Creato da stella112 il 07/10/2005

Comunicare

Quello che penso

 

 

« TESLA DUE LA VENDETTA (*_*)Santi, navigatori e PECORE »

Aborto: un peso troppo grande per qualsiasi donna... riparliamone

Post n°1229 pubblicato il 22 Marzo 2012 da stella112
 
Tag: Aborto

Leggevo un paio di giorni fa questo artico:" USA - Kermit Gosnell è stato incriminato per aver ucciso 7 neonati tagliando loro il midollo spinale con le forbici. Nessuna anestesia, nessuna pietà. Oltre a lui sono stati denunciati sua moglie e nove persone del suo staff: 4 per omicidio e 5 per vari reati, tra cui "violazione delle leggi del farmaco". Il "dottore" ha lavorato per trent’anni e ha aperto una clinica la Gosnell West Philadelphia Women’s Medical Society, a Philadelphia, in Pennsylvania. Di notte eseguiva aborti clandestini, in maggioranza richiesti da donne in difficili condizioni economiche, avanti con l’età, immigrate.  Il 20 novembre del 2011 Karnamaya Mongar, 41enne immigrata dal Buthan, è morta in seguito al parto. Probabile causa una overdose di anestetici. Un dipendente di Gosnell lo ha denunciato. Dal tragico episodio, hanno preso il via le indagini che hanno portato alla luce gli orrori compiuti in quella clinica. Innanzi tutto nello studio del dottore non c’era l’attrezzatura necessaria ad una sala operatoria in cui avvengono gli aborti. Nei freezer sono stati rinvenuti molti feti (Gosnell e i suoi collaboratori interrompevano gravidanze oltre i termini previsti dalla legge e sicuramente sino alle 32 settimane di gestazione), in più stanze sono stati trovati vasi riempiti coi piedi amputati dei bambini uccisi, parte del personale non aveva la licenza professionale. L’indagine ha prodotto un macabro rapporto di 260 pagine su cui si legge anche che la clinica era "sporca", "insalubre, molto arretrata, orrenda", "urina e sangue sui pavimenti", "escrementi di gatti sulle scale". La clinica è stata chiusa, a Kermit Gosnell hanno sospeso la licenza."

Mi si è ghiacciato il sangue nelle vene. Possibile che ancora oggi nel mondo l'aborto è considerato un metodo contracettivo? Sappiamo bene che per una donna è un momento terribile che non dimenticherà più e, nella maggior parte dei casi, il rimorso la farà da padrone, allora perchè si continua su questa strada? Il degrado, l'ignoranza, la povertà sono condizioni che alimentano questo abominevole sistema di uccidere? Non credo si tratti solo di questo in quanto, spesso, sono donne di una certa estrazione sociale a ricorrere a questo "rimedio". Tempo fa trattai l'argomento in questo blog dopo aver partecipato ad una conferenza a Milano della psicoterapeuta Cinzia Baccaglini. La stessa riportava dei dati disarmanti.

"Se non vogliamo essere considerati dei pacchi che vanno dall’ostetrica al becchino a noi non resta altro che continuare a dimostrare la sensatezza della vita umana . Con queste parole inizia la sua conferenza la psicoterapeuta Cinzia Baccaglini. Poi continua:  si parla di 140.000 aborti in Italia, si parla di oltre 100.000.000 dalla legalizzazione dell’aborto in Italia dal 1978 solo ed esclusivamente con i metodi della 194. Dati reali non inventati da chissà quale ente di statistiche. La donna che va incontro a una decisione così delicata come quella dell'abortire va sistematicamente incontro a un "disagio" sia fisico che psichico del quale non viene mai informata prima. Quando poi si rende conto di quello che ha fatto, è troppo tardi per rimediare e questo peso lo "pagherà" per tutta la vita. Questo non lo penso solo io, ma lo dicono le persone che lavorano e sostengono queste "mamme mancate" che dopo il loro dramma si rivolgono a degli specialisti psicoterapeuti per essere aiutate ad uscire da quel inferno. Non voglio aggiungere altro, vi lascio in compagnia della voce della dottoressa Baccaglini, scrivo voce in quanto non potevo riprendere la conferenza, ma potevo registrare quello che diceva per condividerlo con voi, sempre se lo vorrete. In alcuni momenti nei quali la dottoressa ha raccontato alcuni episodi riguardanti  dei sui pazienti  l'intero pubblico si è pietrificato."

Vi riporto il ling del post in questione dove potete ascoltare la conferenza stessa  http://gold.libero.it/Stella112/6866593.html ne vale la pena fidatevi. 

Non so come la pensiate voi, ma penso che anche su questo "argomento" ci sia molto da fare e soprattutto la necessità di istruire e sensibilizzare le nostre giovani donne. Un figlio è un dono e da grandi responsabilità, se capita "per sbaglio" (cosa assurda ai giorni nostri), non deve essere considerato un qualcosa, ma una persona. 

Per tornare all'articolo iniziale... quel dottore è un boia. 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/Stella112/trackback.php?msg=11171632

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Maurizio il 22/03/12 alle 12:18 via WEB
Boia?? ma i boia una volta condannavano a morte dei presunti colpevoli di reati; ma questi esserini sono innocenti costretti a pagare colpe di mamme ingrate e medici impossessati dal demonio; e non paragoniamoli nemmeno lontanamente ai nostri nobili cugini animali; meno male che ora sono solo corpi e le loro anime sono state riassorbite nell'Uno, ma cosa sarà poi delle coscienze/anime dei carnefici? poveri loro!!
 
 
pgmma
pgmma il 22/03/12 alle 13:38 via WEB
e che dire se si sente richiedere dai gay *aborto libero e gratuito anche per gli uomini ?*
 
   
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 13:41 via WEB
Scusa l'ignoranza Pier, ma che cosa dovrebbero abortire loro?
 
     
pgmma
pgmma il 22/03/12 alle 14:17 via WEB
parità di diritti..... con le nuove tecniche....ma se poi uno si pente...
 
     
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 14:21 via WEB
EEEE nuove tecniche, meglio che l'uomo faccia l'uomo e la donna faccia la donna. Già è difficile...
 
 
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 13:40 via WEB
Hai ragione Maurizio, ho usarto un termine inappropriato. Non serve che ti dica io quali saranno le loro pene :-)), ma anche questo fa parte del gioco, giusto?
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Maurizio il 22/03/12 alle 20:02 via WEB
Ho l'impressione di vivere una costante nevrosi, nella tristezza di vedere le cose dalla prospettiva della propria mente ordinaria, e poi sorridere quando invece cambio prospettiva dal punto di vista dell'anima..ciao Roberta
 
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 12:50 via WEB
Io non è che per forza devo fare il bastian contrario, ma innazitutto stabiliamo cosa intendi per aborto e se sei contraria da 0 mesi in su a prescindere. Pechà quello che ho visto nel blog non è aborto ma omicidio visto che parli di neonati.
 
