Creato da andrea3759 il 20/05/2006

Camperblog

Life is moving

 

 

FarÓ caldo, ma approfittiamone alllora

Post n°2403 pubblicato il 23 Luglio 2016 da andrea3759

   Fa caldo, è estate del resto.  Ma invece che lamentarsi e sudare, facciamo qualcosa di utile. Se disponiamo di un giardino, o anche di un terrazzo, prendiamo i cuscini della dinette e portiamoli all'aperto del giardino o del terrazzo che abbiamo.

   Pensiamoci bene: il camper lo adopriamo tutto l'anno? O fosse solo in primavera ed estate? Quante volte ci abbiamo mangiato sulla dinette? E che siamo, tutti allievi modello di Mons. Della Casa (il codificatore delle regole del galateo)? Ci sarà caduta una volta una goccia di caffè, una di latte, una di Coca Cola...insomma, non sono puliti anche se lo sembrano.

   Armiamoci di un secchio (o un catino) e di una spazzola morbida col manico. Mettiamo acqua e sapone (di quello per bucato a mano, profumato, anzi: profumatissimo!) nel secchio o nel catino, e poi impugnado la spazzola per il suo manico, prima la immergiamo nell'acqua saponata e poi strofiniamo il cuscino con movimenti dapprima a croce e poi circolari. Una volta che i cuscini saranno belli lavati e bagnati, lasciamoli al sole ad asciugare. Il sole e l'aria aperta faranno miracoli. Quando saranno asciutti, ma asciutti per bene, mi raccomando, prendeteli e vi accorgerete che non hanno più l'odore di prima, ma profumeranno del profumo del sapone! E' un'operazione che si può fare con successo solo in estate: in tutte le altre stagioni il sole non ha la forza di asciugare bene dei cuscini così alti come quelli delle dinette. E non verrà un buon lavoro, perchè il segreto è fare asciugare i cuscini (stoffa e gomma piuma) al sole ed all'aperto. In caso diverso prenderanno comunque un odore non buono. Su, fa caldo, ma voi cercate di trarne vantaggio!

 
 
 

I controlli prima della partenza

Post n°2402 pubblicato il 22 Luglio 2016 da andrea3759

   Prima di una partenza è bene procedere con dei controlli che, se effettuati periodicamente, vi tranquillizzeranno sullo stato del vostro motore.

1) livello del liquido di raffreddamento: non solo, ma se è datato, portebbe aver perso un po' delle sue caratteristiche. Sarebbe allora il caso di sostituirlo tutto.

2) livello dell'olio motore: il camper è un autocarro che viaggia sempre a pieno carico. Io consiglio, e faccio altrettanto, di cambiare l'olio ed il relativo filtro ogni due anni. Il motore vi ringrazierà.

3) filtro dell'aria: controlliamone lo stato e se del caso, cambiamolo

Ispezioniamo e controlliamo lo stato delle cinghie, particolarmente quella di trasmissione. Deve essere tesa, ma non troppo, e non presentare sfilacciature o screpolature.

Il climatizzatore, se presente, va fatto funzionare. Se non fredda abbastanza, facciamo controllare il gas: potrebbe mancarne un po'. Il filtro del climatizzatore, se presente, va cambiato se sporco.

 
 
 

Voglia di Outdoor

Post n°2401 pubblicato il 21 Luglio 2016 da andrea3759
 

Guardate un po' cosa si è inventato questo qui! Bellissimo

 
 
 

Prepararsi alla partenza

Post n°2400 pubblicato il 20 Luglio 2016 da andrea3759

   Per prepararsi alla partenza, bisogna prendersi del tempo. Se lo abbiamo adoprato prima, il camper andrà pulito a fondo. Andranno portate a casa e lavate le lenzuola, le coperte e le federe dei cuscini; tutte le tendine interne del camper. Inoltre i coprisedili dei sedili di guida, ed eventualmente i cuscini della dinette. Svuotare dentro il più possibile e pulire a fondo. Prendersi del tempo in modo da fare tutto con calma, perchè già il caldo ci mette del suo, e riportare tutto a profumare di pulito.

   E' un lavoraccio, lo so, ed in più fa caldo. Ma partire col camper tirato a lucido è una bella soddisfazione.

 
 
 

Il barbecue a gas

Post n°2399 pubblicato il 19 Luglio 2016 da andrea3759
 

   Dopo aver provato il barbecue a gas provo ora a tesserne le lodi.

   Parlo del nuovo Campingaz Party Grill 400, che è pensato per essere portatile. Infatto viene fornito con una borsa comodissima e tutto quello che c'è trova posto all'interno del fornello stesso.

   La parte dove è fissato il fornello contiene le tre gambe, la griglia, la piastra  a due facce ed una piastra che diffonde il calore. A coperchio di tutto è messa una pentola wok, con due manici, che all'occorrenza vi permette di cucinarci dentro.

   Il montaggio è rapido: si avvitano le tre gambe, e poi si posizionano gli accessori a seconda del tipo di cottura che si vuole fare. L'alimentazione è a gas, che si può prendere o da una bombola del camper o da una esterna, sempre Campingaz. L'accensione è piezoelettrica.

   L'ho personalmente testato ache in condizioni di vento forte, e vi garantisco che, per come è  è costruito che la parte che contiene il fornello è sufficientemente alta da riparare la fiamma dal vento.

   La distribuzione del calore poi è omogenea, e vi permette di cucinare bene al centro come ai lati della piastra. Niente più carbone da accendere, fumo, tempo da aspettare...insomma, una figata!!!

   Per il collegamento alle bombole, è meglio usare una valvola a taratura fissa, che si avvita alla bombola, mentre l'altro capo del tubo del gas va fissato al fornello con le apposite fascette stringitubo

 
 
 
Successivi »
 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

MAN_FLYandrea3759orsobianco.amcesareorl68giannizzersybilla_cPerturbabilesimonamattia1979psicologiaforensepaomancalacey_munroscarablumarlow17forestales1958pepedgl16
 

ULTIMI COMMENTI

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova