Community
 
stella112
   
Creato da stella112 il 07/10/2005

Comunicare

Quello che penso

 

 

Ecco perchè l'Anima esiste: la spiegazione di un fisico

Post n°2215 pubblicato il 21 Luglio 2014 da stella112
 

 

henry-stapp

Esiste l'anima? Fino a qualche decennio fa, questa domanda era lecita solo nell'ambito di una riflessione teologica. Oggi, invece, entra a pieno diritto nelle domande fondamentali della fisica teorica. Henry P. Stapp, fisico teorico presso la University of California-Berkeley, non vuole dimostrare l'esistenza dell'anima, ma che essa si inserisce all'interno delle leggi della fisica.   
Quando parliamo di anima, siamo nel campo della metafisica o della fisica?

Prima dell'avvento della "fisica quantistica", tutto ciò che travalicava i confini del visibile, era tema di ricerca della metafisica, ovvero quella disciplina che indaga sulle cose "al di là" della fisica.

Oggi, invece, all'indomani della scoperta del bizzarro mondo dei quanti, ciò che non è visibile e che non è determinabile è diventato oggetto di studio della fisica.


Più recentemente, alcuni studiosi hanno cominciato a inquadrare pionieristicamente questioni come la coscienza umana, l'immortalità dell'anima e la vita dopo la morte, come oggetti di studio all'interno della fisica teorica.

Tra questi c'è Henry P. Stapp, fisico teorico presso la University of California-Berkeley che ha lavorato con alcuni padri fondatori della meccanica quantistica, secondo il quale avere fede nell'anima non è ascientifico.

Con la parola "anima", lo scienziato si riferisce ad una dimensione della persona umana indipendente dal cervello o dal resto del corpo che può sopravvivere alla morte. "I forti dubbi circa la sopravvivenza della personalità oltre la morte, basate esclusivamente con la convinzione che sia incompatibile con le leggi della fisica, sono infondati", scrive Stapp nell'articolo "Compatibility of Contemporary Physical Theory With Personality Survival".

Stapp ha collaborato alla stesura dell'Interpretazione di Copenaghen della meccanica quantistica, l'interpretazione della meccanica quantistica maggiormente condivisa fra gli studiosi. Essa si ispira fondamentalmente ai lavori svolti nella capitale danese da Niels Bohr e da Werner Karl Heisenberg attorno al 1927, ricevendo una formulazione meglio definita a partire dagli anni cinquanta.

Stapp spiega che i fondatori della teoria quantistica sostanzialmente hanno costretto gli scienziati a dividere il mondo in due parti: al di sopra del taglio, vi è la matematica classica con la quale è possibile descrivere i processi fisici empiricamente osservati; sotto il taglio, vi è la matematica quantistica che descrive un regno completamente al di fuori del determinismo fisico.

"In generale, si è compreso che lo stato evoluto del sistema sotto il taglio non può essere abbinato a nessuna descrizione classica delle proprietà visibili all'osservatore", scrive Stapp. Dunque, come fanno gli scienziati ad osservare l'invisibile? Scelgono particolari proprietà del sistema quantistico, sviluppando un modello per vedere i suoi effetti sui processi fisici "sopra il taglio".

La chiave è la scelta dello sperimentatore. Il problema è che quando si lavora su un sistema quantistico, la scelta dell'osservatore ha dimostrato di influenzare l'andamento, con effetti visibili nel sistema al di sopra del taglio.

Stapp cita l'analogia pensata da Bohr per spiegare la curiosa interazione tra lo scienziato e i risultati del suo esperimento: "È come un cieco con un bastone: quando il bastone viene tenuto debolmente, il confine tra la persona e il mondo corrisponde al divario tra la mano e il bastone; ma se il bastone viene tenuto saldamente, esso diviene parte del soggetto: la persona sente che egli stesso può estendersi fino alla punta del bastone".

Dunque, il mondo fisico e il mondo mentale sono collegati in modo dinamico. La spiegazione quantistica su come la mente e il cervello possono essere separati, ma collegati con le leggi della fisica, "è una rivelazione benvenuta", scrive Stapp.

Essa risolve un problema che ha afflitto la scienza e la filosofia per secoli, con la scienza che vedeva la necessità di equiparare la mente con il cervello, e la filosofia-teologia, incaricatasi di considerare la mente come qualcosa di indipendente dal cervello.

La Teoria fisica classica può solo eludere il problema, e i fisici classici possono solo lavorare per etichettare questa intuizione come un prodotto della confusione umana. La scienza, continua Stapp, dovrebbe invece riconoscere gli effetti della coscienza come un problema fisico.

Inoltre, tale prospettiva, secondo Stapp è indispensabile a conservare la moralità umana, spiegando alle persone di essere qualcosa di più che semplici macchine fatte di sangue e carne. In un altro articolo, intitolato "Attention, Intention, and Will in Quantum Physics", Stapp scriveva:

"È opinione ormai ampiamente diffusa nelle persone la visione scientifica secondo la quale ogni essere umano è fondamentalmente un robot meccanico, prospettiva che rischia di avere un impatto significativo e corrosivo sul tessuto morale della società".



fonte: http://www.ilnavigatorecurioso.it/2014/07/21/ecco-perche-lanima-esiste-la-spiegazione-di-un-fisico/

  http://realtofantasia.blogspot.it/2014/07/ecco-perche-lanima-esiste-la.html#more

 

 

 
 
 

Putin all'Occidente: basta, trasformare il mondo in una caserma globale!

Post n°2214 pubblicato il 20 Luglio 2014 da stella112
 

 

I 10 punti da portare a casa... dal discorso di Putin all'Occidente fatto agli ambasciatori russi in questi giorni

Vladimir Putin ha detto che i poteri occidentali dovrebbero permettere ai paesi del mondo "di vivere a propria discrezione e non sotto la dittatura di qualcuno che perseguita". Ecco la 10 citazioni top del Presidente, durante l'incontro con i diplomatici russi.

'Il principio di non interferenza deve adattarsi nelle realtà europee' L'interferenza occidentale in Ucraina ha portato a conseguenze catastrofiche per il paese, ha detto Putin, suggerendo misure per prevenire la ripetizione di un simile scenario in altri paesi sul continente.

"Il compito è quello di adattare il principio tradizionale di non interferenza, alle moderne realtà europee , iniziando una seria discussione internazionale su questo tema. Tutti noi abbiamo bisogno di un certo tipo direte di sicurezza in Europa, perché i precedenti iracheni, libici, siriani ed ucrainici non si trasformino in una malattia contagiosa"


'Il ricatto è il mezzo sbagliato nelle relazioni internazionali' 
Il Presidente Putin ha criticato Washington, che ha già imposto sanzioni su Mosca dopo l'annessione della Repubblica di Crimea alla Russia, nel tentativo di far svanire l'affare della Russia con la Francia, relativo alla fornitura di 1,12 miliardi di euro, di navi da guerra Mistral 

"Sappiamo della pressione che i nostri partners americani hanno fatto sulla Francia, per evitare la fornitura di navi da guerra Mistral alla Russia. E sappiamo che hanno alluso al fatto che se i francesi non avessero fatto la fornitura di Mistrals, si sarebbero tolte delle sanzioni con le loro banche o quanto meno sarebbero state minimizzate. Se questo non è ricatto, cosa altro è?"

Tuttavia, ancora una volta ha sottolineato l'importanza di una stretta collaborazione tra Mosca e Washington. 

"Non abbiamo affatto in programma di chiudere le nostre relazioni con gli USA . E' vero che le nostre relazioni bilaterali non sono ora nella loro forma perfetta. Ma non è per colpa nostra, non è una errore della Russia." 




