona più. Almeno si spera che prima abbia funzionato bene, altrimenti si sarebbe veramente perso un sacco di tempo (*___*). Il motivo per cui qualcosa si è "rotto" sta a noi scoprirlo.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Carla il 14/09/10 alle 13:20 via WEB
Io vorrei esporre un punto di vista totalmente opposto a ciò di cui si è discusso sopra. Sono sposata da 4 anni e ho 35 anni...mio marito ha 2 anni meno di me...e udite udite..sono io colei che resta senza fare l'amore per un mese..e a volte più..Sono io che cerco..di essere carina..di vestirmi..di gusto..e di provocarlo... sono io che faccio di tutto per attirare le sue attenzioni...che mancano ormai da troppo tempo... e sono sempre io che parlo con lui...della nostra sessualità e del problema che dovremmo affrontare.. mio Marito ovviamente..risponde che IO SONO OSSESSIONATA DAL SESSO!!!e che voglio fare l'amore nei momenti meno opportuni(la sera quando ci corichiamo)...e aggiunge che lui non può farci nulla e che mi ama..ma non sente l'esigenza di cambiare..per lui è tutto apposto. Sono io..che piango..quasi tutte le volte che ottengo un rifiuto...e sono io..che mi deprimo..e non capisco quale tipo di amore...possa essere il suo.. aiutatemi, se potete...anche solo parlarne credo mi faccia bene. Per una donna sentirsi rifiutata..è davvero un colpo al cuore. ci tengo a sottolineare che nelle mie relazioni passate..la mia passionalità non ha mai riscontrato problemi con il patner...anzi..tutt'altro. nel fidanzamento con mio marito andava tutto bene...lui sembrava il principe azzurro sotto tutti i punti di vista. HA SMESSO DI AMARMI E NON VUOLE AMMETTERLO??? PLEASE..HELP ME..
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Nando il 14/09/10 alle 15:23 via WEB
Carla,non mettere il carro davanti ai buoi!Non pensi che piú vai insistendo e maggiore sará la paura o l'insicurezza di tuo marito?Prima di tutto dovresti sapere che le esigenze di una donna a 35 anni,nel pieno della sua sessualitá,sono diverse da quelle di un uomo piú giovane e che potrebbe trovarsi in un momento di depressione. Pertanto,non assillarlo continuamente,ma con calma procura di sentire se ha bisogno di un aiutino a livello emozionale.Potrebbe avere problemi nel lavoro,nel commercio e nell'attivitá che svolge e quindi vergogna di parlarne.Non é facile poter suggerire qualcosa,non conoscendo bene la situazione.Ma poi,conservi anche tu il tabú di non volerti masturbare,se hai interesse di non tradire tuo marito?Io,qaundo la mia compagna non si sente di fare l'amore,se non riesco a dormire,uso tranquillamente la pratica usata da adolescente:"cinque contro uno"!Se lui non vuol sentire di aiuto,allora prendi responsabilmente la tua decisione per miliore.Ma,se sei veramente innamorata di lui ed hai figli,pensa bene il da fare!Auguri
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
sandyy il 14/09/10 alle 15:26 via WEB
io ho vissuto una storia di 8 anni al termine della quale ho iniziato a sentirmi donna, femminile e seduttiva...varie volte mi sono impegnata nel coinvolgere il mio ex ragazzo e le risposte sono state "ma come sei provocante" (con un tono intimorito) " non lo faccio mica a comando quando vuoi tu" "ho mangiatro troppo sono stanco" " ma sai che la passione dopo anni svanisce" (non è veroooo, o almeno non di sicuro a 28 anni. Stavamo quasi per sposarci ma il nostro rapporto è franato in un attimo proprio a partire da questi nodi, io ancora oggi ringrazio il cielo di aver compreso in tempo questi segnali. Capisco benissimo il tuo disagio nel sentirti respinta, io proverei almeno a parlarne... gli uomini quando possono evitare di parlare di problemi personali o dei loro sentimenti non perdono l'occasione. Far capire almeno che stai vivendo un problema per te pesante e che potrebbe influenzare molto la vostra serenità di coppia.....
 
   
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 14:48 via WEB
Sandy ha perfettamente ragione, in un rapporto di coppia che funziona a dovere il desiderio non cala mai, anzi. Certo è che deve esistere una certa chimica :-)
 
 
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 14:27 via WEB
Cara Carla, mi spiace tantissimo per la tua situazione perchè comprendo che ti reca molta sofferenza. Se posso dire la mia e grazie alla mia esperienza di donna 43enne, sicuramente qualcosa che non va nel tuo rapporto con il marito c'è, ad un uomo solitamente servono molti più rapporti al mese per sentirsi in "pace con il mondo" :-). SicuraMENTE C'è DA CAPIRE CHE COSA CAUSI REALMENTE IL SUO BLOCCO SESSUALE. Vorrei capire una cosa: lui come si comporta difronte al tuo dolore causato dal suo rifiuto? E' comprensivo o menefreghista? Capito questo io spingerei in modo forte per trovare una soluzione, magari aiutati da un consulente di coppia. Non puoi continuare a subire così tanto dispiacere perchè porterà alla distruzione della coppia. Il sesso è DETERMINANTE in una coppia, c'è nulla da fare.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
jus il 15/09/10 alle 15:00 via WEB
Che bello vedere il pensiero delle persone su un argomento che ha fatto troppe vittime nella vita di coppia. È bello vedere le proprie posizioni o le proprie ragioni senza denigrare il pensiero altrui...ognuno poi è così intelligente da trarre le proprie conclusioni. Secondo me l'importante è leggere e sentire le varie argomentazioni per avere una visuale più ampia del "problema" se di problema si tratta. Credo solo che la "colpa" sia di entrambe...mi chedo: come mai all'inizio di ogni rapporto tutto fila liscio??? È come diceva un GRANDE in assoluto ... dovremmo ritornare a guardare il "mondo" con gli occhi di un bambino e credo capiremo moltissime cose e le cause che fanno succedere determinati eventi o situazioni. Con questo non voglio dispensare consiglio o giudizi ... è la mia semplice ed umile opinione.
 
     
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 18:07 via WEB
Opinione che è stata aprezzata jus :-)
 
 
marc_in_maremma
marc_in_maremma il 04/10/10 alle 19:05 via WEB
Ma scusatemi, eh !!! E per un uomo non è un vero colpo al cuore sentirsi rifiutato ? E non si deprime anche lui, sebbene in una società maschilista non gli è permesso di mettersi a piangere, meglio accettato socialmente se distrugge o addirittura ammazza ??? Smettetela con i luoghi comuni che per lei passa tutto per il cuore e per il cervello mentre per lui passa solo per il c... !!! Un cervello e un cuore da riscaldare ce l'ha anche lui, eccome !!!
 
dolce_ragazzo1986
dolce_ragazzo1986 il 14/09/10 alle 14:26 via WEB
salve a tutti sono marco è ho 24 anni... ho letto questa storia con la risposta, devo dire anche essendo molto più giovane del protagonista questo tipo di problema l'ho riscontrato anche io con la mia ragazza. sono daccordissimo con la risposta anche secondo me è azzeccata in pieno... ma mi sorge una domanda è mai possibbile che deve essere per foza l'uomo a sedurre, farla sentire importante, ecc ecc... non potrebbe essere a volte anche il contrario?
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
sandyy il 14/09/10 alle 15:18 via WEB
Ciao Marco, l'intesa sessuale è un delicatissimo ma spontaneo gioco di ruoli nel senso che occorre consocersi intimamente e capire come prendersi a vicenda. Caratterialmente ci sono persone che amano essere sedotte e quindi è sempre l'altro che deve prendere l'inziativa. Ci sono altri casi nei quali invece si apprezza l'uomo che non deve chiedere mai, ovvero quello che ti fa capire con uno sguardo che ti desidera, ti prende e ti sbatte contro il muro (scusate l'espressione ma era per rendere l'idea) . Ciascuno ha il proprio modo di vivere il sesso che non è certo ragionato, emerge seguendo un istinto e una chimica inspiegabile e più cerchi di frenarti e peggio è. Non tutti nella loro vita però riescono a conoscere se stessi sotto questo punto di vista o magari per morale si nascondono. L'intesa sessuale è un punto nevralgico di una coppia, se va bene tutti contenti, ma se va male basta nulla per rompere in mille pezzi il sottile filo che unisce la coppia....perchè si tende a dire che se c'è l'amore tutto si supera, ma temo che la mancanza di intesa protratta e inspiegabile, il rifiuto e altri problemi sessuali siano molto difficilmente superabili e aggiungo sarebbe fondamentale che si sapessero priam di sposarsi. So bene cosa significa aver voglia di piangere dalla frustrazione dopo un rapporto con la persoan che ami.....sono sensazioni che non consiglio a nessuno ma che tutti dovrebbero provare prima di arrivare al matrimonio per capire quanto sia importate l'aspetto sessuale.
 
 
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 14:52 via WEB
Sicuramente dolce_ragazzo, ma lo sappiamo tutti benissimo per per l'uomo è tutto molto più fisico. Per le donne è importante eccitare il cervello perchè il corpo risponda, per gli uomini è esattamente il contrario :-)
 
   
vivodipancia
vivodipancia il 24/09/10 alle 13:21 via WEB
Non essendo tu un uomo come mai dici "sappiamo benissimo"? Guarda che anche per gli uomini (non i cacciatori o i maniaci) l'aspetto emozionale e cerebrale è altrettanto importante. Lo hanno scritto in tanti: siamo tutti diversi, emozionalmente e sessualmente. Ci sono donne con desiderio ossessivo e viceversa:: uomini inappetenti. FAre del nostro vissuto una regola è un errore. Un saluto, comuque è molto vivace il tuo blog, congratulations, anche se sei un po' troppo "schierata" (lo dico sorridendo eh :-))con uno stereotipo di differenziazione fra uomini e donne che è stato superato da una maggiore libertà e un dialogo più sincero... Il trentenne dice cose giuste ma non conosce neppure lui i cinquantenni felici e pieni di desiderio (senza distinzioni di sesso) (e alcune delle amiche che hanno testimoniato uan cosa molto loro ma non riscontrabile in tutti i rapporti non conoscono le cinquantenni assatanate che non chiedono cerimonie ma giovanotti efficenti!! ;.))) A parte le "elucubrazioni" che diventano lugubri "lugubrazioni" , quello è un lapsus ortografico involontario ma rende l'idea del rimuginare invece di parlare serenamente Complimenti a tutti, mi sono fatto un'idea non molto ottimistica ma concreta (la mia vita sessuale è ok, con gli anni migliora sempre più quanto a qualità, ovviamente, la quantità è fisiologicamente destinata a diradarsi, ma anche questo potrebbe essere smentito da altri "anziani vigorosi" ;.)) Esistono anche quelli, come esistono trentenni stanchi non c'è regola nei dosaggi ormonali Allegria!!
 
     
stella112
stella112 il 24/09/10 alle 16:35 via WEB
Dico che sappiamo benissimo semplicemente perchè conosco molto bene l'uomo in genere essendoci cresciuta con loro e dovendomi destreggiare con i loro ormoni ogni giorno. Il mio non è uno schieramento, ma semplice constatazione. Mi metterei già a piangere se sapessi che dopo la cinquantina vi passano tutte le voglie :-). Altra cosa. Sicuramente non bisogna mai fare di tutta l'erba un fascio. Allegria (*__*)
 
 
stella112
stella112 il 23/09/10 alle 11:34 via WEB
Dolce-ragazzo, se hai una donna valida vicino, il 90% DELLE VOLTE è LEI CHE TI PROVOCA SENZA FARSI NOTARE (*___*)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
sandyy il 14/09/10 alle 15:43 via WEB
a propposito...mi sorge spontanea una domada: iil tanto indispensabile e sostenuto dialogo all'interno del rapporto prevede che tra marito e moglie si tengano nascosti problemi di lavoro, momenti di depressione o di crisi? Io sono sempore disposta a parlare di tutto e ad affrotnare col mio lui qualsiasi problema, si sta insieme apposta. Diventa difficile però stare vicini se lui ha un problema ma non ne parla e io donna devo cercare di intuire ecc. Quello che mi chiedo è se un uomo a volte tace per orgoglio, per riservatezza o perchè ha paura a comunicare i propri sentimenti?
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Nando il 14/09/10 alle 16:03 via WEB
Sandy,sei una donna splendida ed aperta!È giusto quello che dici:un uomo non deve essere orgoglioso e deve aprirsi con la persona che vive accanto,sia essa moglie,convivente,amante o chicchésia!L'orgoglio andava a cavallo ma poi tornó a piedi!!Questo é il detto dalle mie parti!Due cuori che si amalgamano che pensano di affrontare un presente e futuro,formare una famiglia,devono confidarsi tutto e non serbare segreti a volte stupidi,che incrinano prima e distruggono poi un rapporto che inizialmente poteva sembrare meraviglioso.L'amore senza sesso,non é vero amore,pertanto suggerisco a chi ha qualche dubbio o problema,chiedere aiuto se non si vuol perdere la persona che ti vive accanto,e la ami con sinceritá,che non sia solo un interesse particolare,interessante all'inizio e scemato al momento.Non é amore,ma interesse!Auguri a tutti e non soffrite per poco,in tutto esiste rimedio!
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
sandyy il 14/09/10 alle 22:47 via WEB
Grazie Nando, penso solo di essere una trentenne un pò rara oggi come oggi nel senso che credo nell'amore con la A maiuscola e nel matrimonio come condivisione della vita insieme nel bene e nel male finchè morti non ci separi...non che devo litigare perchè devo lasciargli i suoi spazi, non si sente pronto non crede nel matrimonio, i figli sono una rottura ....ma ragazzi 30enni moderni, i vostri valori e il desiderio di progettare una famiglia dove sono finiti?? se non si progettano un futuro e famiglia da costuire su basi solide a costo di sposarmi a 40 anni, la vita è già complicata, se una coppia non è in sintonia in tutti gli ambiti rischia di vacillare alle prime difficoltà e trac che arriva la separazione per risolvere i problemi? Vorrei essere l'amante e la moglie del mio futuro marito, ci credo molto, speriamo si possa realizzare.
 
     
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 14:57 via WEB
I tuoi principi Sandy sono ottimi e portano lontano, spero vivamente e con il cuore che incontri una persona che sappia aprezzare le tue doti. Un abbraccio.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Nome di fantasia il 15/09/10 alle 11:19 via WEB
Io ho ritrovato il piacere di fare sesso con mia moglie (o meglio ex) solo dopo aver divorziato da lei. Durante il matrimonio lei era totalmete assente mentre invece ora che non viviamo più assieme basta che la sfioro e lei è un brodo di piacere ed il sesso diventa veramente appagante. Da come la racconta il marito a mio parere la moglie a 99% ha un altro uomo a cui vuole rimanere fedele ma per via dei figli o di quello che potrebbe pensare la gente o ancora per precarietà economica non si separa. Lui potrebbe metterla alle strette oppure fare come tutti gli uomini cercare altrove.... ;)
 
 
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 14:59 via WEB
Nome di fantasia, spero che tu non sia diventato solo l'amante della tua ex :-), come abbastanza spesso accade, ma che siate ritornati assieme.
 
   
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 15:01 via WEB
Questo è un esempio splendido che fa capire quanto sia sbagliato pensare che una donna possa essere frigida. Spesso è solo colpa di tanta inconsapevolezza.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Nome di fantasia il 24/09/10 alle 12:08 via WEB
Bè, cara Stella112, la fine del mio matrimonio è dipeso da lei e nonostante tutte la bastardate subite io l'ho sempre amata anche perchè rimane la madre della mia bella principessina. Oggi sì, sono l'amante...ma anche l'amico, quello su cui lei potrà sempre contare e a dirla tutta...sono moltissimi i casi come il mio. Ciao ;)
 
     
stella112
stella112 il 24/09/10 alle 12:58 via WEB
Lo so, lo so, nome di fantasia :-).
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
kiki il 15/09/10 alle 15:27 via WEB
buongiorno:-)..complimenti per la risposta alla richiesta di aiuto..sono psicologa..e questo Signore ha risposto meglio di uno psicologo..buona giornata:-)*
 
 
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 18:12 via WEB
Non ho capito kiki se ti riferisci alla risposta che trovi nel post o nei commenti, quella di Nando per intenderci.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
bolza il 15/09/10 alle 15:49 via WEB
ottimo.... cose semplici(forse) da capire, ma ardue da attuare! la tecnica è quella di fermarsi, togliere tutto dalla mente (molto importante per "sentire" una donna) e di ascoltare, l'uomo che riesce aa fare tutto questo con una donna è come l'uomo che riesce a smettere di fumare!! ce la si può fare.... quanto usa la fantasia la donna e quanto è orgoglioso l'uomo.... condivido quanto letto, anche se non sono laureato in "fantasie erotiche e psiche femminile" a noi uomini, a volte manca la gentilezza, la pazienza, la capacità di sedurre ecc. e lo sappiamo!!!!!
 