 
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 13:46 via WEB
Si parla di neonati perchè erano bambini abortiti di 32 settimane. Naturalmente "nascono", perchè questo in definitiva fanno, vivi e spesso piangono. Comunque un essere è tale dal momento del concepimento, per me, deve solo avere il tempo di formarsi,ma questa non è una colpa. Se ascolti quello che racconta la dottoressa nei video che ho postato nel link che vi ho segnalato in questo blog penso che ti si chiude almeno lo stomaco. Parla anche di questi aborti e delle esperienze del personale che assistono la donna che sta per abortire.
 
pgmma
pgmma il 22/03/12 alle 13:36 via WEB
QUOTO tutto il tuo contenuto, questa volta. Sull'argomento , però, oggigiorno vi sono di mezzo tanti giovani che veramente sono fragili; in un mondo che fa piovere sulle teste continui messaggi di ogni genere che alla fine prostrano le persone non più libere di scegliere con responsabilità. Hai visto 2 gg fa la notizia di quella rumena che é nonna a 23 anni ? La foto le presentava tutte 3 sorridenti e tranquille.
 
 
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 13:50 via WEB
Ho visto ora, ma non me le dire queste cose che poi mi rovino la giornata.Altro che consapevolezza, qui ci vuole un bel diluvio per riassettare la situazione.
 
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 14:13 via WEB
Premetto che io sono favorevole non in modo indiscriminato ma solo se ha delle motivazioni serie e ce ne possono essere centinaia, che vanno dalla violenza sessuale, all'impossibilità di mentenere e educare il figlio, al pericolo di vita della madre, e via dicendo. Ho paura che "Vietare a prescindere" ci sia la rinascita del "fai da te" con aborti clandestini in condizioni igeniche discutibili e peggio.
 
 
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 14:25 via WEB
Anch'io posso essere favorevole per certi casi estremi, ma non che sia usato come metodo contraccettivo. Purtroppo il fai da te è molto in voga in tutto il mondo e molte donne perdono la vita. Da noi è diverso, almeno nella maggior parte dei casi.
 
daredevil665
daredevil665 il 22/03/12 alle 17:22 via WEB
La storia più antica parla già di aborto. Erano uccisi i bambini malati, deformi e, in certe popolazioni, anche se considerati brutti. In natura chi non è capace di sopravvivere, muore o diventa precocemente cibo e capita spesso che i genitori divorino la prole. Noi ci definiamo “umani” e in questa parola ci mettiamo dentro tanto di bello, tanto di brutto. Diciamo che siamo “umani” in modo rispettoso quando ci distinguiamo dall’aggressività del mondo animale, e diciamo che siamo “umani” in modo dispregiativo quando solo noi, a differenza degli animali, siamo capaci di tanta cattiveria. E allora facciamo infinite leggi, mai perfette, alternative a quella della natura perché così com’è non va bene, che si dibattono tra il bene e il male, il vero e il falso, il giusto e l’ingiusto.

L’umano è ipocrisia inconscia: una contorsione psicologica; nevrosi e schizofrenia connaturate. Conflitto nevrotico, appunto perché temiamo l’animalità, la spietata freddezza del mondo animale e contemporaneamente la superiamo. Stato schizofrenico, perché ci eleviamo a una superiorità illusoria negando l’indomabile realtà, come un cane che si morde la coda. Ma questa è la nostra natura, non l’abbiamo scelta noi. Da un lato vorremmo salvare tutti, ma il mondo può mantenere tutti? Come dice il “Rospo” saremo sempre di più, probabilmente troppi. Dall’altro li cestiniamo anche solo perché lo sperma è sfuggito al controllo e nonostante ci sarebbe di che nutrirli, ma rappresentano un sacrificio, di tempo, di divertimento.

Io non ucciderei nessuno, tranne gli assassini che non ne vogliono sapere di fermarsi o per difendermi da chi mi vuole uccidere, ma è anche difficile lasciare al mondo un bambino che non potrà mai essere come gli altri, riferendomi a casi gravi, e che tutti i giorni, vedendo gli altri correre, giocare, innamorarsi, diventare grandi, i suoi occhi ti chiederebbero “perché?”. Abbiamo paura di essere spietati come consideriamo la natura non umana e quindi ci inventiamo delle regole che però hanno un prezzo, ma l’importante è credere che queste regole siano giuste così da potersi discolpare e vivere più o meno in pace con se stessi.
 
 
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 18:05 via WEB
Ciao devil, piano a cestinare solo perchè lo sperma è sfuggito al controllo, siamo umani perchè pensiamo, ragioniamo e a differenza degli animali disponiamo del libero arbitrio, ci sono molti casi che ne io ne te abbiamo il diritto di giudicare, non puoi biasimare una donna che decide l'aborto perchè è stata vittima di una violenza, e molti altri casi che io francamente non posso non tenerne conto.
 
   
daredevil665
daredevil665 il 22/03/12 alle 18:16 via WEB
Non ho detto "solo", ma "anche solo", perché capita anche questo. Non necessariamente cchi è stata violentata ddevee uccidere il figlio che non ha nessuna colpa, ma esistono dei centri che prendono i figli a chi non li vuole. Inconsciamente si dicono: "Forse che sia motivo di rimorso futuro il fatto di aver abbandonato un figlio?" meglio ucciderlo prima, pensano.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 18:34 via WEB
Mammamia devil me la stai mettendo giù un po dura, io sinceramente l'aborto praticato nelle prime 6 settimane non lo vedo così apocalittico, se no dobbiamo cominciare a parlare di omicidio anche quando usiamo un preservativo e oggi la scienza lasciamola a casa. Poi ognuno ha il diritto di vederla come vuole, ma tu non hai il diritto divino di stabilire cosa è giusto o non è giusto per una donna che ha subito una violenza. Poi se vuoi tirare fuori anche gli spartani che li buttavano dalla rupe fallo, ma mi sembra un po melodrammatico.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Maurizio il 22/03/12 alle 19:47 via WEB
Carissimo, ogni donna,con il pianto del suo utero "deluso" e che elimina naturalmente un ovulo al mese non commette alcun omicidio,così come qualche milione di spermatozoi dispersi dall'uomo; il problema credo vada circoscritto al momento in cui la goccia bianca si unisce alla goccia rossa....è già vita
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 20:22 via WEB
Ok l'ovulo fecondato è vita. e chi sei tu per stabilire cosa è giusto o è sbagliato in determinati casi, Dio o qualche altra divinità con potere supremo, nessuno obbliga nessuno a non abortire.
 