"L'Occidente dovrebbe smettere di trasformare il mondo in una caserma globale' Putin ha detto che è proprio l'ora per gli USA e la Europa Occidentale di rinunciare alle loro ambizioni politiche e di cominciare a costruire reciprocamente relazioni utili con il resto del mondo. 
'Il presidente ucraino è totalmente responsabile della violenza' Una parte significativa del discorso di Putin , è stata dedicata agli eventi della crisi in Ucraina, dove il Presidente Petro Poroshenko, ha deciso di non prolungare il cessate il fuoco con i ribelli delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk . 

"Fino ad ora, Petro Poroshenko non aveva alcuna relazione diretta con gli ordini, per fare una azione militare. Ora ha preso totalmente su di sé questa responsabilità. Non solo militare, ma anche politica, che è piu importante."

Putin ha ripetuto che la Russia non interferità in Ucraina, ma ha sottolineato che Mosca è pronta ad aiutare coloro che fuggono dal campo di battaglia. 

"Tutto cio' che accade in Ucraina è, ovviamente, affare interno dello stato ucraino, ma siamo grandemente dispiaciuti che le persone, i civili, stiano morendo. Sapete che il numero dei rifugiati in arrivo nella Federazione Russa, sta crescendo e noi per certo assisteremo tutti coloro che sono nel bisogno.


 


'Non dobbiamo sacrificare i nostri interessi vitali solo per avere il permesso di stare seduti al tavolo, accanto a qualcuno".
La Russia non ha interesse a partecipare in formats di relazioni internazionali dove è solo consentito "giocare il ruolo dell'osservatore, senza poter emettere giudizio finale su questioni chiave," ha detto.
Con la Gazprom che taglia le forniture di gas all'Ucraina, Putin ha messo in guardia Kiev sul fatto che Mosca sa dei suoi tentativi illegali di ottenere il gas russo. 

put1small

"Beh, [gli Ucraini] hanno intrigato con alcuni dei loro partners. In realtà hanno il nostro gas, ma pagano ad un partner europeo, che non riceve totale fornitura di gas. Vediamo tutto. Ma per ora non stiamo facendo azioni per evitare di aggravare la situazione."




'Le relazioni Russia-China sono un esempio per gli altri' Putin ha anche valorizzato i legami della Russia con la Cina, che sono migliorati come risultato delle politiche restrittive dell'Occidente, verso Mosca. 

photo

"E' cruciale che l'amicizia Russia-Cina non venga diretta contro nessuno. Non creiamo alleanze militari. Al contrario, si tratta di una cooperazione equa, rispettosa e produttiva tra due stati nel 21° secolo."





fonte: http://rt.com/news/169680-putin-diplomats-ukraine-west/
traduzione: Cristina Bassihttp://thelivingspirits.net/societa-orwelliana/putin-all-occidente-smettere-di-trasformare-il-mondo-in-una-caserma-globale.html 
http://realtofantasia.blogspot.it/2014/07/i-10-punti-da-portare-casa.html

 

 

 
 
 

Scoperta l'origine dei gyser di Fiumicino

Post n°2213 pubblicato il 18 Luglio 2014 da stella112
 
Tag: Vulcani

Fiumicino si trova sopra un'enorme bolla di gas, lo affermano i ricercatori che hanno svolto le indagini sui Gyser

I Gyser o Vulcanetti, spuntati il mese di agosto a Fiumicino non potrebbero essere che l'inizio, questo è quanto concluso dai ricercatori che hanno svolto le indagini. Il gruppo di geologi e ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche, Istituto di vulcanologia, Geomagellan e Università Roma Tre ha studiato e analizzato le emissioni della fumarola spuntata l'estate scorsa ed hanno individuato che alla profondità di 40 50 metri c'è il maggior accumulo di pressione, i gas si trovano in uno strato di ghiaia largo tra i 5 e 10 centimetri. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Volcanology and Geothermal Research ed il ricercatore del CNR Andrea Billi, ha affermato :" la Ghiaia che ospita una falda acquifera confinata tra due «piani» di argilla. Quello inferiore è più permeabile : lascia filtrare l'anidride carbonica, l'acido solfidrico e l'azoto prodotti dai vulcani dei Castelli Romani e dai Monti Sabatini, inattivi da secoli ma non ancora spenti. Lo strato superiore è impermeabile ai liquidi e sigilla gas pressurizzato e falda acquifera e costituisce pertanto una fonte di pericolo durante la perforazione di pozzi, cave, scavi connessi alla costruzione di edifici".

 

caldera vulcano fiumicino

Averlo battezzato Vulcanetto non è per nulla sbagliato, altri Gyser potrebbero spuntare in qualsiasi momento perchè l'area su cui poggia Fiumicino fa parte dell'antica caldera del medio Tirreno di cui i Colli Albani e i Monti Sabatini. Il ricercatore sottolinea: " Strutture simili sono ben note in tutto il mondo, come in Islanda, Giappone e negli Stati Uniti, nel parco di Yellowstone in particolare. Le fumarole sono potenzialmente pericolose quando si verificano all'interno o nei pressi zone abitate sia per i gas letali emessi che per altri fenomeni connessi. Non è escluso che ci possano essere sacche di gas anche più profonde e altre, già accertate in realtà, più superficiali. Queste manifestazioni sono potenzialmente pericolose per l'emissione di gas mortali, tra cui l'acido solfidrico e l'anidride carbonica"

I geologi sono anche molto preoccupati, oltre che per Fiumicino, per buona parte dei quartieri occidentali e sudoccidentali di Roma. La falda di acqua dolce continua a ritirarsi contaminandosi sempre più di quella del mare, salatissima. Secondo il Cnr, il litorale romano :" sta vivendo diffusa infiltrazione di acqua salata e la contaminazione dei pozzi di approvvigionamento idrico. Il problema, è emerso negli ultimi dieci anni. L'acqua contaminata subisce progressivamente un deterioramento della qualità, divenendo inadatta sia per uso domestico che per scopi agricoli.

 

fonte 

 
 
 

Gaza, strage per il gas: insulto alla memoria di Auschwitz

Post n°2212 pubblicato il 18 Luglio 2014 da stella112
 

 