 
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 18:14 via WEB
A volte basta una parola per farti sciogliere, ma una parola detta nel modo giusto.
 
   
razek
razek il 15/09/10 alle 20:14 via WEB
ciao a tutti permettetemi di dire la mia opinione non fate caso agli errori essendo straniero devo ancora imparare, ho letto attentamente la storia e tutti i commenti, ma mi viene subito di dire che l'amico ha posto un problema reale e dobbiamo essere attenti e delicati sia nel leggere sia nel rispondere, non dobbiamo dare per scontato che quello che riusciamo noi a fare o siamo riusciti a fare sia la soluzione giusta per gli altri, qui non parliamo di filosofia, l'amico che ha parlato della sua esperienza personale e l'incontro con l'americano personalmente non vedo nulla di male, è una persona che si è messo in gioco cercando di dare un minimo di aiuto a un' altra persona, e penso che dobbiamo prendere esempio da lui nel proporre e non imporre nostre idee anche se pensiamo che siano giuste, lo dico anche a me stesso che è facile stare seduti comodi su una sedia e dare sia consigli che sentenze. oltre al fatto che stiamo parlando di un problema serio penso che sia il caso essere delicati nel commentare perché qui nessuno è maestro e se per fortuna nostra o bravura nostra non abbiamo il problema dell'amico non vuol dire che siamo perfetti fidanzati o grandi mariti, perciò penso che è il caso di proporre idee o modi di dire o di fare le cose senza andare a complicare il concetto parlando di chi è più bravo nella coppia, l'uomo o la donna . da parte mia dico all'amico di provare ancora a parlare sicuramente con le parole giuste e i modi giusti, e con il cuore ti auguro che ritrovi la donna che hai sempre amato e torni tutto come prima. chiedo umilmente perdono se ho detto qualcosa di sbagliato, e complimenti a tutti voi.
 
     
stella112
stella112 il 15/09/10 alle 20:49 via WEB
Complimenti a te razek, sia per l'italiano che per la personalità che dimostri, non da meno la tua sensibilità. Spero di rivederti nel mio blog.
 
gigilebeau
gigilebeau il 15/09/10 alle 22:55 via WEB
HHHHaiiiiME!!!!!!!!!!!!!!! troppe indicazioni cogenti senza gioco! giocando il tutto sembra + facile e x poterlo fare occorrono sostegni e alternative che compensino gli stati d'animo negativi e...anche positivi. A mio avviso i comportamenti dei singoli ovviamente nei canoni del normale comportamento,non producono alcun mutamento nel rapporto di coppia. ho trattato bene la mia compagna e mi ha respinto ,l'ho trattata male e mi ha riservato un rapporto eccelso! Credo che gli standards posasano essere meglio impiegati in questini tecniche e non certo in amore.Se fuggi ti rincorre,se rincorri lei fugge e allora ?????? godiamoci quel che il buon Dio ci concede. auguri a tutti ricordandoci del famoso adagio:IL TROPPO STORPIA
 
mamoil
mamoil il 17/09/10 alle 11:35 via WEB
Rispondo sia come marito che come medico (andrologo); è normale un calo nello slancio da parte delle donne sposate con l'età (lavoro, figli, casa ....) e inoltre spesso loro sono più "cerebrali" degli uomini. Anche per esperienza personale, pur non essendo facile, bisogna tentare di coinvolgerle diversamente e meno direttamente, mettendola a seconda del carattere sullo scherzo e sul gioco o mettendo più "attenzione" nel rapporto quotidiano. In sintesi dopo una giornata dura per entrambi non è sempre automatico zompare sul letto e darci per 1 ora !! In realtà se così non funziona potrebbe (con delicatezza !) essere utile farla parlare con il ginecologo o uno specialista in sessuologia dedicato ai disturbi del desiderio femminile, ormai ben noti. Consiglio di visitare il sito della Dr.ssa Graziottin. Saluti
 
 
stella112
stella112 il 17/09/10 alle 13:43 via WEB
Grazie mamolin per la dritta. Buona giornata a te.
 
   
mamoil
mamoil il 18/09/10 alle 08:51 via WEB
Ho dimenticato però un altro aspetto : lei ha un altro ????
 
     
stella112
stella112 il 18/09/10 alle 10:08 via WEB
Caro mamoil, questo lo sa solo lei, anche se, il sospetto potrebbe venire. Per me però si tratta solo di un distacco ( che succede spesso), della coppia. In molti casi basta soffermarsi un attimo e tornare a fare i " morosetti".
 
     
stella112
stella112 il 18/09/10 alle 10:22 via WEB
Voi direte: " come si fa a fare i "morosetti"? ( Per chi non lo sa "morosetti" sta per fidanzatini". Fare i fidanzatizi significa far tornare le farfalline nello stomaco. Come si fa a far tornare le farfalline nello stomaco? Ci si ritaglia un po' di tempo insieme per fare quello che ci piace INSIEME. Potrebbe anche significare andare a fare la spesa INSIEME tranquillamente, cercare un angolino dove sfiorarsi in un bacio furtivo, dare una palpatina improvvisa al sedere di di tua moglie, sorprenderla un po'. Fermarsi a prendere un caffè INSIEME e parlare. Voi direte che spesso ci sono dei figli che rovinano l'atmosfera. Non è vero, siamo noi che creiamo le situazioni, i figli tra i piedi possono essere un collante per la coppia perchè guardandolici si ricorda con quanto amore sono stati messi al mondo, particolare che molte coppie dimenticano soprattutto in fare di separazione.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
pam il 18/09/10 alle 10:47 via WEB
ciao, io ho 27 anni e sto con un uomo di 40 anni, stiamo insieme da 3 anni e ci siamo sempre amati alla follia, una storia d'amore da film sotto tutti i punti di vista. da quando abbiamo cominciato la nostra convivenza (un anno) però lui ha completamente perso ogni stimolo sessuale. io sono disperata perché credo dipenda da me, e non riesco a sopportare questa situazione. ho parlato spesso con lui di questo problema e lui mi dice che gli dispiace di farmi soffire ma non sa cosa gli succeda, che è la prima volta in tanti anni che gli capita e che non dipende da me. io non riesco a concepire questa possibilità. cosa posso fare? ho tanta paura che questa cosa spazzerà via ogni possibilità per noi anche perché ho paura che le cose non potranno più tornare come erano!
 
 
stella112
stella112 il 18/09/10 alle 12:02 via WEB
lE COSE NON POTRANNO PIù TORNARE COME ERANO PERCHè QUESTA ESPERIENZA VI CAMBIERà,vi farà maturare come coppia, almeno si spera. Mi è balenato alla mente un pensiero: "non è che la sua ipofisi si senta arrivata?" Mi spiego meglio. La differenza d'età c'è, probabilmente nel suo inconscio avrà anche un po' lottato per mettere da parte quel retaggio che automaticamente ci viene inculcato fin dall'infanzia, è possibile che una volta raggiunto lo scopo, che nel vostro caso è quello di vivere con te come marito e moglie, si senta arrivato. Questo può accadere anche in modo inconscio. Scavando, scavando lui sa il perchè, deve solo capirlo e cercare di porre rimedio a un problema che DISINTEGRA le coppie. Il sesso è il collante in una coppia, anche l'amore, non c'è dubbio, ma il sesso appagante smuove i sentimenti.
 
   
stella112
stella112 il 18/09/10 alle 12:04 via WEB
Dimenticavo pam, tutto quanto ha un senso quando si è escluso che ci sia un'altra donna di mezzo.
 
moki3dgl
moki3dgl il 19/09/10 alle 08:17 via WEB
condivido soprattutto la parte finale; agli uomini basta poco; alle donne ci vuole un click in piu'. Una cosa non dice la persona in difficolta': lui si tiene a dieta e cosi' via; di lei non menziona nulla, che so mi piace questo o quello. SI limita a dire che gli va ancora. gli va di fare ma alla moglie o meglio donna forse andrebbe di essere riconquistata come donna- femmina ciao
 
 
stella112
stella112 il 19/09/10 alle 08:48 via WEB
Infatti moki, è un po' quello che intendevo io con i commenti precedenti.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
anna il 19/09/10 alle 17:47 via WEB
ho letto i vostri commenti mi sembra che nessuno abbia detto che il calo del desiderio puo succedere perchè si cambia... quello che il marito faceva quando aveva 30 anni forse per lei nn va piu bene ora che ne ha 42... le donne a questa eta raggiungono il pieno della maturita sessuale e forse a differenza di quello che dice il filosofo sono stufe di essere trattate come regine, ma vorrebbero essere trattate come femmine... una cosa però di quello che dice il filosofo ho trovato giusta... che le donne e gli uomini parlano due lingue diverse.... nn so se mi sono spiegata, sedurre una donna nn significa farle da cagnolino, ma essere un maschio farla sentire desiderata... seducente sexy ... ma nn solo quando avete voglia voi cari uomini, ma sempre!.... nn basta dirle la sera quando e a letto ho voglia di fare l'amore...ma cominciare a sedurla dal mattino... accendere la sua fantasia...stuzzicarla... tenerla sulla corda... il cervello è il piu grande centro erogeno di una donna... su questo penso che il marito debba riflettere... un bacio a tutti gli uomini... senza di voi la vita nn avrebbe sapore! un bacio a stella...blog bellissimo!
 
 
stella112
stella112 il 19/09/10 alle 23:12 via WEB
Grazie Anna per i complimenti. Aggiungerei anche che mi trovo molto in sintonia con il tuo pensiero. Il nocciolo della questione è: "quanti uomini riescono a far sentire veramente FEMMINA la loro compagna?
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 22/09/10 alle 19:11 via WEB
Anna,sai cosa é la donna?Ascolta:Nulla piú contradittorio di essere donna;pensa col cuore e agisce coll'emozione.Vince per l'amore che vive milioni di emozioni in un solo giorno e con un solo sguardo..trasmette una di quelle!La donna é quella che chiede la perfezione a se stessa e vive cercando di aggiustare le colpe degli errori di quelli che ama;quella che ospita nel suo ventre altre anime,da loro la luce e poi diventa cieca davanti alla bellezza di quello che ha generato,cheda le ali,insegna a volare ma non vuol vedere partire gli uccellini,pur sapendo che non gli appartengono.La donna é quella che si lascia contagiare tutta e profuma il letto,anche se,il suo uomo non percepisce PIÚ tali dettagli.Ella,che come una fata trasforma in luce e sorriso..i dolori che sente nell'anima perché nessuno lo noti.Deve essere anche forte per abbracciare qualcuno che piange.Felice quell'uomo che per un giorno sa comprendere e capire l'anima della donna!"Guardi bene a non far piangere una donna,perché Dio conterá le sue lacrime".La donna deve essere protetta e amata!Ciao a tutti.
 
calmaapparente76
calmaapparente76 il 20/09/10 alle 12:43 via WEB
che dire....finalmente qualcuno che ha capito quali sono i bottoni di schiacciare....complimenti davvero!!!!!!!!!!!!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 22/09/10 alle 00:14 via WEB
pam avevo risposto ma non é arrivato. Questo blog di Stella 112 é molto interessante e potrá aiutarti,perché come avrai notato ci sono persone specializzate: medici e psicologi oltre a chi ha vissuto o convissuto molti anni con (la donna).Pertanto l\\\'esperienza non si compra,ma si fa battendo anche il muso!Cosa sanno uomini di trenta anni di sesso e donne!A meno che,quando erano ancora nel grembo materno,la mamma trasmetteva loro lezioni di sesso o di come trattare una donna,(moglie,amante,concubina,prostituta ecc)Otto anni prima che questi trentenni aprissero gli occhi,io giá viaggiavo per il mondo ed acquistai un Dino Ferrari 346 GT.Pertanto ho esperienza da regalare e sono sanissimo da avere una compagna di appena 32 anni,insegnante,mamma e sposa esemplare.Che fortunato eh!!!Ma mai ho usato droghe o altre porcherie,mi amo e so come trattare una donna!Auguri,ma ti suggerisco di far trattare il tuo uomo di appena 40 anni da un sessuologo,a meno che non abbia un\\\'altra donna,ex o nuova!!Grazie a Stella 112 per questo blog molto interessante e fruttifero.
 
 
stella112
stella112 il 22/09/10 alle 01:27 via WEB
Nando, lo ripeto anche a te, quando scrivete commenti corposi copiateli sempre prima di inviarli così, nel caso non vengano pubblicati li potete incollare. Grazie a te Nando per esserti unito a questa allegra brigata (*___*).
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
anna il 22/09/10 alle 12:05 via WEB
Buongiorno colloquio molto interessante! Da donna dico che il secondo signore ha capito tutto perchè ha voluto capire.. Il problema non è solo maschile, visto che mi trovo in una situazione simile. Il mio partner credo abbia dei problemi perchè non mi cerca quasi mai. Se lo fa è una cosa molto sbrigativa e come piace a lui. Lui dice che si demoralizza perchè non riesce a farmi arrivare all\\\'orgasmo (cosa impossibile in 10 min e senza un attimo di preparazione). Non è uno con poche esperienze anzi.. Le cose le sa ma lui dice che l\\\'amore è compagnone... Io penso si certo magari a 60 anni!!! Io ne ho 33 e lui 32 e sinceramente la cosa mi sta portando a pensare che forse non è la persona per me. Tralaltro non è autosufficente a livello economico, credo che questo influisca sulla cosa ed influiscono molte altre cose, la più importante credo sia l\\\'abbandono dei suoi genitori (lavoravano in germania e li vedeva pochissimo è cresciuto con sua nonna e la sorellina). ne abbiamo parlato molte volte senza risolvere molto.. ah un altra cosa, lui odia i tacchi ecc, gli piace quando mi vesto semplice (per chi volesse consigliarmi vestitini o cose osè, cose che io non disdegno ma se non serve....) grazie ciao
 
 
stella112
stella112 il 22/09/10 alle 13:12 via WEB
Non è facile infatti cara Anna dare un consiglio in una situazione del genere. Sicuramente ci vuole un buon psicologo che riesca a capire qual'è il vero problema e lo faccia affrontare al tuo partner. Altra cosa. Fallo partecipe del tuo dolore ed amarezza, forse gli servirà per spronarsi e farsi aiutare seriamente, il fatto stesso che ti confessi che il non farti raggiungere l'orgasmo la dice lunga. Grazie a te.
 
sere_basso
sere_basso il 22/09/10 alle 13:21 via WEB
la risposta mi piace molto. è vero che x noi donne passa tutto dal cervello, e se c'è qualcosa che non va, il sesso è l'ultima cosa a cui pensiamo! a livello personale per me l'importante è sentirmi protetta...e purtroppo è proprio quello che non succede! alla fine cedo xchè anche io non sono di ferro, ma la testa è sempre da qualche altra parte...(o da qualcun'altro!)
 
 
stella112
stella112 il 22/09/10 alle 14:31 via WEB
Sere, è triste però così, possibile che non puoi fare nulla per cambiare la situazione?
 
   
sere_basso
sere_basso il 23/09/10 alle 12:33 via WEB
lo so stella è molto triste ma quando ci sono di mezzo i figli piccoli non è facile!!!! da mamma non farei mai niente che possa ferire la mia piccola, ma da donna ti confesso che sto impazzendo! per adesso l'unica cosa che mi viene in mente è aspettare che mia figlia diventi un po' più grande...e poi si vedrà!
 
     
stella112
stella112 il 23/09/10 alle 12:52 via WEB
Riflettendo sere mi sono chiesta che cosa intendi per "SENTIRTI PROTETTA" A RIGUARDO DEL SESSO. Secondo me ci si dovrebbe "lavorare" un po'.
 
     
sere_basso
sere_basso il 23/09/10 alle 13:16 via WEB
Il sentirmi protetta non era riferito al sesso ma in generale. vorrei un uomo che riuscisse a darmi delle sicurezze in modo da potermi lasciare andare del tutto...invece il mio maritino è un gran pasticcione e ha combinato un bel guaio, per cui adesso dobbiamo ricorrere ai ripari. ormai ne siamo quasi fuori, ma per quanto mi sforzi di andare avanti e "perdonare", purtroppo credo che rimarrà per sempre una brutta cicatrice... che per il momento sanguina ancora! lui non lo capisce, e pensa che visto che ormai abbiamo quasi risolto, a me sia passato tutto... è proprio vero che uomini e donne sono mondi completamente diversi! nel migliore dei casi (vedi Sandra e Raimondo tanto per parlare d'attualità) i 2 mondi di completano...in altri casi invece i 2 mondi corrono paralleli, sembrano vicini ma difficilmente si incontrano!
 
     
stella112
stella112 il 23/09/10 alle 14:21 via WEB
Penso sere che nel tuo caso sia più un problema di stima verso tuo marito, l'hai persa ed è difficilissimo recuperarla, naturalmente il tutto incide anche sotto le lenzuola.
 
spaghetto70
spaghetto70 il 22/09/10 alle 17:34 via WEB
sto' leggendo da un po', devo dire che ognuna delle risposte nel suo piccolo dice la verita', secondo il mio pensiero nessuno di noi puo' conoscere la verita' assoluta e nessuno dovrebbe pensare che il proprio pensiero sia quello giusto. Ho 36 anni la mia esperienza di vita mi porta a capire che il discorso è delicato e che quando c è qualcosa che non va' non è sempre la strada giusta parlarne schiettamente...Nel mio caso che sono donna e mi trovo nella condizione di desiderare ma avere una persona (che mi scopro di amare giorno dopo giorno) accanto che non vede il sesso come lo vedo io, mi rendo conto che schiettamente non potrei mai prendere il discorso....cerco giorno dopo giorno di capire dove il nostro amore puo' portare, dove si puo' migliorare dove posso smussare io. Non vorrei che una parola sbagliata rompesse tutto quello che ho sempre desiderato, lui è per me la persona che ho sempre cercato e sono sicura che il tempo ci portera' pian piano a capirci e a venirci incontro..... Se cosi' non sara' significa che ho sbagliato in qualche considerazione ...d'altronde sono io quella che ha piu' esperienza in coppia e sono io che devo avere piu' pazienza..
 
 
stella112
stella112 il 22/09/10 alle 18:26 via WEB
In una coppia è importante parlare di tutto, certo, all'inizio si devono rompere quegli indugi dettati dalla poca conoscenza reciproca, ma con il tempo i sigilli devono cadere che si vuole essere una coppia che funziona. Sono d'accordo con te quando scrivi che in ogni commento esiste un po' di verità e in ogni commento esiste, molto spesso, anche tanta esperienza. L'esperienza altrui può essere di insegnamento anche per noi, per aiutarci a farla a nostra volta, magari sbagliando si, ma in maniera diversa e magari meno dolorosa. da quello che percepisco direi che sei sulla strada giusta :-).
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 22/09/10 alle 19:38 via WEB
spaghetto70.Stella é grande e ti ha giã suggerito che precisa del tempo per riuscire ad aprirsi completamente col partner.Ma aggiungo che il dialogo aperto,guardandosi negli occhi mentre ci si parla,risolve molti casi che non siano patologici.Perché quando esiste una patologia,bisogna necessariamente procurare uno specialista.Noi uomini siamo paurosi ed orgogliosi di farci visitare,specialmente quando si tratta di organi sessuali!Ma la donna che vive una situazione di disagio,dovrebbe,se ama veramente il suo compagno,incentivare a farsi visitare.Se l'uomo non accetta di risolvere il problema,vuol dire che vuole una mamma vicina a proteggerlo e non una moglie.Inutile girare intorno mordendosi la coda!Se voglio vivere con la donna che mi sta vicino,debbo darle le piú ampie soddisfazioni,diversamente la perderó presto o tardi;poi non diciamo che le donne ci abbandonano perché sono tutte uguali.Fesserie!!Procuriamo risolvere i nostri problemi ed al piú presto!!Capito Anna e spaghetto70?Ciao,a presto
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
anna il 23/09/10 alle 14:11 via WEB
Certo Nando gli ho già proposto di farsi vedere sono riuscita a portarlo dall'iridologo ed è già tanto. Prima di andare da qualche specialista bisognerebbe ammettere a se stessi di avere dei problemi... Io ed altri abbiamo cercato di dirgli che è depresso (per di più beve aumentendo così il problema!) Io sono una persona molto rispettosa e lascio spazio alle persone che mi stanno vicino.. quando mi accorgo che il suo spazio sta invadendo il mio, allora comincio a innervosirmi, a non stare più bene, anche fisicamente a volte. Arrivati a questo punto credo che se non si sveglierà a brave probabilmente andrò per la mia strada. Io sono pronta ad aiutare ma chi vuol essere aiutato!!! non sono l'avvocato delle cause perse. grazie In conclusione Nando
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 23/09/10 alle 19:47 via WEB
anna,hai giá progettato qualcosa?Quindi,adesso hai detto anche che beve!Se lui ci tiene a te,e vuole salvare il matrimonio,sempre che tu sia dello stesso parere,dovreste cercare A.A per lui (Alcolisti Anonimi e ce ne sono abbastanza di gruppi)e Al-Anon per te familiare.Ci sono molti gruppi ed aiutano abbastanza,puoi cercare anche su internet cosí avrai idea di che si tratta.Di solito,gli alcolisti hanno desiderio di fare sesso,ma solo per provare a che punto sta la loro capacitá,ma poinon riescono a completare l'opera,a causa appunto dell'alcol che riduce fino all'impotenza.Loro procurano anche altre donne per verificare lo stato in cui si trovano.Gli alcolisti mai ammetteranno di essere dipendenti;lo fanno soltanto entrando a far parte di un gruppo.Insistere non serve,ma solo se tu vuoi,frequantando Al-Anon apprenderai cosa fare,sempre se ancora sei interessata a lui.Queste persone sono maravigliose,fino a quando non bevono;poi diventano anche pericolosi!Informati e troverai la soluzione,sempre se la vuoi,di rimanere o abbandonare,ma solo tu potrai deciderlo dopo aver fatto alcune esperienze.Ciao ed a presto leggerti.
 
     
stella112
stella112 il 23/09/10 alle 20:07 via WEB
Ottimo consiglio nando
 
carolase
carolase il 23/09/10 alle 13:17 via WEB
Bello leggere questi post!!!! Sorrido sempre quando leggo di uomini che a dir loro non hanno in fianco una donna che condivida il piacere del sesso!! E quando sono gli uomini a non volersi concedere? A non apprezzare il sesso? A trovar sempre la scusa pronta a non volerlo fare pur dicendo di amarti alla follia, di essere la donna della sua vita, ma il lavoro (nel mio caso il mio compagno ha 44 anni e fa un lavoro da impiegato ed io 34 anni) è troppo snervante? In tal caso che fare? Rinunciare alla mia età? Non mi sembra giusto. Nella mia vita non ho avuto solo lui come uomo è stato semplicemente l'ultimo e non ho mai avuto problemi del genere, anzi. Ho fatto di tutto per lui,oltre al lavoro d'ufficio non ha mai dovuto far nient'altro, non si è mai occupato della casa, dell'amministrazione della casa, non sa nemmeno quello che c'è da pagare o meno. Gli ho dato due gemelli bellissimi di un anno e a due mesi dal parto sono tornata perfettamente quella che ero prima perdendo tutti gli uldici kg messi in gravidanza. Cerco ogni giorno di tenermi curata e se tolgo le scarpe da ginnastica dai piedi e metto i tacchi a spillo per lui è perchè ho un altro. Non fa altro che controllarmi il cellulare o arrabbiarsi se qualcuno mi fa un apprezzamento. E' geloso persino dei suoi amici. A volte mi chiedo se non sia proprio il caso di trovarmi qualcun altro. In fondo io vorrei crescere i miei figli e la mia famiglia con lui e poter far l'amore almeno una volta a settimana ma qui passano i mesi e niente. Non sono ambigua ma molto diretta ed esplicita ma mi rendo conto che la vita è così. Chi ha in mano una donna che ama il sesso ha un uomo che non ne vuole sapere e chi ha un uomo fantasioso e passionale ha una donna fredda. Vorse bisognerebbe proprio legalizzare il tradimento allora tutti saremmo più felici e tranquilli e probabilmente ci sarebbero meno divorzi.
 
 
stella112
stella112 il 23/09/10 alle 14:26 via WEB
Certo che alcuni uomini sono decisamente incomprensibili. Chi ha il pane non ha i denti e viceversa.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Marco il 23/09/10 alle 14:50 via WEB
Hai perfettamente ragione,carolase!!Una moglie "vogliosa",é molto appetitosa,ma precisa avere un partner com esperienza e senza problemi,con mente sana in corpore sano!Una fortuna cosí non capita tutti i giorni!!Auguri
 
 
stella112
stella112 il 23/09/10 alle 20:05 via WEB
Non è che se il tradimento è legalizzato faccia meno male sai! :-)
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 24/09/10 alle 14:53 via WEB
carolase,l'amore sessuale non si programa!Bisogna farlo quando si sente voglia dove e come capita!Certo,lontano da occhi indiscreti e con assoluta calma,com eccitazione di entrambi,non di una/o sola/o!Poi come dici tu,almeno una volta a settimana!Mi viene da ridere....scusa!Stanne certa,lui ha dei problemi e devi convincerlo a procurare aiuto,ma anche tu se vuoi salvarti e poter fare una scelta saggia e buona per te in primo luogo e per la tua famiglia.Una mia conoscente,ha cambiato 4 mariti per causa di essere alcolista,ed ognuno,beveva piú del precedente.Alla fine,quando le due figlie hanno raggiunto la maggiore etá,ha deciso di procurare anche Lei aiuto(cosa necessaria per scoprire il perché lei procurava sempre degli alcolisti).Ora sta vivendo molto bene,ma tu non aspet tare molto per procurare aiuto,mi raccomando!!Ciao a tutti
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
marianna il 23/09/10 alle 14:51 via WEB
Salve a tutti,prima di tutto mi scuso per i erori gramaticali sono straniera.Ho 38 anni sono sposata da 16 ho due figli piccolini io dell sesso non ho mai capito niente ,sara perchè l'educazione e stata rigida non lo so so solo che per me e una croce non ne voglio sapere ed per questo che il matrimonio non va.Mio marito a volte per colpa mia ha dei problemi,si arabia con me ,mi tiene il musso per giorni tutto un dizastro ,a me il sesso mi da solo i problemi ,vorei parlare con un dott.che mi spieghi perche ho in bloco totale,sono pudicca da fare schiffo mio marito non mi hai vista nuda in poche parole un casino.Sara perchè lui e un pò grezo,non ha nesuna maniera dolce ,premeto dire che non ho nesun altro (ma chi vuole una come me)non sono brutta indoso ancora la tag.44,mi tengo in forma solo che per me il sesso e diventato un incubo.Non ho mai avuto esperienze con alti uomini e credo che non gli avro mai,se qualquno potrebe darmi una spiegazione vi sarei molto grata .Scusa Stella non ho lasciato il mio indir.postale per motivi personali.
 
 
stella112
stella112 il 23/09/10 alle 20:03 via WEB
Cara Marianna, intanto non ti devi preoccupare per gli errori grammaticali, qui i professori li lasciamo a scuola :-) quasi tutti. Vedo con piacere che usi internet, quindi perchè non sfruttarlo per risolvere i tuoi problemi e trovare qualche risposta alle tue domande? Qui puoi trovare molte spiegazioni a quesiti che magari non hai il coraggio di chiedere. Il fatto che tuo marito non ti abbia mai visto nuda la dice lunga. Perchè non cominci con il parlare con lui e spiegargli che cosa ti opprime, le tue paure? Lo so che probabilmente non avrai il coraggio di farlo, ma puoi sempre scriverglielo, solo per cominciare, poi tutto diventa più facile. Ti prepari un biglietto e scrivi quello che vorresti dirgli. Scrivi che è un po' grezzo, non pensi che sarebbe meraviglioso crescere insieme? Noi donne se vogliamo riusciamo a far cambiare anche l'uomo più improbabile su questa terra :-).
 
   
gigilebeau
gigilebeau il 23/09/10 alle 21:04 via WEB
chiedo scusa ,curiosità maschile ,ma chi è questa Stella che mi pare sia la "tenutaria"della modulazione dei sentimenti umani e dei conseguenti comportamenti nei rapporti. Ho letto con vivo interesse le varie espressioni a volte di confidenza ,a volte di sfogo più spesso tristi e raramente menefreghiste e superficiali. mi sovvien che non vi è nulla di nuovo sotto il sole l'immagine della "COMEDIE HUMAINE". ogni storia ha il suo fascino e la sua verità ma sempre poca gioia e tante rinunce. Per ciò che riguarda la ratio comportamentale mi sembra utile il parametro tra uomo e donna : a differenza dell'uomo ,la donna mette + spirito nella materia e+ materia nello spirito. Per il resto le risultanze sono ingestibili dai singoli ma frutto di un destino fatale .
 
     
stella112
stella112 il 23/09/10 alle 21:16 via WEB
Gigilebeau, Stella è la tenutaria del blog :-)
 
     
gigilebeau
gigilebeau il 23/09/10 alle 21:51 via WEB
grazie.apprezzo la tua professionalità. ho tuttavia la strana sensazione che anche tu gradiresti qualcosa...di+ dalla vita con tanto affetto da gigi
 
     
stella112
stella112 il 23/09/10 alle 22:08 via WEB
Guai ad accontentarsi, bisogna sempre migliorare e migliorarsi in qualsiasi ambito.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
ale il 24/09/10 alle 07:19 via WEB
Ciao, mi è piaciuta molto la risposta che hai postato. Anche io e mia moglie ci siamo trovati nella stessa siutazione e ora ne stiamo uscendo. Non ho mai mollato. Non ho mai fatto il broncio per un rifiuto di mia moglie. Non ho mai smesso di corteggiarla e coccolarla. Non ho mai smesso di farla sentire una regina.
 
 
stella112
stella112 il 24/09/10 alle 09:20 via WEB
Penso proprio che tutto ciò abbia contribuito a rafforzare il vostro amore. Complimenti.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Nome di fantasia il 24/09/10 alle 12:14 via WEB
Una volta sono entrato in camera da letto con un bicchiere d'acqua e una pasticca di "Moment" e le ho detto "ecco cara" e lei mi ha risposto " ma non ho mal di testa!", e io ho urlato "Fregata!" ;-) Da provare!
 
 
stella112
stella112 il 24/09/10 alle 12:56 via WEB
ahahahahahahhaaaaaaaaaaaaaaa
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
marianna il 24/09/10 alle 12:28 via WEB
Grazie Stella,sei una persona gentile e molto umana.Tutte le volte che succedeva gli parlavo in quell mometo sembrava d'acordo con me e alla prima ocasione stesa cosa non cambiava niente le sue frustazioni gli scaricava su di me,so che ho mille complesi tanti sono dovuti al mio caratere chiuso e difidente ,a volte mi parlo tra me e me e mi dico stasera cerchero di esere diversa e quando siamo al dunque mi inibisco perchè mi dice fare l'amore con te o farlo con un aisberg e la stesa cosa,perchè non ti leggi il giornale mentre che ci sei?io mi ofendo e rimango male ,parlando con le mie amiche mi rendo conto che sono rimasta ai tempi di mia nonna .Comunque grazie per la risposta ,anni fa erò sospeta da un tumore benignio proprio la dove sta il problema e mi ricordo che avevo chiesto al dottore se mi può chiudere i b...perche a me mi da solo problemi ,lui si e meso a ridere e mi ha consigliato di parlare con un ginec.Non lo mai fatto ,ma credo che ci andro non perchè io non ho mai voglia ,ma andro perchè per me a parte il dolore che provo questo pasa ,ma devo avere una spiegazione a tutto ciò.Grazie ancora e buona giornata.
 
 
stella112
stella112 il 24/09/10 alle 13:03 via WEB
Grazie a te Marianna e non desistere dal cercare aiuto esterno, meriti decisamente molte più soddisfazioni di quelle che hai ora. Un abbraccio.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
GIULIA il 24/09/10 alle 15:21 via WEB
leggendo il problema di quella persona sono andata un pò in para, forse x' dopo 12 anni di fidanzamento, mi ritrovo nella stessa situazione, ma è bello sapere che ci sono uomini che s sforzano e riflettono per vedere di risolvere il problema che hanno con loro moglie invece magari di lasciarle per un'altra che "gli e la da'" (passatemi il turpiloquio) aime' come ho fatto io..... con il mio fidanzato a letto è un disastro da qualche anno mi mancava tanto con lui il lato sessuale dopo tanti corteggiatori occasionali non accettati è capitato l'uomo giusto al momento giusto e sono andata a letto con lui e (sempre aime') ci vado ancora e mi piace molto!!!!! mi stò comportando peggio di uomo traditore....... nonostante tutto non immagino la mia vita senza il mio fidanzato probabilmente il mio uomo mi "ama e rispetta" di piu' ma non mi fa provare piacere e l'altro che sicuramente è anche donnaiolo a letto mi sentire l'unica donna sulla terra............ non mi giudicate troppo male anche se me lo merito tanto
 
 
stella112
stella112 il 24/09/10 alle 16:42 via WEB
Giulia, non mi sognerei mai di giudicarti. Il tuo è semplicemente un bisogno fisiologico che ha bisogno di essere soddisfatto, questo lo capisco bene, quello che mi chiedo invece è quanto potrai andare avanti così in quanto percepisco tra le tue righe ansia. Forse sarebbe giusto prendere il toro per le corna (*__*). Perdonami la metafora.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 24/09/10 alle 18:31 via WEB
Un pensierino per oggi:"...Man mano che impariamo a vedere i nostri problemi nella giusta prospettiva,ci accorgiamo che perdono il loro potere di DOMINARE i nostri pensieri e la nostra vita."È un benvenuto suggerito di Al-Anon.Ciao a tutti,,,
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 24/09/10 alle 18:49 via WEB
Giulia,scusa,ma sarei curioso di conoscere la vostra etá:tua,del tuo fidanzato e del tuo toro.Scusami se ti chiedo certe cose!Poi abiti col tuo fidanzato o vivi per tuo conto?Il donnaiolo ti da solo l'uccello,nient'altro!Quanto ha voglia lui,ti telefona e vi incontrate,ti sfoghi e torni dal tuo fidanzato felice e soddisfatta.Ma perché sei cosí falsa da non riuscire ad andartene col tuo toro?Lui sará sempre ed unicamente un maschio per te,solo sesso!!Facile per lui!Come sarei curioso di sentire la moglie di questo torero per sentire se a casa,con la moglie che sicuramente ha,si comporta cosí come con te,sporadicamente!Ti ringrazio se vorrai rispondre!Ciao
 
   
ipods
ipods il 27/09/10 alle 14:50 via WEB
ciao ospite... , io ho 31 anni il mio fidanzato 33 e l'altro (nn ho altri termini) 50 (sposato).... vivo sola non convivo con il fidanzato, non sò se sia donnaiolo è una mia supposizione visto che ho notato che gli piacciono molto le donne e lui è un'uomo che piace, ci vediamo almeno 2 volte a settimana ... cena e poi di solito ...... ma è anche successo di passare solo una serata in compagnia di amici senza problemi tra di noi non c'è solo sesso (o almeno da parte mia) è u'uomo con il quale mi sento di avere molte affinita' oltre al piacere del letto.... affinita' che vorrei trovare anche nel mio fidanzato a cui comunque voglio molto bene.... (non ridete...) insomma che confusione!!!!!!!
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 27/09/10 alle 15:14 via WEB
ipods,vedo che in realtá sei molto confusa ed indecisa.È vero,si possono amare molte persone contemporaneamente,ma con interessi diversi!Il frutto del vicino é sempre migliore!Ho capito,ti piace cambiare,anche il nome,un giorno giulia,un'altro ipods,domani come?Di solito dopo i 28 anni la donna ha superato le varie fasi di crescita,e procurano mettere le basi per una famiglia stabile.Forse tu sei ancora nella totale indecisione,prendendo noci a sinistra e a destra.Che Dio te la mandi buona!
 
     
ipods
ipods il 27/09/10 alle 15:44 via WEB
MMMMM cavoli ma quanto hai ragione!!!!!!!! sono confusa e non so' che cosa voglio realmente dalla vita... sicuramente ho ancora tanto da imparare e ancora devo crescere! Del resto spero sia permesso anche a noi donne di essere un pò peter pan ;))
 
     
ipods
ipods il 27/09/10 alle 15:50 via WEB
ho dovuto chiudere cosi' freddamente ... sorry.....
 
tetty1964
tetty1964 il 25/09/10 alle 11:40 via WEB
Non potevi esprimere questi concetti con tanta chiarezza...io sono sposata da 26 anni e sino all'anno scorso pensavo che il sesso era un complemento...non indispensabile...sono stata sempre disponibile con mio marito ma mi sono accorta che lui non lo è stato con me...frattura ?? Si...e il bello che lui non se nè accorge...oggi stò con rimorso vivendo una storia che so non essere corretta, giusta...ma il Lui incontrato...mi ha dato la possibilità di scoprirmi DONNA...!!Grido a voi UOMINI di dedicarvi alle Vostre Donne davvero non si può immaginare il nostro universo ma si può tentare di comprenderlo....
 
 
stella112
stella112 il 25/09/10 alle 12:20 via WEB
Meditate uomini.... meditate.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 25/09/10 alle 19:29 via WEB
È vero tetty1964 !Sono sempre stato attratto da donne in o vicino alla menopausa!Sai perché?Perché pensano di essere fuori dalla cerchia delle corteggiatissime,di essere quasi alla fine dei loro sogni sessuali non realizzati,di essere state bloccate da mariti ingrati e senza coccole;invece,non appena ricevono un complimento o notano di essere corteggiate da qualche bongustaio del sesso,si aprono completamente e fanno cose lussuriose da rimanere allibiti.Ma ti chiedo:perché non vai con il tuo amante?Non soffri dormire vicino a tuo marito,quando invece potresti dormire abbracciata al tuo toro?Pensa bene!!Ti senti onesta?Appagata?Io,quando non sto bene con una donna,ho il coraggio di parlarne,ma mai essere falso!Coraggio dunque e affronta,ma fai bene a sentirti ancora desiderata,con certezza durerá poco,scusami ma questa sará la triste realtá fra breve!
 
spaghetto70
spaghetto70 il 25/09/10 alle 13:00 via WEB
ciao Giulia, io vivo una situazione molto analoga alla tua, mi sento presa ed innamorata dalla persona che ho al mio fianco ( da meno di un anno)- Io ho vissuto in passato una storia molto lunga, finita la storia che per molti anni è stata da me idealizzata sono stata malissimo, tutti gli uomini che sono venuti successivamente non mi hanno dato nulla di buono, ne' in senso fisico ne' in quello sentimentale.....sono passati sei anni dalla fine della storia lunga e ho incontrato invece, ora, quest'uomo incredibilmente affine a me, praticamente oserei dire che sono io al maschile, ci somigliamo in molti aspetti...mi piace mi piace mi piace, penso finalmente di provare di nuovo un batticuore, pensavo che l'amore fosse una volta sola nella vita, ma ora sto' bene..Unico e grande neo è la sfera sessuale....lui molto timido, non riesco a capire se alcune cose non gli piacciono e quindi non esagero nelle proposte, ho fatto di tutto..fra l'altro sono una persona che ama corteggiare il suo uomo, insomma mi considero una buona amante...ma lui nulla... Le mie espierenze le ho fatte in passato, so' che in giro sicuramente c è chi potrebbe soddisfarmi, ma la realta' è che ho voglia di fermarmi che nessuno mi da' cio' che sento ora e cioe' la voglia di non cercare nessun altro uomo. Quindi ti capisco, e non ti considero affatto una persona che sta' sbagliando, tu stai semplicemente seguendo i tuoi istinti, è che purtroppo sei legata da molte cose ad un altra vita ad un altro uomo. Sicuramente se tu fossi una donna single il tuo "toro" non ti piacerebbe cosi' come ti piace ora, per quanto possa sembrare un consiglio sbagliato, se credi che questa storia extra coniugale non sia dettata da sentimenti puri vai ancora un po' avanti, vedrai che con il tempo ti stuferai, l'anima prima o poi ha bisogno di bere, e lei si disseta solo d'amore..in pratica capirai che strada vuoi prendere.. Ti prego pero' di non mandare perso questo tuo momento, perche' sta' facendo venire a galla un tuo malessere,se tu lo sotterri ora potrebbe essere solo che peggio. Per quanto riguarda me, che sto' dando, no consigli, ma sensazioni e pensieri, la mia paura piu' grande è di trovarmi a reprimermi per paura di far finire la storia che ho ora..cosi' facendo tornerei ad abbissarmi in un mare di problemi.. Un abbraccio e non sentirti in colpa, nessuno e dico nessuno puo' dirti cosa è sbagliato e cosa è giusto, stai cercando di trovare una strada che ti permetta di capire tante cose... sono sicura che tuo marito farebbe lo stesso....
 
 
stella112
stella112 il 25/09/10 alle 15:23 via WEB
" l'anima prima o poi ha bisogno di bere, e lei si disseta solo d'amore." Bellissima questa frase Spaghetto 70
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 25/09/10 alle 15:54 via WEB
Un pensiero x oggi:La libertá personale dipende da me.Non importa fino a qual punto io sia legato dall'affetto e dall'interesse alla mia famiglia e ai miei amici;mi devo sempre ricordare che sono unindividuo,libero di essere se stesso e di vivere la propria vita nella seranitá e nella gioia."Quando so di essere libero interiormente,mi é piú facile pensare agli altri con affetto".
 
   
stella112
stella112 il 25/09/10 alle 23:25 via WEB
Verissimo Nndo
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 26/09/10 alle 12:20 via WEB
Ciao Spaghetto..scusa ma come fai a dire a Giulia di non sentirsi in colpa? Il sentirsi in colpa credo che sia l’unica cosa che la renda umana. Non credo che abbia bisogno di altri che le dicano cosa sia giusto o sbagliato, probabilmente il fatto che si senta in colpa già le fa capire di stare sbagliando. Non è un alibi scaricare le cause delle proprie azioni sul partner? Io penso che il tenere il piede in due scarpe sia qualcosa di estremamente egoistico..dimostra solo di amare più se stessi che il proprio partner. Credo che facendo in quel modo lei faccia un torto al suo compagno e anche a se stessa..Ragionando in questi termini allora si giustificano anche tutti i mariti che tradiscono la moglie o che vanno a prostitute..moglie freddina, amante focosa..quindi è lecito..e non mi pare corretto. Forse uno dei gesti d’amore più grandi che si possano compiere è quello di mettersi a nudo di fronte alla partner e darle la possibilità di scegliere liberamente, senza inganni.
 
   
stella112
stella112 il 02/10/10 alle 10:21 via WEB
Bel commento Andrea, complimenti.
 
 
ipods
ipods il 27/09/10 alle 15:16 via WEB
PER SPAGHETTO70 IO SONO GIULIA PIACERE (LO DICO ANCHE PER L'OSPITE GLI HO RISPOSTO SENZA SPECIFICARGLI CHI ERO), le tue parole mi hanno dato un pò di conforto e di questo ti ringrazio!! volevo specificare che io non sono ancora sposata... non che cambi qualcosa a livello pratico comunque non lo sono, legata da tanto ad una persona si... praticamente ho avuto solo lui da quando avevo vent'anni,ora ne ho 31 hai ragione quando dici che se ci reprime (anche a livello piacere sessuale) le cose poi possono solo peggiorare... la coppia, l'amore è alimentato anche da quello, insomma dopo che hai scoperto di avere vicino una persona che ti vuole bene, ti apprezza ti stima e ti conforta ci vuole anche del sano soddisfacente ed eccitante sesso, sopratutto alla mia eta'!!!!!!! e comunque sempre.... questo ha allontanato la mia strada da quella del mio fidanzato sotto quell'aspetto e della cosa (nonostante mi consolo con l'altro) ne soffro..... ed ora Dio solo sa' quanto è difficile riprendere tutto... e cercare di raccogliere i cocci ....per cui te non fare lo stesso errore il sesso ed il rapporto intimo è un particolare della relazione che non si può e non si deve sottovalutare!!!! mi sento molto egoista a fare quello che faccio e sicuramente non aiuto la mia storia a riprendere quota, mi avvicino sempre piu' al mondo dei traditori.... brrrrrrrrrr (situazione che ho sempre condannato per'altro) non riesco a far altro che subire gli eventi ed i sotterfugi.... cosa ho in cambio?? passo ore a sentirmi donna apprezzata e desiderata, coccolata e soddisfatta.... posso chiedere tutto ciò che mi piace , è cosi' che deve essere quando c'è amore, si dimostra anche cosi'
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Nicky il 26/09/10 alle 19:25 via WEB
Buonasera a tutti! Io mi ritrovo molto nella situazione descritta nel post... con alcune differenze però. Non sono sposata, non ho figli, non convivo e ho 24 anni (sto insieme al mio ragazzo da 7). I primi anni tra di noi le cose andavano bene, ero innamorata di lui e mi piaceva far l'amore con lui. Ora invece è tutto esattamente l'opposto, non ho più voglia di far l'amore con lui perchè non mi piace più come una volta.. quando succede son sempre assente nel senso che penso ad altro, ho sempre la mente altrove e vorrei soltanto che quel momento finisse al più presto. Ora, piuttosto che farlo con lui, preferirei dormire! Anche se stessimo tutti e due nudi sdraiati sul letto, io non avrei cmq voglia, non mi verrebbe voglia di "saltargli addosso". Ormai non ho più stimoli. Lui potrebbe far di tutto per me, corteggiarmi, farmi sentire amata, riempirmi di regali, di attenzioni.. anche prenotare un viaggio da sogno, ma l'idea di star io e lui da soli non mi entusiasma! Quando mi capita di vedere un bel ragazzo per strada, poi mi metto a fantasticare su di lui e su come potrebbe essere far sesso con lui. Da qualche tempo sogno anche di far sesso ogni volta con un uomo diverso, anche con donne. Secondo voi cosa significa tutto questo? E’ normale che non si abbia più voglia a soli 24 anni??
 
 
stella112
stella112 il 27/09/10 alle 12:29 via WEB
Nicky, personalmente penso che sia giunta l'ora che tu cambi fidanzato, da quello che scrivi non sei più assolutamente innamota di lui, per di più non manifesti semplici sentimenti di affetto nei suoi confronti, forse sarebbe meglio , per te sicuramente, prendere in seria considerazione il fatto che il tuo amore per lui si sia trasformato in qualcosa di molto più blando. Non hai perso la voglia, l'hai repressa.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 27/09/10 alle 16:14 via WEB
Un pensiero x oggi:Se la mia vita é divenuta ingovernabile,come posso riprenderne il controllo?Mi costringe forse qualcuno a fare cose che non voglio,come perdere le staffe,escogitare stratagemmi,fare manovr perché le cose vadano come voglio io?Sono il genere di persona che veramente desidero essere?Lo chiedo a Giulia,Nicky ecc..Uno sforzo sincero per dirigere la mia vita mi aprirá molte porte che il mio DISTORTO modo di pensare teneva chiuse."Se non riesci a diventare quello che vorresti essere,come puoi aspettarti che un'altra persona sia come vuoi tu?"(Thomas A'Kempis)
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Nicky il 27/09/10 alle 19:45 via WEB
Stella, Nando voi avete perfettamente ragione. Solo che non è facile decidere di non vederlo più, dopo tanti anni passati assieme. Anche perchè la maggior parte delle volte usciamo insieme ai suoi amici, quindi rinunciare a lui significa rinunciare anche ai suoi amici e quindi ad uscire. Ecco, questo fatto, più che il ritrovarmi single, mi frena dal lasciarlo.. anche se cmq in questa situazione non sono felice. Non ho più voglia di far sesso con lui perchè non sono più attratta fisicamente.. però gli voglio bene e mi sento legata a lui.
 
     
stella112
stella112 il 28/09/10 alle 10:31 via WEB
Una persona a me molto vicina e che ne ha passate veramente di tutti i colori aveva il tuo stesso problema, IDENTICO, compagnia in comune, sai che ha fatto? Ha semplicemente ampliato i suoi orrizzonti creandosi una nuova cerchia di amici con cui uscire. Ora sta bene ed è serena. se avesse continuato così sarebbe andata a finire al neuro perchè certe costrizioni che ci imponiamo piano piano ci scorticano l'anima e ci ritroviamo come delle larve, senza offesa per le larve (*__*)
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 28/09/10 alle 14:21 via WEB
Nicky,per vivere in serenitá,che é anche salute,bisogna scegliere le cose piú importanti per noi.Cosa é per te piú importante?Per me la salute!Non ha prezzo!Ma se io vivo con ansia,questa ricchezza la perdo.Poi tutto il resto non sono che scuse!Alcune dicono:"non mi divido per i figli"altre"non mi divido per non perdere le amicizie,per non uscire da sola,e tate altre scuse dettate dall'insicurezza e paura.Per cambiare un'abitudine che mi porta a stressare,ci vuole solo volontá.Oggi posso dire con certezza,che é solo un'adagiarci alla consuetudine!Finché non tocco il fondo,per poi, nella mia insanitá procurare qualche stampella di appoggio.Una ferita non curata,porta estreme conseguenze!Allora cerchiamo di farla cicatrizzare in tempo,per non soffrire piú tardi!Possa questo giorno essere di grande riflessione ed aiutarti a dare un colpo netto e decisivo per poter scegliere la persona piú consone ai nostri desideri e viverli con massima serenitá e allegria.Buona giornata a tutti i lettori!!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
spaghetto il 26/09/10 alle 20:37 via WEB
rispondo a nando perche' giustamente ha sollevato un dubbio e un problema pratico e reale, non penso che dare la colpa al partner sia un modo egoistico e codardo di non guardare in faccia la realta', penso per' che ci sono situazioni e realta' di volta in volta diverse, certe volte puo' essere colpa del partner altre puo' essere colpa della vita e di quanto ci limita, semplicemente non apparteniamo a nessuno e l'avere bisogno di continui stimoli ci fa' stare bene, non è colpa di nessuno siamo fatti cosi', il partner ne soffrirebbe ovviamente sapendolo, mentre invece è un periodo solo transitorio che si sta' passando, questo puo' essere valido sia per uomini che per le donne....e sicuramente nei rapporti datati. Bisogna stare bene con se stessi, saper stare da soli per apprezzare la persona che ci sta' vicino....il desiderare sessualmente altri, purtroppo è umano o cmq un retaggio mentale e cioe' un patrimonio genetico e spirituale a cui non ci si puo' sottrarre. Di mio credo che la sincerita' in coppia sia una bella cosa da coltivare e portare avanti, ma sono cosciente che una parte di noi non lo sara' mai, forse proprio perche' in fin dei conti non possiamo essere sinceri neanche con noi stessi..ci sono dei meccanismi mentali cosi' complessi nella mente di un uomo.... Ma qui' si sfocerebbe in un discorso filosofico e totalmente individuale... Per quanto riguarda la ragazza di 24 anni che dice che ormai la sua vita sessuale è praticamente piatta e insapore e incolore, be' ho passato anche io questa situazione, e anche amando molto il mio partner mi sentivo sempre stanca...avevo solo voglia di dormire o che la "pratica" finisse alla svelta, credo che quel periodo lo posso accantonare come un periodo molto critico della mia vita, avevo la tua eta' (ora ne ho 36) stavo male di mio, è semplicemente un richiesta di aiuto del tuo corpo, il tuo io sta' cercando di comunicare con te, forse dovrai passare un po' di tempo a capire cosa desideri, anche nel dolore e nella sofferenza si puo' capire, l'abbandono e la separazione oggi a distanza di sei anni mi sembra che sia stato l'unico modo per vivere meglio la vita. Fondamentalmente, mi va' di dirlo, oggi mi sento molto innamorata....e oggi mi sento fiduciosa che la persona che in questo momento ha deciso di camminare con me, fara' di tutto per trovare una sintonia buona con me, devo solo rilassarmi...e non cercare tutto subito... Lascio ad altri la crescente passione che toglie il respiro...per me ora è tempo d'amore!!!!
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 27/09/10 alle 21:09 via WEB
Spaghetto come dici tu, inutile addentrarsi in un discorso filosofico, però restiamo ai fatti. Qui si parla di portare avanti due storie parallele, una prettamente affettiva, l’altra prettamente sessuale e non di avere pensieri propri che si nascondono al partner, vedere qualcuno per strada che attizza, flirtare con il collega, ma di una vita alternativa..e se sei una brava persona (come mi sembra sia il caso di Giulia) questo stress da doppia vita da qualche parte deve sfociare. E’ tutto finto, vai a lavorare perché devi e fingi che il capo ti sia simpatico, fingi nelle comitive di trovarti bene con tutti, perché ridurre anche la vita di coppia ad una finzione? Ho letto anche gli altri commenti..intanto per Giulia con l’altro non è più una cosa solamente sessuale, probabilmente sta nascendo qualcosa di più che però dove la porterà? Figurati se l’altro, 50enne sposato lascerà mai la moglie per lei..perchè poi è così che va a finire..uno dei due vuole di più e il giochino della clandestinità finisce. A me è capitato di incappare tempo fa in una storia finta..dopo due mesi sembravamo già sposati da 50 anni.. sono arrivato alla fine della storia stremato e sono giunto alla conclusione che o sto con una donna al 100% oppure non ci sto.. Ovviamente questo è solo il mio pensiero..però quante coppie che stanno su con le stampelle vedi in giro! E come si nota! E che tristezza fanno!
 
   
stella112
stella112 il 28/09/10 alle 10:34 via WEB
Concordo con te Andrea.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
spaghetto il 26/09/10 alle 20:39 via WEB
errata corrige, la mia risposta era per Andrea e non per Nando scusate.... Stella, grazie....
 
 
stella112
stella112 il 27/09/10 alle 15:20 via WEB
Grazie a te spaghetto.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
imis75 il 27/09/10 alle 00:45 via WEB
devo dire che questa persona che le ha dato consigli ha capito in pieno le donne! bhè beata chi l'ha trovato sulla propria strada.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
spaghetto il 27/09/10 alle 09:08 via WEB
imis se la persona sono io...be' sono donna :-)se è un altra, chi?
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 27/09/10 alle 15:59 via WEB
Come vorrei possedere una saggezza infinita!Se solo potessi vedere tutto ció che mi aspetta,un percorso chiaro,e sapere come devo impiegare ogni momento della mia vita!!È vero,posso agire solo su quello che ho oggi.Non so cosa mi porterá il domani,perché se lo sapessi,impiegherei tutto il tempo a cercare di sfuggire agli eventi penosi,anziché vivere,e cosí mi perderei un sacco di cose belle.Quando sará il momento,il Sole splenderá,dice una vecchia massima.Se sono disposto sd ascoltare,al momento opportuno riceveró tutte le informazion necessarie."Solo per oggi"so di essere in buone mani.Cercheró di vivere pensando unicamente a oggi,senza cercare di affrontare tutti i miei problemi in una sola volta.
 
     
ipods
ipods il 27/09/10 alle 16:20 via WEB
GRAZIE NANDO!!!!! anche se il tuo nome non mi piace tanto scrivi delle grandi verita'
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 27/09/10 alle 18:59 via WEB
nando é un'abbraviazione di Fernando,secondo nome collocatomi da mio padre!Come ti piacerebbe che mi chiamassi?Per aiutarti,se riesco,posso anche cambiarlo nel blog!Tu sei molto intelligente Giulia,ma non credo sia questo il tuo vero nome,lo sento!Ho capito che stai lavorando in qualche ufficio perché hai dovuto interrompere.Ma quando puoi,scrivi, que sia Stella,come noi altri,raccontandoci le varie peregrinazioni terrene,se sincere,pos= siamo aiutarci a vicenda.Ognuno di noi ha sbagliato e continua a sbagliare,la vita é un apprendistato e nessuno é nato giã saggio!Perció abbi coraggio di prendere e lasciare solo quello che per te ritieni certo.Grande abbraccio
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
gigilebeau il 27/09/10 alle 21:04 via WEB
il buon saggio di mio padre che ha,poveraccio,speso i suoi migliori anni impegnato in 10 anni di guerra dal fronte spagnolo del 1936 a quello francese nel 40 e poi sul fronte russo fino al 46,diceva che l'umano cerca quello che non ha in ricerca continua; ma il cane che insegue + lepri rischia di correre molto ma di non prenderne neanche una.penso a donne mai sazie non di sesso ma di fantastiche farfalle colorate nel cielo della fantasia.
 
     
stella112
stella112 il 28/09/10 alle 10:27 via WEB
Tuo padre è molto saggio e penso che tanti anni di guerra gli abbiano insegnato il vero significato di queste nostre impervie vite.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
namdo il 28/09/10 alle 14:32 via WEB
Un Pensiero per oggi:"Il tuo DOVERE é solo quello di AGIRE e non ti devi preoccupare per i RISULTATI.Quindi,abbandona ogni desiderio e ogni PAURA del risultato,e COMPI il TUO DOVERE."(Bhagavad Gita)
 
     
stella112
stella112 il 29/09/10 alle 22:35 via WEB
Grazie Nando
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
simona il 29/09/10 alle 17:41 via WEB
Ciao Stella e ciao a tutti, è la prima volta che capito in questo blog ed è davvero molto carino, complimenti! Vorrei intervenire perché l'argomento mi tocca direttamente, nel senso che sono una fidanzata che subisce spesso rimproveri (spesso si arriva anche alla lite) per via dell'"assenza di desiderio". E'una cosa davvero umilante, non solo il rimprovero in sé, ma vedere che spesso il mio ragazzo mette il muso per giorni e giorni senza apparente motivo, mentre poi il motivo è quasi sempre lo stesso: non riusciamo (secondo lui per colpa mia) a stare insieme, non si sente desiderato, non riusciamo a trovare il tempo per effusioni. La mia reazione? Inizialmente provavo tanta tenerezza, mi dicevo: "poverino, com'è tenero, ha bisogno di sentirsi coccolato, è insicuro perché mi ama troppo e ha paura di perdermi", e così cercavo di rimediare e creare una situazione carina... ma questa situazione ha iniziato a verificarsi sempre più frequentemente, sempre di più, il suo bisogno si è trasformato in una sorta di "pretesa", fino a farmi sentire in obbligo verso di lui e a farmi stare male. Il risultato è che oggi non vivo bene la sessualità con lui, non è bello subìre giorni di nervosismo, scatti, risposte poco carine, tutto perché, secondo lui, io non faccio abbastanza, io non cerco le occasioni, io preferisco uscire a fare una passeggiata piuttosto che stare a letto. Si sorprende che, dopo tutto questo, io non prenda iniziative! La verità è che se prima le sue lamentele non avevano ragione di esistere, oggi, sinceramente, un motivo per non sentirsi desiderato ce l'ha. Ma mi ha portato lui a questo punto, esasperandomi, mettendomi ansia, mettendomi sempre nella situazione di dover dimostrare, continuamente, amore e passione, per non farlo sentire insicuro. In queste condizioni, francamente, non riesco più a pensare con tranquillità ad un approccio intimo con lui e, se provo a sforzarmi, mi sento ipocrita e mi vengono pure i sensi di colpa, perché in quei momenti non sono sincera. Certo, non dico che il sesso con lui sia un immane sacrificio, ci lega comunque un sentimento forte quindi è normale che, stando insieme, un feeling ci sia ancora, ma sento che anche questo, piano piano, si sta spegnendo, sento l'apprensione quando mi accorgo che sono passati troppi giorni o settimane dall'ultima volta e che, da un momento all'altro, potrebbe cambiare umore, rovinarmi la giornata e rimprovararmi con durezza. C'è da dire che il mio ragazzo non ha un carattere facile, è molto sensibile ma anche molto duro e risoluto nelle sue cose, quando qualcosa non gli sta bene non ha problemi a rispondere con un tono alterato, a non farsi sentire per ore, a dire cose spiacevoli. Poi se ne pente, sa essere anche dolcissimo e comprensivo, condividiamo molte passioni e so che tiene molto a me, come anche io a lui, ma sento che qualcosa si sta rompendo per via dei suoi sbalzi di umore e per queste continue, sgradevoli, pretese nei miei confronti. Non abbiamo 40 anni, ma 25, e mi chiedo se riusciremo ad arrivare a quell'età insieme (mi ha anche detto che ha paura di pensare ad un futuro figlio per timore che io lo potrò trascurare!!), stiamo insieme da 2 anni. Credo che il "filosofo" di cui si parlava inizialmente abbia centrato il problema e la soluzione, è esattamente quel tipo di atteggiamento che vorrei vedere in lui, gliel'ho anche detto apertamente qualche volta, ma pare non abbia inteso...sa che POTREBBE rovinare la nostra storia andando avanti così, quello che non sa è che, purtroppo, in parte per me è già rovinata e temo di non farcela a continuare così... Mi dareste qualche consiglio? Grazie Stella per avermi dato lo spunto con questo tuo post, ti chiedo scusa se ho invaso il tuo blog con i miei problemi ma mi sembravano coerenti con il tema che hai proposto. Ciao a tutti!
 
 
stella112
stella112 il 29/09/10 alle 22:34 via WEB
Grazie Simona per i complimenti e grazie a te per aver condiviso con noi la tua storia. Sono sicura che qualche buon consiglio ti verrà dato. Personalmente se mi trovassi nella tua stessa condizione cercherei di azzerare la relazione e di ricominciare tutto da capo parlando apertamente con il tuo ragazzo di quello che ti opprime proprio come hai fatto qui con noi. Sicuramente così non è giusto andare avanti, anche perchè temo che la situazione sia destinata a peggiorare se non fai qualcosa. Comunque lascio la parola anche agli amici del blog e vediamo che ti consigliano. Dolce notte Simona a te e a tutti coloro che passano nel mio blog ora.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 30/09/10 alle 01:13 via WEB
Ciao Simona,spero che stia dormendo,perché da quello che hai scritto,non é facile dormire!Comunque,se ho bem capito,avete entrambi 25 anni?!Lui é immaturo,infantile e molto geloso.Hai notato se beve?Perché si comporta come un dipendente chimico.La vostra relazione si é giã crinata e difficilmente sanabile,a meno che riesci a fingere;ma vale la pena?E per quando tempo potrai farlo?Come ti ha suggerito Stella,di parlarne con lui che stai raffreddandoti,a volte non puoi prevedere la sua reazione,che,come hai scritto,fa il broncio per stupidate e ci resta per molto tempo.Pensa bene!Due anni di relazionamento sono nulla di fronte ad una vita che di solito persone equilibrate pensano di viverla con la persona amata e rispettata.Scrivi e facci conoscere meglio sia te che il tuo ragazzo.Amati di piú e pensa bene di vivere la tua gioventú in pace,amore ed armonia.Un abbraccio
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
ely il 30/09/10 alle 14:35 via WEB
Simona hai tutta la mia comprensione...ho postato sotto senza prima leggere il tuo commento, senno mi ci sarei accodata, io vivo la tua stessa situazione ed è tremenda. Non so come uscirne, mi faccio 1000 domande mi chiedo se sono io che mi sto disamorando e lui ha ragione o è lui in primis a crearmi questo disagio con le sue insicurezze...è davvero un casino.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
simona il 30/09/10 alle 01:39 via WEB
ciao Stella, ciao Nando e grazie per le vostre risposte. No, non sto dormendo, vado a letto tardi in genere ma stasera in particolare non riesco a prendere sonno (chissà perché...) Provo comunque a mettermi a letto, spero di riposare, domani vi risponderò con calma, ma intanto, visto che vi ho letti, ci tenevo a ringraziarvi subito per la vostra attenzione e sensibilità. A presto!
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 30/09/10 alle 03:35 via WEB
Simona,lo stavo sentendo che non riuscivi a dormie.Io abito in Brasile,pertanto al momento qui ci sono 5 ore meno dell'Italia.Ho fatto meditazione Dinamica e ti ho mandato energia,cosí almeno potrai riposare.Adesso per me sono le 22,30,lí le 3,30 del 1/10.Forza e coraggio,apriti cosí tutti potremo aiutarti,ma non accettere consigli da nessuno,ascolta e dovrai essere tu a decidere,nessuno potrá dirti cosa devi fare!Noi possiamo solo darti suggerimen ti e non consigli.Prendi quelli che vanno bene per te e lascia il resto,Okei?Un sereno giorno per te!!Ciao ed a presto leggerti..
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
ely il 30/09/10 alle 14:31 via WEB
Io sono xfettamente d'accordo con il 'filosofo'. X carità, ci sono donne + 'maschili', il cui desiderio è un istinto animalesco che vince su tutto il resto, ma penso che x la maggior parte delle donne la situazione sia quella da lui descritta. Io parlo in prima persona. E' un periodo che mio marito si lamenta di tutto, non ha voglia di fare niente (quando qualche anno fa era attivo e pieno di iniziative), si pianta sul divano o davanti al pc delle giornate intere, non 'escogita' + tutte quelle cose che un tempo mi facevano impazzire ( passeggiate al chiaro di luna, cenette, piccoli doni, ma anche solo poesie e parole dolci...), e si arrabbia pure se le cose le faccio da sola ( visto che lui nn ne ha voglia cosa dovrei fare, murarmi in casa??) e a me sembra di avere uno zombie x casa. E se permettete Tutankamon non è una grande icona sessuale. E in +, si lamenta e pianta i musi xkè non gliela do quanto vorrebbe lui ( tutti i giorni in pratica). Ovviamente anche sono sempre + arrabbiata ed è un cane che si morde la coda, nn si riesce + neanche a parlare!! lui nega di essere cambiato, dice di essere solo un pò 'stanco', che sono io che ho delle 'pretese' che prima non avevo (!!!) e che lui è cambiato xkè sono IO che nn ho + voglia di fare sesso con lui (E NON IL CONTRARIO NOOOO!!) . Non so. vorrei fargli leggere il post del'filosofo', secondo me ha centrato in pieno il problema...col passare degli anni la donna va stimolata, fatta sentire speciale, altrimenti appasisce, come un fiore senz acqua..e questa non è vita è solo lasciar passare i giorni. E' veramente una tristezza. Premetto io ho 30 anni... mi sento un pò giovane x la sepoltura. Prima di mettervi sulla difensiva e dare tutte le colpe a noi, UOMINI, fermatevi un attimo e pensate a come state trattanto le vs donne e se obbiettivamente sono le vs principesse..o le vostre collaboratrici domestiche. Forse capirete qualcosa di + del loro comportamento.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
ely il 30/09/10 alle 14:42 via WEB
..ps...non volevo generalizzare..sono stata un pò dura xkè sono molto arrabbiata e questo post mi ha dato la possibilità di sfogarmi, forse in omdo un pò + forte di come ha fatto Simona ma il senso voleva essere lo stesso...e grazie a te Stella x aver avuto l'idea di questo argomento, che come vedo sta caro a molti. Baci
 
 
stella112
stella112 il 30/09/10 alle 15:01 via WEB
Grazie a te Ely e a tutti voi che state collaborando per far si che questo post possa essere d'aiuto a molte persone, anche quelle che non lasciano traccia del loro passaggio. Grazie di cuore a tutti. Per quanto riguarda il tuo commento Ely, direi che... si, sei decisamente giovane per arrenderti :-)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
simona il 30/09/10 alle 15:07 via WEB
grazie Nando, sei davvero molo gentile! Sono d'accordo con te, i consigli degli altri vanno ascoltati, possono essere utili, ma non bisogna seguirli a meno che non coincidano con quello che suggerisce il proprio cuore e la propria ragione. Ieri mi hai chiesto se beve, e la risposta è assolutamente NO. È un ragazzo pulito, tranquillo (fin troppo), una persona responsabile, brillante negli studi e in tutto quello che si mette in testa di fare. Ha avuto una brutta situazione in famiglia e ne subisce ancora gli strascichi, questo spesso lo rende insicuro e vulnerabile, e il suo modo per attirare l'attenzione è attaccare, provocare, esaperare. Vuole sempre mettere alla prova i miei sentimenti, anche scherzando attraverso piccole battutine/frecciatine nelle quali dice la verità (la sua, perlomeno, quella che percepisce lui, spesso sbagliando). E io? Io non ho diritto a pretendere delle attenzioni in più, una maggiore sensibilità ai miei bisogni? E non chiedo la luna, giuro, non mi lamento quando mi trascura, non mi cerca, non mi mette al primo posto (anche se io con lui lo faccio), mi tengo tutto dentro per non litigare, per non farlo arrabbiare, perché non sopporto vederlo alterato. Ho sbagliato, me ne rendo conto, avrei dovuto attaccarlo anche io di volta in volta e sfogarmi. Non l'ho fatto, così ho accumulato insofferenze che ora mi pesano e non tollero più. Quello che succede sul piano "intimo" ve l'ho già raccontato, forse ora che vi ho spiegato un po' di più i suoi comportamenti magari potrete capire meglio le mie reazioni. Io cerco sempre di conciliare, di venirgli incontro, di non fargli pesare le cose, né quelle che io faccio per lui (odio rinfacciare) né quelle che "subisco" da lui (si avvia un processo di rimozione automatico perché non sono rancorosa). Risultato? Frasi come "tu non fai niente per me" e "quando mai ti ho fatto niente di male io?", di fronte alle quali resto spesso muta, proprio perché tendo a dimenticare e non so rispondere prontamente con esempi che smentiscano le sue parole. Le liti ci sono, questo sì, ma sul momento prevale più la voglia di fare pace e vedergli sparire quel muso lungo piuttosto che quella di rasserenarmi io, l'importante è che sia sereno lui e che non mi tratti più male... così, molte cose restano irrisolte. E nonostante ciò, sempre, sono io quella rimproverata, sono io quella che non fa mai niente per lui, sono io quella che deve chiedere scusa. Queesta, in pillole, la mia situazione. Spero di non avervi annoiato troppo :-)
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
ely il 30/09/10 alle 15:44 via WEB
forse è proprio in nome del 'non litigio' che si arriva a tanto.. Se qualche tempo fa avessimo avuto + voglia di chiarire questo problema perchè no anche litigando forse ora avremmo una relazione migliore e + matura. O nel caso contrario, avremmo già trovato la pace in altri lidi..non trovo giusto accontentarsi di una relazione così grigia alla nostra età quando un amore dovrebbe dare solo gioia e conforto. Io cerco di capirlo, sono mesi ormai che cerco di trascinarlo in qualsiasi iniziativa per riallacciare una sorta di intesa, ma senza risultati. A meno che l'iniziativa non sia sotto le lenzuola :( forse ha ragione chi mi sta + vicino nel dirmi di fuggire a gambe levate da chi sembra morto dentro e vuole trascinarmi con lui...
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 01/10/10 alle 22:00 via WEB
Ely,ma perché dici:"Se qualche tempo fa avessimo avuto....?Ma non hai mai sentito dire che la vita inizia a 40 anni?Passo a rileggere sempre e mi vengono suggerite delle domande:Quanti anni ha tuo marito?Chi é la persona che ti sta + vicino da suggerirti di fuggire a gambe levate?Parenti o persona molto interessata a te?Non avete figli?Ti ringrazio se vuoi rispondere!Ciao
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 30/09/10 alle 20:23 via WEB
Capisco bene come é problematico prendere delle decisioni per poter raggiungere degli obiettivi progettati inizialmente!Ma, come in questo caso, non si ha la forza di prendere decisioni che consentissero di avere esattamente quello che si voleva,oppure si preferisce non decidere affatto.In questi anni di filosofia di vita,ho imparato che nessuno puó conoscere in anticipo tute le CONSEGUENZE di una decisione,quale che essa sia.Possiamo solo prendere tutte le informazioni disponibili e fare del nostro meglio per decidere dopo averci pensato BENE. Non devo decidere da solo!Posso chiedere aiuto rivolgendomi al mio Dio.Quello che non riesco a farlo da solo,Lui con certezza mi dará istruzioni certe!Sempre che io chieda ed abbi fede!E a volte Dio, parla attraverso delle persone.Quando alcuni condividono la loro esperienza,attraverso questo splendido Blog reso disponibile e moderato dalla nobile Stella,e ascolto attentamente le loro esperienze,posso prendere tutto ció che ritengo interessante per me e metterlo in opera nel mio caso;molte situazioni assomigliano,come diceva la Ely riferendosi alla Simona.Che pena neh..soffrire a questa etá meravigliosa,quando si potrebbe vivere nella gioia piú completa,invece di ammalarsi di stress e depressione per poca cosa,facilmente risolvibile!! Con l'aiuto di un Potere piú forte di me,prendere delle decisioni puó essere una delle piú grandi avventure della vita.Ma ogni crocevia é una nuova sfida,ed io sono in grado di affrontare qualsiasi cosa mi possa capitare."Quando faccio delle richieste specifiche (a Dio)sono talmente preso dall'attesa della loro realizzazione da non rendermi conto che le risposte sono proprio davanti ai miei occhi."
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 30/09/10 alle 17:45 via WEB
Ho appreso un motto che dice:"Come parlo e che cosa parlo".Ci sono modi e modi per dialogare e non litigare.Alla fine,chi si offende é perché ha necessitá di apparire cosí agli occhi della persona disposta a scusarlo,perdonarlo e perché no?"Viziarlo"!Ora io dico, che non bisogna essere orgogliosi ma decisi,sí,eccome!Perché se nella vita manchiamo di:Responsabilitá-Delegar e Decisione,resteremo impantanati sempre nello stesso posto.Pertanto,smettete di piangervi addosso,procurate un aiuto per poter decidere senza indecisioni quello che é meglio per voi,(Simona e Ely o altre/i)di tutti coloro che si trovano in questa situazione di INDECISIONE e mancanza di CORAGGIO.Forza, gentile amiche,decidete dopo aver pensato bene,cosa volete per voi dalla vita,ripeto,"dopo aver pensato bene",perché é inutile minacciare di lasciare il partner con il solito"se non cambi,io vado via",eppoi rimanere lí a piangersi addosso e lasciare tutto inalterato,o peggio di prima!Prima di parlare,bisogna essere decisi per poi AGIRE.Avete capito?Spero di essermi spiegato bene!Un abbraccio sincero a tutti.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 30/09/10 alle 18:04 via WEB
In questi anni ho appreso bene di vivere "Un giorno alla volta"entrato a far parte di un Gruppo di Filosofia di Vita.Ed oggi dico:Solo per oggi posso cercare di comportarmi diversamente.Posso guardare le cose da questo punto di vista:Forse la vita é una serie di esperimenti,alcuni dei quali RIESCONO e ALTRI NO,ed in cui sia i Fallimenti che i Successi indicano la strada per esperimenti ULTERIORI. Solo x oggi,tanto per vedere che cosa succede,potrei AZZARDARE qualche piccolo CAMBIAMENTO nel mi dodo di comportarmi che mi ha sempre CAUSATO PROBLEMI.Se,per esempio,di solito reagisco con un atteggiamento negativo a una particolare persona o situazione (alzarmi dal letto,lavorare,chiedere aiuto,figure AUTORITARIE),posso considerarlo un sistema per trarre inse gnamento dagli eventi."Solo x oggi cercheró modi igliori x godermi la vita:Posso cercare di ridere,assaporare l'amore,esplorare qualcosa di nuovo,ammirare un giardino etc..Solo per oggi,cercheró di capovolgere il mio punto di vista x accertarmi se quel che vedo,mi piace." "Solo x oggi troveró un pó di tempo per rilassarmi e rendermi conto di che cosa é e che cosa puó essere la vita;un pó di tempo x pensare a Dio e avere una visione migliore di ME STESSO."A proposito:come vi sentite spiritualmente?Ceto,carenti!!Abbraccio
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 30/09/10 alle 21:46 via WEB
Ciao Ely e Simona..sono l’Andrea che aveva criticato le parole del filosofo, per cui diciamo che non sono d’accordo con lui o meglio, ne condivido solo una parte del pensiero. Prima di buttarla sul voi uomini cercate di capire, voi donne cercate di fare ecc. fermatevi un attimo. Vi assicuro che leggendo le vostre testimonianze verrebbe da dare ragione a voi, ma se ipoteticamente leggessi quelle dei vostri compagni probabilmente darei ragione a loro. Perché? Perché sono convinto che in questo genere di cose abbiano tutti ragione e tutti torto. Si innescano semplicemente spirali in cui causa/effetto nella coppia si vanno a perdere ed è impossibile risalire all’origine del problema, ammesso che sia ben definita. E’ fondamentalmente per questo che non sono in linea con il pensiero del filosofo, non può l’uomo partire dal presupposto di avere colpa e che debba cercare di rimediare cercando di compiacere la propria donna, semmai deve essere una cosa il più possibile reciproca in cui nessuno ha colpa a priori. Ed è fondamentalmente per questo che invece voi siete d’accordo con il filosofo. Tu Ely lamenti il fatto che tuo marito si sia spento(non fa più regalini,cene romantiche ecc) ma vorrebbe unicamente che tu prendessi l’iniziativa sotto le lenzuola. Bene, ti assicuro che lui pensa: “ma possibile che mia moglie sia così iperattiva da voler far tutto e non lo sia sotto le lenzuola? Chi ha più voglia di organizzare cene romantiche quando lei non mi desidera nemmeno?” Chi ha ragione tra i due? A mio avviso entrambi e nessuno. E non pensare che solo la donna vada stimolata, fatta sentire speciale, anche l’uomo! Non fare questo errore. Magari il tuo uomo non ha bisogno delle stimolazioni di cui tu pensi abbia bisogno. Te lo sei chiesto? Pensi di sapere davvero di cosa abbia bisogno? Magari lui ti vorrebbe semplicemente più focosa, aggressiva, disinibita, fantasiosa e non passiva e smorta sotto le lenzuola come sono sicuro gli apparirai. E magari poi ritroverebbe anche la voglia di farti sorprese e stupirti. Capisci? A sua volta lui dovrebbe sforzarsi di fare lo stesso. Nessuno funziona a comando, non le donne ma nemmeno gli uomini. A te Simo dico che sicuramente il tuo ragazzo essendo già insicuro di suo, con il tuo comportamento lo mandi in paranoia: gli verranno mille dubbi, tra cui sicuramente quello di non piacerti più come prima o che tu abbia un altro, allora reagisce male causando però a sua volta la tua insoddisfazione. Posso consigliarvi questo: concentratevi unicamente sulle vostre sensazioni più profonde e chiedetevi a prescindere dal partner se qualcosa è cambiata in voi e cosa, se non avete più voglia in generale o solo verso il vostro lui. Immaginate che il vostro compagno non abbia fatto assolutamente nulla di negativo, avreste voglia di lui? Avreste voglia di lui come all’inizio? C’è qualcuno che conoscete su cui vi capita di fare un pensierino? Con un altro avreste voglia? Cercate di scavare intimamente, mettendovi al centro dei vostri pensieri. Dando torti e ragioni a voi stesse. Dopo di che riesaminate di nuovo il tutto e cercate di capire se è cambiato qualcosa nella vostra analisi. Sicuramente i vostri compagni stanno sbagliando atteggiamento, ma come voi siete arrabbiate con loro, loro lo sono con voi e ognuno manifesta la propria insoddisfazione nel modo che più gli viene naturale. Parlate dei vostri bisogni con i vostri compagni, fatevi dire i loro e rimettevi tutti in discussione. Credo sia l’unico modo per uscirne.
 