     
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 20:41 via WEB
Infatti nessuno giudica nessuno, si espongono solo delle convinzioni personali.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 20:48 via WEB
Quindi si tratta solo di esporre le proprie convinzioni, pour parler.
 
     
daredevil665
daredevil665 il 22/03/12 alle 20:02 via WEB
Nei miei commenti non ho espresso nessun giudizio. Ho raccontato una realtà naturale, una realtà storica e psicologica umana. Uccidere significa terminare una vita e non gli è non è intrinseca la malvagità o la cattiveria dato che posso anche uccidere per mangiare. Con l'aborto si uccide una vita, è un fatto, poi è il "perché" che ci sta dietro che a volte nasconde delle contraddizioni, delle scusanti che uno sceglie in base ai valori che ha e che hanno la funzione di pacificare l'animo. Così sono anche le leggi. Tutto ciò è l'affanno dell'uomo che cerca di avere un senso di fronte alla crudezza e all'apparente non senso dell'esistenza. Così cerchiamo i valori, come luci di senso da seguire e sono diversi in parti diverse del mondo e del tempo perché li creiamo noi e su di essi elaboriamo leggi, comportamenti etici e morali, ma sempre servono a sensificare e pacificare gli animi. Tu infatti dibatti sulla questione di omicidio, se questa uccisione è colpevole o no, come si dibattono chiesa e scienza e opinione pubblica, proprio perché si tenta di definire il valore della vita, quando comincia, quali proprietà debba avere per non incorrere nel peccato dell'omicidio e della colpa conseguente. Se mi parli di libero arbitrio, ti dirò che è ancora aperto il dibattito tra scienza, filosofia e religione sul fatto che esista realmente, su quali siano i suoi limiti. Iniziò tanti, tanti, tanti anni fa.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 20:31 via WEB
Devil vediamo di semplificare l'argomento se no non ne veniamo più a capo, tu sei contrario all'aborto a prescindere dai casi? Vuoi che il divieto venga applicato con una legge o vuoi solo sensibilizzare l'opinione pubblica che sta diventando una specie contraccettivo?
 
     
daredevil665
daredevil665 il 22/03/12 alle 23:58 via WEB
Come avevo detto nel primo commento: " Io non ucciderei nessuno, tranne gli assassini che non ne vogliono sapere di fermarsi o per difendermi da chi mi vuole uccidere, ma è anche difficile lasciare al mondo un bambino che non potrà mai essere come gli altri, riferendomi a casi gravi, e che tutti i giorni, vedendo gli altri correre, giocare, innamorarsi, diventare grandi, i suoi occhi ti chiederebbero “perché?”. " perché penso che nella vita un individuo debba vivere in un equilibrio tra gioie e dolori: Gli affanni per le gioie; ma, se fossero solo affanni e dolori, per cosa vivere? C'è infatti chi in tutta coscienza decide di suicidarsi perché si rende conto che la sua vita non gli offre piu nulla all'orizzonte, cioè non ha piu gioie e, anche se fossero solo sue convinzioni, però è la natura che nel suo universo psichico sente più sofferenza che gioia nel restare in quella forma. È ogni parte della natura che vive per la sua gioia. Allora noi, per la nostra gioia privata di vincere sulla morte, decidiamo anche di mantenere in vita a tutti i costi delle larve umane, che siano vecchi o neonati, pieni di flebo per anni, se non per tutta la vita, in letti di ospedali o in culle eterne, però non siamo loro, che magari non hanno nemmeno la facoltà di staccarsi i tubi da sé. Questo è il prezzo del progresso e dei nuovi valori che produce in vista di nuove possibilità, che quando non c'era non riuscivano a mantenere in vita dei relitti e ci dovevano rimettere alla legge della natura. Io non voglio vivere una vecchiaia imbottito di farmaci per aumentare il tempo di vita per passarlo a strisciare e guardare l'orologio, e nemmeno vorrei vivere certe vite, che ho visto, dalla nascita. Siccome io so che dei miei primi periodi di vita dentro e fuori dell'utero non ho nessun ricordo, penso che l' aborto possa servire a evitare una non vita, prima che questo essere cominci ad essere cosciente. La legge a riguardo, è un misto di tanti sentimenti e emozioni che scaturiscono dai valori che ognuno ha nei confronti della vita e con i quali interpreta l'esistenza. Perciò la legge è giusta per chi ha votato quella legge. Allora io cerco di capire la natura e di vedere se nei nostri ragionamenti ci sono delle illusioni, cioè cerco un giudice imparziale.
 
     
daredevil665
daredevil665 il 23/03/12 alle 00:17 via WEB
A scanso di equivoci, non vorrei che per il fatto che constato di non avere nessuna memoria dei primi periodi, allora posso evitare la vita a chiunque e abortire per qualsiasi motivo, tanto non sente nulla. Mi riferivo solo a quelle condizioni disastrose. Se una vita può realizzarsi anche con delle grosse difficoltà, perché evitarla? Non abbiamo mica il diritto al paradiso, anzi ce lo dobbiamo meritare e questo è il senso della soddisfazione.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 23/03/12 alle 00:42 via WEB
Devil detta terra a terra ci sono situazioni che vanno al di la di farsi tante seghe mentali. In africa nascono migliaia di bambini sieropositivi e donne che non solo vorrebbero abortire ma neanche possono, non potranno mantenerlo e curarlo, come fai davanti a uno scenario simile essere così rigido e non contemplare almeno i casi limite.
 
     
daredevil665
daredevil665 il 23/03/12 alle 09:40 via WEB
Detta terra a terra, Io preferisco “farmi delle seghe mentali” e rimuginare quindi un po’ di più per capire meglio la situazione, piuttosto che agire d’impeto o a sentimento, alla cosiddetta “carlona”. Solo così non si è “rigidi”, proprio perché non è una risposta impulsiva ma approfondita in tutti i suoi aspetti.

Io penso che sia meglio prevenire che avviare una “fabbrica” di aborti dove diventa un flusso il fatto di scopare, rimanere in cinta, tanto poi si può abortire. Non li obbliga nessuno a mettere al mondo tanti figli sapendo già prima a quali condizioni. Bisogna pensarci prima, sennò poi non lamentarti. La saggezza di popoli antichi era quella di generare anche sulla base delle risorse locali, cioè sapevano che in troppi non si sarebbe sopravvissuti bene. Ma non so se tu sai che l’HIV (virus dell’AIDS) non è ancora estirpabile dall’organismo, ma è migliorata molto la situazione di controllo farmacologica che consente di vivere molto di più di prima e che si è avviata da qualche tempo una campagna di informazione, di istruzione, di aiuto alla prevenzione onde evitare il virus, di mettere al mondo troppi figli in condizioni precarie o di doverli gettare nel cestino. Una volta che li hanno messi al mondo nella malattia o nella fame, dovranno fare i conti con quella realtà perché non sono privi di potenziale fisico, come nei casi a cui io mi riferivo, ma potrebbero vivere in presenza di cibo, per questo io dico che c’è la responsabilità di chi li ha messi al mondo sapendo a cosa andavano in contro.
 
     
stella112
stella112 il 23/03/12 alle 10:11 via WEB
Guardando il mondo dall'alto mi rendo conto che noi diamo per scontato certi aspetti di noi che viviamo qui nel benessere, se così si può dire, ma il mondo non è come quello in cui noi siamo abituati a vivere, ma è un mondo dove l'ignoranza e la povertà la fa da padrona, dove molti esseri vivono senza una consapevolezza tale che permetta loro di capire certe cose e prendere certe precauzioni. Ora... il nostro compito di uomini più fortunati, perchè di questo si tratta se viviamo qui e non lì, dovremmo educare queste persone come altri hanno educato noi, il problema vero è che a nessuno interessa veramente far evolvere questi popoli perchè gli fa comodo che rimangano come sono perchè se cominciano a ragionare troppo non si lasciano più sfruttare e rubare le materie prime.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 23/03/12 alle 11:10 via WEB
Ciao Devil e scusa non avevo visto la tua risposta. E' fuori da ogni discussione che io sono molto più materiale di te e consapevole che agisco alla "carlona" ma non riesco a stare a guardare salvandomi l'anima con una mia filosofia giusta o sbagliata che sia. Anche un idiota saprebbe che è meglio prevenire ma se c'è un emergenza significa che non c'è stata prevenzione, ok è un male e neanche voglio discutere, ma è un male necessario in certi frangenti. Non ti biasimo per questo e rispetto le tue idee, la pensiamo solo diversamente.
 
     
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 18:37 via WEB
Io naturalmente sto dalla parte della donna :-) e so che non è facile vivere con un peso simile nel cuore, lo possono testimoniare molti psicologi che prendono in cura queste donne. Ecco perchè preferisco evitargli tale peso spingendo per una contraccezione che va ad agire prima che la fecondazione avvenga. Proprio ieri quando ho visualizzato il post sull'aborto in un altro sito una donna ha commentato così:" Gia' ho avuto questa brutta esperienza a 18 anni e' stato terribile ma l'ho trasformata in positivo nel senso di amare ancora di piu i ragazzi e di essere saggia quando il mio matrimonio scricchiolava e il mio ex marito voleva a tutti i costi un figlio io con la morte nel cuore non ho voluto perche sarebbe stato solo puro egoismo." Affrontare un aborto non è mai una cosa facile, anche nel caso sia giustificato.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 19:12 via WEB
Non è una questione di stare o no dalla parte della donna, tu sei cosi, ha il tuo modo di ragionare, di pensare e di pesare le cose e neanche tu ti puoi permettere che ogni donna al mondo si uniformi al tuo modo di vedere le cose. Nessuno sta dicendo che è facile affrontare un aborto e non lo deve essere, ma non puoi togliere il libero arbitrio a tutte le donne perchè tu lo trovi sbagliato.
 
     
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 20:53 via WEB
Il mio "stare dalla parte della donna" era un po' ironico, forse non si è capito :-)lo scrivevo proprio perchè mi spiace che una donna debba soffrire per una decisione simile. Nemmeno se una persona decide di suicidarsi io mi oppongo proprio perchè sono fermamente convinta che sia un suo diritto proprio quello di esercitare il sui libero arbitrio. Io posso parlarle, cercare di farle vedere la vita sotto un altro aspetto, ma poi la decisione è solo sua e io mai mi opporrò. Ognuno poi fa i conti con sè stesso e noi siamo sempre i peggiori giudici di noi stessi, se non qui all'altro mondo :-))
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 21:01 via WEB
Ho capito quello che volevi dire e capisco anche che per te è stata una cosa che ti ha segnato e ancora oggi riemerge a distanza di anni, e sono con te se vuoi mandare un messaggio a altre donne che ci stanno passando, ma non tutte la vedono così e non abbiamo il diritto di giudicarle, anche se so che non è il tuo intento farlo.
 
     
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 21:05 via WEB
Per fortuna non ho mai preso una decisione simile anche perchè ho sempre usato le precauzioni giuste per avere i figli quando li desideravo, ma se lo avessi fatto penso che sarei impazzita conoscendomi.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 21:10 via WEB
Infatti la cosa è molto soggettiva ma ti posso garantire che donne che ho conosciuto ne hanno sofferto ma ben lontano da essere un trauma
 
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 18:41 via WEB
Sicuramente non ho giudicato questa donna, ma ho cercato di donarle una parola di conforto. Come si può ben capire il suo dolore è ben saldo ancora dentro di lei e non è più una ragazzina.
 
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 20:56 via WEB
Vedo che menzioni spesso il libero arbitrio, ti segnalo una bella discussione avvenuta in questo blog proprio su questo argomento http://gold.libero.it/Stella112/4106012.html
 
 
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 21:33 via WEB
Non nominare quella parola per favore, già devil ha nominato: libero arbitrio, scienza e religione e già mi formicolavano le dita sulla tastiera. Sono da pochi giorni qui su libero ma credo che Davil sia la parte sana e buona del web, su diverse cose non sono daccordo ma è da stimare.
 
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 21:08 via WEB
Pensa che ho ancora il rimorso per aver pizzicato per sbaglio mia figlia con una pinzetta, quelle che si usano per appendere il ciuccio sui vestiti :-( e ora ha 16 anni.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Fabri il 22/03/12 alle 21:09 via WEB
Mia madre ebbe 3 parti cesarei in tempi in cui non era di moda il parto indolore e il rischio di lasciarci la pelle era tanto. Mise al mondo 4 figli, di cui il primo non voleva saperne di uscire da lei e fu solo grazie ad una levatrice che fu chiamata soltanto dopo 3 giorni e tre notti di tormento per colpa di un cane travestito da dottore che il parto riuscì. Non le passò neanche per l' anticamera del cervello di rinunciare ai suoi figli, di abortire per salvarsi la vita. Quello che mi fa di più incazzare è che si tende a criticare maggiormente le donne che fanno questo tipo di scelta, la più rischiosa per loro, che non le donne che abortiscono perchè poverine sono state violentate o perchè non sono in grado di allevare il nascituro, ecc., ecc. Come i casi di quelle coraggiosissime donne incinte malate di cancro, sconsigliate dai medici, famigliari e amici a portare avanti il parto, ma determinate ugualmente a mettere al mondo il loro bambino contro tutto e tutti. Io tengo per loro.
 