«Il "nazismo" sionista precede quello tedesco di 30 anni. Il sionismo è un'aberrazione dell'umanità. Israele è il più ignobile insulto esistente alla memoria di sei milioni di ebrei sterminati in Germania». Paolo Barnard, autore del saggio "Perché ci odiano" sul risentimento arabo contro il brutale colonialismo occidentale e sionista, condanna senza mezzi termini l'ennesima operazione di pulizia etnica che le truppe di Tel Aviv stanno conducendo a Gaza sparando nel mucchio e colpendo donne, vecchi e bambini. La musica è sempre la stessa: «Dobbiamo dire ai palestinesi dei territori occupati che non esiste soluzione per loro, continueranno a vivere come cani, e se vogliono possono andarsene», tagliò corto Moshe Dayan nel 1967. Se lo sfratto dei palestinesi prosegue anche oggi con tanta disumanità, aggiunge un osservatore internazionale come Pepe Escobar, dipende anche da un motivo contingente: il colossale giacimento di gas naturale davanti alla costa di Gaza, "la prigione a cielo aperto più grande del mondo". Sangue in cambio di gas: i palestinesi devono preparasi a lasciare anche Gaza, perché «Israele vuole tutto», anche le loro risorse energetiche. 
Alla fine, scrive Escobar su "Rt" in un post tradotto da "Come Don Chisciotte", il premier "Bibi" Netanyahu «ha avuto la sua guerra nuova di zecca». L'Operazione Barriera Protettiva, «ovvero l'attuale pulizia etnica al rallentatore messa in atto a Gaza» dall'esercito israeliano, «è il sogno erotico del primo ministro» di Tel Aviv. Prezioso il pretesto del rapimento di tre studenti israeliani, dopo che l'Anp e Hamas avevano formato un governo unitario in Cisgiordania, mentre il segretario di Stato americano John Kerry «stava portando avanti un gioco ipocrita chiamato "tavolo di pace" tra Israele e Palestina», piano che «come previsto è fallito miseramente». Due palestinesi - non appartanenti ad Hamas - hanno rapito tre coloni adolescenti israeliani mentre facevano autostop di notte vicino a Hebron. «Uno degli autostoppisti in qualche modo è riuscito a chiamare il numero di emergenza della polizia israeliana con il cellulare», così «i rapitori hanno perso la testa e sparato immediatamente ai ragazzi, sbarazzandosi poi dei corpi». La testa in realtà l'hanno persa tutti gli israeliani, continua Escobar: per tre settimane l'esercito ha condotto feroci rastrellamenti, con decina di migliaia di soldati, mentre «i media si sono scatenati, immolando i palestinesi in una pira funeraria di stampo razzista». 
Nafeez AhmedIpotesi dietrologica: sono stati gli 007 israeliani a simulare un rapimento condotto da palestinesi, per poi incolpare Hamas e bombardare Gaza? Escobar smentisce: le prove, scrive, puntano alla tribù Qawasmeh della regione di Hebron, storicamente conosciuta come antagonista di Hamas e ostile verso i coloni israeliani. «C'è anche la possibilità che i rapitori volessero usare gli autostoppisti come merce di scambio per la restituzione di prigionieri palestinesi». Quello che conta è che Netanyahu e la sua intelligence, lo Shin Bet, «sapevano fin dall'inizio che i ragazzi erano morti - e chi era responsabile». Ma "Bibi", semplicemente, «non poteva sorvolare sulla possibilità di sfruttare l'accaduto - durante le tre settimane di folle ricerca - come motivazione per perseguire Hamas nella Zona Ovest e a Gaza, un'operazione già pianificata da tempo». I numeri, aggiunge Escobar, non rendono giustizia all'orribile massacro: in un solo giorno 167 morti, per lo più civili, inceneriti da 30 missili israeliani e sepolti dalle macerie di 200 case distrutte, senza contare gli oltre mille feriti e 1.500 edifici lesionati. 
In Israele, ovviamente, nemmeno un morto. Un portavoce militare «si è macabramente vantato che Gaza - un campo di concentramento-baraccopoli de facto - stava venendo bombardata ogni 4 minuti e mezzo». Il messaggio: «Che "Bibi" la possa fare franca è tutto ciò che le strade arabe - e di tutto il sud del mondo - devono sapere circa il depositario delle navi da guerra e degli aerei statunitensi in Medio Oriente». Quello che invece pochi sanno, continua Escobar, è che 14 anni fa sono stati scoperti al largo della costa di Gaza 1,4 trilioni di piedi cubi di gas naturale, del valore di almeno 4 miliardi di dollari. Altra "dimenticanza": durante l'ultima invasione israeliana di Gaza - l'Operazione Piombo Fuso - i giacimenti di gas palestinesi furono confiscati da Israele. Quella "operazione" era già una guerra energetica, come denunciò Nafeez Ahmed. «Bisogna guardare al tutto da fuori», avverte Escobar: «I 122 trilioni di piedi cubi di gas, più i potenziali 1,6 miliardi di barili di greggio del bacino del Levante sparsi nelle acque territoriali di Israele, Siria, Libano, Cipro e ovviamente Gaza: queste acque territoriali sono alacremente contese come quelle del Mar Cinese del Sud. Neanche a dirlo, Tel Aviv le vuole tutte». 
BlairPer integrare il quadro, «Israele si sta preparando ad affrontare un crescente incubo di sicurezza energetica». E' coinvolto nell'operazione persino Tony Blair, responsabile politico della falsificazione delle prove sulle "armi di distruzione di massa" di Saddam e ora insider strategico della Jp Morgan: l'ex premier britannico ha proposto di "sviluppare" lo sfruttamento dei giacimenti di gas di Gaza attraverso un accordo tra la British Gas e le autorità palestinesi, escludendo totalmente Hamas e la popolazione di Gaza. «Il modo in cui Gaza è mantenuta come un campo di concentramento, soggetto a violenze di massa ininterrotte, è già abbastanza rivoltante», continua Escobar. In più, «bisogna aggiungere la componente-chiave economica: in tutti i modi possibili a Gaza deve essere impedito di accedere ai giacimenti Marina-1 e Marina-2», i quali «verranno inghiottiti da Israele», che già controlla «tutte le risorse naturali palestinesi - acqua, terra ed energia». Ecco il "segreto" dell'Operazione Barriera Protettiva: «Senza schiacciare Hamas, che controlla Gaza, gli israeliani non potranno trivellare la costa». Per Israele, quindi, i palestinesi vanno sfrattati dalla Striscia. 
Secondo Michael Klare, «la nuova, ininterrotta e collettiva aggressione a Gaza è soprattutto una guerra energetica che versa sangue in cambio di gas». Tutto questo, naturalmente, può avvenire senza che il resto del mondo lo impedisca, anche grazie al consenso che il mainstream ha sempre assicurato al colonialismo israeliano, fingendo di non sapere che la fine della secolare convivenza pacifica tra ebrei e arabi in Palestina è stata imposta unilateralmente dai sionisti, decisi a ottenere l'esclusiva sulla Terra Santa anche a prezzo del bagno di sangue. La pulizia etnica, avviata tre decenni prima di Auschwitz, secondo il grande storico israeliano Ilan Pappe è "il peccato originale di Israele", sempre sottaciuto dai media. E' Paolo Barnard a ricordare le terribili parole contenute nelle memorie di David Ben Gurion, padre dello Stato ebraico: «C'è bisogno di una reazione brutale», scriveva Ben Gurion nel 1948. «Dobbiamo essere precisi su coloro che colpiamo. Se accusiamo una famiglia palestinese non c'è bisogno di distinguere fra colpevoli e innocenti. Dobbiamo fargli del male senza pietà, altrimenti non sarebbe un'azione efficace». 
Chaim Weizmann su una banconota israeliana«Gli inglesi - disse il futuro presidente israeliano Chaim Weizmann - ci hanno detto che in Palestina ci sono dei negri, gente di nessun valore». E' un destino di sangue, deciso a tavolino e imposto al mondo, per il quale i palestinesi di Gaza sono ancora oggi dei "negri" senza diritti. E' storia: il sionista Yossef Weitz, continua Barnard, aveva preparato una lista dettagliata dei villaggi palestinesi da distruggere, «coi nomi e cognomi di uomini, donne e bambini disarmati, e questo anni prima dei Protocolli di Wannsee compilati dai nazisti per sterminare gli ebrei inEuropa». La coscienza israeliana viene mantenuta in letargo da una disinformazionemartellante, nonostante la rivolta civile di molti israeliani che si oppongono al militarismo, intellettuali e pacificisti, studiosi, veterani dell'esercito come i "Refuseniks" che si rifiutano di partecipare a operazioni di sterminio della popolazione palestinese. Già nel 1948, un uomo come Aharon Ciszling, ministro del primo governo del neonato Stato di Israele, rifletteva amaramente: «Adesso anche gli ebrei si sono comportati (contro i palestinesi) come i nazisti, e tutta la mia anima ne è turbata». Oltre mezzo secolo dopo, la politica di Israele non è cambiata. Ora tocca a Gaza, che ha la "colpa" di essere affacciata su un mare di gas. 

fonte: http://www.libreidee.org/2014/07/gaza-strage-per-il-gas-insulto-alla-memoria-di-auschwitz/

 http://realtofantasia.blogspot.it/2014/07/gaza-strage-per-il-gas-insulto-alla.html

 

 

 
 
 

Ustica 2.0: gli ucraini abbattono il Boeing-777 malese, scambiandolo per l'aereo di Putin

Post n°2211 pubblicato il 18 Luglio 2014 da stella112
 

 

I militari ucraini abbattono il Boeing-777 malese scambiandolo per un bombardiere russo


