Creato da stella112 il 07/10/2005

Comunicare

Quello che penso

 

 

Grecia. E' la vittoria di Tsipras, ora cambierà l'Europa?

Post n°2617 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da stella112
 

Grecia. E' la vittoria di Tsipras, ora cambierà l'Europa?

Grecia. E' la vittoria di Tsipras, ora cambierà l'Europa?

Scritto da: G.B. il 25 gennaio 2015 

Alla fine la "sinistra" di Tsipras ha trionfato nelle elezioni elleniche e ora tutta Europa aspetta di vedere se riuscirà  davvero a realizzare il suo ambizioso programma anti-austerity. Intanto però Alba Dorata mantiene un consenso preoccupante e scommette sul suo fallimento. Buon risultato del partito centrista moderato Ta Potami che diventa la terza forza assieme ad Alba Dorata dopo Syriza e Nuova Democrazia, mentre i comunisti del Kke anti-euro si rafforzano. 

Ce la farà davvero Alexis Tsipras a mantenere le promesse che gli hanno consentito di traghettare il suo partito, Syriza, alla vittoria nelle elezioni elleniche? E' la domanda che si pongono in tanti innanzitutto perchè il suo programma è davvero ambizioso e, se realizzato, potrebbe davvero cambiare la natura dell'Europa. Non sarà facile però, anche perchè la Germania ha già avvertito nei giorni scorsi che non intende concedere alcuno sconto a Syriza e questo rappresenta un problema dal momento che il partito di Tsipras si troverà a dover prendere delle scelte. La vittoria di Tsipras comunque era già ampiamente prevista ma rappresenta in ogni caso una svolta dal momento che Syriza si colloca comunque a sinistra e quindi permetterà di verificare se è possibile correggere le regole dell'Unione Europea in modo vantaggioso per tutti i contraenti. Possiamo, per certi versi, dire che si tratterà di una sorta di esperimento dal momento che in Grecia si potrà verificare quanto l'Eurozona sia effettivamente riformabile. Del resto se la via di Tsipras fosse quella giusta, questo darebbe inizio a un vero e proprio effetto domino in tutta Europa dal momento che a quel punto altri partiti di sinistra teneranno di ottenere quello che ha ottenuto lui in Grecia, magari anche nella Spagna di Podemos o in futuro in Italia. Ma non è detto che la via di Tsipras sia quella giusta, non è detto che l'Europa sia riformabile quindi comunque la sua si configura come una "scommessa"Syriza ha annunciato di non voler vedere la Grecia fuori dall'Europa, di non volere lo "strappo" e questo le ha consentito di rassicurare l'elettorato moderato ellenico, spaventato dalle conseguenze della vittoria della sinistra radicale in un Paese dipendente dai prestiti concessi dalla Bce. La via scelta ha permesso a Syriza di conseguire un risultato straordinario consentendogli di sgretolare i consensi del centrosinistra moderato del Pasok, caduto in disgrazia con la crisi, e di diventare da partito di opposizione a partito di governo. Ma cosa succederà se la Germania e l'Eurozona punteranno i piedi? Syriza medierà, snaturando se stessa oppure avrà il coraggio a quel punto di procedere verso lo "Strappo"? E in quel caso non avrà perso credibilità a favore di altri partiti antisistema come Alba Dorata?

Eh sì, perchè è proprio questo a nostro giudizio il punto. Se Syriza dovesse fallire e non riuscire a riattivare la crescita e a interrompere l'austerity ecco che il malcontento popolare derivante da questo fallimento potrebbe andare a gonfiare i consensi dei neofascisti di Alba Dorata, che hanno confermato gli stessi consensi del 2012 (intorno al 7%). E' su questo che scommettono anche i comunisti del Kke che hanno individuato proprio nell'Europa il vulnus da curare e propongono l'uscita del Paese dall'Eurozona al contrario di Syriza. E' stato questo uno dei motivi che ha portato il Kke alla scelta di correre da solo alle elezioni e i comunisti ellenici hanno visto confermare i consensi del 2012 e persino rafforzarli (intorno al 5.2% contro il 4,5% del 2012). Chiaramente nel caso Syriza dovesse constatare l'irriformabilità dell'Europa, ecco che la linea scelta del Kke potrebbe premiare in termini elettorali, proponendo una alternativa più che valida agli ex elettori delusi di Syriza e ai cittadini ellenici antisistema altrimenti potenziale elettorato di Alba Dorata. Viceversa se Tsipras al contrario dovesse riuscire con il suo riformismo radicale, ecco che i comunisti ellenici potrebbero essere accusati di settarismo. Proprio i neonazisti di Alba Dorata infatti hanno dichiarato di sperare nella vittoria di Syriza per poi attendere il suo fallimento e conquistare i voti dei delusi, un'ombra sinistra che non viene dissipata nemmeno dal fatto che tra un mese andranno a processo tutti i vertici del partito di estrema destra per rispondere di varie incriminazioni. Sorride invece Ta Potami, partito moderato nato dalla società civile che si afferma come terza forza del paese con il 7% confermando quindi la voglia di nuovo del paese ellenico.

Intanto a poche ore dalla vittoria di Tsipras già la Germania e la Bce hanno avvisato Atene di rispettare gli impegni a mostrare quanto sarà difficile per il 40enne Tsipras riuscire a invertire la tendenza dell'austerity. Samaras, il grande sconfitto di Nuova Democrazia, accusa Syriza di aver vinto per aver impostato un programma che va contro tutti gli sforzi fin qui effettuati dal popolo ellenico e la sensazione è che paradossalmente saranno in molti a sperare nel suo fallimento anche perchè se Tsipras dovesse riuscire dimostrerebbe che la via dell'austerity non era affatto l'unica possibile e di conseguenza tutti i politici europei che hanno accettato l'austerity a tutti i costi perderebbero ogni credibilità di fronte ai rispettivi elettorati, con conseguenze potenzialmente rivoluzionarie per tutta l'Ue. Tsipras ha continuato a ribadire lo slogan "basta austerity" e la necessità di rinegoziare il debito, niente di più giusto però inevitabilmente dovrà a questo punto rendere conto ai cittadini di un eventuale fallimento. Nei prossimi giorni comunque, sicuramente, ne vedremo delle belle. Secondo molti analisti Tsipras dovrà comunque venire a compromessi non potendo realizzare in "toto" il programma, bisognerà vedere quanto ne realizzerà.

Gb

FONTE

NOTA PERSONALE... Mi auguro di cuore che sia un buon punto di partenza per mandare a quel paese BCE  e compani... e che tutti la seguano.

 
 
 

I pensieri sono energia, intervista a Bruce Lipton

Post n°2616 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da stella112
 

Riprogrammare la salute e le nostre cellule con le frequenze positive dell'ambiente in cui viviamo


Alessandro Silva

Bruce Lipton è un biologo cellulare statunitense, conosciuto per le sue ricerche riguardanti le relazioni fra attività genetica, ambiente e pensiero. Nel 1966 consegue una laurea in biologia nella C.W. Post Campus of Long Island University e in seguito riceve il dottorato di ricerca in Biologia dello sviluppo dalla University of Virginia nel 1971. Egli, contrariamente al dogma centrale della biologia molecolare che sostiene che il flusso dell'informazione genetica sia monodirezionale e che parta dagli acidi nucleici (DNA, RNA) per arrivare alle proteine, afferma che il flusso dell'informazione avrebbe in realtà la sua sorgente nei segnali ambientali per arrivare alle proteine passando dagli acidi nucleici. Questa ipotesi sarebbe in parte confermata dallo sviluppo di una recente branca della genetica detta epigenetica.

I pensieri sono energia, intervista a Bruce Lipton



Bruce, quando ti sei interessato per la prima volta al fatto che il comportamento e la salute di una cellula sono controllati dall'ambiente? 
Fu nel 1970 quando, in qualità di biologo all'Università della Virginia, compresi che, se riuscivo a mantenere vive delle cellule tenendo sotto controllo le condizioni ambientali esterne, era possibile ottenere importanti considerazioni riguardo i meccanismi che sottendono alla vita.. 


E quando hai avuto la cosiddetta "crisi di mezza età?"
Quando capii che insegnavo agli studenti determinate conoscenze circa i geni per poi scoprire, nel mio laboratorio, che i miei studi erano in conflitto con quanto stavo insegnando. Arrivai a perdere addirittura contatto con la mia ricerca poiché i carichi amministrativi in qualità di membro del corpo docente mi tenevano lontano dal laboratorio. Dal punto di vista personale poi, anche il mio matrimonio stava cadendo a pezzi. Rinunciai al mio lavoro universitario e caddi in una forte depressione dalla quale cercavo di emergere tenendo occupata la mia mente ed il mio tempo con lo studio della meccanica quantistica. Questo percorso mi aprì gli occhi, giungendo a capire come i misteri della vita fossero radicati nel comportamento e nella struttura di atomi e molecole e, quindi, nella meccanica quantistica, che è la scienza che studia i meccanismi dell'atomo. Nonostante ciò, la natura energetica della meccanica quantistica non viene riconosciuta nel campo della biologia cellulare. La scienza è una consapevolezza strutturata di biologia costruita sulle fondamenta della chimica e la chimica, a sua volta, è costruita dalla fisica. Se una scienza così basilare com'è la fisica modifica le proprie leggi, tutte le altre scienze sono obbligate ad adattarsi a questi cambiamenti. Le scienze biologiche per molto tempo hanno ignorato le conseguenze della nuova fisica anche se è stata introdotta più di 75 anni fa. Man mano che inserivo nel mio bagaglio di conoscenze la fisica quantistica si rese necessario una riorganizzazione dei fatti scientifici che avevo raccolto in quasi 30 anni di carriera.

Il momento di trasformazione personale fu quando riuscii a definire le proprietà fisiche e comportamentali della membrana cellulare, su cui avevo lavorato per 10 anni, partendo da un unico punto di vista. Scelsi di descrivere la membrana unificando tre definizioni; la membrana è (a) un cristallo liquido, (b) un semiconduttore, (c) contiene due categorie di molecole proteiche, i recettori ed i canali. La natura delle proprietà conduttrici della membrana si rifà al fatto che la membrana è costituita da un doppio strato cristallino di molecole fosfolipidiche. La sua natura lipidica rende la barriera membranale un non conduttore, attraverso il quale le molecole cariche e gli ioni NON riescono a passare. Solo l'inserimento di proteine nella membrana lipidica consente a molecole o ioni selezionati di passare attraverso la barriera; in tal modo, la membrana lipidica diventa sì un conduttore ma non di tutto; assume cioè la natura di semi-conduttore. Inoltre, facendo riferimento ai recettori proteici come dei cancelli che controllano le funzioni biologiche, rimasi sbalordito nel leggere il risultato di questa osservazione: la membrana è un cristallo liquido semiconduttore con cancelli e canali. Fui ancora più stupito nel rendermi conto che tale definizione l'avevo già incontrata, ma non in relazione alla biologia, bensì in fisica: "un micro processore (cip) è un cristallo semiconduttore con cancelli e canali". In un primo momento fui divertito dalla coincidenza ma poco dopo ne fui enormemente contento e mi resi conto della rilevanza della cosa. La membrana cellulare è un cip organico e, dunque, ogni cellula è un cip che è possibile programmare con il nucleo che funge da disco rigido carico di un software di natura genetica. La cosa più inverosimile era realizzare come il programmatore fosse l'ambiente.





