Creato da stella112 il 07/10/2005
Quello che penso

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Contatta l'autore

Nickname: stella112
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 49
Prov: VI
 

Area personale

 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

MISTERI NEL MONDO

MISTERI NEL MONDO

Ritrovamenti a dir poco strani che raccontano 

una storia diversa da quella

che si legge sui libri...

CLICCA QUI  Google+

 

 

 

SCIENZA E MEDICINA 

L'informazione giusta ti cambia la vita...

qui potresti trovare quella importante per te

clicca QUI   Google+

 

...




 

FILOSOFANDO

In questa pagina si parla di filosofia, metafisica,

di Dio... della vita in genere e...

della vita dopo la morte 

Clicca qui  Google+

 






tracker

 

...

 

 

 

 

 

 

Video di Roberta

Ultime visite al Blog

l0redianapasquale.rosato_1942antonio.b1946bicromiakarmel1934a.mazzuccototomancifglupettoh11mau220my_way70aieiebrazorf1dolceamaradgl19emiliamarsalatopobimbo.66jux83
 

...

 

 

 

 

 

Sentieri più o meno giusti...

 

FORMANO UN UOMO

 

 

Ultimi commenti

ciao stella, complimenti per il post. una buona serata ed...
Inviato da: aldogiorno
il 23/09/2016 alle 18:41
 
CIAO STELLA, COMPLIMENTI PER IL POST. UNA BUONA SERATA ED...
Inviato da: aldogiorno
il 23/09/2016 alle 17:53
 
Ricordo bene la sperimentazione-farsa orchestrata dalla...
Inviato da: Fabri
il 21/09/2016 alle 00:30
 
Appunto : ci sono già abbastanza schifezze...
Inviato da: Fabri
il 20/09/2016 alle 23:33
 
I hope this will be of immerse benefit to someone living or...
Inviato da: jenny
il 20/09/2016 alle 21:17
 
 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 249
 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

stelle

 

 

 

 

 

17 Segni che rivelano l'acidità del corpo e 9 modi per alcalinizzarlo rapidamente

Post n°3730 pubblicato il 23 Settembre 2016 da stella112
 

 

sintomi acido alcalinoUn corpo acido è un corpo malsano. Quando il corpo è acido, crea un ambiente indesiderato in cui prosperanomalattie, batteri e lieviti. Per neutralizzare e rimuovere l'acidità 
esso preleva minerali da organi vitali e ossa, di conseguenza importanti riserve minerali come calcio, sodio, potassio e magnesio saranno ridotte provocando danni e acidosi.
La maggior parte degli alimenti che consumiamo favoriscono l'acidità, come latticini, cereali, carne ezucchero. Poiché il corpo accumula costantemente gli scarti acidi del metabolismo, questi rifiuti devono essere neutralizzati o espulsi in qualche modo. Al fine di neutralizzare gli acidi, il tuo corpo ha bisogno di cibi alcalini.
Nella seguente lista troverai vari sintomi causati dall'acidosi (squilibrio del pH) :
Carie e gengive sensibili o infiammateDifese immunitarie basseLombalgia, sciatica, torcicolloProblemi respiratori, mancanza di respiro, tosse.Infezioni fungineEnergia bassa e stanchezza cronicaDanni cardiovascolari, costrizione dei vasi sanguigni e riduzione di ossigeno.Problemi al cuore, aritmie, tachicardiaPeso, obesità e diabeteProblemi alla vescica e infezioni renaliEccesso di radicali liberiInvecchiamento precoceNausea, vomito, diarreaOsteoporosi, ossa fragili e deboli, fratture, speroni osseiMal di testa, confusione, sonnolenzaDolore alle articolazioni, dolori muscolari, accumulo di acido lattico.Allergie, acne
Il corpo è in grado di equilibrare il pH?
Si, è possibile, ma lo fa ad un prezzo.

Il pH normale dei tessuti e fluidi del corpo umano (tranne lo stomaco) è leggermente alcalino. Il valore pH più critico è quello del sangue. Tutti gli altri organi e fluidi oscilleranno nei loro range in maniera da mantenere il sangue in valori di pH ristretti tra 7.35 e 7.45 (leggermente alcalino). Il corpo crea costantemente aggiustamenti nel pH di tessuti e fluidi per mantenere questo strettissimo range numerico del sangue. Ad esempio se il corpo diventa troppo acido, il sangue preleverà componenti alcalini dal sistema digestivo dell'intestino tenue, causando difficoltà nelladigestione. Quindi il corpo può regolare da solo il pH, ma lo fa a spese di altre parti del corpo.
Inizia a conoscere il pH

Il test del pH è importante perché permette di ottenere una rappresentazione numerica del livello attuale di acidificazione del corpo. Un pH medio sano può variare da 6,75- 7,25. Il valore ottimale del pH di urine e saliva è di 7.2. Per conoscere il proprio pH vanno testate leurine e la saliva al mattino appena alzato.
Non tutti i cibi acidi si distinguono dal gusto.
Ad esempio molti pensano che il limone sia acido, viene classificato come un frutto acido, ma in realtà si trasforma in alcalino. Sebbene possa sembrare che gli agrumi abbiano un effetto acido sul corpo, l'acido citrico che contengono ha un effetto alcalino sull'organismo e trasforma l'anidride carbonica in acqua.
I principali minerali alcalinizzanti sono: calcio, ferro, magnesio, potassio e sodio. Gli alimenti ad alto contenuto di questi minerali sono considerati alcalini. La maggior parte degli alimenti contengono minerali sia acidi che alcalini. Se i minerali acidi contenuti in un alimento sono maggiori di quelli basici, possono essere considerati acidi e viceversa. Prendere ilmagnesio al mattino ha molti benefici, tra cui quello di alcalinizzare il corpo.
I limiti del corpo
Il corpo pone dei limiti per compensare lo squilibrio acido. Quindi l'alimentazione ha un ruolo fondamentale nella manutenzione dell'equilibrio acido-basico. Molte malattie e disturbi generici sono il risultato di un tentativo del corpo per riequilibrare l'ambiente interno.
In generale, se la dieta comprende troppi cibi acidi, come il consumo elevato di carne, cereali, latticini e zuccheri, il corpo diventa acido. Se invece consumiamo troppi cibi alcalini come succhi verdi, frutta e verdura, il corpo diventerà alcalino.
Cibi acidificanti e alcalinizzanti
E' importante rendersi conto che il modo in cui il corpo risponde a vari alimenti ingeriti dipende dal tipo di pH dominante. Se è a prevalenza ossidativa, frutta e verdura lo faranno diventare più acido, mentre le proteine lo renderanno più alcalino. Se invece tende verso un sistema nervoso autonomo (ANS) le proteine causeranno acidità mentre frutta e verdura lo renderanno basico.

