Creato da gioia58_r il 25/11/2007

Semplicemente...Io

Pensieri e parole in ordine sparso

 

Stagioni

Post n°3893 pubblicato il 20 Ottobre 2014 da gioia58_r

Oggi, 20 Ottobre...
E' tempo di melograni che mio marito ha colto in giardino e di zucche raccolte nell'orto..

                    

E' Autunno inoltrato...
E' tempo dei primi freddi, dei primi starnuti, e dei colori autunnali.
Per i colori ci siamo, ma i freddi?
Se vai in giro vedi mezze maniche ed anche persone in canottiera ( esagerati ).
Al massimo non ci sono starnuti, ma sudate!
Ed entro il 15 Novembre catene a bordo, e gomme termiche...ne vogliamo parlare?

E' proprio vero, non ci sono più le mezze stagioni....anzi non ci sono proprio le stagioni!


Ma la cosa che davvero mi fa..." senso " è che dopo i 30° del giorno, la sera all'imbrunire, nei soliti angoli della città...si vendono le caldarroste!

 


Cioè oltre alla sudata giornaliera...mi devo far sudare anche la lingua??

Non ho voglia, grazie.
Succo di melograno rinfrescante?

 

       

 

 
 
 

La contabile

Post n°3892 pubblicato il 17 Ottobre 2014 da gioia58_r

Mi sono diplomata come ragioniera nel lontano 19...vabbhè cosa importa l'anno?
E tra i tanti lavori che ho fatto, ho fatto solo per due anni la ragioniera, quando non esisteva il computer ma solo la calcolatrice, e le varie registrazioni venivano fatte a mano.
E se a fine mese i conti non tornavano, sarebbero potuti essere dolori, ma per fortuna, io ero brava, anche perchè lavorando nell'azienda di mio padre ed i miei zii, chi si sarebbe sentito le loro sfuriate?

Poi avendo fatto per 9 anni l'ambulante, mi portavo da sola la contabilità, pur avendo un commercialista.
Solo dopo che mi sono arrivate delle multe salate da pagare ho scoperto, che i soldi che gli portavo per pagare le varie cose....lui se li andava a giocare!

Oggi sono a casa e faccio....la casalinga?

No, la CONTABILE e lo sono a pieno titolo.

                 

Dalle mansioni più leggere come rispondere al telefono ( altrimenti non lo fa nessuno ), alle public relation , dall'accoglienza di ospiti e parenti , mantenere pulito l'ufficio ( o casa che dir si voglia ), a quelle che spettano effettivamente ad una contabile ragioniera che si rispetti.

Come si fa ad arrivare a fine mese senza sforare con il budget?

Come si fa ad unire il pranzo e la cena e soprattutto variare?

Come si fa ad andare a fare la spesa con 50€  e riuscire a comprare tutto quello che serve?

La risposta all'ultima domanda è abbastanza semplice, man mano che si mettono gli articoli nel carrello si conta:

10€ +
3 € *
10€ =

.......e così via, metti e togli!


       

Ma raramente riesco a comprare tutto quello che serve, e faccio finta che me ne sia dimenticata .

E conta, conta...conta!

Chiaro è che il mio forte...sono tutte le offerte!

Lo so, la famiglia è piccola, siamo in tre, poi tre cani, e tanti gatti, quindi non mi lamento...ehm!
Ma l'arte di arrangiarsi aiuta, per i cani ho trovato il macinato di quinta scelta ( 2 € al kg ) e ci cucino la pasta...e così è per tutti gli animali!
Per noi, no, almeno,  non ancora!
Siamo arrivati ai fondi del caffè...

              

 

 
 
 

Santi e fake

Post n°3891 pubblicato il 15 Ottobre 2014 da gioia58_r

 

 

Il mio dentista mi chiede sempre se mio marito l'hanno già proclamato Santo...
Perchè poi?
Solo perchè per i primi mesi dal dentista mi ha tenuto la mano?
Ora ci vado da sola...

E poi la spesa me la sto pagando io con la mia pensioncina...
E' vero che con lo stipendio di mio marito ci si paga tutto il resto.

In fondo, ancora non lo picchio mai!!

Bhè intanto oggi...

E' Santa Teresa D'Avila, auguri a me!

                 


Ma prima o poi faranno Santa anche me...da Sulmona!

 
 
 

Si narra...

Post n°3890 pubblicato il 13 Ottobre 2014 da gioia58_r

Queste sono le cose che si trovano scritte qui e là su FB, ed io ne approfitto  ogni tanto per farmi una sana risata.
Ho deciso di condividerla con voi, così come si condivide un caffè...