 
stella112
stella112 il 30/09/10 alle 22:17 via WEB
Andrea, il consiglio che hai dato alle nostre nuove amiche mi sembra molto valido e penso che valga la pena rifletterci un po' e vedere cosa ne esce.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
simona il 30/09/10 alle 22:25 via WEB
Ciao Andrea, io le mie colpe le ammetto, ammetto che ultimamente il mio desiderio è calato nei sui confronti, ma preciso che le prime volte che lui mi accusava di non desiderarlo a me si gonfiava il cuore di rabbia sentendomi accusata ingiustamente, perché non era vero, assolutamente, se non capitava era per una serie di circostanze che si verificavano per colpa di ENTRAMBI, solo che lui le sue mancanze non le notava, notava solo le mie. Ora le cose sono cambiate, e sono cambiate ogni giorno di più, a mano a mano che le sue accuse si sono accumulate. Il pensierino su qualcun altro? Ci può stare, come ci può stare che il mio ragazzo fantastichi su un'altra. Ma mentre lui, nella sua fantasia, probabilmente immaginerà la donna focosa che gli salta addosso continuamente, io immaginerò il ragazzo comprensivo, capace di capire i miei bisogni, che non mi chieda un rapporto sessuale ma che sia in grado di portarmi a desiderarlo con tutta me stessa stuzzicandomi con le parole giuste, uno sguardo ammirato, un slancio passionale inaspettato che sia più eloquente di ogni discorso.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
simona il 30/09/10 alle 22:02 via WEB
Cara Ely, è incredibile come certe vite si assomiglino! Leggo che tu sei sposata, quindi la tua situazione è ancora più difficile della mia: il fidanzamento è il momento ideale in cui conoscersi ed uno dei motivi per cui questi dubbi mi opprimono ogni giorno di più è che, più tempo passa, più il legame si cementa, più cresce il terrore per un eventuale distacco, che sarebbe doloroso e insopportabile. Molta gente lo fa, si sposa perché dopo tanti anni di fidanzamento è giusto, normale e coerente con la società che ci circonda. Il nostro caso è un po' diverso: lui, prima di me, era contro il matrimonio, i figli, il "per tutta la vita"... con me, dice, sono nati in lui questi sentimenti e desideri... sono parole importanti, so che sono sincere, anche se ci sono gli effettivi problemi e ostacoli prima di arrivarci (finire gli studi, trovare un lavoro, guadagnare, etc.) so che nei suoi piani queste cose ci sono. Eppure, a volte, fa certi discorsi amari e infiniti sulle responsabilità di chi mette al mondo figli, sugli anni che dovranno passare prima di poterlo fare, sulla qualità del rapporto con il partner dopo i figli, sulla sua paura che tutto cambierà, che nessuna coppia sopravvive alla routine del matrimonio, e simili...Io avrei voluto vedere più entusiasmo, avrei voluto sentirgli dire "amore mio, i tempi sono difficili, ma noi ce la faremo, non vedo l'ora, fosse per me ti sposerei domani". Anche su questo piano, ovviamente, ho messo il mio muro: se prima pensavo, almeno io, con entusiasmo al pensiero di tutta la vita insieme, ora vado cauta e ho paura, tanta paura... e non per il lavoro, per la paura della routine, ma perché temo che non reggerei, così, per tutta la vita. Ma come dirgli una cosa del genere? Lo ucciderei, forse nemmeno lo merita, per quanto torto possa avere e per quanto sia responsabile di tutto questo. Hai ragione, caro Nando: a quest'età bisognerebbe essere felici, gli occhi dovrebbero brillare al pensiero del proprio amore... ma se i miei ochi brillano, ultimamente, è solo per le lacrime che verso, spesso senza che lui lo sappia. Manca il coraggio, è vero, ma credo sia vera anche un'altra cosa che dici, Nando: prima di parlare, bisogna capire cosa dire e come dirlo. Se gli vomitassi addosso tutto in tono arrabbiato o dandogli tutte le colpe, cosa otterrei? Non certo una sua "redenzione", non certo un'ammissione di colpe, finiremmo per lasciarci, e male. È quello che voglio? Potrebbe finire, ne sono consapevole... ma COSÌ? Sarebbe veramente una fine orribile! Quello che vorrei è parlare, sicuramente, ma con calma e tranquillità, per provare a salvare quello che c'è da salvare (se c'è), altrimenti... meglio finirla. Oddio, non ci posso pensare! Dopo tanto tempo passato insieme, tante cose condivise, tanto amore speso... io non so se ce la faccio a staccarmi da lui, è una presenza troppo importante nella mia vita, anche se non mi fa stare sempre bene... soffro, ma non posso farne a meno. "Rimanere amici"? Non lo credo possibile, conoscendolo. E poi a questa storia degli ex amici non ci ho mai creduto. Un disastro emotivo che metterebbe in crisi anche Freud, eh???
 
 
stella112
stella112 il 30/09/10 alle 22:28 via WEB
Si Simona, nemmeno io credo nell'amicizia dopo un rapporto finito. Lo so che con certe persone non si riesce proprio a mettersi tranquilli e parlare come hai fatto stasera qui con noi, ma un modo per coinvolgerlo ci deve pur essere. Per risolvere queste situazioni ci deve essere dialogo all'interno della coppia, un dialogo aperto e senza patemi d'animo. Metti sul piatto anche il suo sentire e chiedi, proponi soluzioni o quesiti, qualcosa ne deve pur uscire altrimenti che senso ha continuare in un gioco che è destinato a farso sempre più duro?
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 01/10/10 alle 00:29 via WEB
Ciao Simona!!Quante belle parole scrit te ma che non sortiranno alcun effetto costruttivo!Si,te lo dico col cuore,potrei essere tuo padre,per l'etá ma con moltissima sperienza,lasciamelo dire!Vuoi realmente superare questa tua enorme confusione ed avere il coraggio di fare una scelta saggia e certa,per il tuo bene?È inutile fare la cronostoria di quello che fa o non fa il tuo ragazzo,devi renderti conto che entrambi state molto confusi e cosí non facendo nulla per trovare una soluzione a questo vostro malessere,perché state male entrambi.È vero?Potete andare avanti cosí?Assolutamente ,no!E allora?Proprio oggi mi sono recato a fare una divulgazione a familiari di dolenti internati in un ospedale psichiatrico di Curitiba,capitale del Paraná(Brasile).Vorrei poterti aiutare,ma se avrai la volontá e la pazienza di agire con una mente serena,che al momento non hai.Posso aiutarti a fare quello che noi chiamiamo il Quarto Passo;ed esattamente un Piano per Progradire,unInventario minuzioso e coraggioso di te stessa.Tu puoi cambiare,ma levati dalla mente di poter cambiare un'altra persona,la quale,potrá anch'essa mudare,assistendo al tuo cambiamento di attitudini.Okei?Sei ancora sveglia?Procura relassarti collocando una buona musica,ti aiuterá abbastanza!Buona notte!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
NEDDA il 01/10/10 alle 00:06 via WEB
BRAVISSIMO, QUESTO SIGNIFICA PARLAR CHIARO!!!! Bisognerebbe spedirlo o metterlo nella "busta paga" del 90/100 di tutti gli uomini.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
ely il 01/10/10 alle 14:33 via WEB
grazie a tutti voi, nando, andrea, eccc che avete dato una vs opinione sulla questione, e Simona che si sta purtoppo ritrovando nelle mie parole. Anche io penso che la ragione sia sempre a 1/2 strada. Ma vi assicuro che 1000 volte io ho fatto 1 passo vs di lui e mai dico mai lui uno vs di me. Da quando c siamo sposati si è come 'adagiato', come se ormai avesse catturato la preda e, una volta imprigionata, non avesse + bisogno di affannarsi x cercarla, puntarla, sognarla..solo pretese come fossi una mamma (del tipo lava stira stendi lavora ecc) e sìì anche felicissima la sera di aprirmi le gambe anche se 6 stanchissima e anche se la prospettiva del week enk è il divano e l'aspirapolvere. E ci tengo a sottolineare che non ho e non voglio una collaboratrice domestica, lavoro 8 h al gg, NON GLI CHIEDO UNA LIRA ( ho sempre provveduto a me stessa e sempre lo farò) e come moglie - come 'fastidi' classici della consorte un pò pedante - dò problemi tanto quanto ne potrebbe dare un criceto. Qualche tempo fa gli ho chiesto (!) un figlio credendo di dargli un ulteriore prova d amore ma lui nn ne vuole sapere xkè ha paura di perdere il primo posto nella mia scala di importanza (come Simona!) GRANDE MATURITA' veramente... Non sono perfetta, nessuno lo è , ma faccio del mio meglio x far stare bene tutti ( a livello domestico ed economico), lui questo non lo vede, non vede tutti i miei sforzi, non vede niente tranne che gliela dò troppo poco e questo siginfica simultaneamente che non lo amo. Punto. Io non posso fare una maratona di sesso per dare delle sicurezze a lui. Io mi faccio un mazzo così dietro alla mia vita, decisa, forte come sempre sono stata, e mi pare un incubo dover sopperire alle insicurezze di chi è insicuro DENTRO e x questo vivrà sempre in bilico alla ricerca di certezze da parte di chi gli sta vicino, piangendo come un bimbo se non ottiene le cose e se tutte le attenzioni non sono su di lui. Io vorrei poterlo stimare, vedere che prende in mano la sua vita e le sue decisioni ( anche sposarci se nn ero io k prenotavo il giorno su 2 piedi eravamo ancora a fare i fidanzatini..) , vedere in lui quella forza che ogni uomo è giusto dimostri alla propria donna x farla sentire al sicuro, così sì che mi tornerebbe la voglia di lui. Dalla stima. Dal senso di protezione. Dal cervello. Siamo tanto strane...?
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Andrea il 01/10/10 alle 15:54 via WEB
No..per niente..da quello che dici mi pare un uomo fortunato..spero per lui che non se ne accorga troppo tardi.
 
   
stella112
stella112 il 01/10/10 alle 17:44 via WEB
Temo che sia già troppo tardi per lui, quando si perde la stima per una persona non è facile tornare indietro.
 
 
stella112
stella112 il 01/10/10 alle 17:43 via WEB
Ely, nando ha scritto una verità importante, tu non puoi cambiare gli altri ma puoi cambiare te stessa e i tuoi atteggiamenti verso chichessia (si scrive così :-) ), quindi... non aver paura dei cambiamenti e comincia a pensare anche al tuo di bene non solo a quello degli altri.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 02/10/10 alle 19:06 via WEB
Ciao Stella e scusa per l'errore in chicchessia,infatti é mancata una "c". Qualche errore é inevitabile!!Scrivendo velocemente,ma importante é farsi capire!!Ciao e complimenti ...
 
     
stella112
stella112 il 03/10/10 alle 10:06 via WEB
Infatti nando, non avevo il tempo e la voglia di controllare :-), grazie per la dritta :-)
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 01/10/10 alle 19:17 via WEB
Ciao Ely,non ti sembra,da quando hai scritto di aver preso solo tu la decisione di sposarti?Lo hai deciso in soli due giorni!!erte decisioni cosí importanti,bisogna prenderle in due,e non uno solo!Questo giá ti dimostra che x lui stava bene com'era prima,sí da perenne fidanzatini!Ed é propria questa insicurezza che produce paura e dipendenti in assoluto di un'altra persona,"liberandosi"e non sempre dalla mamma per poi sostituirla con la moglie.Fai come giá ho scritto precedentemente un inventario profondo e coraggioso di te stessa.Riflessione personale,Attitudini,Responsabilitá,Autostima,Valori,Maturitá,Tracci del tuo carattere.Scrivi e vedrai che sará um modo interessante x uscire fuori da quanto ti sta opprimento e stressando.Questo invito,vale anche x te Simona,Anna,Giulia e Spaghetto 70.Un grande abbraccio a tutti.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 01/10/10 alle 18:59 via WEB
Cari amici,c'é una cosa che in fin dei conti dobbiamo ammettere;raramente sappiamo che cosa veramente vogliamo,e non sappiamo mai che cosa sia MEGLIO x NOI.Anche se non ci piace ammetterlo,questa conoscenza é nelle mani di qualcuno + grande di noi(Dio). È x questo motivo che quando preghiamo che,se preghiamo..,dobbiamo limitarci a chiedere la Sua guida,una MENTE APERTA x accettarla e la forza di ADEGUARCI ad essa.Rimanderó a + tardi,con calma,ogni decisione finché il mio contatto cosciente con Dio non mi avrá dato la certezza di aver preso la decisione giusta x ME.Coraggio Ely,Simona e...
 
stella112
stella112 il 02/10/10 alle 10:31 via WEB
MOLTO SPESSO basta fermarsi e mettersi in ascolto delle sensazioni che ci vengono da dentro per sapere esattamente qual'è la cosa giusta da fare. L'ho ribadito più volte in questo blog parlando anche di argomenti diversi ma che convergono sempre verso noi stessi e la nostra capacità interiore di capire quello che è giusto e quello che è sbagliato. Avete presente quella stranissima sensazione di disagio che prende lo stomaco, il cuore e l'anima quando stiamo facendo qualcosa che va contro noi stessi o i nostri simili? ECCO, quello è la nostra guida, quella che non sbaglia mai perchè sa molte più cose di quelle che noi possiamo immaginare. Spero di essere stata chiara (*__*). Dimenticavo, assieme ci sta anche quella vocina dentro che spesso ci martella e noi ignoriamo.
 
margherita.pelonara
margherita.pelonara il 02/10/10 alle 16:29 via WEB
E' proprio così...lo confermo.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
ely il 03/10/10 alle 13:01 via WEB
avete ragione. forse la colpa è mia, avrei già dovuto capirlo dalla lentezza di tutte le sue decisioni ( in primis il matrimonio) che era una persona insicura e cn poca iniziativa. Solo che col tempo la cosa si è accentuata e io ho xso la stima x lui e con essa la voglia di ' coccole' e di abbandono. Come si fa ad abbandonarsi in un luogo non sicuro? è impossibile x l animo umano. Come dormire all'aperto al confine con l'Iraq. E questo credo sia un motivo molto diffuso x cui molte donne non abbiano+trasporto vs il proprio uomo. Stella hai ragione, xsa la stima è molto difficile andare avanti, e infatti sto cominciando a pensare di tirarmi su le maniche..e anzichè passare i giorni alla ricerca della stima x lui..pensare a ricostruirmi la mia felicità..anche senza di lui. Grazie a tutti voi che mi avete aiutato a riflettere.
 
 
stella112
stella112 il 03/10/10 alle 16:28 via WEB
Grazie a re ely. La riflessione è uno dei motivi per cui esiste questo blog. :-)
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 03/10/10 alle 18:27 via WEB
Riportare alla speranza chi é ormai giunto alla disperazione,é una esperienza spirituale.Esistono sempre persone che vogliono aiutare con le loro esperienze,ma ricordiamoci sempre di prendere con "le pinze"solo quelle esperienze buone per noi,le altre lasciamole pure!Vale la pena mantenere i contatti cercando di suggerire con garbo ai nuovi amici che arrivano,facendo anche notare che,dopo ogni tarmonto,risorge sempre il sole,e infonde coraggio a chi é ferito e stanco.Io spero e prego per avere l'opportunitá di aiutare chi é disperato;impareró cosí a condividere con chi ne ha grande bisogno,i doni che ho ricevuto.(segue)
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 03/10/10 alle 18:43 via WEB
Mi é ancora difficile definire la "compassione"penso che essa inizi conil riconoscere che ho a che fare con una persona ammalata e che talvolta mostra proprio i sintomi della sua malattia.Ma quante malattie emozionali non vengono riconosciute?Non dovrei prendermela come un attacco "personale"quando questi sintomi,come l'aggressione verbale,tenere il muso,insultare e lan ciare oggetti in preda ad eccessi di rabbia,si manifestano,e neanche il diritto di PUNIRE una persona che sicuramente é MALATA.Certo che,come essere umano,merito RISPETTO e non sono tenuto a subire violenza,ma neppure il diritto di infliggerla. Ripeto che é importantissimo riflettere e fare un coraggioso e minuzioso inventario personale,e con onestá prendere ferree decisioni.Ciao e buona domenica a tutti...
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 03/10/10 alle 23:46 via WEB
Il noto chirurgo Christian Barnard scrisse a riguardo delle malattie:"Mon si ha nobiltá nel soffrimento,ma si ha nella cura.Lo scrittore Albert Camus: "Nel freddo dell'inverno,finalmente ho appreso che dentro di me esiste una insuperabile estate".Ed il premio Nobel della Pace nel 1986 Elie Wiesel:"Nessuno é capace di essere tanto grato quanto colui che toccó il fondo del pozzo e riuscí a riemergere". Ho voluto citare questi personaggi per far comprendere che in parecchi CASI che leggiamo degli amici del blog,mol ti io li ritengo soggetti depressi.La Organizzazione Mondiale della Sanitá (OMS)stima che tra il 15 e 20% della popolazione mondiale cade, in alcuni momenti della vita, in depressione.E leggendo,ho potuto qualificare diversi sintomi che si riscontrano in persone depresse.Questa é una malattia come la pressione alta o il diabete,ed é piú comune nelle persone con etá entro i 24 e 44 anni e puó essere ereditaria.Ossia, nessuno ha colpa per essere depresso né motivo per vergognarsene.(segue)
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 04/10/10 alle 00:37 via WEB
La depressione non é che una "Tristezza "temporanea o una fase di sofferenza di solito dopo alcune grosse perdite ed é una malattia che, nelle donne, é il doppio degli uomini.Se non viene curata puó durare mesi,anni o la vita intera. Una buona notizia é,che l'80% dei casi, puó essere curata con medicine e psicoterapia di breve durata.Ricerche mostrano che gli squilibri biochimici nel cervello danno origini alla depressione.L'opposto della depr.é la Espressione,la capacitá di EMOZIONARSI e di avere una VISIONE POSIT.della vita.Con l'aiuto della scienza e della sensibilitá,l'amore si consegue tutto. Harold H.Bloomfield autore de"Come sopravvivere alla perdita di un amore".
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
maria il 04/10/10 alle 08:59 via WEB
non lo so quanto tempo ci si mette a superare ferite di questo genere ma io ho fatto tutto il possibile.vorrei solo capire come mai per un uomo la sessualita e cosi importante che e disposto a buttar via una vita intera pur di non sentirsi un perdente a letto.io sarei rimasta con lui anche senza sesso e adesso mi tocchera di andarmene perche mi sta trasformando la vita in un incubo.mi piacerebbe aprire un blog su questo argomento.baci ciao
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
maria il 04/10/10 alle 09:15 via WEB
scusate vedo adesso che non mi ha pubblicato il testo di prima per cui devo raccontare di nuovo la storia.vivo in germania da 5 anni con un compagno tedesco.gia dai primi rapporti sessuali mi sono accorta che aveva problemi di erezione. all inizio ho fatto finta di niente ero innamoratissima,ho detto poi passa.poi ho cominciato cautamente a dire che forse dobbiamo andare da un dottore-terapeuta. apriti cielo e terra, me ne ha dette di tutti i colori che lui ha sempre funzionato benissimo che sono io che lo blocco e bo cos altro. sono passati anni in questa situazione per il resto siamo sempre andati d accordo, alla fine non abbiamo piu fatto sesso per evitare discussione. ad aprile siamo andati in thailandia ci andiamo ogni anno solo che stavolta sono dovuta rientrare prima perche dovevo lavorare.cosi ha conosciuto una donna thai che gli ha risvegliato il pisello morto e fatto partire completamente il cervello. adesso la sessualita funziona benissimo, su questo ha ragione lui, ma come la mettiamo con questa thailandese che non molla l osso?ha incassato un casino di soldi, le ha promesso sostegno economico per tutta la vita, telefona alle tre di notte che tanto in thailandia e giorno, non posso piu dormire un incubo. gli ho detto che deve prendere una decisione, se vuole stare con lei io me ne vado ma non ne vuole sapere. onestamente non lo so cosa fare, mia figlia mi dice di andarmene e lasciarlo al suo destino,ma io lo amo disperatamente,mi sono inserita nel contesto,ho imparato la lingua per lui e poi adesso che sto bene sessualmente dopo due anni di castita forzata, proprio adesso me ne devo andare?vi prego datemi un consiglio, ho visto che siete tutti molto preparati,lo so e una situazione assurda aiuto
 
   
stella112
stella112 il 04/10/10 alle 11:54 via WEB
La tua Maria è una situazione complicata e disorientante, soprattutto per te, ci penso un attimo.
 
     
stella112
stella112 il 04/10/10 alle 12:49 via WEB
A volte gli uomini ci mettono su un piedistallo e questo impedisce loro di sfogare la loro sessualità perchè ti vedono come una mamma dei loro figli e non come la loro donna, questo potrebbe spiegare il suo problema. Tu mi dirai che voi non avete figli, ma questo non toglie che tu ai suoi occhi possa essere una moglie e non un'tamante. Certo, non hai specificato i tuoi comportamenti in ambito sessuale con lui, ma ciò non toglie che il problema possa dipendere da lui e non da te. E' inumano caricarsi sulle spalle un peso del genere, parlo di te e per te. Se lo ami tanto quanto dici non penso che la signora in questione ti ispiri serenità per cui, anche in questo ti stai mortificando. Tu lo ami, ma dovresti accertarti che il sentimento sia reciproco.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
maria il 04/10/10 alle 13:53 via WEB
grazie stefi per il tuo aiuto
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
jonny il 04/10/10 alle 10:15 via WEB
Mai pensato che forse a sua moglie sia successo qualcosa per cui non riesce più a lasciarsi andare? Conosco una donna di circa 40 anni che sino a un paio d'anni fa si trovava nella medesima situazione della signora descritta. Beh, quella donna che conosco, si è poi scoperto che avesse subito un tentativo di violenza. Non è che la moglie di questo signora ha subito qualcosa di simile? Noi uomini pensiamo subito chissà cosa quando succede che la donna non riesce a fare l'amore come prima, senza pensare che, magari, c'è dietro qualcosa che ha turbato profondamente il loro animo e la loro psiche.
 
 
stella112
stella112 il 04/10/10 alle 12:52 via WEB
Certo Jonny, può essere eccome. Conosco una persona molto vicina a me che dopo più di trent'anni passati da abusi subiti da bambina ha ancora problemi in certi momenti del rapporto proprio perchè la ricatapultano in "certi momenti".
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
leone70br il 04/10/10 alle 11:43 via WEB
tutto questo sproloquio per dire cosa?? Io non l'ho capito!!!!!!!
 
 
stella112
stella112 il 04/10/10 alle 12:41 via WEB
Caro Leone, se non hai capito a cosa sia servito tutto questo sproloquio penso che sia solo un tuo problema :-)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
azzalin il 04/10/10 alle 13:06 via WEB
Io parto da un punto di vista differente. Quando mi e' capitata' una cosa analoga, anche si i rapporti erano scesi a 1 ogni due settimane, interrogandomi sull'accaduto mi e' venuto in mente un vecchio discorso fattomi da un ex. Il discorso riguardava me perche' '' la davo per scontata'' ovvero non considervo piu' importante cio' che lei pensava e viveva. Credo che questa cosa accada alla moglie del soggetto. Io ho risolto cosi', a volte non e' lei che non si sente desiderata allora non te la da', (anche perche' se continui a martellarla ben sa cio che vuoi) ma e' lei a non volerti, e sai perche' non ti considera piu' attraente. Soluzione semplice semplice, invece di fara sentire importnate fai il contrario, l'ideale poi sarebbe farla ingelosire. Chiunque dica che e' un consiglio del c...o non capisce come sia una spinta psicologica fortissima la gelosia, sopratutto per persone molto competitive e sessiste come le donne. La trasormazione non e' immediata ma quasi, conscia che puoi perdere la persona che ami corri subito hai ripari e non la dai piu' per scontata. Se poi ignora il tentativo e non gle ne frega niente , il risultato e' mancanza completa d'amore. E ognuno si comportera' come meglio crede.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
maria il 04/10/10 alle 14:09 via WEB
vorrei rispondere anche sul tema del farla ingelosire perche e proprio qui che il mio compagno dice di dubitare di me.secondo lui io non sarei stata tenera negli ultimi due anni e guarda caso quando lui trova una situazione dove potrebbe anche essere felice io avrei ripreso ad essere tenera.io questa logica non la capisco,io ho smesso di fare l amore con lui per due anni,perce, passatemi il termine,di leccatine e basta ne avevo abbastanza.adesso che ha ripreso a funzionare,merito della thailandese o no che sia,ho cercato di fargli capire che il nostro amore per me e una cosa seria abbiamo 5 anni di convivenza un bellissimo appartamento col giardino,abbiamo girato tutto il mondo.ma se da una parte sembra che gli voglio rovinare il sogno della sua vita,quando gli ho detto che poteva andare,ad agosto aveva ancora le ferie. non e mica andato.siamo stati in turchia senza telefono un armonia fantastica,veramente mi sono sentita felice e ho pensato stupidamente che l avesse dimenticata.appena tornati ha ricominciato con gli sms e allora davvero basta, permettimi io lo amo pazzamente ma ognuno ha il proprio orgoglio.credo che avro bisogno di un buon psicologo,adesso che parlo tedesco fluidamente vedo un po cosa trovo qui in germania grazie a tutti baci ciao
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 04/10/10 alle 15:40 via WEB
Ciao Maria!!Con certezza hai bisogno di uno specialista,psicologo o meglio un psichiatra.Purtroppo,hai molta paura di perdere piú che l'amore,la materia.Ma é possibile sopportare un marito o una moglie che non ha il minimo rispetto?Si permette di telefonare in tua presenza alle tre di notte!Quest'uomo ha perso la testa con i massaggi speciali Thailandesi!Bisogna che vai nuovamente lá x apprendere la loro arte nel sesso.Ora,fino a che al tuo uomo non passi la sbormia,sará difficile che cambi,purtroppo!Poi,da come scrivi,avendo buone disponibilitá finanziarie,é facile che tuo marito voli dalla libellula appena il lavoro glielo permette.La tua situazione non é affatto facile,perché quelle donne ci sanno fare,sono delicatissime e servizievoli in tutto.Quanti anni ha tuo marito?E tu?Tua figlia é anche sua figlia,o figliastra?Ciao
 
 
stella112
stella112 il 04/10/10 alle 17:20 via WEB
Che sia importante non soffocarla sono d'accordissimo, sul farla ingelosire un po' meno. Tanto, una volta che una donna vede il suo uomo meno interessato a lei, automaticamente scatta in lei la rivincita. Un mio amico una volta mi ha detto che il torto più grande che puoi fare a una donna è non darglielo :-) e io sono pienamente d'accordo.
 
   
stella112
stella112 il 04/10/10 alle 17:21 via WEB
Questo era per azzalin.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
maria il 04/10/10 alle 17:49 via WEB
x nando......dici che ho paura di perdere le cose materiali piu che l amore di lui?e esattamente quello che dice lui.io ho citato le cose che abbiamo costruito insieme non tanto per puntualizzare la disponibilita economica,vero che facciamo tre viaggi all anno sempre in posti esotici, ma non e mica quello il punto.il punto e che stiamo veramente bene insieme,col sesso o senza.almeno fino adesso.io volevo soltanto capire com e che di punto in bianco sia pure per un risveglio sessuale improvviso si possa perdere la testa in questo modo. tutto il resto non mi interessa credimi,io sarei rimasta con lui anche senza viaggi senza sesso e in una casa piu piccola mi sarebbe bastato averlo vicino,perche come persona e davvero straordinario,o meglio lo era. adesso sto valutando di rientrare in italia che qui a patire il freddo senza di lui non mi passerebbe per l anticamera.la germania e bella ma in inverno fa -15 ci sono rimasta solo per lui. mia figlia ha 24 anni e vive a milano naturalmente non e figlia sua stiamo insieme solo da 5 anni spero di averti risposto baci ciao
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 04/10/10 alle 18:14 via WEB
Infatti,giusto come dici tu,se avete costruito insieme,é giusto dividerlo! Sempre che veramente non ci sia piú il caso di continuare ad andare avanti.Non mi hai risposto Maria in base alla vostra etá,ma solo di tua figlia.Ci credo che eri innamorata di lui,ma ora si é rotto un qualcosa che difficilmente si riuscirá a sanare.Perché dico "difficilmente"? Perché come hai detto, la Thaita non rinuncerá alla manna che gli arriva dal pollo tedesco.Lei non verrá in Germania a causa del freddo,ma nel frattempo lo illuderá cosí avrá una pensione vitalizia,per lei e la famiglia.Se poi decidesse di venire lí a vivere,puoi stare tranquilla che dif ficilmente lascerá l'osso(come tu stessa hai detto)!Non conoscendo il tuo partner é assurdo poter esprimere giudizi o suggerimenti se non quello di pensare bene a quello che andrai ad affrontare.Ma conosco un detto che dice:"Tira piú un pelo di f..a,che 100 paia di buoi".È vero,molte volte noi uomini perdiamo un bene sincero per correre appresso a futili avventure.Io non conosco le leggi tedesche,in caso di separazione dei beni,ma sarai senz'altro in grado di chiedere aiuto anche al consolato italiano per tua giusta causa.Sei una donna intelligente e non ti mancherá una fredda decisione, che sia a tuo favore.Ma decidi dopo aver RIFLETTUTO BENE e non a testa calda.Auguri,Maria!!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 04/10/10 alle 18:36 via WEB
Un pensiero x oggi:Ho sentito dire che nel gruppo cerchiamo di concentrarci sulle somiglianze piú che sulle diffe= renze.Questo non significa che le differenze non ci sono o che non dobbiamo riconoscerle,ma che,ricordando il motivo per cui siamo qui,non dobbiamo mai sentirci SOLI.Come tenti,si entra credendo che i problemi fossero diversi da quelli degli altri. Col tempo peró,si comprende che erano le paure e la vergogna che tendevano ad isolarci e non gli aspetti imbarazzanti dei nostri problemi.Qui apprendiamo che,superando quegli aspetti,possiamo aprirci ad altre persone e ricevere aiuto compartigliando quando ci affligge. Anche se ognuno presenta caratteristiche uniche,tutti i cuori battono allo stesso modo e,quando condividi la tua storia e la tua fede,il tuo cuore si fa + vicino al mio.So che la parte di me che condivido con te raggiunge il tuo cuore.Oggi apprezzeró la nostra forza collettiva di questo meraviglioso e positivo Blog.Grazie a tutti e particolarmente a te Stella che l'hai aperto.Grazie mille!!!
 
 
stella112
stella112 il 05/10/10 alle 08:32 via WEB
Penso, caro Nando, che tu sappia benissimo che il pensiero è energia, se collettivo è più energia, se positivo fa girare questo mondo ancora più velocemente. Sono io che ringrazio te e tutti quelli che mi seguono. Un abbraccio.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
maria il 05/10/10 alle 11:17 via WEB
caro nando io purtroppo non sono sposata per cui le leggi tedesche non mi possono fare un bel niente, ma non e questo il punto,io non voglio neanche niente. io ho 48 anni, lui 51,ci siamo consciuti 5 anni fa a monaco e siamo andati subito a convivere.adesso abitiamo vicino a stoccarda perche io a monaco non ci volevo piu stare,lui ha chiuso casa lasciato famiglia e amici e si e cercato un lavoro qui dove non consce nessuno. questo mi ha fatto pensare che fosse un grande amore. adesso aveva l occasione di tornare a monaco pure con un avanzamento di carriera, ma ha rifiutato. questo mi disorienta,non vuole assolutamente mollare ne me ne lei,perche ha paura di rimanere da solo.io ho deciso che rimango qui e faccio finta di niente pure se mi spezza il cuore e il giorno che dovesse salire di nuovo su un aereo per la thailandia porto via le mie cose, cambio il numero di cellulare e ricomincio tutto da capo. ma l argomento del blog e una donna che non vuole fare l amore. io dico che bisogna sempre andare dal terapeuta perche a volte le motivazioni sono cosi profonde e nascoste che non si ha il coraggio di parlarne col partner. io spero che quest uomo non si rifiuti come ha fatto il mio per poi finire un giorno a letto con un altra donna. solo questo. scusatemi se mi sono dilungata coi miei problemi baci ciao
 
 
charlize77
charlize77 il 05/10/10 alle 12:59 via WEB
Cara Maria, io la penso esattamente come tua figlia:dovresti lasciarlo! Capisco che tu, da 50 enne, abbia reagito al tradimento thai con più pacatezza di quel che avrei fatto io come trentenne (a me non m'avrebbe più vista neanche dipinta). Quindi posso capire l'accettare un tradimento vacanziero ma per dignità personale non si può accettare che quest'uomo stia con il piede in due staffe. Anche ai suoi occhi, se posso permettermi, non che che fai una gran bella figura a mettere il tuo orgoglio e la tua dignita di donna sotto i piedi. Io se avessi tradito il mio uomo con un sensualissimo ragazzo thai e tornando vivessi nell'incertezza di cosa fare e chi scegliere di certo preferirei che il mio uomo mi mandasse a cagare, ma sonoramente anche. Lo ammirerei per non avere accettato lo zerbinaggio e probabilmente una volta uscito dalla mia vita lo rimpiangerei e lo andrei a ricercare con la coda fra le gambe. E se lui mi riprendesse beh credo che avrei imparato la lezione. Se tu invece accetti cosa ci guadagni? Che lui, ammesso molli la thai, alla prossima occasione non si farà il minimo problema a tradirti, tanto tu resti lì. Scusa la franchezza Maria e se sono stata dura, ma ti prego... ti fuori le palle!!!!!
 
   
stella112
stella112 il 05/10/10 alle 13:26 via WEB
charlize77 condivido .
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 05/10/10 alle 20:17 via WEB
charlize77,anch'io come Stella condivido in pieno e vedo che,nonostante la giovane etá,hai abbastanza autostima , intelligenza e morale per poter suggerire una giusta decisione da prendere.Speriamo bene !!!
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 05/10/10 alle 18:51 via WEB
Ciao Maria,grazie per quanto comunicato Certo, per uno che vive al di fuori la situazione e leggendo quanto scritto,la prima cosa che mi viene in mente é:"se quest'uomo del quale dici di esserne innamorata,é stato capace di abbandonare giá una famiglia,amicizie,lavoro e cittá dove era abituato a vivere,come puoi avere fiducia e confidare in lui?Ma ti stimi abbastanza,per sopportare che quest'uomo vive con i piedi e piú con la testa due situazioni serie?È allu cinante!!Ma tu la chiami vita la tua? Non conosco la tua situazione prima di incontrare il tizio a Monaco,ma pensa bene cosa stai accettando!Aspetti che lui prenda l'aereo per decidere la tua vita presente e futura?Pensa e decidi in fretta!Colloca il tizio al muro e parla chiaramente cosa vuoi e questa volta colloca davvero le palle..guardan dolo con fermazza negli occhi e decidere senza "RITORNO" o farsi ammorbidire dai pianti di coccodrillo. Sei tu che devi decidere cosa é meglio per te!Ma mai l'attuale situazione che se non ti logora bene non ti fa,a meno che ognuno fa i suoi interessi!Sveglia,cara e tienici informati se pensi poter ricevere qualche suggerimento,perché purtroppo consigli non si danno!Ciao ed a presto!!
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 05/10/10 alle 19:08 via WEB
Non so se qualcuno abbia interesse per migliorare le sue giornate,recitare questa preghiera molto efficace:Signore concedimi la SERENITÁ x accettare le cose che non posso CAMBIARE. CORAGGIO per cambiare quello che posso e SAGGEZZA per comprenderne la DIFFERENZA.Questa preghiera afferma prima di tutto che nella mia vita ci sono cose che non posso cambiare;la mia SERENITÁ si basa sulla mia ACCET TAZIONE di tali cose,poiché piú le COMBATTO + esse mi TORMENTANO."Il corag gio di cambiare le cose che posso"mi offre la piú ampia LIBERTÁ di lavorare sulle cose che mi riguardano.La parola usata é "cose"e non "persone".Certamen te vi é molto da migliorare nella mia vita,ma questo puó avvenire solo cambiando in meglio i miei ATTEGGIAMENTI ed il mio modo di AGIRE. Ciao a tutti...
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
maria il 06/10/10 alle 11:00 via WEB
grazie nando hai perfettamente ragione.solo per chiarezza,per famiglia intendevo la mamma,non era sposato.il problema pero e che e alcolizzato questo si e a monaco conosce tutti i locali sono aperti tutta la notte,era sempre ubriaco,per questo ho deciso di portarlo a vivere lontano. da quando stiamo qui va meglio,non e mai mancato sul lavoro ma non ha smesso.beve meno ma rimane sempre un insicuro che si attacca alla bottiglia alla minima contrarieta.adesso dice di aver ritrovato se stesso tramite la storia con la thai,certo e ora che lo lascio libero,gli ho fatto da mamma fin troppo, certo mi ha fatto piacere magari e proprio questo il mio problema, mi sentivo una principessa sul trono.mi ha viziato che piu non si poteva e adesso non riesco ad accettare che gli interessa un altra donna.bella preghiera la tua,bisogna avere la saggezza di capire le cose che si cambiano e quelle che non si cambiano.io non posso cambiare gli altri,solo me stessa vedro cosa posso fare grazie per l aiuto,sei prezioso scrivimi ancora ciao
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 06/10/10 alle 15:40 via WEB
Ciao Maria,lo avevo immaginato che era un alcolista!Non ho detto nulla,ma le attitudini di questi ammalati,a chi conosce un programma difficilmente sfug gono.Vedi,lui ha vissuto con la mamma,perché sono le uniche a non abbandonare un figlio anche se con grossi problemi.Se vuoi,puoi procurare un gruppo Al-Anon e visitarlo,cosí potrai aiutarti veramente e conoscere le problematiche di questa malattia.Ma il programma ti aiuterá moltissimo e non ti costerá nulla.Scoprirai perché sei stata attratta da quest'uomo!Sono persone meravigliose,buone,ma com molte personalitá.Quasi tutti gli alcolisti,non solo bevono ma fumano e qualcos'altro...Poi spesso si mettono alla prova per vedere se sono ancora buoni a fare sesso e facilmente corteggiano altre donne,sempre per testarsi.Quando con la propria partner non consegue erezione,la offende,la ingiuria e gli dice che ha l'amante. Grave senso di frustrazione.Ma non posso dirti molto qui nel blog.Se vuoi ti mando il mio num. di cellulare cosí potrai mandarmi la tua email con un sms.Coraggio perché sono persone buone,ma molto insicure ed imprevedilbili.Anche lui puó trovare aiuto solo in A.A.Alcolisti Anonimi. Un caro abbraccio.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Silvia il 06/10/10 alle 11:44 via WEB
Sto con mio marito da 25 anni e, letto il commento, dopo 15 anni di matrimonio e 2 figli, posso solo dire che gli avrò ripetuto le identiche cose migliaia di volte. Allora mi sorge una domanda: "Ma l'uomo...non capisce da solo, non ascolta, fa finta di non capire..."? Da donna dico che non avverto alcun desiderio e, nonostante nn ci sia un altro uomo, "penso" di non avvertirlo solo nei suoi confronti. Non cerco altre situazioni e neanche sto bene così perchè sento che mi manca tanto...un Uomo accanto, un Marito, un Amante nello stesso tempo. Un Uomo che mi faccia sentire regina tutti i giorni, che mi appoggi (e che me lo dica). Non so dove tutto questo ci porterà. Io stessa mi chiedo se l'errore parte da me ma dopo avergli spiegato le diversità tra uomo e donna, tra lui e me non so che altro dire e fare.
 