Credevo che il cervello della cellula fosse il nucleo invece è la membrana, giusto?
Nonostante il fatto che tutti i libri di testo, dalle elementari fino all'Università, si riferiscono al nucleo come il cervello della cellula, la verità è che il nucleo attualmente rappresenta le gonadi della cellula. La funzione del nucleo è esclusivamente riproduttiva, e va dalla riproduzione dei meccanismi regolati dalle proteine alla riproduzione dell'intera cellula. Il nucleo non è la sede della consapevolezza e non riceve nessuna informazione riguardo la necessità o i piani della cellula. Esso è un meccanismo di risposta ai segnali citoplasmatici. 

Le credenze convenzionali considerano le caratteristiche delle nostre vite determinate dai nostri geni ma, se il nucleo non è consapevole dell'ambiente, allora i geni non sono in grado di controllare le nostre vite. Dunque, cosa controlla le nostre vite?
L'ambiente o, più specificatamente, la nostra percezione dell'ambiente. La vita si mantiene tale attraverso l'abilità di conservare un equilibrio all'interno di un ambiente dinamico in continua evoluzione. La membrana cellulare è l'interfaccia tra l'esterno (il non SE') e l'ambiente citoplasmatico interno (il SE'). Ecco perché la membrana ha un ruolo così importante nella vita della cellula. I recettori sulla superficie della cellula sono in grado di leggere sia informazioni provenienti dall'ambiente esterno che quelli provenienti dall'ambiente interno (gli impulsi). Una volta resi operanti da queste informazioni, i recettori attivano degli specifici canali proteici. Il complesso dei recettori e dei canali rappresenta degli interruttori molecolari che innescano le funzioni cellulari. Per definizione, questi interruttori che vedono l'ambiente (i recettori proteici) e selezionano una risposta (i canali proteici), rappresentano la base molecolare della percezione. 

Ero a conoscenza del ruolo della membrana nella regolazione della struttura e del comportamento biologico, ma il ruolo che aveva la percezione riguardo al controllo della cellula non aveva importanza per me fino a quando i tre aspetti dei caratteri chimici della membrana non vennero accorpati nella nuova definizione. 
I caratteri della cellula e degli organismi biologici vengono direttamente mediati dal proprio ambiente;siamo fatti ad "immagine" dell'ambiente. Quando si legano insieme il segnale con la proteina complementare, l'energia del loro accoppiamento provoca una modifica nella forma della proteina: per esempio, la proteina recettore del glucosio è il risultato fisico del legame tra una molecola di glucosio nell'ambiente (segnale) con il proprio recettore proteico, la cui forma viene modificata. La modificazioni collettive di tutte le proteine diventa quella che noi amiamo indicare come vita. Conseguentemente, ognuna delle duecentomila e più proteine del corpo è, per definizione, il risultato energetico di un segnale proveniente dall'ambiente. 

Ricordo di averti sentito affermare di aver preso la decisione, per quanto riguarda la tua vita, di non lasciare che l'ambiente ti controlli ma che avresti invece risposto in maniera selettiva all'ambiente.
Si è vero. Anziché rispondere passivamente a tutti i segnali provenienti dall'ambiente, si può diventare consapevoli dei segnali stessi. Attraverso un processo di selezione è possibile utilizzare sia la mente subconscia per rispondere automaticamente ai segnali oppure la propria mente consapevole, generando risposte differenti da quelle programmate nel subconscio. La differenza è che, quando si è inconsapevoli dei segnali che ci possono inviare, i soli segnali che si ricevono sono quelli che fanno parte di uno specifico "programma" (stimolo più risultato) precedentemente elaborato. Quando si diventa coscientemente consapevoli dei segnali, allora essi potranno esprimere la propria libera volontà attraverso la creazione di una nuova risposta allo stimolo. In questa maniera è possibile evitare di essere vittima di comportamenti che, precedentemente, ci sono stati insegnati ed indicati come inappropriati.

Se la mente controlla il corpo e l'ambiente controlla la cellula dov'è che inizia la mente?
Nel mio modo di vedere le cose, la mente è un'entità separata dal corpo. Io penso che la mente assomigli funzionalmente ad una membrana che interfaccia lo spirito con il corpo fisico. In questo interfaccia, la mente possiede la consapevolezza derivante dalla combinazione di una fonte esterna (spirituale-ambientale) e le esperienza di vita acquisite durante la nostra esistenza fisica. Mentre i potenziali energetici di ambiente e spirito sono diretti all'interno per controllare il corpo, le risposte fisiche del corpo generano simultaneamente campi energetici che tornano all'ambiente. Possiamo così individuare un'energia ambientale esterna ed una energia comportamentale proveniente dal corpo. Queste energie sono strettamente collegate tra loro, di modo che, quando la mente origina una risposta nel corpo, questa genera un potenziale energetico che ritorna nell'ambiente da cui è provenuto lo stimolo. Se posizioniamo un apparecchio nel sistema per ricordare ed integrare le risposte nel tempo (come fa il nostro cervelletto) quello strumento diventerà la banca dati delle informazioni utilizzate dalla mente ossia l'interfaccia funzionale tra gli stati fisici della nostra esistenza e quelli non-fisici. La mente umana diviene allora una collezione di tutte le esperienze apprese come percezioni che possiamo utilizzare come guida della nostra esistenza terrena.

Allora il tuo corpo crede a tutto ciò che pensi?
Assolutamente sì, anche se è opportuno ricordare che disponiamo di due menti, quella che può essere controllata dalle nostre azioni ed il subconscio. Le cellule del corpo rispondono ad entrambe ed è qui dove la disarmonia può entrare nella nostra vita. Se la mente cosciente è in buona salute, per esempio, e la mente subconscia (che è programmata con percezioni acquisite) concorda con questa versione, allora per forza, di coerenza, si è sani. Ma se vi è discordanza tra le due menti allora quella delle due che è più attiva avrà il controllo del comportamento del corpo. Per esempio, la mente conscia potrebbe essere impegnata con pensieri positivi. Fino a quando la consapevolezza è impegnata in questi pensieri la risposta del corpo all'ambiente, in questo momento, è controllata da percezioni precedentemente programmate ed archiviate nel subconscio. Se la mente subconscia è programmata con pensieri autolesivi, il comportamento distruttivo di questi si ripercuoterà sulle azioni decise dalla menta conscia, annullandone ogni eventuale esperienza positiva registrata. Per intenderci, se il dottore ci comunica che abbiamo una malattia terminale e noi siamo d'accordo con la sua percezione, allora tale percezione controllerà la nostra biologia. Quindi, se prima non lo eravate, dopo questa opinione sarete in cammino verso una malattia terminale.

Il punto è: la verità di chi o cosa abbiamo intenzione di utilizzare per controllare la nostra biologia e, dunque, la nostra vita? Se si rimane intrappolati in clichè comportamentali acquisiti durante lo sviluppo allora questi clichè diventeranno i conducenti più rilevanti del sistema. Nel momento in cui nasciamo disponiamo di un determinato numero di percezioni geneticamente pre-programmate (gli "istinti") anche se, durante lo sviluppo all'interno dell'utero, il feto inizia a scaricare informazioni provenienti dall'ambiente e che gli vengono trasmesse dal sistema percettivo della madre. Queste nutrizioni precoci sono dei programmi comportamentale che ci permettono di integrarci all'interno delle nostre culture.Una cosa interessante è che anche il sistema neurologico è disegnato per facilitare questo processo di acculturamento. Infatti, non esprimiamo una attività cerebrale completamente consapevole (onde EEG alfa) fino all'età di circa sei anni. Quando nuovi individui nascono sono carichi di credenze culturali, comportamenti ed altro appartenenti alla loro società o, almeno, a come hanno loro "parlato" i genitori.

I programmi fondamentali che controllano il nostro comportamento prima di tutto derivano dai nostri genitori (o da chiunque abbiamo deciso di legarci nel periodo dello sviluppo). Benché, solitamente, si venga programmati dai propri genitori, esiste la possibilità di scegliere chi sarà il proprio insegnante. Molti finiscono con l'utilizzare altre persone come insegnanti che siano o no personaggi reali o fittizi. Ecco perché la gente può uscire dal peggiore degli ambienti e diventare un leader. Ad un certo punto hanno optato per una differente fonte di certezze. Qualcuno compie lo sforzo di ri-programmare le proprie credenze limitanti cercandone altre come verità più alte ma, poiché operiamo costantemente ad un livello di sopravvivenza, la maggior parte delle persone si limita a funzionare secondo il "programma pre-impostato", per quanto distruttivo esso si dimostri. Immaginatevi se i genitori fossero così meravigliosamente dotati nella loro consapevolezza dell'Universo da rispondere ad ogni stimolo dell'ambiente utilizzando delle strategie vincenti; un bambino che venisse allevato da tali genitori avrebbe una vita completamente improntata al successo. 

Qual è stato il primo passo una volta che hai realizzato tutto questo?
Per me è stato necessario tornare ad essere fedele alle mie credenze senza comprometterle. Quindi dovetti diventare consapevole delle mie azioni ed accertarmi che fossero allineate alle mie verità. In secondo luogo essere consapevoli delle leggi della fisica: ho riconosciuto che la vita è energia e che la mancanza di energia compromette una intera esistenza. Così divenni più conscio di dove e come stavo spendendo la mia energia, impegnandomi soltanto in situazioni vincenti in grado di restituire l'energia che investivo in esse. In questo senso ho anche riconosciuto che l'energia risuona ed attiva quelle cose e quegli eventi che sono in armonia proprio con questa energia. A buoni pensieri ed azioni corrispondono buoni pensieri ed azioni mentre la paura scatena paura. I pensieri sono energia. Non bisogna sprecare i nostri pensieri per cose delle quali non abbiamo il controllo. 

Eliminando i pensieri negativi si ottengono due risultati: si conserva l'energia e si prevengono le conseguenze che sono in sintonia con quei pensieri avariati. Per me, la lezione fu disconnettermi da ogni pensiero ed azione che non erano positivi. La semplice ragione d'essere è una trasmissione di energia. In meccanica quantistica questa energia può risuonare con la energia stessa dell'ambiente. Quando si vibra ad una certa frequenza, tutto ciò che sta là fuori che vibra alla stessa frequenza sarà imbevuto della nostra energia. Così se noi abbiamo un pensiero positivo allora un evento positivo risonante risponderà e sarà imbevuto di quella energia. Se manifestiamo un pensiero negativo allora anticiperemo qualunque cosa ci sia là fuori che potrà risuonare con quel tipo di energia. In pratica nutriamo l'ambiente con la nostra energia. Ciò che cresce da essa è ciò che risuona da essa. Quindi, la prima idea per la guarigione è staccarsi dall'energia che alimenta tutte le trappole nella nostra vita e, con l'energia risparmiata, rivitalizzare la nostra esistenza. Insomma, assumere consapevolmente dei programmi comportamentali che ci riforniscano di gioia e felicità. 