 
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 21:18 via WEB
Nessuno le sta criticando, neanche io che sono pro aborto, ognuno è libero di decidere come meglio crede, non tollero neanche che si faccia al contrario bollando una donna come assassina, perchè prendere una decisione del genere non è semplice e anche sicuramente sofferta.
 
   
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 21:41 via WEB
Qui nessuno ha dato dell'assassina a nessuna donna, ci mancherebbe, stai travisando il messaggio del post che è ben diverso.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 21:59 via WEB
Stella ho 51 anni, sono un po rimbambito ma in matematica sono un fenomeno, e uno più uno fa due,non parlo del post ma della piega che hanno preso i commenti, è la tecnica del girare attorno alle cose, del dire e non dire, leggi uno e afferma che uccidi una vita, l'altro che siamo animali, del coraggio di tenere un bambino quindi della vigliaccheria di decidere diversamente, ecc. ecc. Ok io sono favorevole nei termini tollerabili e sono qua e non mi nascondo dietro ai cespugli.
 
     
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 22:09 via WEB
Su questo non c'è dubbio Rospo, ma vedi, anche gli altri hanno espresso quello che è il loro pensiero giusto o sbagliato che sia. Una persona può effettivamente pensare che un aborto è un omicidio, ne ha tutto il diritto come tu hai il diritto di pensare che invece si può fare senza doversi sentire in colpa perchè, in qualche caso, è giustificabile. Sarà poi la coscienza della donna a decidere da che parte stare, se così si può dire. Non ti sentire attaccato se gli altri fanno intendere che per loro un aborto è un omicidio, qui esiste il libero arbitrio :-)
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 22:15 via WEB
No Stella mi spiace libero arbitrio un cippa, la libertà di un individuo finisce esattamente dove inizia la libertà di un altro. Opinioni è un conto bollare e offendere le persone un altro
 
     
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 22:41 via WEB
Ok, ma non è stata giudicata una persona con nome e cognome, ma una "situazione".
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 22:54 via WEB
No hai capito male è stato fatto il nome di tante persone. Uno ha il diritto di dire che ritiene l'ovulo fecondato una vita, non che una ragazza violentata o che rischia la vita continuando la gravidanza è un codardo o altre cose deliranti che ho letto. Io rispetto le idee non i cmmenti fuori luogo.
 
 
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 22:08 via WEB
perchè poverine sono state violentate????? perchè non ci aggiungi il sono solo state violentate? ma tu sei uno fuori di testa da ricovero ragazzo, ma se violentano mia figlia non solo la rispetto se vuole abortire ma ammazzo a bastonate chi lo ha fatto dato che con le leggi di merda che abbiamo rimarrebbe impunito. Ma da dove esci tu dal circo?
 
   
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 22:11 via WEB
P.S. il commento sopra è per il genio di Fabri
 
   
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 22:12 via WEB
Conoscendo Fabry, si è lasciato prendere la mano, come si dice, sono sicura che quel solo violentate non è voluto ma scivolato, almeno spero o lo prendo a bastonate :-). Comunque faresti bene a prendere a bastonate un violentatore, la legge veramente li tutela dimenticandosi della vittima.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Fabri il 22/03/12 alle 22:49 via WEB
Hai una certa età Rospo, e dovresti aver capito quello che volevo dire : nella mentalità di questa società viene molto più giustificata la scelta di abortire della donna violentata, ma anche di colei che abortisce perchè sa di non poter nutrire il bambino (il che al giorno d' oggi è alquanto assurdo, visto le alternative che ci sono), o per qualsiasi altro motivo, che non la scelta opposta, che è molto più difficile e quantomeno meritevole di rispetto come l' altra. Quando poi, ed è successo, coloro che difendono a spada tratta l' aborto si permettono di giudicare chi non vuole abortire, a rischio della propria vita, perchè crede in Dio, perchè vuole il bambino, allora si capisce che sotto sotto c'è lo zampino della politica.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 23:08 via WEB
Primo io non giudico nessuno e non l'ho mai fatto, rileggiti ogni commento, poi tu hai il sacrosanto diritto di sostenere tutto quello che ti pare ma i commenti perchè una decide di abortire te li tieni per te o te li porti al circolino, alternative comprese che avrebbe, perchè ne ho sentite di ogni, dalla vigliacca all'assassina, qui siamo leggibili da tutti non è una setta, io sono ospite del blog di stella e non ho mai offeso nessuno, se lei e solo lei ritiene che vado sopra le righe posso anche andarmene.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 23:17 via WEB
P.S. di quello che dicono gli altri contro quelli che non vogliono abortire "me ne può fregare de meno", di manovre politiche e religiose anche. Io non sono ne un prete ne un politico dell'ufficio reclami.
 
     
stella112
stella112 il 22/03/12 alle 23:25 via WEB
Qui non abbiamo mai mandato via nessuno, il fatto di discutere non significa che non ci si debba più parlare altrimenti qui non ci rivolgeremmo più la parola nessuno :-)). Ho riletto il commento di Fabry incriminato, ma non ho visto scritto assassina e via dicendo, penso che ti debba prendere un attimo per rileggerlo, penso che ti sia incazzato con lui, non dico per nulla, ma forse un po' troppo.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 23:30 via WEB
Il commento è di Devil, che tra le altre cose mi sta pure simpatico, questo ha delirato sul coraggio di proseguire la gravidanza e altro ma lasciamo perdere.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Fabri il 22/03/12 alle 23:35 via WEB
Te intanto porta rispetto, perchè a me hai giudicato eccome. Nel trattenermi fortemente dal mandarti a fare in culo, ti faccio presente che IO più di te non ho offeso nessuno qui(per ora), nè te, nè tantomeno donne che hanno abortito. Al circolino ci andavo da ragazzo perchè si pagava poco, te probabilmente ci vai ancora perchè sei un "compagno".
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 23:46 via WEB
Complimenti, il "compagno" una chicca che non sentivo più dai tempi del liceo, ma fare confronti usando coraggiosa una, quindi l'altra per esclusione è codarda ecc. ecc. è offensivo, forse.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 22/03/12 alle 23:54 via WEB
P.S. Poi il fatto che è assurdo (parole tue) che una abortisce perchè non riesce a mentenere il bambino è VERGOGNOSA non offensiva. a meno che il pianeta terra non finisce nel perimetro del tuo giardino.
 
     
stella112
stella112 il 23/03/12 alle 00:01 via WEB
Scusate,ma non vi sembra che stiate perdendo di vista il tema del post :-) Ora siete un po' alterati e di solito scappano parole di cui poi ci si pente per cui cerchiamo di respirare a fondo e... mandatevi un abbraccio virtuale...(se ci riuscite, con sincera passione siete degli extraterrestri ahahahaha... si perchè siamo umani ed è difficilissimo controllare la carne.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 23/03/12 alle 00:12 via WEB
Scusa stella ma la frase "Nel trattenermi fortemente dal mandarti a fare in culo" queste non sono parole mie, e è anche un metodo infantile da asilo mariuccia per lanciare il sasso e nascondere la mano. Poi il "compagno" intesa come offesa è patetica e offensiva, non a me perchè io non lo sono, ma per il disprezzo che dimostra contro chi lo è "compagno" a torto o a ragione ma lui ha stabilito se sono da eliminare.
 
     
stella112
stella112 il 23/03/12 alle 00:29 via WEB
Non sai quanti volte si sono mandati a quel paese Fabry e Maskera, per fare solo un esempio, perchè quando ti prendono i 5 minuti e vai in escandescenza non ti controlli, ecco perchè vi ho chiesto di fermarvi e respirare a fondo. Ora stare lì a rimuginare sulle parole dette in certi frangenti si fa il gioco del diavolo, come dico io, abbassa le vibrazioni e crea un ambiente ostile, cosa che noi non vogliamo. Credimi Fabry non ti vuole eliminare, magari in questo momento ti strappazzebbe un po' ma poi domani se ne pentirebbe :-) Ecco a cosa serve la stellina, a mantenere l'ordine (*_*)
 
     
stella112
stella112 il 23/03/12 alle 00:31 via WEB
E non sai quanto si vogliono bene ora lui e maskera dopo tanti va a fa un culo.
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 23/03/12 alle 00:46 via WEB
é arrivato devil che mi fa da calmante peggio della valeriana, tranquilla
 
     
stella112
stella112 il 23/03/12 alle 00:55 via WEB
Sai che pensando ai 5 minuti l'ultima volta che mi ha fermato un vigile strafottente, ci ho litigato, gliene ho dette tante.. ma mica mi son pentita il giorno dopo :-))... mi ha fatto anche la multa per una lampadina bruciata... sono giustificata no!!!
 
     
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 23/03/12 alle 00:59 via WEB
Non eri giustificata perchè avevi la lampadina bruciata, ma poi quando vai a casa e vedi che escono 5 cammorristi per decorenza dei termini ti girano i maroni.
 
     
stella112
stella112 il 23/03/12 alle 01:18 via WEB
appunto
 
stella112
stella112 il 23/03/12 alle 00:33 via WEB
Ti ha risposto anche Davil sopra, ma ora sai come fare a trovare il commento :-)
 
card.napellus
card.napellus il 23/03/12 alle 10:33 via WEB
L'aborto è un male necessario. Non dovrebbe essercene bisogno, ma viviamo in una società in cui non c'è un minimo di cultura in materia, in cui non si può nemmeno mettere un distributore di profilattici in una scuola, in cui la società non aiuta per nulla una donna in gravidanza o che alleva un figlio. Una società dove esponenti di sette e religioni si permettono di dire la loro sui metodi da usare per contraccezione e aborto... roba da medioevo. E giornali e televisioni amplificano i loro deliri...
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Fabri il 25/03/12 alle 21:38 via WEB
Ciao card.napellus, perchè dici che l' aborto è un male necessario ? In fin dei conti l' Italia non è certo l' Africa, e per quanto ne so io di distributori di profilattici nelle scuole ce ne stanno (magari non in tutte, di certo non nelle elementari), se una donna non se la sente di allevare il bambino c'è la possibilità di lasciarlo in un ospedale, e infine non mi pare che ci sia molta gente che da retta alla chiesa al giorno d' oggi....non sarà piuttosto una decadenza di valori, un non volersi più assumere certe responsabilità, un egoistico modo di vivere senza troppi pensieri ? Il drastico calo delle nascite in Italia parla chiaro mi sembra.
 
   
card.napellus
card.napellus il 26/03/12 alle 14:07 via WEB
Innanzi tutto ai minorenni i contraccettivi, pillola compresa, dovrebbero essere quantomeno a prezzo politico, se non gratis. Il fatto che una donna possa lasciare dopo il parto il bambino non la esenta dal partorire, quindi spesso dal perdere il lavoro, avere periodi anche lunghi in cui è in uno stato che non a caso si dice "interessante", dover subire un trauma al momento del parto o un'operazione chirurgica. Il problema non è la gente che da retta alla chiesa o a qualsiasi altra religione, il problema è che lo stato ne è succube. Io ho due ragazzi, ed è un sacrificio. Certo ci sono dei bei momenti, ma per lo stato non esisti: assegni inesistenti, scuola con "contributi" in pratica obbligatori, qualunque attività per il ragazzo si paga, i libri di scuola, tutto. La scuola stessa è scesa a un livello penoso: Dario, prima superiore, fa solo 26 ore. Io ne facevo 39, e c'erano meno materie. Ci vuole coraggio, specie quando non puoi contare sui nonni o le nonne come me.
 