 
stella112
stella112 il 07/10/10 alle 16:04 via WEB
Purtroppo Silvia, noi donne parliamo lingue diverse e loro non capiscono :-(
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 06/10/10 alle 19:55 via WEB
Il coraggio di cambiare.Finché c'é vita,c'é sempre qualcosa di nuovo da imparare.Le opportunitá per una crescita spirituale,come i DIFETTI di CARATTERE,saltano fuori come erbacce in un giardino appena rasato.Ne ho fatto esperienza il giorno in cui mi sono accorto di aver cominciato ad essere quasi sempre di cattivo umore. Trovavo a ridire su tutto e su tutti,finché non decisi di concentrare l'attenzione su me stesso.Ogni volta che perdevo la serenitá facevo un inven tario scritto dei miei ricordi,sentimenti e dei miei comportamenti,poi lo rileggevo ad alta voce ad una persona di mia fiducia (sponsor).Mentre leggevo,mi si chiarí d'un tratto il filo conduttore,la natu ra esatta dei miei torti.Il mio proble ma erano il mio orgoglio e la mia arroganza,non la SITUAZIONE IN SÉ.In tutte le situazioni era il BISOGNO di aver ragione che stava defraudandomi della mia serenitá.Anche se ormai sono tanti anni che faccio un programma,non smetteró mai di scoprire nuovi modi per applicarlo alla mia vita.Questa é una benedizione,perché significa che la mia vita continuerá a migliorare.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
maria il 06/10/10 alle 22:15 via WEB
caro nando ti ringrazio tantissimo mi sei di grande aiuto.gli alcolisti anonimi ci sono anche qui in germania,gli avevo gia proposto se ci andavamo ma lui naturalmente non ne vuole sapere,dice che puo tenere la situazione sotto controllo.pero forse hai ragione che dovrei andarci io so che fanno gruppi anche per i parenti degli ammalati.forse mi aiutano a venir fuori da questa dipendenza.che di dipendenza si tratta ormai l ho capito pure io mi ripeto che devo lasciarlo andare e pensare alla mia vita e poi penso a tutte le cose meravigliose che mi ha dato che mi ha fatto sentire una regina. insomma non ne vengo piu fuori.quando lo vedo lo abbraccio pure che so che ha appena telefonato all altra. non ho problemi a mettere la mail sul blog tanto non penso che mi arrivi spam graziabonanni05@hotmail.com scrivimi pure e raccontami quello che sai se mi puo essere di aiuto. a milano avrei saputo a chi rivolgermi, ho frequentato centri di evoluzione spirituale,ma stando in germania e prima non padroneggiavo bene la lingua,non mi sono rivolta a nessuno. ti ringrazio davvero di cuore buona notte
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 07/10/10 alle 00:11 via WEB
Maria,infelicemente,tuttigli alcolisti dicono cosí:Bevo solo a fine settimana-Bevo perché sono triste o perché sono troppo allegro ecc-Ma devi esserne consapevole ed accettare o no che beve perché é alcolista,quindi un ammalato, un dipendente.Lui non riuscirá mai a mettere sotto controllo la sua convulsione,che appena arriva,gli fa perdere il controllo di tutto.Procura intanto la soluzione per te,perché é possibile che, con una tua mudanza di attitudini,ti chieda di aiutarlo a pro curare aiuto anche per lui,e l'unico é A.A.Devi essere pronta ad aiutarlo,se ti interessa,altrimenti deciderai di seguire il tuo cammino e destino.Se lui vuol morire é problema suo e non tuo! Tu procura Al-Anon e vedi il locale a te piú comodo per assistere a qualche riunione,poi deciderai se continuare o rinunciare,ma con certezza ti sará utilissimo.Non dare ascolto a quello che lui dice quando sta sobrio.Né litiga o rimprovera o coccola quando sta bevuto.Se vomita o rompe qualcosa,lascia stare,cosí l'indomani vedrá cosa combina quando é sotto effetto alcool.Appena possibile,ti diró altro,ho preso nota del tuo emaile seguirá mio.Abbraccio e buona notte.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
maria il 07/10/10 alle 13:44 via WEB
grazie di tutto.la mia cittadina non e molto grande ma un gruppo ce,si trovano il mercoledi sera,prossima settimana ci vado.no che non vomita e non rompe niente e sempre dolcissimo,solo quando ha bevuto mi dice cose brutte,adesso sul fatto che io l avrei castrato sessualmente e adesso che avrebbe trovato una vera donna che lo potrebbe rendere felice io gli starei in mezzo alle p........ gli ho detto che me ne vado ma non vuole assolutamente mollarmi prima gli devo promettere che restiamo amici tutta la vita, che starei sempre al suo fianco come lui starebbe al mio se dovessimo aver bisogno. gli ho detto che mi sembra troppo se me ne vado non lo voglio piu vedere punto e basta.mi sembra il minimo.non lo puo accettare e allora mi dice resta qui e stai a vedere cosa succede.adesso vedo col gruppo se mi riesce di darmi una scossa. grazie della mail, a presto ciao
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 07/10/10 alle 13:59 via WEB
Brava Maria!!Ho la certezza che il gruppo ti aiuterá abbastanza ad asciugare il tuo specchio appannato. Lui ha trovato una seconda mamma,che lo perdona quando la offende e gli fa compagnia quando sta male.Ma non ti dico altro!Vai al gruppo e sappi che non sará sufficiente una volta sola, almeno dovrai frequantare 2/3 mesi e se non ti troverai a tuo agio nel primo,procura altro gruppo,lí in Germania con tutti gli alcolisti che ci sono,ce ne saranno diversi,ed é positivo conoscerne altri.A presto!!Ciao!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 07/10/10 alle 13:23 via WEB
Ciao Silvia!Non é facile diagmosticare il tuo caso,se non descrivi altri particolari,che possono aiutarci a capire meglio e poterti suggerire evntuali soluzioni,dico suggerire e non consigliare!Non dimenticare che un proverbio ci ricorda che \\\"la vita inizia a 40 anni\\\".È vero!Ma infelicemente non la si vive bene,per vari motivi.Tu sei ancora giovane per lasciarti andare in depressione e senza reagire.Anche se hai passato gli \\\"anta\\\" puoi vivere pienamente la tua sessualit á riaccendendo gli stimoli.Non c\\\'é bisogno di avere un amante,ma tornare o iniziare ad amarsi immensamente e mettersi al primo posto.Ti senti di essere al primo posto?Di solito collochiamo i nostri figli!Ma se non ci amiamo noi stessi in modo sano,come possiamo amare gli altri,compreso i nostri figli?Quindi ci siamo annullati!(segue)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 07/10/10 alle 13:45 via WEB
Silvia,vi conoscete bene?Tuo marito ti ha mai raccontato della sua preadolesce nza e adolescenza,?Se ha subito trauma?È sempre stato chiuso e riservato o solo adesso?Tu lavori fuori o solo in casa?Certo che 25 anni di conoscenza non sono pochi?Ma avete avuto nel passato dialoghi o é sempre stato cosí? Torna a pranzo in casa o rimane fuori tutto il giorno x lavoro?Procura al suo ritorno abbracciarlo con calma dicendogli che hai molte cose da dirgli Con calma e sorriso!Lui rimarrá sorpreso,si svincolerá o rimarrá entusiasta della novitá.Hai pensato se ha problemi nel lavoro?Prova a sentire cosa lo affligge ma senza cadere anche tu in depressione.Curati esteriormente e maggiormente interiormente.Conosci la Legge di Attrazione?Tutto quello che pensiamo attraiamo,per cui,se pensiamo positivo attrarremo + se negativo,negativitá.Dacci maggiori notizie per poterti con certezza aiutare.Ciao!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 07/10/10 alle 21:20 via WEB
Prima di conoscere un progarmma di autoaiuto,ero come se barcollassi in una stanza buia,cercando di evitare gli ostacoli senza poterli vedere,a causa dell'oscuritá,e mi facevo sempre e continuamente male,perché inciampavo nelle cose o urtavo contro di esse.Poi finalmente col programma ho appreso di accendere la luce per avere una VISIONE chiara della mia vita.delle sue difficoltá e dei suoi lati buoni.Spesso mi dimentico anche ora di accendere la luce,e mi faccio male di nuovo,ma sto migliorando man mano che leggo e vivo secondo il programma ed i suggerimenti che arrivano interessanti anche con questo Blog della ineguagliabile Stella.Grazie ancora per averci dato questa possibilitá di esprimere molti segreti ed ansie.Ciao a tutti.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 08/10/10 alle 13:42 via WEB
Un pensiero x oggi:Mi é possibile EVITARE molte sofferenze se non ESAGERO i miei piccoli problemi."LOTTARE per i miei DIRITTI"spesso mi crea +difficoltá di quante ne avrei se mi ACCONTENTASSI di avere MENOdi quello che speravo.Se ci tenessi davvero alla mia SERENITÁ, EVITEREI di far apparire delle inezie come fossero montagne.CEDERE e lasciar perdere diventa + FACILE man mano che lo metto in pratica,e mi ripaga con una grande SODDISFAZIONE INTERIORE. "Quando un uomo DESIDERA L'IMPOSSIBILE, egli perde la PACE INTERIORE".Ciao!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 13/10/10 alle 14:11 via WEB
Buongiorno a tutti!!Entro tutti i giorni per sentire qualche buona novitá ma a tutt'oggi nulla.Dove sono finite :Carla,Anna,Giulia,spaghetto70,sere-basso,Sandy,Simona,Ely ecc...?Mi au guro per Voi che abbiate preso alcune buone decisioni,specialmente quelle che si trovano con due partner?!Date qualche notizia e liberatevi da fardel li pesanti ed inutili!Ciao!!
 
stella112
stella112 il 17/10/10 alle 17:08 via WEB
Buona domenica Nando :-)
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 17/10/10 alle 20:43 via WEB
Grazie Stella!!Buona domenica anche a te ed a tutti i simpatici amici e amiche di questo splendido Blog. Peccato che, il mio sollecito alle amiche,non ha avuto riscontri.Sarei felicissimo se avessero conseguito positivamente la soluzione o almeno parte dei loro problemi di non facile soluzione!Faccio comunque i miei auguri a tutti/e.Un abbraccio ...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
trilly il 08/11/10 alle 21:03 via WEB
Ciao a tutti...ho letto un pò i vostri commenti e volevo dire anche la mia.Sono una moglie con la stessa storia del nostro amico che ha posto il problema,ma al contrario...cioè sono io che da parecchi mesi (otto)pur essendo sposata con mio marito non voglio più far sesso con lui..non ne ho voglia perchè continuiamo a litigare per tutto,per l'educazione dei figli,per il lavoro..insomma qualsiasi cosa ci porta a discutere...questo in me ha creato un senso di disagio che mi porta a cercare di evitare il rapporto,rapporto che comunque nonostante i nostri 10 anni di matrimonio non è mai stato alle stelle,anzi facevamo di regola l'amore 3-4 volte al mese già da prima...quindi se lui venisse vicino a me con tutte le moine che descrivono alcuni per riconquistare la propria donna, a me verrebbe davvero la nausea e credo che peggiorerebbe la situazione...molto probabilmente non sono più innamorata di lui,tutti di lui mi dà fastidio e quindi non sento nemmeno più il bisogno di farci del sesso...visto che l'amore non c'è più...
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
nando il 18/11/10 alle 17:25 via WEB
Ciao Trilly!Hai fatto bene entrare in questo blog di Stella,perché é molto interessante e potrai scegliere i suggerimenti che ritieni migliori a risolvere il tuo caso.Consigli non si danno,ma ognuno raccontando la sua situazione ed eventuali posizioni assunte,potranno darti qualche suggerimento.Non hai detto quanti anni hai e da quel poco che ho intuito,non hai amato abbastanza tuo marito.Se litigate spesso,ci sono problemi anche finanziari,come puoi desiderare un rapporto sessuale?Sei sicura che l'amore non c'é piú,o non c'é mai stato?Riusciresti a fare l'amore con un altro,o non ci pensi proprio?Rispondi!!Ciao
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Luca il 17/11/10 alle 18:24 via WEB
E' già da un po che non lo facciamo, sposati da 16 anni, tre figli, stiamo insieme da ragazzi, mai tradita, mai avuto rapporti se non con lei. Da due mesi mi scrivo (solo on-line) con una donna, Sara che ho conosciuto ancora prima di lei. Non faccio che pensare a Sara. Non ce la faccio più! Anche Sara è sposata con figli e non va d'accordo col marito. Io invece non ho mai avuto problemi seri con mia moglie, anzi! siamo complici, non litighiamo quasi mai! amo i miei figli e credo anche lei. Perchè allora non faccio che pensare a Sara, perchè non faccio più l'amore con mia moglie? AIUTO!
 
 
stella112
stella112 il 06/12/10 alle 16:51 via WEB
Comincia a chiederti perchè non fate più l'amore e forse comincerai a capire qual'è il problema, problema che, magari, potete risolvere. Pensi a Sara perchè per il momento è una novità.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Luca il 20/11/10 alle 04:38 via WEB
L’amore impossibile L'amore è come l’acqua di una diga: se lasci una breccia dove possa infiltrarsi un filo d'acqua, a poco a poco questo fa saltare il muro. E arriva un momento in cui nessuno riesce più a controllare la forza della corrente. Se le barriere crollano, l'amore s'impossessa di tutto. E non importa più ciò che è possibile o impossibile. Non dormo più!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Tony il 20/05/11 alle 01:33 via WEB
Salve a tutti...se posso dire la mia...trovo che il "Flosofo" possa aiutare parecchie coppie e non solo sulla parte sessuale ma di convivenza generale...ho avuto problemi simili anche io...e seguendo più o meno gli stessi consigli e parlandone con la mia compagna ho rispolto il problema del sesso...la differenza è che la mia compagna trovava monotono e meccanico il modo in cui facevamo l'amore...ma non capivo lontanamente cosa volesse dire nonostante tutti i miei sforzi nel cambiare il "modo"...poi ho capito cosa intendesse con "modo di fare l'amore" e l'hò capito nel momento in cui ho deciso di comprendere il suo linguaggio...capire una donna è molto difficile anzi oso dire che non capiremo mai come ragiona/pensa una donna...ma possiamo provarci e personalmente posso dire che mi si è aperto un "mondo" da quando io e la mia compagna ci capiamo quasi "perfettamente" sia in materia sessuale che di convivenza!! un augurio a tutti voi e tante belle cose :)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Louis Vuitton sale il 25/06/11 alle 05:21 via WEB
This articles helps me more.Thanks for your sharing,I will pay more attentions to your blog. Looking forward to your better and better articles. See you next time. Regard:Louis Vuitton Purses 2011
 
 
stella112
stella112 il 28/08/11 alle 09:41 via WEB
Thanks to you, the next time
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Marco il 27/08/11 alle 20:51 via WEB
Desidero esprimere i miei più sentiti ringraziamenti a tutti i partecipanti a questo argomento,così inportante e delicato che riguarda ogni individuo. Ogni vostro intervento e fonte di esperienze e di conseguenza un apporto di conoscenza a chi si trova ad affrontare momenti di crisi di questo tipo, non è assolutamente semplice indicare delle direzioni, ed è da inresponsabli esprimere concetti di posizione,la diversità è assodata, quello che conta è afferrare e consolidare l'armonia. ogn'uno/a di voi ha espresso delle verità importanti e da non sottovalutare, è importantissimo impegnarsi per diventare delle persone più sagge,e di buon senso, è stressante e quasi un rifiuto il dover faticare anche li, ma cavolo c'è il lavoro,i figli, le responsabilità,ecc, possibile anche li si deve tribolare. Tutti siamo chiamati a diventare grandi da entrambe le parti.Deporre il propio modo di pensare o di vedere le cose è come essere scannati vivi, rinunciare a se stessi per la persona che ti stà accanto non è una cosa che ti viene naturale implica un cambiamento e di conseguenza un lavoro faticoso, e anche fastidioso perchè e sempre l'altro a dover capire e cambiare. Sono convinto che se in entrambe i coniugi c'è questa consapevolezza il lavoro più grosso è fatto, il successo di questo processo è determinato dalle parti interessate se si vuole o no ristabilire l'armonia coniugale,nel cammin di nostra vita, recitava un poeta, non si capisce molto bene la dinamica, ma ha un certo punto della nostra esistenza chi più, chi meno, chi per niente, ci si ritrova a dover affrontare dei problemi di questo tipo, che non sai come risolvere, almeno per me. Un valido aiuto io l'ho ricevuto nella BIBBIA, e dal SIGNORE GESU,rinchiusi in questo libro ci sono dei consigli pratici e quotidiani di eccezzionale valore, che a me e a mia moglie hanno aiutato molto, ci sono scritture che esortano sia l'uomo che la donna a una condotta saggia e intelligente, anche in fatto di sesso, chi pensa o crede che la BIBBIA su questo argomento non ha niente da dire a mio avviso si sbaglia. Il consiglio che io mi permetto di dare è di leggerla e permettere a DIO di parlati. ciao a tutti.
 
 
stella112
stella112 il 28/08/11 alle 09:45 via WEB
Grazie a te Marco.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
giorgio il 01/11/11 alle 22:10 via WEB
condivido molte cose che avete detto io e mia moglie siamo stati sempre 2 caratteri diversi o sofferto molto in 35 anni di matrimonio e 3 di fidanzamento ma non lo so quando siamo a letto e x me come fosse la prima volta sempre e lo facciamo quasi quotidianamente mi ritengo un uomo fortunato penso che ce siano pochi come me pero una cosa e certa la monotomia ammazza il rapporto anche in piccoli cambiamenti possono aiutare a star bene insieme e amarsi intensamente grazie dell'opportunita' che mi avete dato rispoli giorgio
 
jorke88
jorke88 il 31/08/14 alle 20:34 via WEB
Advertising guru David Ogilvy once said: "Every advertisement should contribute to the brand image, should contribute to the accumulation of sneaker the overall brand equity." Since each ad impressions are long-term investment in the brand, advertising spread it must be combined with the concept of Nike Air Force 1 brand building philosophy, all the principles of advertising communication activities should focus on creating brand value, increase brand equity up. Nike brand as a newcomer Nike Air Jordan , was able in just 30 or 40 years more than Adidas Nike Air Max , Converse and other former champion world-renowned sports brand Nike Basketball Shoes, with its precise and appropriate advertising strategies are inextricably linked. Therefore, when analyzing the Nike brand Nike Dunk, its advertising content, positioning, strategy,Nike Shox etc. are worthy of attention.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: stella112
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 47
Prov: VI
 

AREA PERSONALE

 
 

...

DA VEDERE E CONDIVIDERE

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

 

 

 SESSO E VITA DI COPPIA

Argomenti trattati con tatto

e sensibilità 

     Clicca qui   Google+   

 

 

PER I MENO ESPERTI

 

Qualcuno potrebbe chiedersi cosa sono i tags riportati nel box sottostante. Cliccando sul pulsantino a lato esce un menù a tendina dove sono segnalati gli argomenti trattati in questo blog, basta scegliere e selezionare l'argomento desiderato, i post richiesti verranno messi in prima pagina in ordine cronologico con il quale sono stati creati. Buona lettura a tutti e grazie per l'attenzione che mi dedicate.


 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ALCUNI POST IN QUESTO BLOG

MISTERI NEL MONDO

Ritrovamenti a dir poco strani che raccontano 

una storia diversa da quella

che si legge sui libri...

CLICCA QUI  Google+

 

 

 

SCIENZA E MEDICINA 

L'informazione giusta ti cambia la vita...

qui potresti trovare quella importante per te

clicca QUI   Google+

 

FILOSOFANDO

In questa pagina si parla di filosofia, metafisica,

di Dio... della vita in genere e...

della vita dopo la morte 

Clicca qui  Google+

 

 

Alcuni Argomenti trattati
nel blog
* Cliccami
*






tracker

 

FACEBOOK

 
 

IM

 

 

 

 

 

 

VIDEO DI ROBERTA

ULTIME VISITE AL BLOG

andatealavorare1saraloddo2011stella112lucastripRospo_Brianzolomarylou2006ormaliberaziagiuditta0Katartica_3000sagredo58pgmmasalvo2464belladinotte16mic.saschwarze.seele
 

TULIPANI

 

 

 

 

 

SENTIERI PIÙ O MENO GIUSTI...

 

FORMANO UN UOMO

 

 

ULTIMI COMMENTI

In compenso si accaniscono con chi vende in modo...
Inviato da: ormalibera
il 02/10/2014 alle 07:31
 
Il governo Renzi è traballante. Noi rischiamo la schiavitù...
Inviato da: Civato
il 02/10/2014 alle 06:24
 
L'Europa , specie Italia, è a rimorvhio di USA che...
Inviato da: pgmma
il 01/10/2014 alle 21:57
 
INFATTI FABRY
Inviato da: stella112
il 01/10/2014 alle 13:05
 
Se Russia e Cina non esistessero il mondo intero starebbe...
Inviato da: Fabri
il 30/09/2014 alle 21:29
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 242
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

STELLE

 

http://digilander.libero.it/AngeloSenzaVeli/universo-blogger.jpg