Se non si è in grado di ri-programmare da soli i vecchi modi di pensare si ha bisogno di qualcun altro che ci renda felici e, se si necessita di qualcuno per il proprio completamento, ci si trova in una relazione di reciproca dipendenza. Questo tipo di relazioni sono costellate di fallimenti poiché se un partner non viene incontro all'altro, l'altro si sente una vittima. In ogni caso in cui si è in grado di procurarsi felicità e gioia e di rispondere alle necessità da soli, allora si è liberi dalla esigenza di avere un partner che lo faccia al posto nostro. Di conseguenza, quando due persone indipendenti iniziano insieme una relazione, ricatti e manipolazioni non avranno alcun ruolo all'interno della loro storia d'amore. Questo è quanto ho imparato dalle mie precedenti relazioni che erano basate sul soddisfare dei bisogni. Nel momento in cui fui in grado di provvedere io stesso alla mia felicità la mia vita è cambiata improvvisamente. Sono diventato soddisfatto di me, potevo anche essere impegnato tutto il giorno, godermi il mondo e divertirmi. 

Bruce, grazie per averci concesso questa intervista.
E' stato un enorme piacere.


Letto e condiviso da: fintatolleranza.blogspot.it
Fonte: www.scienzaeconoscenza.it

 

 

 
 
 

Chiacchierare con le cellule del proprio corpo – dal “miracolo” alla scienza

Post n°2615 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da stella112
 

Nel suo libro "La Biologia delle Credenze" Bruce H. Lipton paragona la cellula al "tutto" cioè ad un essere umano. Infatti la cellula è fisiologicamente simile al corpo umano.
La cellula: mangia, respira, riposa e lavora incessantemente.
Lipton "smonta" l'egemonia del DNA (epigenetica) cioè quello che molti chiamano "il dogma centrale".

Nell'epigenetica sembra che sia importante l'ambiente e la comunicazione fra le cellule nel far emergere a volte malattie e disfunzioni del corpo, limitando l'influenza del DNA a semplice stazione ricevente.. tipo radio che sintonizzata
su una determinata frequenza emette musica o parole..o rumori sgradevoli se mal sintonizzata..
Dunque.. se si riuscisse a comunicare con le nostre cellule con particolari frequenze .. armonizzatrici.. semplicisticamente si potrebbero migliorare i nostri stati di benessere.. limitando l'uso di molecole farmacologiche.. o trovando i prodotti che entrano in sintonia con il nostro DNA...

L'epigenetica tratta delle modificazioni chimiche reversibili che una cellula effettua sul proprio DNA, al fine di modulare l'espressione dei suoi geni senza perderne il contenuto informativo originale. E' un campo recente, di frontiera, figlio del Progetto Genoma e delle più recenti scoperte sulla cromatina.


Una volta ho sentito parlare (mi pare fossero ricercatori cinesi) di un team che voleva dimostrare la correlazione fra una maggiore espressione di un certo gene nelle piante di riso, e l'esposizione di queste ultime a una specifica frequenza sonora. Sembra che l'esperimento fosse riuscito, anche se non ho mai letto quanto fosse stato reputato attendibile da ulteriori studi.

Continuando con l'analogia antropomorfa (che non piace troppo alla scienza)...secondo te, quale è il
cervello della cellula???

Forse "non tutti sanno che" una persona viene ritenuta "morta" solo al cessare della sua attività cerebrale. Quindi se si ferma il cuore...sei ancora vivo.

Se hai studiato un pò di biologia, forse stai pensando che il cervello della cellula sia il nucleo...Cioè la parte della cellula
in cui è contenuto il materiale genetico.
Durante i suoi studi, Lipton, mostra come la cellula possa sopravvivere, anche senza il suo nucleo! Indispensabile "solo" per la riproduzione. Forse non è proprio il cervello eh..

La cellula comunica con il suo ambiente esterno attraverso la propria membrana.
Dove sono inserite diverse proteine che fungono da "sensi"...
La cellula scambia costantemente informazioni con l'ambiente esterno, decide quali sono i segnali più o meno pertinenti.
In poche parole le cellule modificano se stesse in base all'ambiente esterno.

Il fatto che abbia una sorta di "sensi" ti fa venire in mente qualcosa? la manipolazione di se stessa in base ai sensi?
Se togliamo i "sensi" (le proteine) alla cellula...muore... Questo ha portato Lipton ha creare il neologismo Mem-brein dall'assonanza del termine "membrana" in lingua Inglese.

Magri queste affermazioni hanno svegliato il tuo "spirito filosofico" e ti stai chiedendo:
"ehi...ma l'uomo vive anche e soprattutto in quella che Watzlawick chiamava la realtà di secondo ordine".
Anche la cellula a modo suo sviluppa dei modi, secondari e mediati di comunicare con l'esterno...attraverso dei recettori complessi (come quelli che generano cascate d'informazioni)...
E' sempre bello osservare la natura per rendersi conto della sua incredibile intelligenza...e sapere, che noi esseri umani, siamo uno dei suoi lavori meglio riusciti..


risvegliodiunadea.altervista.org 

 

 
 
 

Ecco le famiglie ricche di Renzi: anziani raccolgono la spazzatura VIDEO CHOC

Post n°2614 pubblicato il 25 Gennaio 2015 da stella112
 

Un video che fa venire un nodo alla gola, la pelle d'oca, quello girato da un giovane youtubers di Torino, Edoardo Laporta, che mostra cosa accade nella zona del mercato rionale quando i banchi se ne vanno, lasciando sul terreno scarti e frutta avariata. Nella zona spuntano diversi anziani, rigorosamente italiani, che raccolgono tutto.

 

 

http://youtu.be/z5zaosbAy_0
http://youtu.be/8WS9hlC6Bh4 
http://youtu.be/29S53ggwv1U
Ormai in Italia soprav-vivono oltre 4.500.000 di poveri, molti dei quali anziani. Persone che non riescono a far fronte alle spese essenziali, rinunciano a cure mediche e nei casi più gravi, si nutrono di rifiuti oppure sono costretti a rubare, malvolentieri e con il cuore in gola, nei supermercati.
Da considerare che se la situazione non è più grave, è solo perché ALMENO 12 MILIONI DI PERSONE vivono grazie all'aiuto dei propri parenti, nella maggior parte dei casi i genitori o i nonni, che godono di una buona pensione stabilita nel passato, e hanno accumulato risparmi quando farlo era ancora possibile... numeri che devono far pensare, e magari SCUOTERE LE COSCIENZE. 
Per Renzi - come per i suoi predecessori - queste persone sono dei fantasmi, NON ESISTONO. Lo dimostra a chiare lettere il tenore delle sue affermazioni pubbliche: "andate in vacanza sereni" - "le famiglie sono ricche, ma hanno paura a spendere" - e addirittura "le famiglie italiane si stanno arricchendo"roba da urlo.
Renzi quando parla non si rivolge a tutti gli italiani: ma al suo elettorato, ovvero quei 10 milioni di italiani che godono di una posizione consolidata grazie alla politica: c'è chi vive di politica o del "sottobosco": sono più di un milione di persone, alle quali vanno sommati i parenti. I dipendenti pubblici, che pur avendo visto assottigliarsi negli ultimi anni il proprio potere di acquisto, riescono ancora a vivere degnamente. Sono questi ultimi i principali beneficiari dei famosi "80 euro", racimolati mediante aumenti indiscriminati delle imposte, ovvero sono stati tolti anche ai poverissimi, per destinarli a chi, bene o male, possiede ancora un reddito.
Meditate italiani, meditate...
Staff nocensura.com 

 

 
 
 

Ora fanno vedere Draghi come il salvatore d'Europa,ma sapete realmente cosa succederà?

Post n°2613 pubblicato il 24 Gennaio 2015 da stella112
 

Ora i media fanno vedere Draghi come il salvatore d'Europa per via del QE (Quantitative easing) che prevede l'acquisto della BCE dei nostri titoli di stato.E' una fregatura,ecco perchè:


Mario Draghi, il governatore della BCE, ha lanciato il tanto atteso QE (Quantitative easing): in pratica la BCE acquisterà 60 miliardi di titoli di stato pubblici al mese di ogni paese dell' Eurozona per favorire (come vogliono farci credere) la crescita.

Innanzitutto teniamo a precisare che il denaro per acquistare i titoli pubblici la BCE lo darà alle banche e non alle imprese,quindi saremo sempre punto e a capo se i banksters non si decideranno ad elargire prestiti agli imprenditori

Il resto lo spiega l'economista Paolo Barnard nel suo blog,ecco di seguito le sue parole:
QE = Quantitative Easing, nome assurdo per indicare che la Banca Centrale di un Paese si mette a comprare sul mercatosecondario i titoli di Stato dello stesso Paese. Nel caso della UE, la Banca Centrale è la BCE, e comprerà i titoli di Stato dei Paesi membri della Zona Euro. Ma cosa è "il mercato secondario"? Semplice: i titoli di Stato sono emessi dai governi sul mercato PRIMARIO (banche speciali che glieli comprano), poi da queste vengono venduti agli investitori su un altro mercato, cioè quello SECONDARIO, fatto da ricconi ma anche dal pensionato che investe il suo gruzzolo. Quindi la BCE non comprerà i titoli di Stato freschi di stampa dai governi, comprerà quelli già emessi in precedenza e che appunto sono sul mercato secondario.
Ma cosa ottiene questa mossa chiamata QE? Ottiene, secondo le BALLE, LE MENZOGNE, di quelle m... (finisce per erde) dei tecnocrati, due cose: A) Voi sapete che uno dei problemi più strombazzati (ma NON vero) dei governi è dover pagare alti tassi d'interesse a chi gli compra i titoli di Stato. La regola aurea della finanza dice però che PIU' TITOLI DI UN CERTO STATO SI COMPRANO, MENO INTERESSI QUELLO STATO PAGHERA' SUI SUOI TITOLI EMESSI. E vale ovviamente la regola contraria: più titoli di un certo Stato vengono svenduti, più alti saranno gli interessi che quello Stato pagherà sui suoi titoli. Quindi, se i titoli italiani vengono comprati tanto, Roma pagherà sempre meno interessi agli investitori; se viceversa i titoli italiani vengono svenduti (quasi nessuno li vuole) allora Roma pagherà sempre più alti interessi su di essi. Ok. Quindi è ovvio che se il mega bombardiere atomico chiamato BCE si mette a fare il QE, cioè a comprare a man bassa i titoli di Stato europei, anche quelli italiani, greci e spagnoli, questi Stati pagheranno sempre meno interessi. Ok. Ma c'è un altro punto che il QE dovrebbe ottenere (sempre secondo le BALLE, LE MENZOGNE, di quelle m... (finisce per erde) dei tecnocrati): B) Immettere liquidità, cioè soldi liquidi, in quantità immense nel sistema dei Paesi coinvolti, e questa liquidità dovrebbe aiutare le loro economie. Perché? Perché se la BCE compra montagne di titoli di Stato italiani, portoghesi, spagnoli ecc... essa paga in contanti i possessori, e quindi montagne di contanti finiscono nei portafogli di gente che poi li dovrebbe spendere e quindi aiutare l'economia. Ok? Questo sostengono...
Chiaro fin qui? Sono tutte porche cazzate, detta come vorrebbe Micromega o il Fatto Quotidiano.
Allora. Ecco le cose da sapere su cosa VERAMENTE FA UN QE AI PAESI DOVE VIENE APPLICATO. Gli esempi autorevoli ci vengono dagli USA e dal Giappone.
1) Questo punto 1 si riferisce al punto B) sopra. Chi vende i titoli alla BCE? Le banche (anche da parte tua), quindi i liquidi finiscono nelle banche. Quanti titoli in Italia sono in mano al pensionato, risparmiatore, Gigi, Donatella o Giulio? Il 13% circa. Quanti titoli sono in mano agli squali della finanza? L'87% circa. Ora, cosa faranno questi 87% di squali coi liquidi incassati dagli acquisti di titoli nel QE ordinati da Draghi? Una cosa sola, UNA SOLA: investiranno in Borsa, come dimostrano appunto le storie del Giappone e USA, portando azioni aria fritta alle stelle, incassando alle stelle. Mentre alla tua economia di: casa, auto, mangiare, scuole, ospedali, strade, servizi ecc., CIOE' ALL'ECONOMIA REALE, non va praticamente un centesimo.
2) Questo punto 2 si riferisce al punto A) sopra. Abbiamo già detto che se la BCE compra tanti titoli di Stato, i loro tassi d'interesse si abbassano moltissimo. Quindi l'Italia, per esempio, pagherà interessi sui BTP vicini allo zero, o 0,5% o 1%. Bene direte voi, NO! Perché non ci dimentichiamo che i titoli di Stato pagano interessi a gente che poi quegli interessi li SPENDE, e quindi se gli interessi calano vertiginosamente a causa del QE, cala vertiginosamente anche la spesa nell'economia. E questo vuol dire meno scarpe, borse, vino, orologi, auto, ristoranti, vestiti, alimentari, arredamenti, servizi, stipendi, lavori, occupazione e via dicendo. Cioè: il QE per il meccanismo spiegato sopra (fa calare gli interessi che la gente prende sui titoli) sottrae RENDITA e dunque vera spesa all'economia dei risparmiatori, quindi ci danneggia.




3) Ma il QE fa anche dispetto a tanti squali della finanza, i famosi cacciatori d'interessi, quelli cioè che vanno a caccia di titoli che gli rendano INTERESSI ALTI. Ora capite una cosa: i titoli non sono solo di Stato, ma anche aziendali, cioè un'azienda può emettere i suoi titoli e offrire interessi. E più un'azienda è in crisi, più interessi alti deve offrire per convincere gli investitori a dargli dei soldi. Cioè: l'azienda XX in crisi dice all'investitore: tu dammi 1 milione di euro, io ti offro un tasso d'interesse su quel milione del 7%!!!! (una di queste è l'italiana Telecom). Ecco che allora i cacciatori d'interessi alti quando vedono che il QE porta gli interessi dei titoli di Stato quasi a zero, si buttano sui titoli a rischio, cioè i titoli delle aziende disperate che sono quasi fallite, ma che pur di avere contante offrono titoli a tassi d'interessi assurdi (tipo appunto il 7%!, tipo appunto la Telecom). Ma questo cosa comporta? Comporta che si crea DI NUOVO una bomba atomica sotto il c... (finisce per ulo) di tutti noi cittadini e lavoratori e imprenditori. Cioè una BOLLA finanziaria dove investitori squali danno soldi ad aziende sul baratro, ma le strangolano con interessi altissimi. Tuttavia, siccome abbiamo spiegato che il QE non aiuta affatto l'ECONOMIA REALE, quelle aziende prima o poi faranno il botto, e cosa succede quando collassano? Disoccupazione, disperazione, grida dei media alla 'crisi', cassa integrazione, spesa di Stato nel caos, meno economia, litigi legali coi cacciatori d'interessi, e crollo del PIL italiano, com'è ormai da anni. Ohhhh che festa questo QE!
Allora, adesso sapete che razza di inc... (finisce per ulata) sarà il QE per la GENTE VERA, per le AZIENDE VERE, e ora sapete chi ci guadagnerà come porci, e come arriverà la prossima esplosione finanziaria mortale fra 4 o 5 anni. Un abbraccio.


Paolo Barnard

Fonte : http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1066

FONTE: Ora fanno vedere Draghi come il salvatore d'Europa,ma sapete realmente cosa succederà?

 http://misteri.newsbella.it/

 

 

 
 
 

Ecco cosa succede dopo la morte: la clamorosa e rivoluzionaria teoria dello scienziato Robert Lanza

Se da un lato ci sono religioni che prospettano una certa continuazione della vita nell'aldilà, mitigando la paura della morte e dando un significativo senso alla vita del credente, dall'altro troviamo la società contemporanea che esorcizza la paura della morte o tende a cancellarla dall'esperienza quotidiana, evitando di parlarle o spettacolarizzandola in fiction televisive o cinematografiche in cui l'eroe immortale di turno uccide i suoi nemici come se fossero mosche.

 

 



C'è un libro: "Biocentrism: How Life and Consciousness Are the Keys to Understanding the Nature of the Universe"(Biocentrismo: come la vita e la coscienza sono le chiavi per comprendere la natura dell'universo) che sta destando un forte clamore nel mondo del web, incuriosito dal nucleo portante della pubblicazione: la vita non finisce quando il corpo muore, ma può durare per sempre.




L'autore di questa rivoluzionaria idea, messa nero su bianco nel libro summenzionato, è Robert Lanza, votato dal New York Times come "il terzo più importante scienziato vivente", nominato dal Time Magazine come "una delle persone più influenti del mondo". Lanza, esperto di medicina rigenerativa, direttore scientifico presso l'Advanced Cell Technology e professore aggiunto presso la Wake Forest University School of Medicine con più di 30 libri all'attivo, tra cui "Principles of tissue engineering" (Principi di ingegneria dei tessuti) e "Essentials of stem cell biology"(Fondamenti di biologia delle cellule staminali), conosciuto per la sua vasta ricerca sulle cellule staminali, famoso per aver condotto diversi esperimenti di successo sulla clonazione di specie animali in via d'estinzione, appassionatosi di recente alla fisica, alla meccanica quantistica e all'astrofisica, grazie alla poliedricità dei suoi studi, ha elaborato la teoria del Biocentrismo, secondo la quale la morte, come noi la conosciamo, non è altro che un'illusione generata dalla nostra coscienza.

 

Lo scienziato, che sul suo sito web scrive "Ci hanno insegnato a pensare che la vita sia sono l'attività generata dalla combinazione di carbonio e di una miscela di molecole, che vivremo per un certo tempo e che poi finiremo per marcire sottoterra", prosegue: "In effetti, noi crediamo nella morte perché ci è stato insegnato che moriremo o, più specificamente, ci hanno insegnato che la nostra coscienza è un fenomeno associato al nostro organismo e che questo morirà con esso". Nella sua teoria mette la vita e la biologia al centro e come essenza dell'universo; anzi, sarebbe la vita stessa a creare l'universo e non il contrario. Ciò, secondo Lanza, significa che è la coscienza della persona a determinare la forma e la dimensione degli oggetti dell'universo. Mentre la filosofia realista di provenienza greca ha sempre affermato che la realtà esiste di per sé, a prescindere dall'esistenza dell'osservatore, la fisica quantisticaha scoperto che l'osservatore è determinante nella formazione della realtà. Per spiegare meglio questo concetto, lo scienziato utilizza i colori: una persona percepisce il cielo di un certo colore e gli viene insegnato che quel colore si chiama blu, ma le cellule del cervello di un'altra persona potrebbero percepire un colore diverso, che chiamerebbe sempre blu, ma che potrebbe corrispondere al proprio verde. Lanza pone questo postulato alla base della sua teoria: tutto ciò che percepisci del mondo non può esistere senza la tua coscienza, per cui la coscienza è alla base della realtà.

 

 

Lo spazio e il tempo sono strumenti della nostra comprensione, per cui, secondo Lanza, "noi portiamo in giro spazio e tempo come fanno le tartarughe coi gusci"; mentre la morte della coscienza esiste solo sotto forma di pensiero, poiché le persone si identificano con il loro corpo, credendo che quando il corpo muore, la coscienza scompare. Se il corpo genera coscienza, quest'ultima muore quando il corpo muore, ma se il corpo riceve la coscienza così come un decoder riceve i segnali satellitari, la coscienza non finisce con la morte fisica. La coscienza esiste fuori dai vincoli temporali e spaziali, si trova nel corpo umano e fuori di esso. Ma c'e' un punto davvero interessante della sua teoria. Lo scienziato dice: "con la morte la nostra vita diventa un fiore perenne che torna a vivere nel multiuniverso", il luogo delle possibilità infinite, e che "la vita è un'avventura che trascende il nostro modo ordinario di pensare linearmente. Quando moriamo, lo facciano non nella casualità della tavola da biliardo, ma nella inevitabilità della vita". Lo scienziato ritiene che universi multipli possano esistere simultaneamente e che, mentre in un universo il corpo muore, in un altro può continuare a esistere, assorbendo la coscienza migrata in quest'ultimo. La persona morta, durante il viaggio attraverso il tunnel, non finisce all'Inferno o in Paradiso, ma in un mondo simile a quello da lei una volta abitato, ma questa volta viva, e questo si ripete all'infinito.

 

Il multiuniverso è un concetto fisico sostenuto da diversi fisici e astrofisici che ritengono che non esistano leggi fisiche che vietano l'esistenza di mondi paralleli. La fisica quantistica, quindi, giustificherebbe, secondo Lanza, l'esistenza della vita eterna. Ma c'è un'altra interessante teoria, nota come Teoria quantistica della coscienza, a far molto parlare di sé: elaborata dal medico americano Stuart Hameroff e dal fisico quantistico inglese Roger Penrose, sostiene che le nostre anime sarebbero inserite in microstrutture chiamate microtubuli, contenute nelle nostre cellule cerebrali (neuroni). L'anima sarebbe composta da prodotti chimici quantistici che, nel momento della morte, fuggono dal sistema nervoso per entrare nell'universo.

 

La loro idea nasce dal concetto di cervello visto come un computer biologico e la coscienza sarebbe una sorta di programma per contenuti quantistici nel cervello che persiste nel mondo dopo la morte di una persona. Anche gli esseri umani, pertanto, sarebbero molto più che semplice interazione dei neuroni nel cervello: sarebbero della stessa sostanza dell'universo ed esisterebbero sin dall'inizio dei tempi. Queste affascinanti teorie però, non risolvono due grandi misteri che arrovellano da sempre l'uomo: qual è lo scopo della nostra vita.

http://misteri.newsbella.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

e se vivessimo in una simulazione creata da una civilt? aliena avanzata?Inoltre, secondo la teoria proposta da Robert Lanza (autore del libro "Biocentrism" - How Life and ... la mortepotrebbe essere solo un'illusione, l'esperienza sensibile dell'uscita dall'Universo ...Scritto il 12/01/2015 @ 00:57 | Leggi tutto il post  

 

 
 
 

I superstiti di Atlantide che ricostruirono il mondo postdiluviano

Post n°2611 pubblicato il 23 Gennaio 2015 da stella112
 

Molti credono che il male abbia sopraffatto il mondo,noi invece crediamo che l'uomo abbia smarrito il suo vero sentiero,quella luce che risplendeva si è offuscata,e la caduta della grande atlantide è li a ricordarcelo.