 


Come migliorare la tua alcalinitàControlla regolarmente il pH. Puoi leggere come fare nell'articolo Come testare il pH del tuo corpo e farlo andare ai livelli ottimaliBevi molta acqua (possibilmente alcalina). Un medico che conosco mi ha detto che dando acqua alcalina ai suoi pazienti ha accelerato notevolmente i tempi di guarigione.Non mescolare troppi cibi insieme, e cerca di non assumere proteine e carboidrati nello stesso pasto.Assumi degli integratori di minerali alcalini come il magnesio oppureintegratori specifici.Cercare di non consumare cibi a base di zucchero e farina.Elimina bevande gassate e zuccherate, caffè, alcolici e fumo. Dai la preferenza a tisane ed estratti di frutta e verdura. Gli estratti delle foglie verdi sono i più alcalinizzanti.I latticini sono i cibi più acidificanti in assoluto, quindi evitali.Fai attività fisica costante ma senza esagerare.Respira profondamente. L'ossigeno ricarica di energia le cellule e alcalinizza, ma la nostra respirazione quotidiana è corta e breve. E' possibile migliorare la respirazione eseguendo delle tecniche, per approfondire leggi 5 tecniche di respirazione che cambieranno la tua vita e Come fare la respirazione yogica completa che guarisce.Prediligi molta frutta e verdura fresche e aggiungi una insalata verde ad ogni tuo patto. Cerca di evitare cibi troppo trasformati e industriali.
Quello che mangi fa la differenza e appena comincerai a sentirti meglio la tua energia aumenterà e apprezzerai i frutti dei tuoi sforzi.
Non vi è alcun dubbio sul fatto che gli alimenti abbiano un impatto diretto sulla tua salute generale. Ann Wigmore, la fondatrice del rinomato Hippocrates Health Institute afferma che "L'alimentazione può essere la più potente medicina, o la forma più lenta di veleno".
http://www.dionidream.com/17-segni-acidita-9-modi-alcalinizzarlo-rapidamente/

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Apocalisse. Perché muoiono le Api

Post n°3729 pubblicato il 23 Settembre 2016 da stella112
 

 

Apocalisse. Perché muoiono le Api

 

Verità o fantasie da complottista? Pensiamoci...

 

Un' Apocalisse che nessuno vuole raccontare: la moria delle api.
Recenti studi ipotizzano due motivi decisivi per la loro scomparsa.
Senza le api, la vita dell'uomo sulla terra non durerà più di 4 anni.

I Professori Chris Exley e Dave Goulson hanno pubblicato un recente studio su PLoS ONE
http://journals.plos.org/plosone/arti...
secondo cui l'Alluminio potrebbe essere la causa scatenante di un disorientamento delle Api, simile all' Alzheimer per gli uomini, che ne determinerebbe la morte.
In consonanza con questi studi, altre ricerche sembrano avvalorare il contributo dei campi elettromagnetici all'allontanamento delle api dalle arnie.
Alluminio aviodisperso e onde elettromagnetiche stanno decimando la popolazione delle api e causeranno un cataclisma per la specie umana di inimmaginabili dimensioni.

Pochi ne parlano, quasi nessuno fino in fondo.
Condividi, diffondi la libera e onesta informazione.

Tratto da:
un articolo di JOAN JALBUENA

http://www.immortal.org/9757/aluminum...

e da:
SCIE CHIMICHE: LA GUERRA SEGRETA
di Antonio e Rosario Marcianò
La più completa divulgazione italiana sul controllo climatico

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__s...

Musiche:

Dreamy Flashback di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/...)
Fonte: http://incompetech.com/music/royalty-...
Artista: http://incompetech.com/

At Rest - Romance di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/...)
Fonte: http://incompetech.com/music/royalty-...
Artista: http://incompetech.com/

Night Runner di Audionautix è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/...)
Artista: http://audionautix.com/

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ecco come hanno distrutto il nostro SISTEMA IMMUNITARIO

Post n°3728 pubblicato il 23 Settembre 2016 da stella112
 

 

SISTEMA IMMUNITARIO

 

Hanno distrutto il nostro SISTEMA IMMUNITARIO.