 

      


 

 

Durante il Medioevo, quando un uomo moriva, per certificarne la morte
veniva chiamato il medico condotto, il quale, per verificare
l'effettivo decesso, usava infliggere dolore al deceduto.
Il modo più comune utilizzato in quel tempo era un potente morso
inflitto alle dita dei piedi, quasi sempre l'alluce.
Nel dialetto del popolino, il medico assunse così il nome di
"beccamorto".
Questa pratica diede origine ad un vero e proprio mestiere.
La tradizione prevedeva che tale mestiere fosse tramandato dal padre
al primo figlio maschio.
Verso la fine del medioevo accadde però qualcosa che cambiò il futuro
dei beccamorti.
Uno dei beccamorti più famosi non riuscì a concepire un figlio maschio;
la moglie partorì 4 figlie femmine.
Il beccamorto, per evitare l'estinzione del mestiere, domandò alla
chiesa
la dispensa per poter tramandare la professione alla propria figlia
femmina la quale, dopo aver ricevuto la benedizione, iniziò il suo
lavoro di beccamorto.
Il caso volle che il suo primo morto fosse un uomo al quale un carro
aveva tranciato entrambe le gambe; la ragazza era indecisa su dove
infliggere il morso ma, alla fine, prese una decisione . .....

Nacquero cosi "Le pompe funebri"

 

            

 

 

Non ci è dato sapere se la storia sia vera o frutto solo di fantasia, l'importante è

che  vi abbia fatto sorridere anche solo per un attimo.


Buona vita a tutti!

 
 
 

Un posticino....rilassante!

Post n°3889 pubblicato il 10 Ottobre 2014 da gioia58_r

Mi piace guardare i programmi di case, i colori che propongono , gli arredamenti, i prezzi.
Poi chiedo a mio marito se possiamo realizzare qualcosa, e lui mi risponde sempre la stessa cosa :
" Non ci stanno i soldi "

Ed allora mi accontento della casa con le pareti dipinte di fresco, e con un colore che a noi piace, basta ed avanza!
Guardando faccio le mie considerazioni...

E passato il tempo in cui si aveva il bagno fuori casa ( io l'ho avuto sempre dentro, ma ricordo la casa di mia nonna e di sua cognata che andavano in stalla ), e ci si lavava con l'acqua del catino gelata.


              

Ecco, quando andavo in un paesino vicino l'Aquila, dalla zia di mia madre, era proprio così che ci sciacquavamo il viso, la pipì   nel pollaio, con il rischio che le galline ti beccassero proprio lì, ed il resto....in una pozza dietro la casa, con una tavola su cui dovevi fare l'equilibrista.
E se ti scappava di notte al buio e freddo?

         


Eh sì...i tempi son passati.
Ora i bagni li vogliamo con l'antibagno ( ce l'ho ! ), con la doccia o la vasca da bagno, ed anche con il doppio lavandino


               

Ma vi chiedo...non vi basta pulirne uno, magari poi se avete due bagni avrete due doppi lavandini??

Sarà... ma a me sta' cosa mi puzza!
( e visto che siamo in bagno )

E poi c'è chi chiaramente esagera in tutto, per chi ama farlo in compagnia!

           

                               

 

Ops!
E' finito il caffè!

 

            

 
 
 
Successivi »
 

 

SULMONA, VECCHIO MERCATO

 

SULMONA,

 

Trampolino, Il valzer della Gioia

 

website stats

 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Krielleelenaarena1988giulyana60BridigalaWritebloggerlost4mostofitallyeahla_moretta_2naples1023v.cris84violetta14dominjusgidinetobias_shuffleDJ_Ponhzi
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

Teresaaaaa.......ciaoooo, buona giornata!!!!!
Inviato da: Rosy
il 22/10/2014 alle 15:37
 
Sogni d'oro Teresa
Inviato da: Krielle
il 22/10/2014 alle 02:40
 
.... E buon pomeriggioooooo ...!!!! Ciaoooo!!!
Inviato da: Rosy
il 21/10/2014 alle 14:56
 
buonanotte Rosa
Inviato da: gioia58_r
il 20/10/2014 alle 20:57
 
s!
Inviato da: gioia58_r
il 20/10/2014 alle 20:56
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 308
 

ROCCA CALASCIO

 

SCANNO

 

SULMONA

 

                    

 

                     Schizzi: Fontanone in Piazza Garibaldi
                     Foto di Massimiliano Del Signore