Semplicemente l'uomo non sa più chi sia,l'antica sapienza è andata perduta, solo questo fatto permette al male di governare il nostro mondo.
Noi siamo qui a ricordare chi eravamo,siamo coloro che portano la torcia per illuminare l'oscurità,l'antica saggezza ritornerà,perché coloro che l' hanno protetta e alimentata durante i secoli la faranno risorgere,come risorgerà la nostra patria atlantide.

white wolf 

Un evento catastrofico avvenuto circa 13 mila anni fa è stato documentato ormai con certezza dalla scienza.
Una prova su tutte: in Antartide sono state scoperte intere foreste fossili di betulle, faggi e altri alberi che vivono in zone temperate, cosa che confermerebbe lo spostamento dell'asse di rotazione terrestre.

Questa catastrofe terrestre è ancora oggi ricordata da molte popolazioni, da ben 70 leggende tramandate di generazione in generazione. In esse viene anche ricordata la scomparsa, a causa di questo cataclisma, di un continente chiamato Atlantide, abitato da una civiltà evoluta.

Di Atlantide, situata tra l'Africa e le Americhe, parla con dovizia di particolari anche Platone nei dialoghi Crizia e Timeo. Alcuni ricercatori sostengono che i pochi superstiti di quella civiltà perduta siano riusciti a raggiungere con altri messi le rimanenti terre emerse e a tentare di ricreare dal nulla nuovi insediamenti, valorizzando le esperienze vissute.
La simultaneità dell'avvento dell'agricoltura sul pianeta proverebbe questa teoria. Inoltre, testimoniano a favore di queste univoche realtà tramandate da millenni, anche alcuni reperti, strutture e manufatti in cui si possono trovare somiglianze di stili, di metodi lavorativi, di monumenti e tradizioni, in molti siti disseminati su tutto il globo.

 


Alcune leggende, ricordano, anche sotto nomi diversi, la figura di Noè con la sua arca, come salvatore dell'umanità dal castigo divino. Molti punti non chiari esistono ancora nella storia dell'umanità, interrogativi che non hanno avuto ancora una risposta, manufatti che risalgono alla preistoria o monumenti che non ci hanno ancora svelato le loro tecniche di costruzione. Chi insegnò ai peruviani a costruire mura gigantesche come quelle di Cuzco, Machu Picchu o Sacsayhuamán, se non disponevano di attrezzi di metallo? Con quali mezzi trasportarono, innalzarono e fecero combaciare alla perfezione questi massi mastodontici?


Strutture megalitiche di Cuzco,Perù



A Tiahuanaco, in Bolivia, nei pressi del Lago Titicaca, a 3850 metri di altezza, si trovano i resti di un'antica civiltà. La porta del Sole della città, scolpita da un unico grande blocco di roccia pesante 18 tonnellate, è uno dei monumenti più importanti delle civiltà precolombiane.


Porta del Sole Tiahuanaco,Bolivia


Non meno importante della porta del Sole è il Grande Idolo, un blocco di arenaria rossa alto 8 metri, che come altri colossi ricoperti di simboli, rivela una buona conoscenza astronomica della sfericità della Terra. A Tiahuanaco è stato trovato un calendario con le posizioni della Luna di ogni giorno, tenendo conto della posizione della Terra Come hanno potuto gli abitanti di questa città, raggiungere una così ampia conoscenza scientifica?
Ovunque si volga lo sguardo sui grandi monumenti del passato, non troviamo una risposta adeguata su come fu possibile realizzare opere che hanno sfidato il tempo per millenni. In tutto il mondo, dal Messico alla Colombia, dal Perù al Cile, dall'Africa al Nord Europa, si ergono opere maestose. Non sappiamo spiegare come siano stata fatte, sia per la loro mole, sia per la complessità delle strutture. Molte di quelle colossali costruzioni, distanti fra loro anche migliaia di chilometri, hanno tra loro una certa attinenza strutturale, ideologica e scientifica.

 


Lo scrittore Peter Kolosimo, fece una sorprendente comparazione tra la Piramide del Sole messicana e la Grande Piramide di Cheope egizia: la base del monumento messicano ha la stesse misure di quelle di Cheope, 225 metri per 220 e l'altezza di 73 metri, corrisponde alla metà di quest'ultima. Tutto ciò, alimenta l'idea di strette relazioni tra la civiltà americana e quella egizia, concedendo la possibilità di ipotizzare che entrambi le culture discendano da una cultura superiore precedente.



Il "Primo Tempo" degli Egizi


Presso i romani e i greci, che erano considerevolmente più vicini agli antichi egizi di quanto siamo noi, era normale credere che i faraoni e i loro sacerdoti fossero custodi di precisi documenti riguardanti eventi profondamente significativi avvenuti molto, molto tempo fa.
In realtà, questi documenti furono effettivamente visti e studiati, nella sacra città di Eliopoli, da insigni visitatori quali Erodoto (nel V secolo a.C.), dal legislatore greco Solone (640-560 a.C.) e dal suo seguace Pitagora (VI secolo a.C.). Dai loro resoconti ebbe origine l'opinione che i greci si fecero dell'Egitto, come riferisce Platone:
"Noi greci, in realtà, siamo bambini in confronto a questo popolo che ha tradizioni dieci volte più antiche delle nostre. E mentre nulla delle preziose rimembranze del passato sopravviverebbe a lungo nel nostro paese, l'Egitto ha registrato e conservato per sempre la saggezza dei tempi antichi".


Nei documenti egizi si parla dello Zep Tepi, un mitico "Primo Tempo" degli dèi, un'epoca remota a cui gli antichi egizi associavano le origini della propria civiltà. Le iscrizioni sul Tempio di Edfu contengono una serie di straordinari riferimenti al "Primo Tempo", soprattutto ai cosiddetti "Libri della Fondazione", nei quali si parla dei misteriosi "Seguaci di Horus", descritti come esseri a volte dall'aspetto divino, a volte umano, identificati come coloro che detengono e preservano la conoscenza nel corso delle varie epoche, come una confraternita elitaria dedita alla trasmissione della sapienza e alla ricerca della resurrezione e della rinascita.

Secondo i testi di Edfu, gli dèi provenivano originariamente da un'isola, la "Terra Nativa degli Esseri primordiali". Nei testi, si fa chiaro riferimento riguardo al fatto che il cataclisma che distrusse quest'isola fu un'inondazione. Ci dicono che fu di breve durata e che la maggior parte dei suoi "divini abitanti" fu sommersa. Arrivando in Egitto, i pochi che sopravvissero divennero poi
"gli Dèi Costruttori che edificarono nel tempo primordiale, che gettarono i semi per gli dèi e per gli uomini, i Grandi Vecchi che esistevano fin dal principio, che illuminarono questa terra quando vi giunsero insieme".




Si ritiene che questi esseri straordinari non fossero immortali. Al contrario, compiuta la loro opera morirono e i loro figli ne presero il posto, e riti funebri si svolsero in loro onore. In questo modo, la tradizione dello Zep Tepi poteva rinnovarsi costantemente, trasmettendo alle generazioni future la sapienza proveniente da un'epoca precedente della terra.

Atlantide: storia o mito?Tra gli studiosi moderni vige la convinzione che i miti non abbiano valore di prove storiche, convinzione particolarmente diffusa tra gli egittologi. Eppure, in archeologia ci sono molti casi ben noti in cui i miti accantonati come non-storici si rivelarono in seguito estremamente precisi.

Un esempio riguarda la celebre città di Troia dell'Iliade di Omero. Fino a non molto tempo fa la maggior parte degli studiosi era convinta che Troia fosse una "città mitica", ossia interamente inventata dalla fertile immaginazione di Omero. Nel 1871, invece, l'avventuriero ed esploratore tedesco Heinrich Schliemann dimostrò che l'opinione ortodossa era sbagliata quando, seguendo gli indizi geografici contenuti nell'Iliade, scoprì Troia nella Turchia occidentale vicino ai Darndanelli.
Schliemann e altri due ricercatori, lo studioso greco Kalokairinos e l'archeologo britannico Sir Arthur Evans, continuarono le proprie indagini esaminando a fondo miti concernenti la grande civiltà minoica che si diceva fosse esistita sull'isola di Creta. Anche questi miti furono accantonati come non storici dall'opinione ortodossa, ma furono rivalutati quando Schliemann e la sua squadra portarono alla luce una cultura estremamente progredita ora identificata con certezza come quella "minoica".

Analogamente, nel subcontinente indiano, la grande mole di antiche scritture sanscrite conosciute come Rig Veda contiene ripetuti riferimenti a una civiltà elevata che viveva in città fortificate e aveva preceduto le invasioni ariane più di 4 mila anni fa. Anche in questo caso le fonti furono universalmente bollate come "mitiche", finchè, nel XX secolo, le rovine di grandi città della Valle dell'Indo come Harappa e Moenjodaro incominciarono a essere dissotterrate e si dimostrò che risalivano al 2500 a.C.

In breve, i documenti mostrano che intere città e civiltà che un tempo erano classificate come mitiche (e di conseguenza prive di interesse storico) spesso hanno l'abitudine di materializzarsi improvvisamente dalle nebbie dell'oscurità per diventare realtà storiche. Può essere la stessa cosa sia accaduta anche per Atlantide?

FONTE

 
 
 

CORRADO MALANGA • PRENDERNE COSCIENZA

Post n°2610 pubblicato il 23 Gennaio 2015 da stella112
 

OGNUNO DI NOI SA DI COSA HA BISOGNO... SE E' IL MOMENTO PER TE DI CAPIRE CERTE COSE AVRAI VOGLIA DI GUARDARE QUESTO VIDEO... IN CASO CONTRARIO :-) ... LO SPEGNI. 

 
 
 

'Cinesizzazione' del Pianeta in Corso?

Post n°2609 pubblicato il 22 Gennaio 2015 da stella112
 

La Cina, si sa, è un pezzo di Nuovo Ordine Mondiale già stabilito ed in piena efficienza: il potere centrale è lontanissimo dal popolo e procede noncurante di tutto e di tutti ad imporre obiettivi e ritmi esistenziali, nonché ad elargire occupazioni e ruoli alla popolazione inerme. 


La società cinese procede verso una forma di sviluppo che noi europei decadenti e forzosamente post-industrializzati consideravamo ormai superata ed obsoleta: il consumismo ad andamento esponenziale, che vede nel continuo rilancio di produzione e consumo il suo motivo di essere e di progredire. 

Il resto del pianeta Terra ha assistito negli ultimi dieci anni ad una trasformazione impressionante di quella immensa landa agricolo/pastorale che era un tempo la Cina. In tempi rapidissimi (e quasi impensabili) sono state costruite imponenti megalopoli da 10 o 20 milioni di abitanti, impressionanti poli industriali e giganteschi nodi infrastrutturali. Anche il paesaggio è stato sconvolto da questo rapido sviluppo e dalla costruzione di imponenti impianti idroelettrici, adatti a fornire adeguata energia a tutta questa immane costruzione sociale e l'inquinamento dell'aria e dell'acqua è quasi insostenibile. 

Il gigantismo è sempre stato però una caratteristica di quella porzione di pianeta: già la grande muraglia, i palazzi imperiali e le distese a perdita d'occhio di terreni coltivati davano l'impressione di una società irreggimentata e collaborante, guidata da una struttura di governo posta in posizione elevata, ubiqua ed onnisciente. 