Nel corso degli anni sono avvenuti molti cambiamenti.Ci sono state trasformazioni, evoluzioni e scoperte ma anche recessioni e passi indietro.Ci hanno spesso ipnotizzato con credenze o convinzioni che poi si sono riscontrate infondate, altre colte hanno ingigantito il problema per far si che ognuno potesse abboccare.L'ennesima ipnosi di massa cui siamo stati sottoposti riguarda la teoria dell'"immunizzazione da vaccino".Vi siete mai chiesti come mai fosse sempre pronto il l'antidoto miracoloso sotto forma di vaccini, ancor prima che arrivasse il ceppo influenzale????????????????????Era già pronto per essere messo in commercio...Vi hanno mai elencato le controindicazioni di un vaccino anti-influenzale?????Ebbene, nonostante i possibili danni di tale medicina (perchè comunque è un farmaco a tutti gli effetti) il cittadine viene disinformato sulle eventuali reazione avverse....Dovete sapere che VOI quando decidete di vaccinarvi date un consenso, e quel consenso comporta anche il diritto all'informazione. Dobbiamo sapere quali sono gli effetti, i vantaggi e gli svantaggi...VE LI HANNO MAI DETTI? Scommettiamo che vi hanno risposto che avreste avuto solo un piccola "febbricciola"???Pochi decenni fa ci hanno fatto credere che un' inoculazione contenente metalli pesanti (veleni pericolosi per il nostro corpo) dovesse sostituirsi a ciò che per millenni era stato il nostro sistema immunitario.(GUARDATE IL VIDEO partendo dal 4° minuto...)Da allora le nostre difese immunitarie, sottoposte a vaccinazione hanno alzato bandiera bianca e con loro la nostra salute.Ci hanno fatto credere che tutto ad un tratto esistevano delle "malattie incurabili" e pandemiche le cui cause non si conoscevano e che senza il vaccino avrebbero ridotto l'umanità all' estinzione ed assieme ad essa anche il nostro sistema immunitario.MA OLTRE AI BENEFICI DI TALI VACCINI, VI HANNO MAI ELENCATO I POSSIBILI EFFETTI COLLATERALI???????Tutto tace....Hanno saputo coinvolgere Università le quali era abbondantemente finanziate dalle solite banche ed industrie farmaceutiche, hanno tirato in ballo professori e medici per portare avanti il piano di promozione della vaccinazione.Hanno saputo toccare in maniera strategica tasti delicati come la paura: l'industria dal più alto fatturato che sia mai esistita esista.Ovviamente non vogliamo dire che essi non servono a nulla, ognuno è libero di credere e agire come vuole, ma è una convinzione errata è pensare che questi vaccini siano la soluzione primaria al nostro benessere...Forse ci vogliono smemorati all'occorrenza, perchè così conviene e quindi:- hanno "dimenticato" di dirci che nel latte materno da sempre ci sono tutti gli anticorpi e le sostanze nutritive che difendono il bimbo da tutte le malattie. Gli permettono una crescita sana e robusta ricca di tutto quello che serve.Eh si...Perché doverlo dire? Anzi... In tv invece di promuovere l'allattamento materno, pubblicizziamo le varie marche di latte artificiale pieno di olio di palma!- Hanno "dimenticato" inoltre di dirci che se non mangiamo cibo adatto alla nostra specie animale nasce la malattia. Dopotutto solo se il terreno è fertile per lo sviluppo di batteri e virus questi si sviluppano.- Hanno "dimenticato" che la scarsità di condizioni igienico-sanitarie influisce sullo sviluppo delle malattie esantematiche.- Hanno "dimenticato" di sensibilizzare l'opinione pubblica anche sui rischi e sulle controindicazioni.Questi grandi "smemorati" nel 2009 NON hanno dimenticato di terrorizzare l'umanità con la cosiddetta influenza A (influenza più debole di un comune raffreddore, ma che secondo loro poteva portarci all' estinzione di massa).Ci hanno detto che dovevamo vaccinarci in massa su scala globale. Nonostante il terrorismo mediatico dei Tg la gente non ha abboccato, i vaccini stavano ancora nei magazzini a marcire a Natale, quando improvvisamente... la suina è morta. Non se ne è saputo più nulla. Chissà, forse con le feste sarà finita su un bel piatto di lenticchie.Questi "smemorati" NON hanno dimenticato di terrorizzarci con l' epidemia da Ebola nel 2013/2014... Altro virus creato in laboratorio. Eppure mi pare che vi siano stati tanti casi di guarigione GRAZIE AL MIRACOLOSO ANTIDOTO OVVIAMENTE CREATO IN LABORATORIO...Eh si, più miracoloso dell'acqua Santa. Magari questi scienziati avevano un legame stretto con Dio il quale ha passato loro la cura rigenerativa! O forse è più facile pensare che chi ha creato il virus in laboratorio è stato anche capace di eliminarlo??? Ovviamente utilizzandolo sono per chi fa comodo...Tanto che importa se qualcuno ci rimette le penne! Fatto sta che si andava sempre a cercare il morto oltre oceano, in luoghi dimenticati da tutti. Il Video dura 40 minuti ma vi chiediamo vivamente di vederlo! Caricateleo al 4° minuto ed ascoltate attentamente le parole.Troverete un ulteriore passaggio importante anche al minuto 14:30. E' troppo interessante per passare inosservato! Dobbiamo diffondere perchè la gente deve sapere e non deve dimenticare! GUARADALO.

http://renovatio-zak.blogspot.it/2013/10/cera-una-volta-il-sistema-immunitario 
http://jedasupport.altervista.org/blog/cronaca/il-sistema-immunitario-perche-non-ce-piu-vaccini/#

DA terra2000.altervista.org

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

...Ed ecco che dopo il TTIP arriva il TiSA: il negoziato sui servizi a porte chiuse che svende l'ambiente e la gente!!

Post n°3727 pubblicato il 23 Settembre 2016 da stella112
 
Tag: TTIP, U.S.A.

 

TiSA

 

Dopo il TTIP arriva il TiSA: il negoziato sui servizi a porte chiuse che svende l'ambiente

 

TTIP e CETA saranno argomento di discussione il 23 settembre a Bratislava, durante la riunione dei ministri Ue del commercio. Intanto Greenpeace Olanda ha pubblicato documenti segreti e un'analisi del capitolo sull'energia relativi alnegoziato a porte chiuse del TiSA.

Prima di tutto, facciamo chiarezza sugli acronimi: CETA è l'accordo economico e commerciale globale tra l'UE e Canada che quando applicato dovrebbe offrire alle imprese europee nuove e migliori opportunità commerciali in Canada e sostenere la creazione di posti di lavoro in Europa.

Il famigerato TTIP è l'accordo commerciale con gli Usa, noto come partenariato transatlantico su commercio e investimenti, nato per portare una maggiore apertura degli USA alle imprese UE, una riduzione degli oneri amministrativi per le imprese esportatrici e la definizione di nuove norme per rendere più agevole ed equo esportare, importare e investire oltreoceano.

Infine, il TiSA è il Trade in Service Agreement - Accordo sugli scambi di servizi tra 23 membri dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC), tra cui l'UE. Insieme, questi paesi rappresentano il 70% del commercio mondiale di servizi.

Sul sito www.tisa-leaks.org sono comparsi alcuni testi finora segreti e un'analisi del capitolo sull'energia relativi al negoziato a porte chiuse. Il negoziato segreto - dicono da Greenpeace - procede dal 2013 tra Unione europea, Stati Uniti e altri 21 Paesi e potrebbe essere concluso entro la fine di questo anno. Alcuni dei capitoli del trattato saranno soggetti a vincolo di riservatezza per un periodo di 5 anni anche dopo la definizione e la firma dei Paesi interessati.

Secondo l'analisi dei testi pubblicati, tra cui l'allegato sui servizi energetici, l'entrata in vigore del TiSA, oltre che essere un pericolo per la democrazia, andrebbe in senso contrario rispetto a quanto stabilito nel dicembre scorso dai negoziati di Parigi sul clima.

Dall'analisi effettuata da Greenpeace emerge che:

• Negli anni a venire la transizione energetica avrà necessariamente bisogno di una regolamentazione del settore privato, ma con la clausola di "standstill" (stasi delle liberalizzazioni) prevista dal TiSA questa operazione risulterà difficile se non praticamente impossibile.

• La cosiddetta clausola "ratchet" (una sorta di divieto a reintrodurre barriere commerciali) implicherebbe che servizi vitali come l'energia, l'acqua potabile e l'istruzione, se liberalizzati, non potrebbero più essere rinazionalizzati. Indipendentemente dalla volontà degli elettori, questi servizi fondamentali sarebbero sempre orientati in linea prioritaria verso la produzione di profitti.

• Le aziende private avrebbero voce nella stesura di nuovi regolamenti che andrebbero a influenzare i loro interessi. La capacità dei governi di garantire una efficace supervisione democratica dei processi di regolamentare sarebbe per lo meno limitata, se non azzerata.

• Nessuna distinzione potrà essere fatta tra fonti energetiche meno impattanti e combustibili fossili più nocivi, rendendo nella pratica impossibile una graduale eliminazione di quelle più dannose come il petrolio estratto da sabbie bituminose e lo shale gas.

• Accordi commerciali come il TiSA porteranno ad un aumento del commercio di combustibili fossili mentre il loro uso e commercio dovrebbero essere ridotti per rispettare gli accordi sul clima di Parigi e la tutela del Pianeta.

Sempre da Greenpeace, Federica Ferrario della campagna Agricoltura e progetti speciali, commenta: "Google e Facebook non dovrebbero stabilire le regole sulla privacy e le banche non dovrebbero autoregolamentarsi. Sapere che l'industria dei combustibili fossili potrebbe essere tra i protagonisti della redazione di policy ambientali è una contraddizione. Sarebbe come chiedere all'industria del tabacco di scrivere le norme sulla salute. Queste decisioni devono essere prese dai cittadini tramite i governi che hanno democraticamente eletto, non dalle aziende".

La richiesta dell'associazione è che le negoziazioni su TiSA e TTIP vengano immediatamente sospese e che non venga ratificato il CETA, in nome di accordi non segreti, trasparenti e progettati per migliorare le azioni in difesa del clima, non a beneficio delle grandi aziende.

Anna Tita Gallo

FONTE: Greenbiz

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La Nativa Americana che non teme l'arroganza dell'uomo bianco

Post n°3726 pubblicato il 18 Settembre 2016 da stella112
 
Tag: INDIANI

 

U.S.A - Dakota del nord:

Questa è la foto che sta facendo il giro del Mondo, nell'immagine una nativa americana discendente dai gloriosi Indiani d'America, sfodera tutto il suo coraggio e guarda dritto negli occhi un poliziotto delle Forze Speciali al servizio del potere, di quel potere che dal 1492, con l'arrivo diCristoforo Colombo nelle Americhe, ancora oggi, nel 2016, continua ad opprimere le pacifiche popolazioni native, ieri massacrate dai fucili e dai cannoni e oggi segregate nelle riserve come animali da circo per i turisti, abbandonati a se stessi e costretti a morire di fame, poiché l'uomo bianco nel tempo ha esaurito ormai tutte le loro risorse naturali.

Un genocidio quindi che va avanti da secoli e non si è ancora arrestato, un genocidio che però non viene mai ricordato sui libri di scuola e di cui nessuno dedica un film, un documentario, un "giorno della memoria".

Domenica, mentre un gruppo di Indiani stava manifestando il proprio dissenso contro un Governo che sta rubando loro anche l'acqua potabile, i poliziotto hanno iniziato ad arrestare gli indiani senza motivo, e la ragazza nella foto è andata di fronte ad uno di loro e gli ha detto: "Lei beve l'acqua, vero?".

 


Non possiamo che essere tutti solidali con questa ragazza che ha coraggio da vendere e con tutti i suo fratelli indiani che incuranti della ferocia del governo bianco, continuano a lottare a testa alta con a cuore il sogno di tornare un giorno a cavalcare liberi sulle LOROterre.