Vsevolod Lvov PravdeVGlaza 17 luglio 2014

1051926

Secondo una fonte dell'esercito, i militari ucraini della difesa aerea hanno abbattuto il Boing-777 di una compagnia aerea malese. Le vittime dell'incidente sono circa 300 tra passeggeri ed equipaggio. Come riportato dalle milizie, i militari ucraini presi dal panico hanno mobilitato militari e coscritti fiduciosi che il successo della milizia sia legato unicamente al fatto che la Russia li rifornisca di aiuti militari, cosa generalmente falsa. Come il miliziano "Tanchik" ha detto a PravdeVglaza.ru, la difesa aerea ucraina ha aperto il fuoco su un bersaglio non identificato, che non era stato rilevato dalle milizie, generando confusione tra i soldati dell'esercito della RPD (Novorossija). "Inizialmente, i ragazzi pensavano che si trattasse di un razzo lanciato da un MLRS Grad, ma l'angolo di lancio e la parabola indicavano che fosse chiaramente un missile antiaereo", ha detto il miliziano.
Con alta probabilità, l'esercito ucraino, totalmente demoralizzato, ha scambiato l'aereo di linea per l'avvio dell'intervento diretto da parte delle Forze Armate russe, dopo di che ha deciso di aprire il fuoco sul bersaglio. L'incidente ha provocato la morte di circa 300 persone. Diversi media ucraini si sono affrettati a incolpare dell'incidente la milizia. La versione su PravdeVglaza.ru commentata da uno dei collaboratori di Strelkov, l'ex-capitano della difesa Fjodor Berezin, indica che per distruggere un bersaglio che vola ad un'altitudine di 10000 metri (vale a dire, alla quota del Boeing, quando è stato colpito da un proiettile) aveva bisogno di un sistema simile all'S-400, che semplicemente le milizie della Novorossija non possiedono; ma questi sistemi sono in possesso dei militari ucraini, e alcuni sono presenti nel loro corpo di spedizione. I Buk catturati alle unità della difesa aerea di Donetsk, sono in ristrutturazione, e come riporta Berezin, "oggi non abbatterebbero una grassa e pigra pernice". Numerosi miliziani ed analisti militari ritengono che l'attacco al velivolo civile sia opera degli ucraini, per giustificare l'ingresso nel conflitto delle truppe della NATO. Infatti, è ormai chiaro che la forza antiterrorismo ucraina ha subito una sconfitta inevitabile, in poche settimane e senza aiuto esterno.

BswWlzrCUAAf08F

L'aereo del Presidente Putin avrebbe potuto essere l'obiettivo del missile ucraino
RussiaToday 17 luglio, 2014

L'aereo della Malaysian Airlines MH17 stava volando lungo quasi la stessa rotta del jet del presidente russo Vladimir Putin, poco prima dell'incidente che ha ucciso 295 persone, riferisce Interfax citando fonti. "Posso dire che l'aereo di Putin e il Boeing malese s'intersecavano nello stesso punto e nello stesso momento. Presso Varsavia, scaglione 330-m e alla quota di 10100 metri. Il jet presidenziale era lì alle 16:21 ora di Mosca, e l'aereo malese alle 15:44 ora di Mosca", ha detto una fonte anonima all'agenzia. "Le sagome degli aeromobili sono simili, le dimensioni molto simili, come la colorazione che, ad una distanza abbastanza lontana, sono quasi identici", aggiunge la fonte.
Il Volo MH17 s'è schiantato in Ucraina sulla rotta Amsterdam - Kuala Lumpar, e trasportava 295 persone. L'aereo passeggeri doveva entrare nello spazio aereo russo alle 17:20 ora locale, ma non l'ha mai fatto, secondo una fonte dell'aeronautica russa citata da Reuters. "L'aereo è precipitato a 60 km dal confine, e aveva un allarme di emergenza", citava la fonte ITAR-TASS.

18_si

maxresdefault

L'Ucraina ha inviato ieri una batteria di missili laddove è caduto oggi l'aereo malese
JMAlvarez

Le milizie antifasciste non hanno il sistema missilistico S-300, unica arma in grado di abbattere un aereo alla quota in cui si trovava il Boeing 777 della Malaysian Airlines. Sintomatico che le agenzie imperialiste invece di dire "schiantato" ora dicano "un missile russo ha abbattuto l'aereo..." La dittatura ucraina cerca l'aiuto della NATO per proseguire le operazioni contro gli antifascisti. Se non si sa perché e da chi è stato abbattuto il Boeing malese, significa esser sciocchi totali, mi si perdoni... "Secondo il comando ieri è stata trasferita una divisione di missili Buk delle forze armate ucraine nella zona del Donetsk, dove l'aereo della Malesia è caduto", ha detto una fonte a RIA Novosti. Secondo la fonte, "l'aereo, volando a una quota di 10 km, può essere raggiunto solo da missili S-300. Le milizie non hanno tali armi". L'aereo era scortato da due caccia ucraini 3 minuti prima di scomparire.

 

FONTE

 

 
 
 

Siberia: scoperto un gigantesco cratere nella crosta terrestre! GUARDA IL VIDEO

Post n°2210 pubblicato il 17 Luglio 2014 da stella112
 

 

A Yamal, nella vasta penisola siberiana in Russia, un cratere dalle dimensioni impressionanti ha fatto la sua comparsa pochi giorni fa. Le teorie, le opinioni e la fantasia la fanno da padrone, ma alla base di questo cratere dovrebbe esserci una spiegazione fisica. Le immagini riprese da una telecamera aerea sono impressionanti, il cratere dovrebbe avere una larghezza di circa 262 metri.
Le teorie soprattutto quelle più fantasiose parlano di un atterraggio di un grosso Ufo che avrebbe provocato l'enorme buco nel terreno, mentre è stata esclusa la possibilità che possa essersi trattato di un meteorite. Considerando che Yamal è il principale produttore di gas della Russia la causa potrebbe essere meno fantasiosa e più naturale.

Un team di scienziati si è messo subito all'opera per cercare di verificare le cause di quella che sembra essere una vera e propria esplosione. Una spedizione urgente di esperti, del centro russo per lo studio dell'Artico, si è messa in moto ed ha rilevato diverse anomalie nel suolo a pochi metri dal cratere. Gli esperti dicono che la parte esterna del cratere stava ancora bruciando come se una grossa esplosione da sotto avesse causato il tutto.sinkholeyamal3huge-crater-discovered-yamal-peninsula

Dunque l'ipotesi principale parla di un'esplosione causata da una miscela di gas, sale ed acqua provocata dal riscaldamento globale.; il gas sarebbe esploso sotto la superficie provocando questo enorme cratere. Nel frattempo il fenomeno è stato ribattezzato come "The end of the world" ( La fine del mondo ). Nei prossimi giorni sono attese ulteriori notizie e conferme grazie anche ad alcuni campioni di suolo ed acqua raccolti dagli esperti. La teoria del riscaldamento globale è stata confermata anche da Anna Kurchatova, una ricercatrice del centro scientifico del Sub - Artico.

Di Stefan Makarov Per Segnidalcielo.it

GUARDA IL VIDEO 

 
 
 

Il capitalismo blocca l'infinito potenziale della mente umana

Post n°2209 pubblicato il 16 Luglio 2014 da stella112
 

 

L'Infinito Potenziale della Mente Umana

"L'Infinito Potenziale della Mente Umana" 
Il problema centrale per il capitalismo è come creare profitto, non come sviluppare il potenziale umano. Volete sapere un segreto? Una mente umana sana è incompatibile con il capitalismo. Lasciatemi spiegare. La scienza ci dice che la mente non può essere ridotta ad una semplice attività del cervello. La mente viene creata e sostenuta da una complessa danza tra gli esseri umani...