Oggi l'invasione di prodotti 'made in China' si accompagna alla proliferazione di attività commerciali ed industriali in ogni parte del pianeta. 

Com'è possibile che tutto ciò sia accaduto in così poco tempo? 

Occorre ricordare di come sia stato oggetto di desiderio di alcune famiglie transnazionali di 'deportare' tutto il settore manifatturiero mondiale in oriente. Ciò è avvenuto in tempi davvero ristretti. L'Italia, di riflesso, è stato uno di quei paesi che ha subito l'impatto devastante dell'espansione orientale, cinese ed anche soprattutto coreana. 

Mi chiedo: in un'Europa che pone divieti e normative persino sulla pesca delle telline o sulle dimensione delle carote, era così difficile immaginare un embargo totale ai prodotti che non sono stati generati all'insegna del rispetto degli elementari diritti dei lavoratori, tra i quali, in primis, una retribuzione minima garantita? E sull'inquinamento ambientale, non c'era nulla da dissentire? 

Perché si è lasciato all'oriente di produrre in questo modo? Chi l'ha consentito? 

Se desiderate quindi osservare il Nuovo Ordine Mondiale in azione, sarà sufficiente fare un bel viaggio in Cina. 

Anche il comunismo cinese era solo un prodromo della rivoluzione industriale odierna. Esso serviva probabilmente a creare il presupposto sociale per orientare la popolazione all'asservimento consenziente. Quando la vita di un singolo dipende da strutture insondabili e lontane, come diviene possibile solo immaginare un modo di vita diverso? La facoltà dell'immaginazione non è neanche data. La società va avanti così e basta, il dissenso non è contemplato. 

Il resto del pianeta sta subendo un processo di 'cinesizzazione'? 

Non c'è dubbio che paesi un tempo potenzialmente floridi come il nostro stiano scivolando in una sorta di terra di nessuno nella quale i diritti dei lavoratori ed i loro salari si abbassano in modo preoccupante. Invece di esportare diritti e civiltà, la grande Europa Unita sta importando tirannia e deregulation, imponendo livelli esistenziali inaccettabili per la maggior parte della popolazione. 

Anche in Europa il potere si allontana ogni mese che passa dal controllo democratico che, di fatto, in paesi come l'Italia non esiste più. Una casta di burocrati (consenzienti per profitto) agisce per nome e per conto di chi, probabilmente, neanche conosce. 

Prepariamoci a mangiare insetti fritti, prendere 150 Euro mensili ed a lavorare 14 ore al giorno. Prepariamoci soprattutto a non dissentire ed a ignorare di occuparci dei 'massimi sistemi'. Essi sono appannaggio di chi pensa e sa come farlo: i contro-filosofi platonici del potere usurpato che governano illecitamente gran parte dell'emisfero boreale e di quello australe.


http://offskies.blogspot.it/

 

 

 
 
 

Controllo Mentale: attentato al Programma Vitale

Controllo Mentale: attentato al Programma Vitale - Jon Rappoport (trad.: freeskies) - "Gli obiettivi delle moderne tecniche di controllo mentale sono sempre descritti in termini di cure mediche, sollievo della sofferenza, e guarigione. Che altro ci si poteva aspettare? Una


dichiarazione d'intenti forte sul controllo della popolazione ed un restringimento intenzionale della funzione del cervello? No, questa operazione di massa ricade inevitabilmente sotto l'etichetta: 'maggior bene per il maggior numero di persone'. La premessa è così promossa: meno sforzo, meno dolore, più felicità. Un dono dato all'essere umano, inteso come essenzialmente passivo. Tale formulazione è di per sé una versione del controllo mentale. L'eroe e il ribelle sono sostituiti dal tranquillo androide semi-soddisfatto". (The Underground - Jon Rappoport) 

Ecco un progetto di ricerca che ti dice qualcosa su come sta andando il controllo mentale. Dal MIT News, 8/27/14: 
"I risultati, descritti nel numero di Nature del 27 agosto, hanno dimostrato che un circuito neuronale che collega l'ippocampo e l'amigdala gioca un ruolo critico nell'associazione delle emozioni con la memoria. Questo circuito potrebbe offrire un bersaglio per nuovi farmaci per aiutare a trattare condizioni psichiche quali il disturbo da stress post-traumatico, così come affermano i ricercatori." 

"'In futuro, si può essere in grado di sviluppare metodi che aiutino le persone a ricordare i ricordi positivi più fortemente di quelli negativi', dice Susumu Tonegawa, Professore di Biologia e Neuroscienze, direttore del RIKEN-MIT Center for Neural Circuit Genetics al Picower Institute del MIT per l'apprendimento e la memoria, ed autore senior di questa ricerca." 

Traduzione: cancellare le emozioni connesse con i ricordi. Giocare con la memoria, ri-programmare i neuroni, cambiare la chimica del cervello ... questi sono i tratti distintivi degli sforzi moderni per condizionare la vita umana. 

La scienza è imprevedibile, a dir poco, ma lo sforzo è enorme e la direzione è ben chiara. 

Se considerate assieme tutte le scienze sociali, la biologia, la fisica e la chimica, così come la psicologia e la psichiatria ... ed anche se ci si sbilancia fuori dai margini del mondo accademico, dove vivono i cosiddetti dissidenti ... si incontrano gli scenari inquietanti sulla programmazione della vita. 

Modificare la cellula, la molecola, l'atomo, la famiglia, l'ambiente, il DNA. Avviare cianografie di nuovi sistemi, modelli ed organizzazioni. 

L'intera base di questo esercizio: noi esseri umani siamo destinatari passivi di influenze, capaci di alterare le queste "influenze"... 

Sulla fascia bassa, si dispone del programma di controllo mentale della CIA, MKULTRA. Nella fascia alta, si ha qualcosa di simile: "l'universo ci sta avviando in uno stato finale di coscienza, e siamo cellule nel super-corpo di ogni sapienza, che sta gradualmente rivelando la sua verità a noi." 

In entrambi i casi, gli esseri umani sono visti come un ricettore passivo. 

Cifrari passivi di causa-effetto, di stimolo-risposta, input-output. Non importa come, se di base oppure elegante, questo è l'esistenza in cui il libero arbitrio, la scelta, il potere individuale e l'immaginazione sono radicalmente sminuiti. 

Ad esempio: "il cervello è la fonte della coscienza." 

Considerate come la fisica guarda il cervello: si tratta di un organo del corpo, costituito dalle stesse particelle che popolano il resto dell'universo. Da nessuna parte, in una di queste particelle, vi è la capacità di comprenderne il significato. Pertanto, il cervello non ne capisce il significato. 

Il significato è semplice (e assurdo): una "lettura" in corso di una illusione biologica / elettromagnetica / chimica, alla quale siamo sottoposti passivamente. 

Posseduti di tale visione demenziale della vita, gli scienziati si sentono perfettamente giustificati nella sperimentazione e nell'armeggiamento con la "macchina umana". 

In realtà, per il dottor Ewen Cameron, lo psichiatra più altamente decorato del mondo nel corso del 1940 e '50, la personalità di un individuo era di proprietà della società, cioè rappresentata da uomini come lui. 

Su questa base (come ho descritto in altri articoli), Cameron ideato un metodo di tortura chiamato "guida psichica", che ha coinvolto l'amministrazione nel dare molte scariche elettriche potenti al cervello dei suoi pazienti, insieme con droghe intense che hanno provocato settimane consecutive di sonno, dopo di che li hanno sottoposti a dei nastri che ripetevano frasi per milioni di volte: tutti nel tentativo di cancellare le loro personalità ed installarne una nuova. 

Cameron ha lavorato sotto contratto con la CIA, come ricercatore nel suo infame programma denominato MKULTRA. 

In questi giorni, la ricerca sulla programmazione è molto più sottile, ma l'obiettivo è lo stesso. Il paziente non deve provare dolore fisico evidente, mentre un particolare circuito nel suo cervello viene "neutralizzato", ma non dovrebbe mai più funzionare allo stesso modo nuovo. Egli diverrebbe come "nuovo." 

"Meglio vivere attraverso la programmazione." 

Contro tutto questo è il fatto che l'individuo ha la capacità di essere libero, indipendente, auto-diretto, potente, e creativo. 

Non ha bisogno né della scienza, né della programmazione, né dei miti che sostengono una visione di esseri umani come esseri passivi. 

La nozione di causa ed effetto corazzata, riportata dalle scienze fisiche alla mente umana e la coscienza, cadrà tristemente a breve. Perché? Perché l'individuo può comprenderne il significato, pensare razionalmente ed immaginare e creare nuove realtà. In queste azioni, dimostra che non è solo un prodotto di ciò che è accaduto prima. 

La pseudoscienza chiamata psichiatria vorrebbe farci credere che tutti i suoi 300 "disturbi mentali", certificati ufficialmente, nessuno dei quali definiti con test diagnostici fisici, sono applicabili a tutti i livelli, a tutti gli esseri umani. 

Questo perché la psichiatria assume (e mai dimostra) che tutte le persone sono sottoposte passivamente, esattamente nello stesso modo come una macchina, agli stessi squilibri chimici nel cervello. 

Causa ed effetto uniforme. Pertanto, si impone l'installazione di un nuovo programma di causa-effetto uniforme come rimedio. 

In un articolo di Oliver Freeman, si offre la prospettiva del neuroscienziatoGiulio Tononi su come il cervello partorisce la coscienza. Freeman: "Secondo Tononi è la capacità di combinare un sacco di informazioni in modo efficiente che produce la capacità di analizzare i concetti astratti e ci dà così la 'coscienza' ". 

Questo illustra la scarsità delle neuroscienze quando si tratta di parlare di coscienza. È possibile "analizzare" i concetti astratti del mondo, ma se non fosse per la vostra capacità di sapere che sei vivo, che tu esisti, che non dipendi dal cervello, si sarebbe del tutto perduta. In realtà, si dovrebbe avere la stessa coscienza di un computer mentre sta facendo i calcoli. 

Tuttavia, ritenendo che la coscienza stessa è solo un effetto dei livelli più sofisticati di analisi, i neuroscienziati sperimentano liberamente sul cervello, senza esitazione o problemi di coscienza, come alcuni fricchettoni della New Age. 

L'essere umano, che è più che il cervello e più che il corpo, sperimenta quegli esperimenti come interruzioni imprevedibili nel suo vitale "assistente fisico." 

E' l'essere umano e non gli "esperti", la cui voce deve essere ascoltata. E' la sua vita, che è l'obiettivo. 

Per tutte le loro auliche dichiarazioni ed assicurazioni, gli esperti non hanno la più piccola idea di quello che stanno facendo. Effettuano riprese al buio. E pensano che stanno semplicemente riparando od aggiornando una macchina.

(fonte

http://offskies.blogspot.it/

 

 

 
 
 

Trovato morto Filmaker che stava girando un film sul Nuovo Ordine Mondiale

Post n°2607 pubblicato il 22 Gennaio 2015 da stella112
 

Ho passato gli ultimi giorni a verificare una notizia. Un po' come faccio sempre, per "dovere". Un po' perché non ci volevo credere e speravo fosse una montatura o una bufala.


Photo by Joel Franklin - LibertyShots@gmail.com - David Crowley, Gray State The Movie 7La notizia riguarda David Crowley, un ragazzo di 29 anni, ex militare, nell'esercito da Giugno 2004 sino ad Agosto 2009, di stanza in Iraq, Afghanistan, Germania e Texas. Al termine dei 5 anni di servizio ne ha avuta abbastanza e ha mollato per dedicarsi al filmmaking.
Crowley ha scritto e diretto un film in lavorazione "Gray State", il cui trailer mostra gli agenti FEMAspiare e uccidere centinaia di americani. Il sottotitolo del film è "La Seconda Rivoluzione Americana potrebbe non essere ricordata."L'intento del film è molto chiaro: parla apertamente di un Nuovo Ordine Mondiale, una visione del futuro Orwelliana, dove uno stato di Polizia trasforma i cittadini in pedine, in schiavi da controllare, senza diritti. Un breakdown sociale disastroso e l'instaurazione della legge marziale.Non è un caso che il film veda protagonista la FEMA poiché è l'organizzazione governativa di crisi che dovrebbe entrare in azione durante scenari domestici eccezionali come disastri naturali e simili. La FEMA è stata oggetto di critiche sin dalla nascita perché dispone di fondi ingenti ma non ha mai fatto la differenza nei casi di emergenza come uragani e terremoti, anzi, l'organizzazione è stata usata più che altro inoperazioni politiche di repressione di dissidenti. Fa riflettere che proprio tale organizzazione, con una firma del presidente, può sospendere il Bill of Rights e instaurare la legge marziale, senza contare la diffusione di notizie che vedono l'organizzazione dietro la costruzione di campi di concentramento "vuoti" in tutti gli stati uniti.
Il film, già in lavorazione, si è assicurato un budget di 30 milioni di dollarida una Major del cinema per la sua realizzazione.
Ora però tutto è fermo e la sua uscita è in forse. Perché? Perché David Crowley, assieme a sua moglie Komel e la figlia di 5 anni, sono statitrovati morti nella loro casa ad AppleValley, Minnesota.

David-Crowley-300x300

Ancora non si conosce la data certa della loro morte. Si presume che il fatto sia accaduto intorno a Natale (4 settimane dopo il ritrovamento) perché è da allora che vicini e parenti non hanno più avuto contatti, finché un vicino, insospettito da una luce sempre accesa sia di giorno che di note, si è avvicinato, ha trovato dei regali ancora da scartare davanti la loro porta di casa e infine, spiando da una finestra ha visto I 3 corpi con a fianco una pistola.
Tutto quello che le notizie riportano sulle cause della morte sono colpi di arma da fuoco e un laconico "an apparent murder suicide, police say." Ovvero la polizia DICE che PARE sia un caso di omicidio-suicidio.L'apparenza, e non la certezza, dell'omicidio suicidio è un tratto distintivo di tutte le notizie che riportano il fatto, tanto quanto che questa informazione derivi da semplici dichiarazioni della polizia e non da elementi probanti di altro genere.Le testimonianze di parenti e amici però parlano di una famiglia felice, di un Crowleyispirato e motivato nella vita e nei suoi progetti. "You could not imagine a more committed couple than David and Komel Crowley""Non potevi immaginare una coppia più affiatata di quella di David e Komel" "It's always great to have young, gorgeous people come to our house and look as happy as they are," "E' sempre meraviglioso avere persone giovani e splendide che ti vengono a trovare e che sembrano tanto felici quanto davvero lo sono" "They were gorgeous, and they had this happy and bubbly and talkative child." "Erano splendidi, e avevano questo bambino felice, spumeggiante e loquace."
La fotografia che ne deriva è quella di un ragazzo estremamente ispirato, lucido e impegnato nel suo progetto .

David-Crowley-2

Certo, commenti come questi di parenti e amici sono un tratto comune in storie simili o anche peggiori. Questo però non basta, almeno per me, ad archiviare il fatto e non pensare a qualcosa di diverso rispetto ad un omicidio-suicidio di una coppia felice in cui, il marito, ex militare, si stava impegnando in progetto enorme didenuncia contro il governo e l'establishment.
Forse siamo di nuovo di fronte ad un sanguinoso bavaglio che si stringe attorno alla bocca di chi dice cose troppe scomode.

visita: http://graystatemovie.com/
Fonte: masonmassyjames.it

 

 
 
 

COSPIRAZIONISTI? NO, REALISTI!

Post n°2606 pubblicato il 21 Gennaio 2015 da stella112
 

 

Una storia dimenticata?Per chi ha la memoria corta ed ancora sostiene che le forze armate statunitensi (United States Armed Forces) della NATO, in specifico, siano lì per il bene dei cittadini e degli alleati.... forse non rammenta l'abominevole operazione Northwoods.

Il Pentagono aveva concepito un sistema di attacco a paesi nemici tramite la tecnica micidiale, affidata proprio ai servizi segreti ed a cellule paramilitari, documentata e datata 1962; attacchi terroristici programmati addirittura verso i propri cittadini per garantirsi, dunque, il pretesto assurdo di assalire paesi scomodi con poderose operazioni militari.   Questo documento è da anni che cuce la bocca a tutti gli starnazzatori negazionisti: perfetto esempio di come agiscono e si diffondono, sotto l'influsso Nato, operazioni militari di auto-terrorismo per gestire la politica di dominio in campo nazionale ed estero.

Il terrificante documento, concepito da alti dirigenti del Ministero della Difesa Statunitense  e firmato dal capo degli stati  maggiori riuniti, Lyman Lemnitzer,  è stato da tempo declassificato, ma resta purtroppo ancora censurato nelle sue varie parti.  Scopo dell'operazione era quello di indurre l'opinione pubblica statunitense a sostenere un attacco militare contro Cuba e Fidel Castro. Il piano prevedeva chiaramente, come si evince dalla lettura del testo in questione, anche attacchi terroristici contro obiettivi civili all'interno del territorio nazionale degli Stati Uniti.  Ricordiamo, inoltre, che una parte dell'Operation Northwoods venne poi messa in atto proprio nei confronti del Vietnam del Nord con la provocazione nei confronti del golfo di Tonchino dell'agosto 1964, pretesto per il catastrofico evento americano nel Vietnam. Sulla stessa linea di rotta, è stato rivelato ed accertato che le unità paramilitari stay-behind impiegate in azioni di sabotaggio, terrorismo e omicidi mirati, facenti capo a Nato e Cia negli anni 70, hanno operato attivamente contro i cittadini italiani (l'omicidio di Aldo Moro pilotato da Washington) ed interferito nella politica nazionale ed estera attraverso violenza, intimidazione e stragi impunite.  Allora, 11 settembre 2001 e strage al Charlie Hebdo?


Riferimenti:http://www2.gwu.edu/~nsarchiv/news/20010430/northwoods.pdfhttp://whatreallyhappened.com/WRHARTICLES/northwoods.htmlhttp://www.darkmoon.me/2015/madame-rothschild-know-behind-paris-attacks/http://abcnews.go.com/US/story?id=92662http://www.ratical.org/ratville/CAH/Northwoods.htmlhttp://www.archives.gov/press/press-releases/1998/nr98-16.htmlhttp://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=cuba 
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2015/01/cospirazionisti-no-realisti.html#more

 

 
 
 

L' Esercito ucraino ha ripreso l'attacco sui civili del Donbass (video shock)

Post n°2605 pubblicato il 21 Gennaio 2015 da stella112
 

L' Esercito ucraino ha ripreso l'attacco sui civili del Donbass L'Esercito ucraino ha ordinato nella giornata di Domenica l'attacco sulla città' di Donetsk con ogni tipo di armamento. Secondo le informazioni arrivate da fonti della Repubblica Popolare di

Donetsk , l'Esercito Ucraino ha attaccato le zone residenziali, abitate da civili, i colpi dell'artiglieria arrivano in direzione del centro della città'. A Donetsk si è interrotta la circolazione del trasporto pubblico per causa dei bombardamenti. Si contano gia' diverse vittime civili fra le quali un bambino di 6 anni. La popolazione è' stata invitata a scendere nei rifugi per mettersi al riparo. Le Repubbliche popolari del Donbass lanciano un appello al mondo per fermare l'aggressione occidentale. Il presidente ucraino Poroshenko ha respinto la proposta di Putin di ritirare l'artiglieria dalla zona di Donetsk e di negoziare una tregua. La proposta inviata a Kiev non ha avuto alcuna risposta dal governo ucraino che ha unilateralmente rotto la tregua ed ha riniziato le ostilita' contro i separatisti del Donbass. Nessun intervento neppure dalla rappresentante della UE Federica Mogherini o da altri rappresentanti europei. Si teme che la situazione possa aggravarsi e non si può' escludere un intervento diretto nella Russia nel conflitto. Fonte: RT 
http://www.controinformazione.info

 

 
 
 

Il risveglio della ghiandola pineale

Post n°2604 pubblicato il 19 Gennaio 2015 da stella112
 

Ripulire la Ghiandola Pineale è molto utile per coloro che desiderano sviluppare le loro percezioni. La ghiandola pineale risvegliata porta alla capacità di poter esplorare dimensioni sottili, ma in molta gente è in buona parte atrofizzata.Avere un terzo occhio aperto non vuol dire semplicemente coscienza e consapevolezza del mondo in cui viviamo, una pineale attiva, corrisponde anche ad uno stato di salute maggiore e ad una miglior sinergia con il proprio corpo e con l'ambiente circostante. Il concentrarsi alla propria crescita personale, del se, piuttosto che al fuori, corrisponde al riattivare il terzo occhio, l'organo collegato direttamente con il macrocosmo, con Dio, questa ghiandola conosciuta anche come occhio divino, è quella parte del corpo che viene risvegliata negli stati meditativi.

 

La ghiandola pineale è stata sempre un elemento importante nelle varie culture, ad esempio lo scettro di Osiris, costituito da una ghiandola pineale e da due serpenti incrociati (il DNA nella foto qui sotto) che raggiungono la ghiandola, passando attraverso la spina dorsale. Qui a destra Shiva, Dea della distruzione, viene rappresentata con il cranio a protuberanza, e serpenti attorno, nelle rappresentazioni indiane il terzo occhio è enfatizzato anche dal disegno nella fronte. La Ghiandola pineale produce ciò che è comunemente conosciuto come DMT, (dimetiltriptamina) sostanza che produce un profondo stato di dilatazione temporale, viaggi in luoghi extradimensionali. Ai giorni nostri il terzo occhio viene atrofizzato prevalentemente a causa dell'alimentazione come: bibite gassate, acqua fluorizzata, zuccheri raffinati. La ghiandola si attiva di notte o quando è buio induce il sonno ed i sogni, da qui viene l'importanza del dormire, chi vuole riattivare il proprio terzo occhio deve cercare di dormire a sufficenza, volendo, si può integrare a tale attività della sana meditazione. La ghiandola pineale, epifisi in gergo medico-scientifico, produce la melatonina, un ormone prodigioso le cui caratteristiche sono state scoperte solo di recente. La melatonina viene secreta ed elaborata nel periodo notturno, durante il quale la ghiandola raggiunge il massimo della sua attività di notte, dove la conoscenza intuitiva e le facoltà più sottili emergono. la melatonina esalta e rafforza il complesso del sistema immunitario del corpo, accresce la produzione di energia fisica alzando il livello di sopportazione della fatica, regola la temperatura interna contribuendo a un'ottimale gestione del sistema cardiovascolare ed è per eccellenza la sostanza antiossidante del corpo, con effetti evidenti sui meccanismi anti-invecchiamento e sulla mente, sviluppando facoltà latenti. Questa percezione tridimensionale trascende l'ego e guarisce rapidamente le nostre sofferenze, i conflitti. Qui ci sono alcuni principi fondamentali per la disintossicazione della ghiandola pineale. 1) Il Mercurio: questo è davvero un veleno per la ghiandola pineale, come quello contenute in molte otturazioni dentali dove alcuni dentisti, le hanno rimosse su richiesta dei pazienti stessi, una vera tossina per la pineale. Come anche tutti i vaccini contaminati da mercurio come il Thimersal (un conservante per vaccini), ed è molto difficile da espellere dal cervello una volta che vi circola dentro. Sarebbe bene evitare di mangiare pesce, e pesci da fondo come i gamberetti, tonno e carne di delfino, che è particolarmente contaminata da il mercurio. Più grande è il pesce più alta è la concentrazione di mercurio nel suo tessuto corporeo. Le lampadine Eco, se si rompono il vapore di mercurio viene rilasciato nella stanza e può essere inalato, evitare a tutti i costi di rompere il vetro di coperta. Il mercurio può essere rimosso dal corpo con l'uso quotidiano di clorella, erba di grano e spirulina. Il Cilantro è un'erba che presa ogni giorno può contribuire a rimuovere il mercurio dal tessuto cerebrale. 2) fluoro-nei dentifrici e l'acqua di rubinetto, altro veleno pesante, evitate a tutti i costi. Il tessuto pineale calcifica e la ghiandola si chiude sostanzialmente verso il basso. 3) alimenti biologici-alcuni pesticidi sono tossine per la pineale. Gli alimenti biologici sani, supportano la disintossicazione della pineale. La carne non è utile anche se per alcune persone sembra non essere un problema, ma la densità e la potenziale tossicità della carne rende il lavoro meno facile. 4) alcool e fumo- Naturalmente sarebbe meglio evitarli poiché non sono necessari, ma ha a che vedere più con legami emotivi sul loro utilizzo. 5)Altre tossine-Se qualcosa è tossico non mettetelo nel vostro corpo. Se non ne capite il nome, probabilmente fa male. Evitate prodotti dove ci sono tossine come, dolcificanti artificiali (aspartame K), zucchero raffinato, la felanina, i numeri che iniziano con E 1, deodoranti, prodotti chimici per la pulizia, colluttori dentali e deodoranti. 6)cioccolato crudo, vegano, biologico-Il cacao crudo è uno stimolante della ghiandola pineale, disintossicante a dosi elevate, a causa del elevato contenuto di antiossidanti. Osservare queste sei fasi per un anno, determinerà certamente un risveglio pineale, la fase 6 è facoltativa ma molto utile.

FONTE 

 

 
 
 

PLEISTOCENE 20 MILA ANNI FA - L'ENIGMA DEL MANUFATTO IN ALLUMINIO

Post n°2603 pubblicato il 19 Gennaio 2015 da stella112
 

 

NEL 1974 AD UN PAIO DI CHILOMETRI DALLA CITTA' DI AIUD, Romania, nel corso di uno scavo sulle rive del fiume Mures, un gruppo di operai edili è incappato in alcuni fossili di mastodonti. Accanto ai fossili, i lavoratori hanno trovato anche un oggetto che non sarebbe dovuto esserci: un misterioso manufatto in metallo. Ecco la controversa storia del Manufatto di Aiud. Intorno alla metà degli anni '70, un gruppo di operai impegnato in uno scavo edile nei pressi della città di Aiud, in Romania, ha portato alla luce un manufatto sconcertante. A circa 10 m di profondità, i lavoratori trovarono alcuni fossili di mastodonti, specie animali vissuti durante il pleistocene, più un misterioso oggetto metallico ricoperto da uno strato di ossido di alluminio. In un primo momento, il reperto sembrava essere un semplice roccia, ma dopo aver rimosso la spessa crosta di sabbia dalla superficie, gli operai intuirono che non poteva trattarsi di un oggetto naturale, piuttosto quanto qualcosa si prodotto artificialmente, dato che aveva delle caratteristiche molto precise.

PLEISTOCENE 20 MILA ANNI FA - L'enigma del manufatto in alluminio


L'OGGETTO DAL PESO DI CIRCA 5 Kg, presentava una lunghezza di 20,2 cm, una larghezza di 12,7 cm e uno spessore di 7 cm, con una depressione circolare al centro dal diametro di circa 4 cm. Un altro piccolo foro perpendicolare, dal diametro di circa 1,7 cm, si presentava su uno dei lati dell'oggetto perpendicolarmente alla depressione centrale. Infine, due lembi sporgenti sembravano aver ospitato una specie di cardine. Gli operai portarono il manufatto al Museo di Storia della Transilvania, dove fu posto in un deposito rimanendo dimenticato per quasi 20 anni, senza che nessuno avesse mai pensato di compiere delle analisi. Finché, nel 1995, il manufatto non fu "riscoperto" e sottoposto ad approfondite analisi. I primi esami chimici per determinare la composizione dell'oggetto furono eseguiti in due laboratori distinti: quello dell'Istituto Archeologico di Cluj-Napoca, e uno a Losanna, in Svizzera. Entrambe le strutture giunsero a conclusioni analoghe: l'oggetto risultava composto principalmente di alluminio (89%), più altri 11 metalli minori. I ricercatori rimasero un po' sconcertati dai risultati delle analisi, dato che l'alluminio allo stato puro non si trova in natura (viene estratto dalla bauxite), e la tecnologia necessaria per creare qualcosa di così puro è diventata disponibile solo a partire dalla metà del 19° secolo. Per la produzione dell'alluminio è necessario un complicato processo industriale di elettrolisi e temperature superioei ai 900° C.

PLEISTOCENE 20 MILA ANNI FA - L'enigma del manufatto in alluminio


LA DATAZIONE DEL SOTTILE STRATO ESTERNO DI OSSIDAZIONE che copriva il blocco di alluminio restituiva una data di 400 anni. Tuttavia, lo strato geologico in cui fu trovato l'oggetto corrispondeva all'era del Pleistocene, circa 20 mila anni fa. Un nuova analisi metallurgica fu compiuta successivamente dal dottor Florin Gheorghita, presso l'Istituto per lo Studio del Metalli e di Minerali Non Metalliferi, con sede a Magurele, Romania. L'esame rivelò che l'oggetto è composto da una lega di metallo estremamente complessa. Si riscontrarono 12 elementi diversi, di cui Gheorghita è riuscito a stabilire anche le percentuali: alluminio (88,1%), rame (6,2%), silicio (2,84 %), zinco (1,81%), piombo (0,41%), stagno (0,33%), zirconio (0,2%), cadmio (0,11%), nichel (0,0024%), cobalto (0,0023%), di bismuto (0,0003%), argento (0,0002%) e gallio (in tracce).


PLEISTOCENE 20 MILA ANNI FA - L'enigma del manufatto in alluminio


DUNQUE DI COSA SI TRATTA? Come riporta la versione inglese di Epoch Time, nonostante si sia ottenuta la precisa composizione chimica dell'oggetto, la comunità scientifica non si è espressa sulla natura, quindi il reperto di Aiud rimane un enigma. Tuttavia, alcuni ricercatori sono convinti che si tratti di un oggetto artificiale, parte di uno strumento più grande prodotto da una civiltà antica perduta che era riuscita a produrre alluminio di notevole purezza centinaia, o addirittura migliaia, di anni prima rispetto all'epoca moderna, mentre i Teorici degli Antichi Astronauti si arrischiano a suggerire che si tratti addirittura di un componente di un antico velivolo spaziale. La forma, infatti, ricorderebbe quella di un supporto di un modulo di esplorazione spaziale, simile alla parte finale della sonda Vicking o del modulo lunare delle missioni Apollo. Secondo questa ipotesi, l'oggetto sarebbe parte di una sonda aliena staccatosi a seguito di un atterraggio piuttosto violento. In entrambi i casi, sia l'analisi dello strato esterno di ossidazione che lo strato geologico in cui è stato trovato non riescono a spiegare adeguatamente come un oggetto tecnologicamente così avanzato sia potuto esistere in un'epoca così remota.

Redatto da Pjmanc http://ilfattaccio.org

 

 
 
 
Successivi »
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: stella112
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 47
Prov: VI
 

AREA PERSONALE

 
 

...

DA VEDERE E CONDIVIDERE

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

 

 

 SESSO E VITA DI COPPIA

Argomenti trattati con tatto

e sensibilità 

     Clicca qui   Google+   

 

 

PER I MENO ESPERTI

 

Qualcuno potrebbe chiedersi cosa sono i tags , sono gli argomenti trattati in questo blog, basta scegliere e selezionare l'argomento desiderato, i post richiesti verranno messi in prima pagina in ordine cronologico con il quale sono stati creati. Buona lettura a tutti e grazie per l'attenzione che mi dedicate.


 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ALCUNI POST IN QUESTO BLOG

MISTERI NEL MONDO

Ritrovamenti a dir poco strani che raccontano 

una storia diversa da quella

che si legge sui libri...

CLICCA QUI  Google+

 

 

 

SCIENZA E MEDICINA 

L'informazione giusta ti cambia la vita...

qui potresti trovare quella importante per te

clicca QUI   Google+

 

FILOSOFANDO

In questa pagina si parla di filosofia, metafisica,

di Dio... della vita in genere e...

della vita dopo la morte 

Clicca qui  Google+

 

 

Alcuni Argomenti trattati
nel blog
* Cliccami
*






tracker

 

FACEBOOK

 
 

IM

 

 

 

 

 

 

VIDEO DI ROBERTA

ULTIME VISITE AL BLOG

stella112MarquisDeLaPhoenixlakota55pgmmalingua_focosa2smart.otlamyenisaposta47NonnoRenzo0GnothiTautonbepaapranzermorgenefrancesca632bellicapellidgl3animaecorpo2015
 

TULIPANI

 

 

 

 

 

SENTIERI PIÙ O MENO GIUSTI...

 

FORMANO UN UOMO

 

 

ULTIMI COMMENTI

Ma con i mezzi che ci sono oggi è così difficile esplorare...
Inviato da: Fabri
il 26/01/2015 alle 22:45
 
Non farei troppe illusioni, Roberta. La Grecia fa un 2% del...
Inviato da: lakota55
il 26/01/2015 alle 16:03
 
....Torino eh ? si guardi che razza di manifesti attacca il...
Inviato da: Fabri
il 26/01/2015 alle 11:52
 
Con renzi l' Italia ha toccato il fondo.
Inviato da: Fabri
il 25/01/2015 alle 22:31
 
Una risposta la puoi trovare qui :...
Inviato da: Fabri
il 25/01/2015 alle 15:18
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 245
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

STELLE

 

http://digilander.libero.it/AngeloSenzaVeli/universo-blogger.jpg