Daniele Reale
http://ilnuovomondodanielereale.blogspot.it/2016/09/la-nativa-americana-che-non-teme.html

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GUERRA CON ARMI ELETTROMAGNETICHE ALLA VITA E IRRORAZIONI NELL'ATMOSFERA DI SOSTANZE TOSSICHE

Post n°3725 pubblicato il 18 Settembre 2016 da stella112
 

 

Strumenti di morte su scala planetaria. Esistono e sono vietati dalla Convenzione ENMOD dell'ONU,entrata in vigore il 5 ottobre 1978. Ecco un dato ufficiale su cui riflettere, anzi una firma inconfondibile di un fenomeno innescato dalla mano armata dell'uomo: scarsa profondità, ovvero ipocentro anomalo.Il Corriere della Sera del 25 agosto scorso recita testualmente: "C'è un'anomalia in questo terremoto che ha portato per l'ennesima volta vittime e danni nella martoriata Penisola. È la scarsa profondità alla quale si è liberata la potenza accumulata nella roccia. «Tra cinque e sette chilometri appena, e questo ha portato più facilmente l'onda distruttrice ad abbattersi sulla superficie e provocare disastri e crolli» spiega Andrea Tertulliani, primo ricercatore e direttore di sezione dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia Ingv. C'è un'anomalia in questo terremoto che ha portato per l'ennesima volta vittime e danni nella martoriata Penisola. È la scarsa profondità alla quale si è liberata la potenza accumulata nella roccia. «Tra cinque e sette chilometri appena, e questo ha portato più facilmente l'onda distruttrice ad abbattersi sulla superficie e provocare disastri e crolli» spiega Andrea Tertulliani, primo ricercatore e direttore di sezione dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia Ingv".

Il New York Times del 20 febbraio 2003 fa riferimento alle armi elettromagnetiche in suo al Pentagono. Il Washington Times, nel marzo del 1992, riportava la notizia secondo la quale i satelliti ed i sensori di terra rilevarono misteriose radioonde ed un'attività elettromagnetica prima di disastrosi fenomeni tellurici in California, Armenia e Giappone tra il 1986 ed il 1989. Il sisma che colpì Los Angeles il 17 gennaio 1994 fu preannunciato da inconsuete radioonde e da due boati. Il 12 settembre 1989, a San Francisco, in California, furono rilevate inusuali onde a bassissima frequenza. Queste onde crebbero in intensità, quindi diminuirono il 5 ottobre. Il 17 ottobre, esse furono di nuovo registrate, con segnali così forti che andarono a fondo scala. Tre ore dopo avvenne il terremoto.

 


Armi elettromagnetiche sono in grado di causare terremoti in siti scelti come bersaglio. Negli ultimi 50 anni, l'esercito degli Stati Uniti ha condotto esperimenti nell'atmosfera, usando onde elettromagnetiche e sostanze chimiche. Test che coinvolgono lo strato di ozono, la manipolazione del tempo e l'uso di tecnologie per sondare l'interno della Terra, sono un preludio delle guerre che saranno scatenate nel corso del XXI secolo. 300 megatoni di esplosioni nucleari tra il 1945 ed il 1963, hanno ridotto lo strato di ozono del 4 per cento. Per ottenere il controllo del clima si usano il laser e le sostanze chimiche, per verificare se è possibile danneggiare lo strato di ozono al di sopra del territorio nemico, causare danni alle colture ed alla salute degli esseri umani. Le alterazioni nell'atmosfera provocano conformi cambiamenti nel tempo e nel clima terrestre.Queste onde, inoltre, sono impiegate per trasmettere effetti meccanici e vibrazioni anche a grande distanza. Possono manipolare il tempo metereologico, scatenando tempeste e piogge torrenziali in un'area. Queste onde possono generare sommovimenti della litosfera. Si sa che i terremoti interagiscono con la ionosfera: infatti molti dei sismi che sono occorsi negli anni recenti, sono stati preceduti da fenomeni inspiegabili. Ad esempio, il terremoto che squassò il Tang Shan in Cina, del 28 luglio 1976, in cui morirono 650 mila persone, fu preceduto da un bagliore causato dalle onde a bassa frequenza irradiate dai Sovietici per riscaldare la ionosfera.

 

 


Se vi accontentate della "verità" ufficiale, ignorate o dimenticate che il dubbio è la base della civiltà umana.
https://angelafrancia.wordpress.com/2016/09/16/guerra-con-armi-elettromagnetiche-alla-vita-e-irrorazione-nellatmosfera-di-sostanze-tossiche/

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Medico italiano ha scoperto la cura per la Sclerosi Multipla

Post n°3724 pubblicato il 18 Settembre 2016 da stella112
 

 

 

Paolo Zamboni, chirurgo vascolare di Ferrara, ha scoperto che la Sclerosi Multipla è dovuta anche ad un accumulo di ferro nel cervello indotto dal restringimento anomalo delle vene.Attraverso un operazione chirurgica le vene sono riaperte e in alcuni casi scompare completamente la malattia

La cosa sorprendente è che è stato ostracizzato dai suoi colleghi e non ha ricevuto alcun finanziamento o supporto. Come mai? Perché il trattamento farmacologico della Sclerosi Multipla richiede i farmaci tra i più costosi al mondo e non c'è alcun interesse a soppiantare l'attuale terapia.
Il Prof. Paolo Zamboni cominciò ad interessarsi alla Sclerosi Multipla dopo che sua moglie negli anni '90 ne fu colpita e da quel momento iniziò una grande ricerca che lo portò a riconoscere che le cose non stavano proprio come la medicina ufficiale insegnava. Scoprì infatti che solo i malati di sclerosi multipla hanno un accumulo di ferro nei vasi sanguigni cerebrali che causa necrosi, infiammazione, disturbi immunitari e cominciò ad indagarne la causa. Analizzando il circolo venoso dei pazienti vide che tutti avevano un restringimento importante (60-80%) delle vene del collo (insufficienza venosa cronica cerebrospinale chiamata CCSVI) che crea un ristagno venoso nel cervello. Attraverso un'angioplastica simile a quella che si fa per riaprire le coronarie ostruite risolve le condizioni dei pazienti eliminando gli ostacoli al deflusso del sangue "sporco" dal cervello.