LIFEOLDHEART
LIFEOLDHEART il 23/03/12 alle 10:37 via WEB
ABORTO SI ABORTO NO. IO SONO PER LA LEGGE SULL'ABORTO, PERCHE' NON ESSENDO GIOVANE, E RITORNANDO INDIETRO NEL TEMPO, MI RICORDO BENISSIMO QUANDO L'ABORTO NON ERA LEGALE COSA SUCCEDEVE, MEDICI CHE SI ARRICCHIVANO SULLE SPALLE DEI POVERETTI, MORTI, MUTILAZIONI E LESIONI PERMANENTI. PERCHE' TUTTO ERA PRATICATO DI NASCOSTO (PENSATE NEL 1975/76 ABORTIRE COSTAVA CIRCA £ 500.000), DA PSEUDO MEDICI O GINECOLOGI IN AMBULATORI IMPROVVISATI E CON CONDIZIONI IGIENICHE PESSIME E CHI RISCHIAVA ERA SOLO LA DONNA, ABBANDONATA SU UN LETTINO DI QUALCHE MACELLAIO. TROPPE NE HO VISTE DI PERSONE MORTE PER SETTICEMIA O COMPLICANZE O EMORRAGIE DOPO UN ABORTO CLANDESTINO. VA BENE LA PREVENZIONE, VA BENE PARLARNE, VA BENE CERCARE DI FAR CAPIRE L'IMPORTANZA DI UNA VITA, MA IN ITALIA PAROLE,... PAROLE.... PAROLE... TUTTI A DIRE O SCRIVERE FIUMI DI PARLE SULL'ARGOMENTO, MA... POI?... CHI SI PREOCCUPA DELLA DONNA IN DIFFICOLTA' SE TIENE IL BIMBO, CHI LA AIUTA, CHI O QUALE STATO COMUNE O PROVINCIA LE STA VICINO PER I BISOGNI QUOTIDIANI SUOI E DEL BIMBO? CHI E RIPETO CHI......?????? MA SEGUITE LE TRASMISSIONI? AVETE MAI PARLATO CON 1 10 100 1000 PERSONE CHE INDOTTE HANNO FATTO LA SCELTA DI TENERE IL BIMBO PUR FRA MILLE DIFFICOLTà ECONOMICHE PERSONALI E DI SALUTE?... MA CHI SI OCCUPA DI QUESTE PERSONE DOPO????? DOVE QUANDO???? DICIAMO CHE OGNUNO PER SE E DIO PER TUTTI......
 
 
LIFEOLDHEART
LIFEOLDHEART il 23/03/12 alle 11:04 via WEB
TORNARE INDIETRO VUOL DIRE FARE ARRICCHIRE NUOVAMENTE GLI AVVOLTOI DI UN TEMPO. QUINDI BEN VENGA LA LEGGE, NEL RISPETTO TOTALE DELLE DONNE, OSSERVANDOLA SCUPOLOSAMENTE. DICIAMO CHE QUI L'ASSENTE E' LO STATO E CHI DOVREBBE POI DARE L'AIUTO INDISPENSABILE A TIRARE AVANTI, ECCO L'ANELLO DEBOLE, INVECE DI FARE STATISTICHE E RICERCHE E CHI PIU' NE HA PIU' NE METTA SU QUANTI ABORTI FATTI, FACCIAMO RICERCHE SU QUANTI AIUTI DATI A CHI HA DECISO PER IL NON ABORTO E COSA BISOGNA FARE PER INVERTIRE LA TENDENZA, MA SI SA', IN QUESTO PAESE PARLARE DI COSE CONCRETE E' SEMPRE UN TABU', PERCHE' UNA RICERCA SERIA, NON FAREBBE ALTRO CHE CONFERMARE LA REGOLA, " TI CONSIGLIO, TI INVOGLIO, TI DICO CHE FARO'.... DIRO'.... STARO'..... E FINITA LA FESTA GABBATO LO SANTO" CIOE' DOPO LA NASCITA E GLI AUGURI E LE PACCHE SULLE SPALLE SON C..Z... TUOI..... E PARLARE DI QUESTO VORREBBE DIRE INCENTIVARE GLI ABORTI... ECCO PERCHE' SONO PER LA LEGGE SULL'ABORTO.....
 
   
card.napellus
card.napellus il 23/03/12 alle 12:04 via WEB
Viviamo in un paese in cui persone affermano che un essere umano è tale dal momento del concepimento... che non si può usare la contraccezione perché è peccato... che vivono con i soldi che noi gli diamo volenti o nolenti.
 
   
stella112
stella112 il 23/03/12 alle 13:43 via WEB
Sono d'accordo con te life,una donna quando decide di abortire deve poterlo fare in una struttura idonea e senza dover sborsare un euro, ma il punto su cui ho volute mettere i puntini io è diverso, io guardo la situazione dalla parte della donna e di quello che subisce durante tutta la vita per questa scelta fatta, ecco perchè penso che sia giusto prevenire piuttosto che curare. C'è anche da dire che alcune donne sembrano non aver capito in che cosa consista esattamente un aborto, infatti abortiscono una, due, tre volte, lo usano veramente come metodo di contraccezione quando invece non c'è più nulla da contraccettare (esiste questo termine?).Mi piacerebbe che le donne fossero ben coscienti di quello a cui vanno incontro.
 
stella112
stella112 il 23/03/12 alle 13:46 via WEB
Altra storia l'assenza dello stato nell'aiutare una donna che aspetta un figlio, prima e dopo il parto. Deplorevole ma reale purtroppo.
 
cappottinonero
cappottinonero il 23/03/12 alle 15:37 via WEB
Deplorevole e reale purtroppo anche l' assenza dello Stato nel far rispettare le proprie Leggi.
La 194, in alcune Regioni, soprattutto del Sud, e' praticamente inapplicabile.
E questo succede anche in buona parte del Nord.
Succedera' come al solito... chi ha disponibilita' finanziaria si rechera' all' estero o in cliniche private... chi queste risorse non le ha andra' incontro a mille sofferenze, fisiche e nell' anima.
Siamo o non siamo in un Paese libero???
C'e' o non c'e' il libero arbitrio???
 
 
stella112
stella112 il 23/03/12 alle 17:11 via WEB
Posso sapere a cosa ti riferisci più precisamente cappottinonero?
 
cappottinonero
cappottinonero il 23/03/12 alle 18:08 via WEB
Mi riferisco alla Legge n.194 del 22 maggio 1978... il cui art. 4 sancisce, testualmente, che "nei primi novanta giorni di gravidanza il ricorso all' interruzione volontaria di gravidanza è permesso alla donna che accusi circostanze per le quali la prosecuzione della gravidanza, il parto o la maternità comporterebbero un serio pericolo per la sua salute fisica o psichica, in relazione o al suo stato di salute, o alle sue condizioni economiche, o sociali o familiari, o alle circostanze in cui è avvenuto il concepimento, o a previsioni di anomalie o malformazioni del concepito.
E mi riferisco al fatto che in Italia sta sempre piu' diventando difficile abortire.
Praticamente come se la legge NON ESISTESSE.
Medici, OBIETTORI DI COMODO, che mettono a repentaglio le vite di chi, in coscienza e con libero arbitrio, decide di non proseguire la gravidanza.
 
 
Rospo_Brianzolo
Rospo_Brianzolo il 23/03/12 alle 19:01 via WEB
Premetto che io sono pro aborto ma mi sembra normale che un medico abbia il diritto di sciegliere se praticare o non praticare un aborto (libero arbitrio) mica è un androide che non ha la facoltà di avere un opinione
 
 
stella112
stella112 il 23/03/12 alle 20:41 via WEB
Io non so quanti medici obiettori ci siano, ma una donna che conosco ha abortito lo scorso anno e non ha avuto nessun problema a riguardo. Certo è che non si possono obbligare le persone a fare quello che non vogliono. Se poi questi medici dicono di essere obiettori e poi fanno abortire clandestinamente e a pagamento è un'altro conto.
 
   
card.napellus
card.napellus il 26/03/12 alle 14:00 via WEB
Allora un medico può obiettare verso il togliere un rene, o amputare una mano?
 
handbags
handbags il 26/04/12 alle 08:58 via WEB
but regrettably the author has Louis Vuitton exaggerated the Vichy episode. Louis Vuitton UK are ideal for daily usage. louis vuitton outlet is really so well-liked and also treasure. dre beats always sells good-looking beats bags for women. Recent years, Cheap beats headphones become more and more popular. perhaps high quality polo ralph lauren uk. but chanel outlet recovered by the mid-1990s with further boutique expansion. this burberry uk bailey boots is blend of style. gucci belt America by drastically reining in on the sales of the Accessories Collection. it debuted on the Billboard Hot Dance tiffanys Club Play chart at number 45. christian louboutin uk's main website contains a prominent note stating. At the Coach Outlet Online you have the largest selection of the day. Coach Outlet handbags's special design and fashion is certainly and so eye-catching. When you come to the Coach Factory Outlet Online, these are not problems. Louis Vuitton Wallet louis vuitton sac company's new accessories failed to pick up the slack, sac louis vuitton create super shock many of the style with may completely different role. Coach Wallets head coach outlet canada, although occasionally a person may fill both roles of general manager. If you need practical, fashionable and well-known Nike Dunks. the coach bag of coach outlet online is that it would excellently please your minds beyond your mind's eye. Additional coach outlet stores were under construction in Denver and Seattle. the coach bag of coach outlet online is that it would excellently please your minds beyond your mind's eye. For your consideration is the Cheap Nike Dunks which is made in USA . Becoming a regular member of Coach Outlet Online, louis vuitton To protect against the duplication of his look, louis vuitton belt and posted copies of the Cease and desist order on her website.
 
Coach123
Coach123 il 04/05/12 alle 14:08 via WEB
fhfCoach Outlet Online has a number of persons with highly qualified professional and Coach Outlet Online managerial talents, and a high taste of high-tech design of the production team Coach Outlet. So its products like Coach Shoulder Bag get people's heart, and sells well in worldwide. This one gives you the feeling of mistery. Coach Purses Outlet becomes a very famous luxury brand in worldwide and has established a high reputation among the customers. Nowadays, Cheap Coach Handbags almost become the key word of vogue, Coach Handbags is likely to be the dreams of lots of young ladies. We highly recommend Coach Factory. The price is fairly competitive. What is more, Coach Outlet Online can offer the best service and have guaranreed the product. Coach Outlet will make your life more colorful. The louis vuitton purses is made of soft and supple leather, developed in Italy. The Coach Outlet Store Online arrived new bag with two side pockets in one color is decorated by a little fold. The bag is not only cute but also elegant. The pattern of the bag on Coach Outlet is very simple but not general. Whenever you go Coach Outlet Canada, you will become the focus of the crowed. Coach Outlet Online Brand is originally launched at Manhattan, New York. As many years going by Coach Handbags Outlet, this brand becomes one of the most prestigious brands in fashion industry. Cheap Coach Purses is one series of this brand. The quality of this Coach Factory Outlet is good and the color is charming. This one with the color gives you the feeling of young and full of energy. Have our goal of service. To our customers, Coach Factory Outlet have always supplied the best quality and efficiency of products. As well as hassle-free maintenance guaranty. Louis Vuitton Handbags are always having the best designed products, all of them are strictly picked to customer's perspective. On our website we show you different bags such as Coach Shoulder Bag Maroon with Chocolate Logo and Bowknot, hope you like it. gyjiyuiu
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: stella112
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 47
Prov: VI
 

AREA PERSONALE

 
 

...

DA VEDERE E CONDIVIDERE

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

 

 

 SESSO E VITA DI COPPIA

Argomenti trattati con tatto

e sensibilità 

     Clicca qui   Google+   

 

 

PER I MENO ESPERTI

 

Qualcuno potrebbe chiedersi cosa sono i tags riportati nel box sottostante. Cliccando sul pulsantino a lato esce un menù a tendina dove sono segnalati gli argomenti trattati in questo blog, basta scegliere e selezionare l'argomento desiderato, i post richiesti verranno messi in prima pagina in ordine cronologico con il quale sono stati creati. Buona lettura a tutti e grazie per l'attenzione che mi dedicate.


 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ALCUNI POST IN QUESTO BLOG

MISTERI NEL MONDO

Ritrovamenti a dir poco strani che raccontano 

una storia diversa da quella

che si legge sui libri...

CLICCA QUI  Google+

 

 

 

SCIENZA E MEDICINA 

L'informazione giusta ti cambia la vita...

qui potresti trovare quella importante per te

clicca QUI   Google+

 

FILOSOFANDO

In questa pagina si parla di filosofia, metafisica,

di Dio... della vita in genere e...

della vita dopo la morte 

Clicca qui  Google+

 

 

Alcuni Argomenti trattati
nel blog
* Cliccami
*






tracker

 

FACEBOOK

 
 

IM

 

 

 

 

 

 

VIDEO DI ROBERTA

ULTIME VISITE AL BLOG

nicola.renzi.geompsicologiaforensestella112salvo2464gesu_risortoannunz1FrancyCnMehotel.irisbepaapranzgiovana3pgmmad3dfAncientrosevitt74heart.butterflystefanoverdacchi
 

TULIPANI

 

 

 

 

 

SENTIERI PIÙ O MENO GIUSTI...

 

FORMANO UN UOMO

 

 

ULTIMI COMMENTI

Giuliana, ce l'ha il cervello, ma è di una...
Inviato da: stella112
il 21/09/2014 alle 17:08
 
E' no Così impara, non funziona così....
Inviato da: stella112
il 21/09/2014 alle 17:07
 
Quello in gabbia è un ex cacciatore reincarnato in un...
Inviato da: Così impara...
il 21/09/2014 alle 14:22
 
Purtroppo non può pensarci... non ha cervello.
Inviato da: psicologiaforense
il 21/09/2014 alle 11:44
 
Sto pensando che a commentare troippo facilmente, dicendo...
Inviato da: pgmma
il 20/09/2014 alle 14:21
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 241
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

STELLE