Tagliata fuori dalle relazioni sociali la mente perde la sua capacità di funzionare. La prova di ciò viene dai bambini sottratti alle relazioni sociali e dagli adulti mantenuti in isolamento o soggetti a privazione sensoriale. Per più del 95% della storia umana la gente ha vissuto in piccole e cooperative società. In queste ultime migliaia di anni la nostra specie ha subito una stupefacente evoluzione culturale. I nostri cervelli non sono biologicamente cambiati ma è cambiato il modo in cui li usiamo. Mentre la gente raggruppava le proprie esperienze e accumulava il sapere da una generazione all'altra le loro menti evolvevano. Con l'evoluzione delle loro menti essi crearono nuovi accordi sociali che venissero incontro ai loro mutati bisogni. Il capitalismo blocca questo processo creativo. 
Mentre il sapere continua ad accumularsi esso non viene condiviso. E mentre alcune persone evolvono molte altre vengono ricacciate indietro. Il problema centrale per il capitalismo è come creare profitto, non come sviluppare il potenziale umano.  
Per massimizzare il profitto il capitalismo deve distruggere le relazioni umane e soffocare il potenziale umano. Più veniamo divisi e isolati e maggiore è la ricchezza che può essere generata per coloro che sono al vertice. Qualunque forma di collettivismo è una minaccia al sistema, dall'organizzazione dei sindacati alle richieste di servizi sociali finanziati dal governo. Invece di usare le nostre menti per risolvere i problemi comuni, le usiamo solo per decidere quale frazione dell'elite ci dominerà. Invece di lavorare insieme per migliorare i nostri standard di vita, fatichiamo per arricchire l'elite. Invece di proteggere noi stessi e di proteggerci gli uni cogli altri, combattiamo le loro barbare guerre per il profitto. La mente umana crolla sotto tali condizioni. 
Epidemie di rabbia, ansia, conflitto interpersonale e profondo scoraggiamento creano un oceano di miseria umana. Aggiungendo oltre al danno anche la beffa questi segni di malattia sociale sono anche etichettati come "problemi personali" e "malattie mentali". Per preservare se stesso il capitalismo deve bloccare l'infinito potenziale della mente umana. E intendo davvero infinito. Non c'è limite al numero di modi in cui potremmo organizzare le nostre vite e la società.  
Un cervello umano medio contiene circa 100 miliardi di cellule nervose, o neuroni. Ogni neurone ha circa 10.000 connessioni con i suoi vicini. Se considerate che ciascuna di queste connessioni può essere accesa o spenta, il numero di possibili schemi di emissione del segnale [firing patterns] risulta maggiore del numero di particelle note nell'universo. Se poi aggiungete i differenti modi in cui ogni mente umana può connettersi con gli altri 6 miliardi di menti umane sul pianeta... beh, credo abbiate capito.  
Il capitalismo ha bloccato l'umanità in una gigantesca routine storica e ci ha ingannati sino a farci pensare che questo sia il meglio che possiamo fare, che abbiamo raggiunto la fine della nostra storia. Non è affatto così! Abbiamo a malapena iniziato ad esplorare il nostro potenziale. Eppure, se lasciamo fare al capitalismo non completeremo mai questo compito. Non possiamo permettere che ciò accada. Abbiamo creato il capitalismo, ma possiamo cambiare e sostituirlo con qualcosa di molto migliore.

DI SUSAN ROSENTHAL - Titolo originale: "The Infinite Potential of the Human Mind"
.
Fonte: http://altrogiornale.orghttp://risveglioedizioni.blogspot.it/2014/07/linfinito-potenziale-della-mente-umana.html 

 

 

 
 
 

Con le riforme di Renzi DITTATURA IRREVERSIBILE

Post n°2208 pubblicato il 16 Luglio 2014 da stella112
 

 


Spettacolare intervento di Travaglio " Con le riforme Dittatura irreversibile. Cosa aspettiamo i carriarmati per difenderci?"

Unendo i puntini delle varie riforme vaganti tra governo e Parlamento, costituzionali e ordinarie, ma anche di certe prassi quotidiane passate sotto silenzio per trasformarsi subito in precedenti pericolosi, come le continue interferenze del Quirinale nell'autonomia del Parlamento, della magistratura e della stampa, viene fuori un disegno che inquieta. 

Il disegno di una DITTATURA che neanche Mussolini sarebbe stato capace di progettare.

http://www.pressnewsweb.it/2014/07/spettacolare-intervento-di-travaglio.html?m= 

 
 
 

Vaccinare contro l'epatite B tutti i neonati: perché?

Post n°2207 pubblicato il 14 Luglio 2014 da stella112
 

 

Non ho mai capito l'utilità di vaccinare tutti i neonati contro l'epatite B. Se può avere un senso la vaccinazione dei bimbi nati da madre malata, o affetti da patologie particolari, che necessitano di numerose trasfusioni di sangue per la loro patologia (anche se è segno dell'inaffidabilità del nostro sistema sanitario, che non è in grado di garantire standard di sicurezza accettabili), non riesco a rendermi conto di come sia possibile per un piccolo di tre mesi contrarre l'epatite B, che si trasmette esclusivamente per via sanguigna o per rapporto sessuale. L'eventualità di un'infezione del neonato sano, che nasce in ambiente familiare adeguato, è pressoché nulla, mentre i rischi legati alle somministrazioni del vaccino non sono frequenti, ma sono possibili ed estremamente pericolosi.

La rivista Neurology ha diffuso in questi giorni uno studio pediatrico francese condotto dall'équipe del prof. Marc Tardieu (servizio di Neuro pediatria, Ospedale di Bicetre al Kremlin-Bicetre). E' stabilito il rapporto tra la vaccinazione pediatrica contro l'epatite B per mezzo dell'Engerix B (GlaxoSmithKline) e il rischio di demielinizzazione del sistema nervoso, in particolare di sclerosi a placche (SEP).

Neurology ha deciso di diffondere immediatamente l'articolo "Epatite B, vaccino e rischio di demielinizzazione infiammatoria del sistema nervoso centrale" poiché tale argomento è una questione di sanità pubblica in Francia, precisa l'organo dell'American Accademy of Neurology (AAN). La versione finale di questo studio sarà pubblicata l'8 ottobre. Una parte dei risultati è stata ripresa da Le Monde. Questo ennesimo studio conferma, una volta di più, il rischio significativo di demielinizzazione del sistema nervoso dopo la vaccinazione contro l'epatite B, nonostante le raccomandazioni ufficiali spesso lo minimizzino.

In Germania e in Gran Bretagna, le autorità sanitarie non consigliano più questa vaccinazione, dopo l'indagine per "truffa aggravata" dei responsabili dei due laboratori che hanno messo a punto e commercializzato il vaccino contro l'epatite B. Solo tre paesi hanno mantenuto la pratica della vaccinazione di massa: Francia, USA e Italia, dove il Ministro italiano della Sanità dell'epoca (De Lorenzo) ha intascato 600 milioni di lire per rendere obbligatoria la vaccinazione nel proprio paese. E' stato messo sotto accusa e condannato, ma il vaccino continua a essere obbligatorio per tutti i nuovi nati.

Negli USA i VAERS (Vaccine Adverse Event Reporting System) tra il luglio 1990 e l'ottobre 1998 hanno registrato 24775 effetti avversi legati al vaccino contro l'epatite B, di cui 9673 casi gravi e 439 decessi, tra i quali 180 classificati come "Morte subitanea e inesplicabile del bambino".

Tra il 1999 e il 2002, nei bambini di meno di 6 anni il Vaers ha registrato 13363 eventi avversi, di cui 1850 ospedalizzazioni e 642 decessi. Ma il 2 giugno 1993, la FDA ha dichiarato su JAMA (Journal of American Medical Association) che solo l'1% degli incidenti gravi potevano essere ascritti al vaccino. Nel 1994, Lancet (vol 344) aveva denunciato il fatto che la vaccinazione contro l'epatite B potesse produrre il riacutizzarsi o lo scatenarsi di malattie auto-immuni, come la sclerosi multipla o la sindrome di Guillan-Barré. Il 14 giugno 1999 la Dott. Jane Orient, presidente dell'Associazione dei medici e chirurghi americani, ha testimoniato davanti alla Commissione di riforma del governo ed ha ricordato i 4600 dossier che additano la sclerosi a placche, la sindrome di Guillan-Barré, il lupus eritematoso, le nevriti ottiche, le poliartriti, pericarditi, uveiti posteriori, paralisi facciali, il lichen planus, oltre all'aumento inquietante dell'asma e del diabete insulino-dipendente, riferibili alla vaccinazione. La dottoressa ha concluso: "Per la maggior parte dei bambini, il rischio di reazione grave al vaccino può essere 100 volte più grande del rischio di epatite B". In quel paese, una percentuale del prezzo del vaccino viene devoluta al risarcimento delle razioni avverse causate dal vaccino. Dato che tra il 1990 e il 2000, sono stati pagati 1048 miliardi di dollari per i risarcimenti, e che la somma massima concessa in caso di decesso non può eccedere i 250000 dollari, questa cifra smentisce da solo tutte le affermazioni ufficiali secondo cui nulla prova la nocività del vaccino. Se sono così innocui, perché così tanti soldi sono destinati alle vittime? E quanti saranno i danneggiati in Italia?

 

http://www.agoravox.fr/actualites/sante/article/vaccin-de-l-hepatite-b-une-bombe-a-45023

 

fonte

 
 
 

A TRE ANNI SUONA LA BATTERIA DA DIO...

Post n°2206 pubblicato il 14 Luglio 2014 da stella112
 

NON HO PAROLE...GRANDE E BASTA!

 
 
 

Meeting Alieno sul ISS

Post n°2205 pubblicato il 14 Luglio 2014 da stella112
 
Tag: UFO

 

Questo video è stato editato dallo youtuber Streetcap1 e sì, è 100% reale. Seguo questo canale da un bel po' di tempo ed il suo proprietario, secondo il mio modestissimo parere, non ha mai cercato di ingannare nessuno. Lui, come molti di noi, cerca solo la verità.

iss 01

La telecamera del ISS (Stazione Spaziale Internazionale), cattura un UFO parcheggiato a fianco del suo scafo. A quanto pare non vi è alcuna intenzione di nascondersi e ciò, ci fa concludere, che gli astronauti al lavoro sul ISS, stiano avendo un incontro con gli alieni della Navicella.

Data di avvistamento: 29 gennaio 2014

Cam NASA in diretta:http://www.nasa.gov/multimedia/nasatv/iss_ustream.html

Sono sicuro che questo è solo uno dei tanti che hanno avuto

Meeting Alieno sul ISS

 


fonte

 
 
 

ECCEZIONALE SCOPERTA: I TESCHI ALLUNGATI DI PARACAS NON APPARTENGONO ALLA SPECIE UMANA

Post n°2204 pubblicato il 13 Luglio 2014 da stella112
 

 


L'archeologo peruviano, Julio Tello, fece, nel lontano 1928, una scoperta sorprendente: un cimitero enorme contenente tombe piene di resti di individui con i più grandi crani allungati presenti in tutto il mondo, i così detti: 'Teschi di PARACAS'.

In totale, Tello trovò oltre 300 di questi crani allungati, che si ritiene risalgano a circa 3.000 anni fa.

Sono state condotte le analisi del DNA su uno dei teschi e l'esperto Brien Foerster, ha rilasciato le prime informazioni riguardanti questi teschi enigmatici.

E' ben noto che la maggior parte dei crani allungati sono il risultato di una deformazione cranica, in cui il cranio è intenzionalmente deformato applicando forza, per un lungo periodo di tempo, sulla testa. Di solito è realizzata legando la testa fra due pezzi di legno o rilegando la testa con della tela.



Tuttavia, mentre la deformazione cranica cambia la forma del cranio, non altera il suo volume, peso o altre caratteristiche che sono peculiari di un teschio umano normale. I teschi Paracas, però, sono diversi.

Il volume cranico è fino al 25% più grande e il 60% più pesante dei teschi umani tradizionali, nel senso che non avrebbero potuto essere intenzionalmente deformati.Inoltre contengono anche una sola piastra parietale, anziché due. Il fatto che le caratteristiche dei teschi non sono il risultato di una deformazione cranica, significa che la causa dell'allungamento è un mistero e lo è stato per decenni.

Il signor Juan Navarro, proprietario e direttore del Museo di Storia Paracas, che ospita una collezione di 35 dei teschi di Paracas, ha consentito il prelievo di campioni da 5 dei crani.

I campioni erano costituiti da capelli, tra cui radici, un dente, un osso del cranio e la pelle e questo processo è stato accuratamente documentato con foto e video. I campioni sono stati inviati più tardi a Lloyd Pye, fondatore del Progetto Starchild, che ha consegnato i campioni ad un genetista in Texas per il test del DNA.I risultati sono tornati indietro e, Brien Foerster, autore di più di dieci libri è un'autorità sulle antiche teste allungate del popolo del Sud America, ha appena rivelato i risultati preliminari delle analisi.

Egli riferisce sui risultati del genetista: "Nel mtDNA (DNA mitocondriale) sono presenti mutazioni sconosciute in qualsiasi essere umano, primate o animale conosciuto finora."

"Alcuni frammenti di questo campione, indicano che abbiamo a che fare con una nuova creatura di tipo umana, molto distante dall'Homo sapiens, dal Neanderthal e dal Denisovans."

"Le implicazioni sono enormi e non sono sicuro che si adatteranno al noto albero evolutivo del genere Umano", ha scritto.

Inoltre ha aggiunto che: "Se gli individui di Paracas erano così biologicamente diversi, non avrebbero potuto incrociarsi con gli esseri umani."


Fontehttp://www.antikitera.net/news.asp?id=13302&T=5

http://altrarealta.blogspot.it/

 

 

 
 
 

Gaza: quinto giorno di strage, catastrofe sanitaria e umanitaria

Post n°2203 pubblicato il 13 Luglio 2014 da stella112
 

 

Marco Santopadre - Gaza: quinto giorno di strage, catastrofe sanitaria e umanitaria
Nuova, ennesima notte di bombardamenti a tappeto da parte dell'aviazione e della marina israeliane sulla popolazione della martoriata Striscia di Gaza, proseguita anche durante le ultime ore. 
Mentre scriviamo, dopo le nuove vittime provocate dagli ultimi attacchi, il bilancio provvisorio dei morti è salito a 127, di cui più della metà civili, e tra questi più di 20 bambini. Nelle ultime ore i bombardamenti hanno preso di mira un orfanotrofio a Jabalya - tre le bambine uccise - un centro di assistenza ai disabili - due le donne rimaste uccise insieme a un'infermiera - mentre un drone ha sparato un razzo in mezzo alla folla nel quartiere di Shaykh Radwan a Gaza City uccidendo 6 persone, tra cui due nipoti dell'ex premier di Gaza Ismail Haniye. 
Ma oltre al tragico bilancio di morti e feriti sta peggiorando di ora in ora anche la già terribile situazione sanitaria e umanitaria nell'enclava stretta da un assedio che dura ormai da molti anni e dove le condizioni di vita sono già normalmente insopportabili per i suoi numerosi abitanti. 
Le centrali elettriche sono state bombardate e danneggiate, e il 75% della città di Gaza è senza elettricità così come molte altre località della Striscia. 
A rendere la situazione ancora più grave il fatto che alcune centinaia di migliaia di persone sono senz'acqua potabile, mentre almeno 2000 abitazioni sarebbero già state danneggiate o completamente distrutte dai raid dal cielo e dal mare. I pochi funzionari dell'Onu ancora operativi nella zona sottoposta alla punizione collettiva israeliana hanno riferito di almeno 32 scuole colpite da bombardamenti.
"Si sta lottando perché i servizi facciano fronte alle necessità, ma la mancanza di sicurezza rende difficile portare gli aiuti", ha denunciato la responsabile dell'ufficio Mediterraneo di Oxfam Italia, Umiliana Grifoni, secondo cui le infrastrutture basilari che garantiscono acqua e servizi sanitari sono state distrutte o gravemente danneggiate dai bombardamenti israeliani. A causa degli attacchi in corso è stato necessario interrompere il lavoro di potabilizzazione dell'acqua, fatto gravissimo se si tiene conto che il 90% dell'acqua a Gaza non è più potabile. Il rifornimento d'acqua per 100mila persone presso il campo profughi di Beach è stato interrotto, perché una tubatura e due pozzi a Gaza City sono stati colpiti e distrutti. "Le pompe idriche e gli impianti di depurazione potrebbero fermarsi entro pochi giorni a causa della grave mancanza di combustibile", ha aggiunto Umiliana Grifoni. Inoltre gli impianti di depurazione sono stati gravemente danneggiati e 25 milioni di litri di liquami si sono riversati in mare, incrementando la probabilità di malattie causate dalla mancanza di igiene. 
E' soprattutto la situazione sanitaria a destare allarme. L'Organizzazione Mondiale della Sanità segnala la grave carenza nei serivizi sanitari palestinesi. L'insufficienza di forniture mediche e di caburante per i generatori degli ospedali, rendono le strutture sanitarie della Striscia di Gaza inadatte a gestire l'ondata di feriti, mutilati e invalidi causata dall'offensiva aerea israeliana.
Anche perché dall'inizio dell'ennesima operazione di punizione collettiva della popolazione palestinese i bombardamenti israeliani hanno preso di mira ambulatori e ospedali. Come ieri, quando l'ospedale "Wafa" di Shujayeh è stato oggetto del lancio di alcuni razzi di avvertimento che i caccia israeliani sparano in genere qualche tempo prima del bombardamento vero e proprio dell'obiettivo. Alcuni attivisti stranieri dell'International Solidarity Movement che presidiano la struttura sanitaria hanno denunciato che comunque i 'razzi di avvertimento' hanno già gravemente danneggiato il quarto piano dell'ospedale.
Tre giorni fa, l'European Gaza Hospital di Khan Younis, nel sud della Striscia, ha subito danni durante un attacco aereo e un infermiere è stato ferito. Nonostante il barbaro perpetrarsi dei raid su case, famiglie e bambini, nei pressi dell'ospedale, il personale sanitario continua a lavorare. Divisi in tre gruppi, medici e infermieri, coprono le 24 ore.
Un altro ospedale supportato da Oxfam, che finora ha curato più di 50 feriti dalle bombe sganciate dagli attacchi aerei, denuncia che presto finirà il carburante indispensabile per realizzare le operazioni. Il direttore medico dell'ospedale, Ahmed Manna, ha detto ieri a Oxfam: "Circa il 40% dei feriti che abbiamo curato sono bambini e molte altre sono donne incinte. Il nostro staff medico sta lavorando con turni di 24 ore per sopperire alle necessità. E' pericoloso tornare a casa. Se il carburante non sarà disponibile in pochi giorni, l'ospedale dovrà chiudere molti dei suoi servizi a 360mila persone a Gaza. Questo è l'unico centro del nord di Gaza con un'unità ostetrica specializzata per le donne incinte".
Una clinica mobile supportata da Oxfam, che fornisce cure essenziali a diverse migliaia di famiglie nel nord di Gaza, ieri ha dovuto sospendere tutti i servizi perché le strade sono diventate troppo pericolose. Un centro medico gestito da un partner di Oxfam a Beit Hanoun, specializzato in cure pre e post natali, è stato invece gravemente danneggiato ed è ora fuori uso. 
L'Organizzazione Mondiale della Sanità da parte sua denuncia che finora il 23% dei feriti erano bambini, che almeno 250 palestinesi non hanno la possibilità di ricevere cure mediche adeguate, per la mancanza assoluta di letti e barelle nei centri di pronto soccorso. Che mancano farmaci di emergenza, antibiotici e antidolorifici, materiale monouso e materiale sterile. Mancano guanti, cateteri urinari, punti di sutura e attrezzature mediche diagnostiche. Per non parlare della mancanza di sangue. 
E la chiusura da parte del regime militare egiziani dei valichi con Gaza aumenta la drammaticità di quanto sta avvenendo nel lager palestinese a cielo aperto. Da quando, giovedì, le autorità egiziane hanno teoricamente aperto il valico di Rafah, dopo estenuanti pratiche burocratiche, in realtà solo 11 pazienti con ferite gravi hanno avuto il permesso di attraversare il confine con l'Egitto, poi chiuso nuovamente ieri e riaperto di nuovo questa mattina per far però passare solo chi aveva il passaporto egiziano o di altri paesi. Almeno questa mattina il governo del Cairo ha permesso il passaggio di una certa quantità di aiuti umanitari. Una goccia nel mare... 


Contropiano.org 
http://contropiano.org/internazionale/item/25217-gaza-quinto-giorno-di-strage-catastrofe-sanitaria-e-umanitaria

 

NOTA PERSONALE... QUALCUNO FERMI QUESTI MASSACRI

 
 
 

London Review of Books: "L'ex fascista Giorgio Napolitano è un pericolo per la democrazia"

Post n°2202 pubblicato il 13 Luglio 2014 da stella112
 

"Napolitano è un pericolo per la democrazia in Italia": parole e musica non di un Beppe Grillo qualsiasi ma della prestigiosa London Review of Books, dove storici e ricercatori britannici hanno condannato l'operato di re Giorgio. A cui stanno già fischiando le orecchie: avviso di sfratto in corso.


L'avviso di sfratto a Giorgio Napolitano arriva da Londra, regno dell'alta finanza europea, per mezzo della prestigiosa rivista London Review of Books. 
Gli storici e i ricercatori inglesi, accademici di statura internazionale, che compongono il board della rivista hanno ospitato e recensito il nuovo saggio di Perry Anderson, storico di fama mondiale, la cui conclusione è inequivocabile: "Giorgio Napolitano è la vera minaccia per la democrazia italiana". 
Altro che il salvatore della patria, altro che "roccia su cui fondare la Terza Repubblica", come scrivono i pennivendoli di fiducia. Secondo Anderson, "Napolitano è una vera pericolosa anomalia, un politico che ha costruito tutta la carriera su un principio: stare sempre dalla parte del vincitore". 

Il saggio, intitolato "The Italian Disaster", racconta - con stile british, asciutto e senza fronzoli - la vera storia di Re Giorgio. A cominciare da un fatto incontrovertibile, che pochi conoscono e che potrebbe scatenare un putiferio: da studente Napolitano ha aderito al GUF, il Gruppo Universitario Fascista. Lo ha frequentato il tempo necessario per capire che l'aria stava cambiando e bisognava prendere le contromisure: salto della quaglia et voilà, Napolitano diventa comunista sfegatato, plaudendo all'intervento sovietico in Ungheria e asserendo che "solo i folli e i faziosi possono davvero credere allo spettro dello stalinismo". 
Negli anni Settanta diventa "il comunista favorito di Kissinger", visto che il nuovo potere da coltivare sono ora gli Stati Uniti. 
Ma il meglio, anzi il peggio di sé, Napolitano - secondo la ricostruzione dello storico britannico - lo offre proprio da presidente della Repubblica: "Nel 2008 firma il lodo Alfano, che 'garantisce a Berlusconi come primo ministro e a lui stesso come presidente l'immunità giudiziaria'. Il lodo verrà dichiarato poi incostituzionale e trasformato nel 2010 nel 'legittimo impedimento', anch'esso dichiarato incostituzionale nel 2011". 
E poi una sequenza inarrivabile per dispotismo, autocrazia e violazioni di norme elementari: dal mancato scioglimento delle Camere nel 2008, all'entrata in guerra contro la Libia del 2011 (scavalcando la costituzione, senza un voto parlamentare e violando un trattato di non aggressione), passando per le trame con Monti e Passera per sostituire Berlusconi. 
Per non parlare, poi, della vicenda della ri-elezione al secondo mandato ("a 87 anni, battuto solo da Mugabe, Peres e dal moribondo re saudita") e del siluramento del "nipotino" Letta da presidente del Consiglio, sostituito dal "nipotino" Renzi, senza passare per le urne. Secondo quanto scrive Anderson, "Napolitano, che dovrebbe essere il guardiano imparziale dell'ordine parlamentare e non interferire con le sue decisioni, rompe ogni regola". 
"La corruzione negli affari, nella burocrazia e nella politica tipiche dell'Italia sono adesso aggravate dalla corruzione costituzionale". 
E per finire, come un macigno sopra la testa di Re Giorgio, arriva il paragone con Nixon, il peggiore presidente nella storia americana. Anderson, infatti, rievoca il caso Mancino e la richiesta di impeachment contro Napolitano da parte di Salvatore Borsellino, fratello del magistrato ucciso. 
La risposta del nostro presidente è stata l'invocazione della totale immunità nella trattativa Stato-mafia. Ed è proprio in questo che lo storico britannico parla di "Nixon-style", termine che evoca scandali come il Watergate. "Ma gli esiti italiani sono stati diversi, come ben sappiamo", fa notare Anderson. 
Adieu, Re Giorgio. Rien va plus. 