«Mi colpì il fatto che tutti, pur non conoscendo le cause della sclerosi multipla, la studiassero su un modello animale basato sull'ipotesi arbitraria che fosse di origine autoimmune (l'encefalopatia autoimmune sperimentale, ndr): non mi pareva un buon metodo per comprendere davvero la malattia.Studiai ciò che era stato rilevato dell'anatomia del cervello dei malati: in molti casi, fin dai tempi di Jean-Martin Charcot, il neurologo che per primo descrisse la sclerosi multipla, si segnalava che le placche si trovassero sempre al centro di vene cerebrali. Alla fine degli anni Ottanta alcuni ricercatori avevano individuato chiari segni di patologie croniche delle vene cerebrali dei malati di sclerosi multipla; io stesso, osservando vetrini di autopsie, ne trovavo.Il 29 settembre del 2002 lei eseguì per la prima volta un ecodoppler (ecografia del circolo sanguigno, ndr) delle vene extracraniche in un malato con sclerosi multipla...
Vidi che il circolo era difficoltoso e il sangue non scorreva bene. Dalla letteratura scientifica mi resi conto che si conosceva pochissimo della circolazione venosa nelle persone sane, quasi nulla di quella nei malati.Nella primavera del 2009, viene pubblicato sul Journal of Neurology Neurosurgery and Psychiatry il primo lavoro sulla correlazione fra CCSVI e sclerosi multipla in 65 pazienti; a fine 2009, i primi dati dopo aver "liberato" le vene di quei malati con l'angioplastica percutanea transluminale (o PTA).Come ho segnalato fin dal primo studio, anche dopo la PTA esiste circa il 50 per cento di probabilità di recidive, in alcuni casi non è l'intervento appropriato, e pochi pazienti, circa uno su quattro secondo le osservazioni pubblicate da Fabrizio Salvi, continuano a stare bene a lungo»Prof. Paolo Zamboni, estratto da un'intervista al Corriere

Sul sito della Fondazione Veronesi in un articolo del 2013 leggiamo che lo scetticismo della classe medica è dovuto al fatto che si stanno aspettando i risultati di uno studio iniziato nel 2012 i cui risultati non sono ancora stati resi noti. E' incredibile come una terapia che potrebbe essere risolutiva per milioni di persone possa essere fatta attendere tutto questo tempo.Sebbene i media e il mondo scientifico vogliano far apparire questa terapia come non attendibile, sono tantissimi i casi di guarigione avvenuti grazie almetodo Zamboni chiamato anche Brave Dreams (tradotto "Sogni Coraggiosi" in un società dove devi essere davvero coraggioso per andare contro il sistema).

A sei mesi dall'operazione mi ritengo guarita dalla sclerosi multiplaNicoletta Mantovani, vedova di Luciano Pavarotti, al settimanaleGente

Nicoletta Mantovani, che oggi ha 47 anni, aveva mostrato i primi sintomi della malattia a 18 anni, malattia che è progredita per 25 anni rendendo la sua vita un inferno. Poi la conoscenza del professor Zamboni e la fiducia cieca, a quanto pare ripagata, nella terapia. Eppure, nonostante quella di Nicoletta Mantovani non sia l'unico casi di "redenzione" dalla sclerosi multipla, il metodo Zamboni deve lottare ancora contro diversi detrattori. Nicoletta è presidente onorario dell'Associazione Ccsvi nella sclerosi multipla onlus per raccogliere fondi per finanziare il metodo Zamboni.Il metodo Zamboni ha avuto così tanto eco in tutto il mondo che il professore ferrarese riceve chiamate e pazienti in continuazione provenienti da Russia, America, Libano, Croazia, ecc. In Canada, dove il problema della sclerosi multipla è molto sentito, hanno fatto anche un servizio televisivo (sottotitolato in italiano) dove hanno mostrato anche il caso di una persona completamente guarita. 

In Canada oggi l'intervento in angioplastica, praticato da Zamboni, per disostruire le vene del collo è ormai all'ordine del giorno.Sulla rivista Scienza e Conoscenza è stato dedicato un articolo a questa cura e viene riportata la storia di Teresa, malata da quando aveva 19 anni, è guarita in mezz'ora di ambulatorio grazie al dott. Tommaso Lupattelli al Gvm di Ostia, dove esegue il metodo-Zamboni.

L'IMPORTANZA DELL'ALIMENTAZIONE PER EVITARE RECIDIVE

Come abbiamo visto c'è anche il rischio importante di recidive. Infatti come sempre affermiamo qui su Dionidream, l'alimentazione e lo stile di vita sono fondamentali per l'insorgere di ogni malattia e quindi se vogliamo mantenere la salute dobbiamo introdurre salute nella nostra bocca. Abbiamo visto di recente come una dieta che mima gli effetti del digiuno crea degli enormi benefici nei pazienti affetti da sclerosi multipla e anche come l'integrazione vitamina D possa essere risolutiva in alcuni casi. Ho riportato pure la storia di una dottoressa guarita grazie ad una dieta sana.Con la recente scoperta che il sistema linfatico e il sistema immunitario arrivano fino al cervello tutti i libri di neurologia sono da riscrivere e diventa enorme il ruolo dell'alimentazione per le patologie del sistema nervoso. Infatti se la nostra alimentazione è errata (quasi tutti pensano di avere una dieta sana ma in realtà ingurgitano zucchero, pane, pasta, cracker, latticini, cibi pieni di bassa qualità e poveri di minerali e vitamine) si producono molte scariche acide, l'intestino si infiamma con la conseguente permeabilità intestinale e queste tossine entrano nel sistema linfatico e sanguigno arrivando fino al cervello e creando enormi danni.Per contattare il prof. Zamboni puoi trovare il recapito telefonico a questo link dell'ospedale Sant'Anna di Ferrara. Esistono anche dei medici in tutta Italia formati direttamente dal prof. Zamboni che praticano la sua terapia. 

                     

 

fonte

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'oncologa Rita Brandi: "Ecco le prove che il Metodo Di Bella funziona"!!

Post n°3723 pubblicato il 18 Settembre 2016 da stella112
 

Da: Corriere della Sera

Seguace di Di Bella: «Io ho le prove che il Metodo funziona»L'oncologa: «La sperimentazione è stato un bluff. Il professore diceva che la chemio è arcaica e non ha mai guarito nessuno»di Riccardo Brunoù

 

Nel 1999 il ministero della Salute, al termine di una sperimentazione di più di un anno, stabilì che il metodo Di Bella era inefficace. Diciassette anni dopo, ci sono ancora moltissimi pazienti che chiedono di essere curati con il cocktail di farmaci ideato dal fisiologo di origine siciliana e medici che applicano quel protocollo. Come Rita Brandi, oncologa romana, che spiega senza troppi giri di parole: «La Di Bella continua perché la chemio non guarisce». Il malato per sottoporsi alla cura deve firmare un consenso informato. «Ho il dovere di prospettargli tutte le possibilità - spiega la dottoressa -. Se sceglie la terapia standard lo seguo nel migliore dei modi, affiancando le terapie di sostegno». Ma la maggiore parte dei suoi pazienti («circa l'80%» conferma) vanno da lei per quel metodo che ancora suscita speranze, ultima scialuppa dopo aver provato tutte le rotte della medicina convenzionale. Anche la dottoressa Brandi ha iniziato così. «Era il 1998, mia madre aveva un cancro al pancreas, diagnosi infausta, nessuna illusione chemioterapica. Corsi a Modena dal professore, lui fu chiaro, mi disse subito che non sarebbe morta di vecchiaia. Le avevano dato tre mesi di vita, visse dieci mesi, ma in condizioni decisamente migliori, meno dolori, voglia di fare, non era più una donna buttata sempre al letto».

«Posso tirare fuori le cartelle cliniche»

Già questo, spiega Rita Brandi, sarebbe un successo. Ma lei è pronta a dimostrare che la multiterapia, basata sulla convinzione che si possa fermare la crescita del tumore agendo sull'ormone della crescita e la prolattina, a volte può guarire. «Posso tirare fuori le cartelle cliniche, non ho paura a confrontarmi. Dicevano che sarebbe bastato un solo caso per darle validità, ce ne sono quanti ne vogliono». È convinta che la «sperimentazione sia stata un bluff. Hanno scelto pazienti terminali, che avevano già completato l'iter tradizionale, fortemente debilitati e defedati». Ricorda quando «Di Bella mi diceva che la "chemioterapia è invasiva ed arcaica e che non ha mai guarito nessuno". Al contrario, io ho visto morire di chemio». Nonostante questo, assicura di non essere una «dibelliana con i paraocchi». «Bisogna essere aperti a tutto ciò che può aiutare il paziente. E purtroppo la stragrande maggioranza dei medici ha perso l'entusiasmo e la curiosità». È consapevole che le sue scelte la isolano. «All'inzio ho sofferto, essere accostata ai ciarlatani mi ha provocato turbamenti emotivi. Ma ci sono i pazienti a darti coraggio e a spingerti ad andare avanti».

fonte: http://www.corriere.it/cronache/16_settembre_13/seguace-di-bella-io-ho-prove-d47f3d40-79f4-11e6-8c12-dd8263fa3b6d.shtml

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SI POSSONO FARE MOLTI SOLDI DICENDO ALLE PERSONE SANE CHE SONO MALATE. Ecco il business dell'industria farmaceutica !!

Post n°3722 pubblicato il 18 Settembre 2016 da stella112
 

 

zzz

.

 

SI POSSONO FARE MOLTI SOLDI DICENDO ALLE PERSONE SANE CHE SONO MALATE

Così inizia un articolo scritto per il "Britisch Medical Journal" da un giornalista scientifico, un medico di base e un professore di farmacologia clinica, il cui titolo esplicita l'argomento: Vendere malattie: l'industria farmaceutica e il mercato della malattia.Gli autori dimostrano, con numerosi esempi, che c'è una costante azione, da parte dell'industria farmaceutica, di medicalizzazione della società, al fine di allargare il mercato.Lo studioso della Sanità Gianfranco Domenighetti così descrive le strategie di allargamento del mercato messe in atto dall'industria e dagli altri anelli della rete."Anticipazione della diagnosi, screening e altre procedure assimilabili, che tendono ad estendere il dominio della malattia sul piano temporale della vita. Abbassamento della soglia tra normalità e patologia, che tende ad estendere il dominio della vita sul piano quantitativo. Attribuzione della qualifica di patologico a condizioni esistenziali comuni, che tendono ad estendere il dominio della malattia sul piano qualitativo"La promozione dello sreening rappresenta probabilmente "il più grosso business per creare nuovi ammalati", scrive Domenighetti.Tipico è lo screening per il PSA (l'antigene prostatico specifico), che è stato proposto a tappeto in Europa e negli USA a maschi cinquantenni, anche in buona salute, con effetti nulli sul controllo della mortalità per tumore alla prostata, con molti effetti negativi derivanti dalla diffusione ingiustificata della chirurgia della prostata e con molti effetti positivi per i produttori dei test e dei farmaci.