Fonte: infiltrato.it http://www.ecplanet.com/node/4303
  http://realtofantasia.blogspot.it/2014/07/london-review-of-books-lex-fascista.html

 

 

 
 
 

"L'alluminio presente nelle scie chimiche sta causando l'esplosione delle MALATTIE NEURO-DEGENERATIVE"

Post n°2201 pubblicato il 12 Luglio 2014 da stella112
 

 

Neurologo avverte: "L'alluminio presente nelle scie chimiche sta causando l'aumento esplosivo delle MALATTIE NEURO-DEGENERATIVE" Internet è piena di storie riguardanti le "scie chimiche" e la geoingegneria per combattere il "riscaldamento globale" e fino a poco tempo fa, prendevo queste storie con le pinze. Una delle principali ragioni del mio scetticismo era che raramente avevo visto quello che stavano descrivendo nei cieli.
Ma nel corso degli ultimi anni ho notato un gran numero di queste scie e devo ammettere che non sono come le scie di condensazione. Sono ampie e stabilizzate in uno schema ben definito che lentamente si trasformano in nuvole artificiali. La mia preoccupazione principale è che stanno spruzzando tonnellate di composti di alluminio di dimensioni nanometriche. È stato dimostrato nella letteratura scientifica e medica che le particelle nanometriche sono infinitamente più reattive e producono un intensa infiammazione in un certo numero di tessuti. Di particolare interesse è l'effetto che queste nanoparticelle hanno sul cervello e sul midollo spinale e l'elenco crescente di malattie neurodegenerative tra cui la demenza di Alzheimer, il morbo di Parkinson e la sclerosi laterale amiotrofica (ALS), le quali sono fortemente correlate all'esposizione con l'alluminio ambientale.Le nanoparticelle di alluminio non sono solo infinitamente più infiammatorie, ma penetrano facilmente nel cervello attraverso una serie di percorsi come il sangue e i nervi olfattivi (i nervi dell'odore nel naso). Recenti studi hanno dimostrato che queste particelle passano lungo le vie neurali olfattive che si ricollegano direttamente alla zona del cervello che è, non solo la zona più colpita dall'Alzheimer, ma anche il primo organo ad ammalarsi. Il percorso di esposizione intra-nasale rende la polverizzazione di enormi quantità di nanoaluminio nei cieli particolarmente pericolosi, in quanto sarà inalato da persone di tutte le età, compresi i neonati e i bambini piccoli, per molte ore se non continuamente. Sappiamo che le persone anziane hanno la maggiore reazione a questa esposizione all'alluminio. A causa della micro-dimensioni delle particelle di alluminio, anche i sistemi di filtraggio delle case dove abitiamo non ce la fanno a rimuovere l'alluminio, prolungando così l'esposizione anche in ambienti chiusi. Oltre che ad inalarle, queste nanoparticelle di alluminio saturano il terreno, l'acqua e la vegetazione con livelli altissimi, anche 100 volte sopra il limite consentito dalla legge. Normalmente l'alluminio viene scarsamente assorbito dal tratto gastrointestinale ma il nano-alluminio viene assorbito in quantità elevate. L'alluminio assorbito si distribuisce ad un gran numero di organi e tessuti, compreso il cervello e il midollo spinale e provoca delle tremendi reazioni infiammatorie nei polmoni. Prego che i piloti che stanno spruzzando questa sostanza pericolosa comprendano appieno che stanno distruggendo la vita e la salute delle loro famiglie. Inclusi i nostri 'bravi' funzionari politici. Una volta che il terreno, le piante, e le fonti idriche saranno fortemente contaminate non ci sarà alcun modo per invertire il danno fatto. Le contromisure devono essere prese ora per evitare la nascita di un disastro sanitario di enormi proporzioni. Se il progetto di aereosol non viene fermato immediatamente vedremo un aumento esplosivo delle malattie neurodegenerative che attualmente si verificano negli adulti e negli anziani in tassi senza precedenti, così come i disturbi nello sviluppo neurologico dei nostri bambini.

Dr. Russell L. Blaylock

Fonte http://www.geoengineeringwatch.org 

 http://altrarealta.blogspot.it/2014/06/laumento-esplosivo-delle-malattie-neuro_22.html

 

 

 
 
 
Successivi »
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: stella112
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 47
Prov: VI
 

AREA PERSONALE

 
 

...

 

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

 

 

 SESSO E VITA DI COPPIA

Argomenti trattati con tatto

e sensibilità 

     Clicca qui   Google+   

 

 

PER I MENO ESPERTI

 

Qualcuno potrebbe chiedersi cosa sono i tags riportati nel box sottostante. Cliccando sul pulsantino a lato esce un menù a tendina dove sono segnalati gli argomenti trattati in questo blog, basta scegliere e selezionare l'argomento desiderato, i post richiesti verranno messi in prima pagina in ordine cronologico con il quale sono stati creati. Buona lettura a tutti e grazie per l'attenzione che mi dedicate.


 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ALCUNI POST IN QUESTO BLOG

MISTERI NEL MONDO

Ritrovamenti a dir poco strani che raccontano 

una storia diversa da quella

che si legge sui libri...

CLICCA QUI  Google+

 

 

 

SCIENZA E MEDICINA 

L'informazione giusta ti cambia la vita...

qui potresti trovare quella importante per te

clicca QUI   Google+

 

FILOSOFANDO

In questa pagina si parla di filosofia, metafisica,

di Dio... della vita in genere e...

della vita dopo la morte 

Clicca qui  Google+

 

 

Alcuni Argomenti trattati
nel blog
* Cliccami
*






tracker

 

FACEBOOK

 
 

IM

 

 

 

 

 

 

VIDEO DI ROBERTA

ULTIME VISITE AL BLOG

berniale2lir0stella112sagredo58lakota55donacolellavesuvio57sono.uhaiogindybluandreuccio79821ba.ste2012gohan666kandy93killtherichpsicologiaforense
 

TULIPANI

 

 

 

 

 

SENTIERI PIÙ O MENO GIUSTI...

 

FORMANO UN UOMO

 

 

ULTIMI COMMENTI

La cosa che più mi sconcerta è come le persone assistano...
Inviato da: stella112
il 22/07/2014 alle 00:32
 
mi pare di si, ma la sostanza non cambia...Non esistono...
Inviato da: stella112
il 22/07/2014 alle 00:31
 
lA DOMANDA GIUSTA è:" A COSA SERVE UN CORPO...
Inviato da: stella112
il 22/07/2014 alle 00:27
 
Le spiegazioni fisiche o metafisiche dell' anima...
Inviato da: lakota55
il 21/07/2014 alle 23:36
 
Ma non era ebreo quel ragazzo Stella ?
Inviato da: Fabri
il 21/07/2014 alle 13:52
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 238
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

STELLE