L'ALTRO PILASTRO DELLA SRATEGIA DI MARKETING

è l'abbassamento della soglia che divide il normale dal patologico.Gli esempi li abbiamo sotto gli occhi: la soglia del colesterolo e quella della pressione arteriosa sono diventate talmente mobili verso il basso che si fa fatica a catturare l'ultime limite. Al punto che ormai è frequente sentire cardiologi dire che meno colesterolo si ha e meglio è, stravolgendo la fisiologia e la biochimica, che ci insegnano che questa molecola è essenziale per la stabilità della membrana cellulare e per la sintesi degli ormoni steroidei (ormoni sessuali, cortisolo, DHEA e altri di minor peso).Dal punto di vista conoscitivo, adottare questo punto di vista significa passare dal concetto di equilibrio dei valori (del colesterolo, della glicemia, della pressione arteriosa, eccetera) a quello di nemici interni da annientare.

IL CONCETTO DI SALUTE CHE E' ALLA BASE NON E' QUELLO DI EQUILIBRIO

che la persona ricerca in prima persona, ma è quello di difesa dai nemici sia interni che esterni, da realizzarsi con armi che vengono fornite dall'esterno sotto forma di pillole, bisturi e simili.Ray Moynihan, primo firmatario dell'articolo sopra citato, in un suo recente libro fa notare che la decisione di abbassare la soglia del colesterolo in USA, dopo molte traversie, è stata presa nel 2004 da un gruppo di nove esperti federali, di cui otto hanno interessi con le industrie che producono farmaci per abbassare il colesterolo.Le nuove linee guida, solo negli USA, hanno di colpo creato 25 milioni di malati in più, facendo passare da 12 a 36 milioni le persone che dovrebbero ricevere un farmaco per abbassare il colesterolo. Per non  parlare poi delle linee guida sull'ipertensione, per le quali, nel giro di pochi anni, si è passati da una pressione di 90/140 considerata normale a 120/80. Infine nella primavera del 2003, gli esperti chiariscono che se si raggiungono quei valori la persona deve essere considerata in "pre-ipertensione". Insomma per questi signori, uno per essere considerato sano, dovrebbe stare sempre sul filo dell'ipotensione! Anche qui è ovvio che abbassare la soglia significa alzare la prescrizione di farmaci, e comunque medicalizzare uno stato normale.

FONTE: ilfattaccio.org

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Inventato in Italia, 10 anni fa, il sistema per far fare alla Vostra auto 100km con 2 litri.

Post n°3721 pubblicato il 18 Settembre 2016 da stella112
 

Ne parlarono anche i Tg, e poi...? Ma sapete, le Lobby Vi devono vendere il loro petrolio!!

 

auto

 

Inventato in Italia, 10 anni fa, il sistema per far fare alla Vostra auto 100km con 2 litri. Ne parlarono anche i Tg, e poi...? Ma sapete, le Lobby Vi devono vendere il loro petrolio!!

Lo hanno chiamato "New Global Traction" ed è un nuovo sistema di trazione automobilistica che,
grazie a 2 semplici modifiche alla trasmissione tradizionale di qualunque autoveicolo a 2, 4 o più ruote, garantisce un risparmio in termini di consumi e, dunque, di inquinamento (atmosferico e acustico) di oltre il 70%.
E il brevetto è italiano.

Il sistema permette al veicolo di accelerare solo per effetto del cambio di rapporto, senza usare l'acceleratore e mantenendo il motore al regime minimo di 1000 giri al minuto.
L'energia cinetica recuperata consente di abbattere sia i costi di gestione sia i gas di scarico emessi nell'atmosfera perché, di fatto, si usa una quantità di carburante di gran lunga inferiore al normale.

L'idea è venuta a un gruppo di imprenditori lombardi che ha fondato una ditta, la Legimac e presentato il progetto a
importanti aziende europee suscitando, soprattutto in Germania, notevole interesse per una possibile produzione su larga scala.
Presto, inoltre, il progetto "New Global Traction" verrà illustrato anche a imprenditori statunitensi interessati a
sfruttare conoscenze e innovazioni tecnologiche per raggiungere l'obiettivo di ridurre il surriscaldamento globale del pianeta, abbattendo le emissioni di gas serra, come recentemente auspicato dal presidente americano, Barack Obama.

Non si tratta dunque di un'utopia, il sistema è stato già realizzato e collaudato e i risultati verificati.
"L'installazione del New Global Traction non stravolge la normale catena di montaggio delle vetture moderne - spiega Mauro Raccanello, uno degli inventori del meccanismo e imprenditore nel settore automobilistico, con alle spalle 30 anni di esperienza con la Ferrari.
Le aziende possono montare il meccanismo direttamente sulle macchine in produzione con costi irrisori che, dunque, non inciderebbero più di tanto sul prezzo finale della
vettura.
Il vantaggio, però, sarebbe quello di creare un'automobile davvero moderna ed ecologica, incentivando il mercato e dando un concreto contributo alla salvaguardia dell'ambiente".

 

FONTE

 

NOTA PERSONALE... Se ne parlò ampiamente a suo tempo anche in questo blog di questo innovativo sistema e grazie a questa semplice intuizione, personalmente, semplicemente schiacciando la frizione quando l'auto non è in accellerazione riesco a fare un 30% di strada in più. Dunque un brevetto che potrebbe far calare drasticamente i consumi. Come al solito si mette tutto a tacere o si mettono i bastoni fra le ruote. Vedremo che succcede ora. Non dimenticandoci che usare energia pulita anche per le auto si può, anche in questo caso però non si vuole far decollare il tutto.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »